Elezioni presidenziali colombiane del 2022 -2022 Colombian presidential election

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Elezioni presidenziali colombiane del 2022

2018 29 maggio 2022 (primo turno)
19 giugno 2022 (secondo turno)
2026 →
Sondaggi
Rivelarsi 54,98% (primo turno) 0,76 pp Aumento58,09
pp (secondo turno) Aumento4,16 pp
Gustavo Petro Sindaco di Bogotà (ritagliato2).jpg Rodolfo Hernández Suarez.jpg
candidato Gustavo Petro Rodolfo Hernández
Festa Colombia umana Indipendente
Alleanza Patto storico LIGA
Stato di origine Cordova Santander
compagno di corsa Francia Márquez Marelen Castillo
Voto popolare 11.281.013 10.580.412
Percentuale 50,44% 47,31%

Risultati del primo turno delle elezioni presidenziali colombiane, 2022.svg
Gustavo Petro–Francia Márquez
Rodolfo Hernández – Marelen Castillo
Federico Gutiérrez– Rodrigo Lara Sánchez
Risultati del secondo turno delle elezioni presidenziali colombiane, 2022.svg
Gustavo Petro–Francia Márquez
Rodolfo Hernández – Marelen Castillo

Presidente prima delle elezioni

Centro Democratico Ivan Duque

Eletto Presidente

Gustavo Petro
Humane Colombia

Le elezioni presidenziali si sono svolte in Colombia il 29 maggio 2022, con un ballottaggio il 19 giugno 2022 poiché nessun candidato ha ottenuto almeno il 50% al primo turno di votazioni. Iván Duque, eletto presidente nel 2018, non era idoneo a candidarsi a causa dei limiti di mandato. Gustavo Petro, senatore ed ex sindaco di Bogotà, ha sconfitto Rodolfo Hernández Suárez, ex sindaco di Bucaramanga, al ballottaggio. La vittoria di Petro lo ha reso il primo candidato di sinistra ad essere eletto presidente della Colombia, e il suo compagno di corsa, Francia Márquez, è la prima afro-colombiana eletta alla vicepresidenza, nonché la seconda donna vicepresidente in assoluto.

Le elezioni si sono svolte all'indomani delle proteste colombiane del 2021 in condizioni economiche difficili durante la pandemia di COVID-19 nel paese . Petro, un ex membro dell'AD/M-19 che è stato sconfitto da Duque per oltre dieci punti percentuali nel 2018, è stato scelto come candidato dell'alleanza Historic Pact for Colombia . La piattaforma di sinistra di Petro comprendeva il sostegno alla riforma agraria, l'assistenza sanitaria universale, il proseguimento del processo di pace in Colombia e l'espansione dei servizi sociali .

Hernández, un affiliato indipendente con la Lega dei governatori anticorruzione, ha condotto una campagna populista che ha enfatizzato il sostegno alle politiche dell'ordine pubblico e agli sforzi contro la corruzione. Hernández ha subito un'ondata di consensi nelle ultime settimane della campagna, che gli ha permesso di superare il candidato conservatore Federico Gutiérrez per un posto nel ballottaggio. Questa ondata di popolarità è stata in parte attribuita al suo notevole seguito sui social media e ai video di TikTok, che lo hanno portato a essere soprannominato il "re di TikTok".

Petro ha vinto il ballottaggio con il 50,44% dei voti contro il 47,31% di Hernández. Petro ha dominato nelle regioni delle coste caraibiche e del Pacifico della Colombia e ha ricevuto oltre l'81% dei voti nel dipartimento costiero di Chocó . A causa di una maggiore affluenza tra i suoi sostenitori, Petro ha ricevuto quasi 2,7 milioni di voti in più nel secondo turno rispetto al primo. Il risultato è stato notato per una tendenza continua di vittorie di sinistra in America Latina, che è stata soprannominata una "nuova marea rosa".

