Rivolte della finale di Coppa UEFA 2008 -2008 UEFA Cup Final riots

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Rivolta della finale di Coppa UEFA 2008
Parte della storia del Manchester e della Coppa UEFA 2007-2008
La polizia di Piccadilly ha diviso Zenit e Rangers.jpg
Gli ufficiali della polizia di Greater Manchester tengono separati i fan di Rangers e Zenit
Data 14 maggio 2008
Posizione
Risultato 39 poliziotti feriti, un cane poliziotto ferito e 39 arresti
belligeranti
Zenit teppisti Hooligan dei Rangers Polizia della Grande Manchester

Le rivolte della finale di Coppa UEFA 2008 sono state una serie di disordini pubblici avvenuti a Manchester, in Inghilterra, il giorno della finale di Coppa UEFA 2008 . Un grave disordine sarebbe stato innescato dal fallimento di un grande schermo eretto a Piccadilly Gardens per trasmettere la partita a migliaia di fan dei Rangers che si erano recati in città senza biglietti. Polizia della Grande Manchesterha riferito che solo "una minoranza di teppisti" tra i 200.000 fan dei Rangers in visita è stata coinvolta nelle violenze; mentre il sovrintendente investigativo Geoff Wessell, della polizia di Greater Manchester, ha sottolineato che una "proporzione molto, molto bassa" dei fan dei Rangers itineranti era stata coinvolta in disordini. Oltre ai danni alla proprietà, quindici poliziotti sono rimasti feriti e gli equipaggi delle ambulanze hanno assistito a 52 casi di aggressione. Un'indagine del Consiglio comunale di Manchester sugli eventi ha stimato che oltre 200.000 fan dei Rangers hanno visitato Manchester per la partita, con 39 fan sono stati arrestati per una serie di reati in tutta la città, mentre sono state ricevute 38 denunce sulla condotta degli agenti di polizia della Greater Manchester. Il rapporto concludeva che i 37.000 tifosi dei Rangers all'interno del City of Manchester Stadium si erano comportati bene.

I primi tafferugli

Uno dei primi incidenti si è verificato quando sono scoppiati combattimenti tra fan rivali in un pub, che hanno portato alla sua chiusura. La sera prima della partita qualcuno aveva azionato allarmi antincendio in città, reato penale. Un rapporto ufficiale ha rilevato che il lancio di missili e il combattimento da parte dei fan dei Rangers si sono verificati fino a otto ore prima dell'inizio della partita. Intorno al tardo pomeriggio i cancelli della Piccadilly fans zone sono stati forzati. Un gran numero di fan saltava sui tetti delle unità di vendita e urinava. Le unità di vendita sono state "invase" e il personale spaventato è dovuto fuggire. La polizia è stata chiamata ma è stata impotente di fronte al gran numero di sostenitori.

Guasto dello schermo

Tifosi dei Rangers nella fanzone Zenit, a Piccadilly Gardens.

Il grave disordine civile è iniziato quando un grande schermo, eretto per trasmettere la partita alla fanzone Zenit di Piccadilly Gardens, è fallito. Chris Burrows, presidente della Manchester Police Federation, ha affermato che lo schermo è stato deliberatamente spento. I tecnici intervenuti per cercare di sanare il guasto sono stati aggrediti con delle bottiglie e hanno dovuto ritirarsi. I fan dei Rangers hanno poi abbattuto le ringhiere, litigando tra di loro, mentre la polizia antisommossa è arrivata in massa . Diverse centinaia di persone sono state direttamente coinvolte nel disordine e "una notevole violenza" è stata diretta alla polizia. Trentanove agenti di polizia sono rimasti feriti, incluso un incidente in cui centinaia di fan hanno isolato e aggredito un agente antisommossa. Il poliziotto Paul Ritchie ha ricevuto un'alta onorificenza per aver salvato un agente di polizia caduto a terra da una bottiglia lanciata da un rivoltoso. Un cane poliziotto è rimasto ferito quando si è fermato su dei vetri rotti.

BBC News ha riferito che gruppi di sostenitori dei Rangers si erano scontrati con la polizia nel centro della città dopo aver attaccato una banca, le fermate degli autobus e un'auto sportiva rimbalzata sulla strada. La polizia della Greater Manchester ha riferito che "una minoranza di teppisti" tra i 150.000 fan dei Rangers in visita è stata coinvolta nelle violenze.

È stato riferito che un tifoso dello Zenit San Pietroburgo è stato accoltellato prima della partita fuori dallo stadio. Tuttavia, le persone detenute in relazione al presunto incidente sono state rilasciate senza accusa.

Le autorità hanno dovuto arruolare centinaia di poliziotti antisommossa extra per far fronte ai disordini. Mentre le rivolte continuavano, entro le 2100 BST, le ambulanze non venivano più inviate nel centro della città a meno che non fossero accompagnate da una scorta della polizia a causa delle preoccupazioni per la "sicurezza dell'equipaggio".

La polizia dei trasporti britannica ha riferito di sporadiche esplosioni di rivolte nelle stazioni ferroviarie di Piccadilly, Oxford Road e Deansgate .

Reazione

Pulizia a Piccadilly Gardens, il giorno dopo la perturbazione.

BBC News ha interrotto la normale programmazione per trasmettere le rivolte in diretta televisiva, con il programma di punta di ITN News at Ten che ha fornito un'ampia copertura alle rivolte. Il giudice Andrew Blake del Manchester Crown Court, quando in seguito ha condannato dodici persone in relazione al disordine, ha descritto le rivolte come "la peggiore notte di violenza e distruzione subita dal centro di Manchester dai tempi del Blitz ".

L'amministratore delegato dei Rangers, Martin Bain, ha descritto le scene come "terribili", ma ha affermato che le scene violente "sono state causate da sostenitori che normalmente non si attaccano al nostro sostegno". Ha anche affermato che il club era "in generale, assolutamente soddisfatto del comportamento dei nostri tifosi". Il giorno successivo il primo ministro Gordon Brown ha condannato la rivolta definendola "una disgrazia". La leader dei conservatori scozzesi, Annabel Goldie, si è detta "assolutamente sconvolta" dal filmato, condannando il comportamento come "orribile e imperdonabile". Steven Purcell, leader del consiglio comunale di Glasgow, si è scusato su un giornale di Manchester per 200 teppisti hardcore.

Il poliziotto Mick Regan, aggredito da una banda di venti uomini mentre giaceva a terra, ha descritto la violenza. "E 'stato incredibile quando siamo arrivati, era già in movimento. È stato spaventoso, su una scala diversa da qualsiasi altra partita in cui ho lavorato nei miei 23 anni di carriera. Sembrava che la stragrande maggioranza fosse ubriaca e volevano solo causare guai. Molti tifosi erano d'accordo e chiedevano solo indicazioni ma c'era un grande nocciolo duro ... So che diranno che è una minoranza, ma poche migliaia sono una grande minoranza".

Un portavoce della UEFA ha indicato che è improbabile che i Rangers subiranno sanzioni perché le violenze non si sono verificate al City of Manchester Stadium dove si è svolta la partita.

Molti fan dei Rangers hanno criticato le tattiche impiegate dalla polizia di Greater Manchester. In particolare, il vice leader dei conservatori scozzesi Murdo Fraser ha suggerito che il problema potrebbe essere stato causato da una polizia pesante. In seguito ha ritrattato questo dopo che la polizia ha rilasciato filmati che mostravano l'entità dei problemi.

Sono state presentate 63 denunce di condotta della polizia, principalmente per motivi di abuso di forza. Ne includeva uno di un uomo di 60 anni che ha trascorso quattro settimane in ospedale dopo aver subito un'anca rotta e un intestino perforato. Un fan, James Clark, è stato accusato di rivolta, ma in seguito è stato prosciolto da tutte le accuse da un tribunale di Manchester. Ha detto a STV : "Ho attraversato l'inferno a causa della polizia. Mi hanno scelto a caso tra la folla di fan, mi hanno picchiato nero e blu con i loro manganelli e mi hanno messo addosso i loro cani. Eppure mi hanno accusato di essere violento. Non potevi inventarti". La polizia, tuttavia, ha difeso le loro azioni.