Sfondo

Durante le precedenti elezioni tenutesi nel 2018, si è svolto un ballottaggio poiché nessun candidato ha raggiunto il 50% dei voti. I primi due candidati erano il senatore Iván Duque del Partito del Centro Democratico e il candidato Humane Colombia Gustavo Petro, ex sindaco di Bogotá ed ex membro dell'AD/M-19 . I problemi delle elezioni includevano l' accordo di pace delle FARC, la corruzione, la disoccupazione e l' assistenza sanitaria . Duque ha sconfitto Petro di oltre dieci punti percentuali; tuttavia, ci sono state successive accuse di frode e irregolarità. Come secondo classificato, Petro è diventato senatore ai sensi della legge legislativa n. 2 del 2015.

Manifestazioni diffuse contro le politiche del presidente Duque si sono svolte da fine aprile a dicembre 2021. Nel mezzo della pandemia di COVID-19 in Colombia, che aveva inferto un duro colpo all'economia e in un momento in cui i tassi di disoccupazione erano alti, Duque ha proposto un aumento delle tasse. Inoltre, al Congresso è stato proposto un disegno di legge controverso che avrebbe portato alla privatizzazione dell'assistenza sanitaria. La maggior parte delle proteste è stata pacifica, con alcuni casi di vandalismo. Secondo i gruppi per i diritti umani, la polizia ha reagito violentemente ai manifestanti in vari casi, provocando morti e presunti casi di aggressione sessuale. Le proteste hanno portato al ritiro dei disegni di legge di riforma sanitaria e fiscale e alle dimissioni del ministro delle finanze Alberto Carrasquilla Barrera .

Sistema elettorale

I presidenti colombiani sono eletti per quattro anni utilizzando un sistema a due turni; se nessun candidato ottiene la maggioranza dei voti al primo turno, si tiene un ballottaggio tra i primi due candidati. Il vicepresidente è eletto con lo stesso biglietto del presidente. I presidenti sono limitati a un solo mandato di quattro anni e l'articolo 191 della costituzione richiede che i candidati siano colombiani di nascita e abbiano almeno trent'anni. In linea con la costituzione, hanno diritto di voto i cittadini colombiani per nascita o per naturalizzazione, dai diciotto anni in su. Diversi scenari possono causare la perdita del diritto di voto, come delineato nella costituzione. I cittadini nei centri di detenzione possono votare dagli istituti determinati dal Registro Civile Nazionale . L'iscrizione allo stato civile non è automatica e i cittadini devono recarsi presso l'ufficio regionale dell'anagrafe per l'iscrizione. La legge n. 2 del 2015 ha stabilito che il secondo classificato alle elezioni presidenziali ottiene un seggio al Senato e il loro candidato alla vicepresidenza diventa un membro della Camera dei rappresentanti .

Per essere accettati come candidati, i candidati devono avere il sostegno di un partito politico riconosciuto per candidarsi come candidato ufficiale o raccogliere un numero minimo di firme per candidarsi come candidati indipendenti. Il Registro Nazionale ha confermato che il numero minimo di firme richieste era 580.620, pari al 3% del totale dei voti validi alle elezioni presidenziali colombiane del 2018, e che dovevano essere consegnate all'anagrafe entro il 17 dicembre 2021. Il 17 dicembre il Il registro nazionale ha confermato che sette pre-candidati avevano consegnato il numero necessario di firme: Alejandro Char, Rodolfo Hernández, Federico Gutiérrez, Alejandro Gaviria, Luis Pérez, Roy Barreras e Juan Carlos Echeverry . Di questi sette pre-candidati, Char, Gutiérrez e Gaviria accettarono l'appoggio dei partiti politici, aggirando così la necessità di candidarsi come indipendenti, mentre Barreras ed Echeverry in seguito decisero di abbandonare la corsa presidenziale; questo ha lasciato Hernández e Pérez come gli unici candidati indipendenti in gara.

Candidati

Sintesi dei candidati

I seguenti candidati si sono iscritti all'Anagrafe Nazionale dello Stato Civile e sono comparsi nella scheda elettorale del primo turno.