C'erano anche critiche da parte dei sostenitori per quanto riguarda l'organizzazione dell'evento. In risposta, il leader del Manchester City Council, Sir Richard Leese, ha dichiarato: "Se vogliamo incolpare un dito da qualche parte, deve essere con quei tifosi che devono assumersi la responsabilità del proprio comportamento".

Su consiglio della polizia della Greater Manchester in seguito ai disordini, il Manchester United ha annullato i piani per una parata pubblica per celebrare la Premier League 2007-2008 e il Double UEFA Champions League .

Arresti e condanne

La polizia si è schierata in tenuta antisommossa a Piccadilly Gardens

Il Manchester City Council ha annunciato che 39 tifosi sono stati arrestati per vari reati. Questi includevano il ferimento della Sezione 18 allo stadio in relazione all'uomo russo che sarebbe stato accoltellato, reati di ordine pubblico, propaganda, rissa, possesso di un'arma offensiva, aggressione della Sezione 47, aggressione comune, possesso di droghe di classe A, furto, possesso di biglietti falsi e un fan dello Zenit per l'incursione in campo. L' assistente capo della polizia ha definito "non necessario e inaccettabile" il comportamento dei tifosi coinvolti nei guai.

Un appello è stato emesso su Crimewatch nel gennaio 2009 e pubblicato nel programma della partita dei Rangers, nel tentativo di rintracciare 49 uomini in relazione alle rivolte.

Nell'agosto 2009, tredici sospetti teppisti di calcio sono comparsi davanti al tribunale della magistratura di Manchester accusati di disordini violenti dopo la finale. In particolare, Scott McSeveny è stato accusato di aver fatto perdere i sensi al PC John Goodwin; un altro fan, Mark Stoddart, avrebbe aggredito il PC Mick Regan. Dodici persone sono state condannate per disordini e undici sono state condannate a pene detentive variabili da sei mesi a tre anni e mezzo nel settembre 2010.

Un rivoltoso arrestato è stato trovato essere un agente di polizia in servizio dell'Essex che era fuori servizio al momento dell'incidente. È stato accusato di disordini violenti ed è stato rilasciato su cauzione.

Ritorno a Manchester

Secondo quanto riferito, i piani del Manchester United per invitare i Rangers ad essere gli avversari per la partita di testimonial di Gary Neville sono stati abbandonati nell'aprile 2010 a causa delle obiezioni della polizia e del consiglio locale per i timori di problemi dovuti al persistere di cattivi sentimenti per i danni causati al centro di Manchester dalle rivolte.

I Rangers sono stati sorteggiati insieme al Manchester United nello stesso girone per la fase a gironi della UEFA Champions League 2010-11, con la partita di apertura a Manchester il 14 settembre 2010, con una gara inversa a Glasgow il 24 novembre. Il sorteggio ha sollevato preoccupazioni per la sicurezza, in particolare per quanto riguarda il potenziale di possibili rappresaglie, e la prospettiva che un gran numero di tifosi senza biglietto arrivino a Manchester. L'amministratore delegato dello United, David Gill, ha minimizzato il potenziale di problemi, sottolineando invece il legame che i due club avevano in entrambi gli attuali dirigenti del club in Alex Ferguson dello United e Walter Smith dei Rangers. Anche l'amministratore delegato dei Rangers Martin Bain ha respinto le preoccupazioni, sottolineando le buone relazioni del club e il precedente incontro di Champions League nel 2003.

Prima del calcio d'inizio, i tifosi in trasferta si sono tenuti al DW Stadium del Wigan Athletic, per impedire la congregazione nel centro di Manchester. La partita è passata con 10 arresti per reati minori, che hanno coinvolto cinque tifosi dei Rangers e cinque tifosi del Manchester United. Il comportamento dei fan dei Rangers è stato elogiato dalla polizia di Greater Manchester . Anche l'addetto alla sicurezza del Wigan Athletic ha elogiato il comportamento dei tifosi, commentando "I fan dei Rangers sono i benvenuti qui in qualsiasi momento in futuro, perché abbiamo avuto una reazione superba da parte di coloro che hanno viaggiato".

Guarda anche

Riferimenti

Coordinate : 53°28′51″N 2°14′12″W / 53.48083°N 2.23667°W / 53.48083; -2.23667