Partito/coalizione Logo Candidato presidenziale Ufficio politico più recente Candidato alla vicepresidenza
Immagine candidato Immagine candidato
Colombia giusta e libera COLOMBIA JUSTA Libres.svg J Milton Rodriguez.jpg John Milton Rodríguez Senatore della Colombia
(2018-2022)
Ritratto segnaposto.svg Sandra de las Lajas Torres
Patto storico per la Colombia Pacto Histórico Logo Oficial.png Gustavo Petro Sindaco di Bogotà (ritagliato2).jpg Gustavo Petro Senatore della Colombia
(2018-oggi)
(Francia Márquez) F70A6326 (49199213312) (ritagliato).jpg Francia Márquez
Coalizione Centro Speranza Logo esperanza.jpg Sergio Fajardo 2015 (ritagliato).jpg Sergio Fajardo Governatore di Antioquia
(2012-2015)
Luis Gilberto Murillo.png Luis Gilberto Murillo
Lega dei governatori anticorruzione Logo della Lega dei governatori anticorruzione.svg Rodolfo Hernández Suarez.jpg Rodolfo Hernández Sindaco di Bucaramanga
(2016–2019)
Marelene Castillo.jpg Marelen Castillo
Movimento di Salvezza Nazionale Salvación Nacional (Colombia).svg Ritratto segnaposto.svg Enrique Gomez Nessun precedente ufficio pubblico Ritratto segnaposto.svg Carlos Cuartes
Squadra per la Colombia Logo Coalición Equipo por Colombia.png Federico Gutiérrez (ritagliato).jpg Federico Gutiérrez Sindaco di Medellín
(2016–2019)
Rodrigo Lara Sanchez.jpg Rodrigo Lara

Ritirato

  • Óscar Iván Zuluaga, ex ministro delle finanze e del credito pubblico e secondo classificato alle elezioni presidenziali colombiane del 2014 (Centro democratico). È stato annunciato che il candidato per il partito di centrodestra Democratic Center sarebbe stato scelto tramite due sondaggi condotti internamente nel novembre 2021. I sondaggi sono stati condotti dalle due agenzie elettorali Centro Nacional de Consultoría (CNC) e YanHass via telefono e hanno intervistato 2.100 membri del partito (comprendente il 25% della ponderazione finale) e 2.100 membri del pubblico (comprendente il restante 75% della ponderazione). In entrambi i sondaggi Zuluaga è emerso comodamente come il candidato preferito, vincendo il 53% dei voti nel sondaggio CNC e il 52% dei voti nel sondaggio YanHass, ed è stato annunciato come candidato del Centro Democratico il 22 novembre 2021. Ha battuto altri quattro pre-candidati: María Fernanda Cabal (23% e 27% rispettivamente nei sondaggi CNC e YanHass), Paloma Valencia (11% e 9%), Alirio Barrera (8% e 7%) e Rafael Nieto Loiaza (5% e 5%). Il risultato del voto ha suscitato polemiche, con Cabal in particolare che ha contestato i risultati dei sondaggi e ha accusato l'attuale presidente Iván Duque (anche lui del partito di Centro Democratico) di interferire con il processo di voto per garantire la vittoria di Zuluaga. Dopo la sua vittoria, Zuluaga è stato invitato a unirsi alla Team for Colombia Coalition, ma inizialmente ha rifiutato l'invito. Tuttavia, in seguito alla nomina di Federico Gutiérrez come candidato della Squadra per la Colombia, Zuluaga ha ritirato la sua candidatura e ha dichiarato che avrebbe sostenuto la campagna di Gutiérrez.
  • Luis Gilberto Murillo, ex governatore di Chocó ed ex ministro dell'Ambiente e dello Sviluppo Sostenibile (Colombia Reborn). Murillo avrebbe dovuto essere un pre-candidato per la Hope Center Coalition, ma il 21 gennaio 2022 ha annunciato che si sarebbe candidato in modo indipendente per il partito Colombia Reborn (in spagnolo: Colombia Renaciente ). In seguito ha affermato di non essersi sentito il benvenuto all'interno della Hope Center Coalition. Tuttavia, il 17 marzo ha annunciato che avrebbe sospeso la sua candidatura presidenziale per diventare il candidato alla vicepresidenza della Hope Center Coalition.
  • Luis Pérez, ex sindaco di Medellín ed ex governatore di Antioquia (Colombia Think Big). Pérez ha annunciato il 26 febbraio 2021 che si sarebbe candidato alla presidenza come candidato indipendente. Il 15 dicembre 2021 è stato confermato che Pérez aveva ricevuto il numero di firme necessario per essere ufficialmente dichiarato candidato. L'11 maggio 2022 Peréz ha ritirato la sua candidatura, adducendo un'atmosfera politica "odiosa" e "polarizzata". Ha affermato che nei dibattiti presidenziali "non c'è spazio per le idee, [ma] solo per insulti e litigi". Pérez ha anche detto che intende "restituire l'amore alla politica, così la gente non voti per paura".
  • Íngrid Betancourt, ex senatore e membro dell'Oxygen Green Party . Betancourt ha annunciato la sua candidatura il 18 gennaio 2022 e inizialmente si è unita alla Hope Center Coalition. Tuttavia, a seguito di una disputa con il collega pre-candidato della coalizione Alejandro Gaviria, il 29 gennaio Betancourt ha dichiarato che avrebbe lasciato la coalizione e si sarebbe candidata come candidata indipendente sotto il suo stesso partito Oxygen Green (spagnolo: Verde Oxígeno ). A seguito di uno scarso risultato nei sondaggi, Betancourt si è ritirato dalla gara il 20 maggio 2022 e ha approvato Hernández Suárez.

Primarie e convegni di partito

Patto storico per la Colombia

Il Patto storico per la Colombia (in spagnolo: Pacto Histórico por Colombia ) è una coalizione di politici di sinistra, progressisti e indigeni. Cinque pre-candidati in rappresentanza di sei partiti o movimenti politici hanno annunciato che si sarebbero candidati alle elezioni presidenziali unificate per la coalizione. Il candidato è stato scelto con votazione pubblica il 13 marzo 2022.

I candidati erano:

Risultati primari

Festa Logo della festa Candidato Voti %
Colombia umana Logo Colombia Humana.png Gustavo Petro 4.495.831 80,50%
Unione Patriottica Logo Unión Patriótica Colombia.png
Polo Democratico Alternativo PDA Logo.svg Francia Márquez 785.215 14,05%
Alleanza Verde Alianza Verde (Colombia).svg Camillo Romero 227.218 4,06%
Movimento indigeno e sociale
alternativo
LogoMais1.png Arelis Uriana 54.770 0,98%
Piena Alleanza Democratica Ada partido.png Alfredo Saade 21.724 0,38%
Fonte:

Petro è stato annunciato come il vincitore del voto pubblico ed è stato nominato candidato della coalizione del Patto storico per la Colombia.

Coalizione Centro Speranza

La Hope Center Coalition (in spagnolo: Coalición Centro Esperanza ), precedentemente nota come Coalition of Hope (in spagnolo: Coalición de la Esperanza ) fino al 28 novembre 2021, è una coalizione di politici di centro e di centrosinistra. Cinque pre-candidati hanno annunciato che si sarebbero candidati alle elezioni come candidato presidenziale unificato per la coalizione. Il candidato è stato scelto con votazione pubblica il 13 marzo 2022.

I candidati erano:

Risultati primari

Festa Logo della festa Candidato Voti %
Alleanza Sociale Indipendente ASI Logo.svg Sergio Fajardo 723.475 33,50%
Nuovo liberalismo Nuevo Liberalismo (Colombia).svg Juan Manuel Galán 487.019 22,55%
Siamo Green Hope
(Dignity- ASI )
SOMOS VERDE ESPERANZA.svg Carlos Amaya 451.223 20,89%
La Colombia ha un futuro Nessuna immagine.svg Alessandro Gaviria 336.504 15,58%
Dignità Logodignidad.png Jorge Enrique Robledo 161.244 7,46%
Fonte:

Fajardo è stato annunciato come il vincitore del voto pubblico ed è stato nominato candidato della Hope Center Coalition.

Squadra per la Coalizione Colombia

La Coalizione Team for Colombia (in spagnolo: Coalición Equipo por Colombia ) è una coalizione di politici di centrodestra e di destra. Cinque pre-candidati hanno annunciato che si sarebbero candidati alle elezioni come candidato presidenziale unificato per la coalizione. Il candidato è stato scelto con votazione pubblica il 13 marzo 2022.

I candidati erano:

Risultati primari

Festa Logo della festa Candidato Voti %
Cremos Colombia CreemosColombiaRec.png Federico Gutiérrez 2.161.686 54,18%
Terra di opportunità Logo Oficial de País de Oportunidades.png Alejandro Char 707.007 17,72%
Partito conservatore colombiano Bandera del Partido Conservador Colombiano.svg David Barguil 629.510 15,77%
Movimento Indipendente
di Ristrutturazione Assoluta
Logo Partido MIRA.svg Aydee Lizarazo 259.771 6,51%
Partito Sociale di Unità Nazionale Logo Partido U Colombia.png Enrique Peñalosa 231.668 5,80%
Fonte:

Gutiérrez è stato annunciato come il vincitore del voto pubblico ed è stato nominato candidato della Team for Colombia Coalition.

Altri candidati

  • Rodolfo Hernández, ex sindaco di Bucaramanga (Lega dei governatori anticorruzione). Hernández ha annunciato il 29 giugno 2021 che si sarebbe candidato come candidato indipendente. Il 13 dicembre 2021, Hernández ha annunciato di aver consegnato quasi 1,9 milioni di firme al registro nazionale a sostegno della sua candidatura.
  • John Milton Rodríguez, senatore (Colombia giusta e libera). Rodríguez è stato scelto come candidato del partito evangelico cristiano Just and Free Colombia (spagnolo: Colombia Justa Libres ) alla convention nazionale del partito nel novembre 2021, ottenendo il 75% dei voti dei delegati.
  • Enrique Gómez Martínez (Movimento di Salvezza Nazionale). Il 1 ° novembre 2021, Gómez Martínez ha annunciato che stava rilanciando il movimento conservatore di salvezza nazionale (in spagnolo: Movimiento Salvación Nacional ) che era stato fondato dal suo defunto zio Álvaro Gómez Hurtado . Il 1 ° dicembre 2021, il Registro nazionale ha accettato il ritorno del Movimento per la salvezza nazionale come partito politico e Gómez Martínez è diventato il candidato alla presidenza del partito.

Campagna

L'economista, ex guerrigliero ed ex sindaco di Bogotá, Gustavo Petro, in precedenza candidato alle elezioni presidenziali colombiane del 2010 e 2018, ha mantenuto un vantaggio nella maggior parte dei sondaggi d'opinione ed è stato scelto durante le elezioni per diventare il primo presidente della Colombia da sinistra -coalizione d'ala . Nel settembre 2021, Petro ha promesso che si sarebbe ritirato dalla politica se la sua campagna per la presidenza non avesse avuto successo. Petro ha detto che lo farà perché non vuole essere un "candidato eterno". Della sua campagna, Gwynne Dyer ha scritto: "Petro è una quantità nota, attivo in politica negli ultimi trent'anni. Non è proprio radicale, ma sarebbe il primo presidente in assoluto della Colombia da sinistra, quindi per alcuni colombiani le sue politiche sembrerebbero estremo: cose come l'espansione dei programmi sociali, la fine dell'esplorazione di petrolio e gas e gli investimenti nell'agricoltura". Il suo partito politico, Humane Colombia, ha promosso la creazione della coalizione del Patto storico per la Colombia, che comprende movimenti sociali, associazioni socialiste, ambientaliste e femministe . La diversità ideologica della coalizione è stata vista come una fonte di tensione interna, e Petro ha cercato di conquistare più della classe media durante la sua campagna, che lo ha portato a moderare il suo programma economico e la sua critica al settore privato, mentre cercava di prendere le distanze lui stesso dal Venezuela, che in precedenza aveva sostenuto; ha mantenuto la sua posizione di ristabilire relazioni bilaterali con il governo di Nicolás Maduro . Durante la campagna, è stato critico nei confronti del sistema neoliberista dell'economia colombiana e della sua dipendenza dal petrolio e dal gas, ha sostenuto proposte progressiste sui diritti delle donne e sulle questioni LGBTQ e ha sostenuto un accordo di pace tra lo stato e la guerriglia. Le proposte del Petro di cambiare il modello economico della nazione accumulando tasse sui proprietari terrieri improduttivi, nonché abbandonando petrolio e carbone per l'energia pulita, hanno sconvolto gli investitori. Alcuni temevano che i suoi sforzi per spostare la ricchezza dai ricchi ai poveri potessero far diventare la Colombia simile all'attuale Venezuela. I critici affermano che le sue idee sono simili anche ai primi giorni del governo di Hugo Chávez in Venezuela. Petro è stato critico nei confronti dell'impegno del governo Maduro per l'utilizzo del petrolio durante la campagna elettorale. In un'intervista a Le Monde, Petro ha affermato che "il Venezuela di Maduro e la Colombia di Duque sono più simili di quanto sembri", indicando sia l'impegno del governo per le energie non rinnovabili che la "deriva autoritaria" dei due. Per quanto riguarda Chávez, Petro ha elogiato i suoi sforzi per rafforzare l'uguaglianza, ma ha affermato che Chávez "ha commesso un grave errore nel collegare il suo programma sociale alle entrate petrolifere". Durante la campagna, Petro e il suo compagno di corsa Francia Márquez hanno affrontato numerose minacce di morte da parte di gruppi paramilitari . Petro ha annullato le manifestazioni nella regione del caffè colombiana all'inizio di maggio 2022 dopo che la sua squadra di sicurezza ha scoperto un presunto complotto della banda di La Cordillera. In risposta a questa e ad altre situazioni simili, 90 funzionari eletti e personalità di spicco provenienti da 20 paesi hanno firmato una lettera aperta in cui esprimevano preoccupazione e condanna dei tentativi di violenza politica contro Márquez e Petro. La lettera ha evidenziato l'assassinio di oltre 50 leader sociali, sindacalisti, ambientalisti e altri rappresentanti della comunità nel 2022. I firmatari della lettera includevano l'ex presidente ecuadoriano Rafael Correa, il linguista e filosofo americano Noam Chomsky e il membro francese dell'Assemblea nazionale Jean- Luc Mélenchon . Petro ha ricevuto il sostegno di Luis Gilberto Murillo .

La coalizione liberale conservatrice, Team for Colombia, composta da figure significative che vanno dal centro, centrodestra e destra, è stata classificata come seconda più votata in alcuni sondaggi d'opinione. La coalizione è stata vista come un forte sostegno tra gli strati socioeconomici superiori nelle grandi città. Nell'agosto 2021, Federico Gutiérrez, l'ex sindaco popolare di Medellín, ha completato l'atto formale per formalizzare la sua candidatura alla presidenza in modo indipendente, raccogliendo firme senza l'appoggio di alcun partito politico o avendo l'appoggio di politici riconosciuti come Álvaro Uribe . Mentre il candidato del Partito del Centro Democratico ritirato Óscar Iván Zuluaga ha appoggiato Gutiérrez, i suoi oppositori hanno tentato di collegare la sua candidatura a membri controversi del partito, tra cui il fondatore ed ex presidente Uribe e il presidente in carica Iván Duque, che hanno sofferto di alti tassi di disapprovazione. Secondo quanto riferito, Gutiérrez aveva anche un riconoscimento del nome inferiore rispetto ad alcuni dei suoi avversari. Nel novembre 2021, Gutiérrez si è unito ad altri ex servitori pubblici nella sua coalizione, insieme a Enrique Peñalosa, Juan Carlos Echeverry, Dilian Francisca Toro, David Barguil e Alejandro Char. Gutiérrez ha preso il secondo posto nei sondaggi alla fine di ottobre 2021. A causa del suo successo politico alquanto inaspettato, è stato invitato al dibattito di Prisa Media dove rappresentava uno dei tre diversi settori politici della Colombia. Ha discusso con Petro e Fajardo. Durante il dibattito, Gutiérrez si è mostrato contrario a Petro e ha ottenuto il favore di coloro che non vedono Petro come l'opzione migliore per la Colombia. Durante le elezioni parlamentari del 13 marzo 2022 si sono svolte anche diverse consultazioni per eleggere un candidato alla presidenza. Gutiérrez e la sua coalizione hanno vinto il primo posto con oltre 1,8 milioni di voti, migliorando le sue possibilità di diventare presidente della Colombia nel 2022. Gutiérrez ha ricevuto il sostegno del Partito Liberale, del Partito Conservatore, del Partito degli U e del Partito del Cambiamento Radicale, che avrebbe gli hanno garantito la maggioranza al Congresso se fosse stato eletto. L'ex presidente e capo del Partito Liberale César Gaviria ha spiegato il suo sostegno in una dichiarazione: "Siamo assolutamente d'accordo sul fatto che dobbiamo dedicarci alle persone vulnerabili, povere ed emarginate di questo Paese, agli indigeni, agli afrodiscendenti, ai giovani ." Gutiérrez ha anche accettato di includere sforzi contro la povertà e lo sviluppo sociale e un impulso per l'istruzione e i servizi sanitari. Nel maggio 2022, El Espectador ha pubblicato un articolo in cui esponeva i collegamenti del capo della campagna di Gutiérrez, Cesar Giraldo, con la mafia e i trafficanti di droga.

L'uomo d'affari ed ex sindaco di Bucaramanga, Rodolfo Hernández Suárez, sostenuto dalla Lega dei governatori anticorruzione, ha dichiarato la sua candidatura nel 2022 come indipendente, con Marelen Castillo come sua compagna di corsa. Ha condotto una campagna contro la corruzione della classe politica tradizionale e ha sottolineato la sua immagine di imprenditore di successo in grado di trasformare la Colombia. Ha finanziato interamente la propria campagna e ha promesso di sbarazzarsi della corruzione in Colombia . Ha proposto di dichiarare lo stato di emergenza per 90 giorni e di sospendere tutte le funzioni giudiziarie e amministrative "al fine di contrastare la corruzione". Dyer ha commentato: "Governerà per decreto, in altre parole, e potrà scegliere chi deve essere arrestato. Potrebbe finire per diventare una dittatura populista". Ha anche promesso importanti tagli al budget, eliminando l'uso di aerei ed elicotteri presidenziali e donando tutti i soldi che riceve come presidente. Ha detto che avrebbe dato ricompense finanziarie ai cittadini che denunciano funzionari statali corrotti. Si è impegnato a rafforzare la legge e l'ordine e creare posti di lavoro. Ha anche elogiato Andrés Manuel López Obrador per i suoi "sforzi anticorruzione". È stato soprannominato il "re di TikTok" in diverse occasioni a causa del suo ampio seguito e della sua vasta campagna durante le elezioni presidenziali del 2022 su TikTok . Non pretendeva di essere né di destra né di sinistra; NACLA ha descritto la sua posizione politica come un centrista della Realpolitik, Reuters lo ha descritto come di centrodestra e altri analisti hanno lottato per etichettarlo. Definito anche populista, è stato paragonato a Donald Trump e Silvio Berlusconi . Sostiene la depenalizzazione dell'aborto in determinate circostanze, così come la legalizzazione della marijuana per uso medico. Si è dichiarato favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso, all'adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso e al suicidio assistito . Le sue politiche includevano anche: l'abbassamento dell'imposta sul valore aggiunto dal 19% al 10%; un reddito di base per tutti gli anziani indipendentemente dai contributi pregressi o dalla loro mancanza, e potenzialmente quelli vicini o al di sotto della soglia di povertà; cancellazione progressiva del debito per gli studenti di estrato 1 e 2 (sia studenti attivi che con i voti migliori); maggiore accesso all'istruzione superiore nelle regioni; assistenza sanitaria universale ; il passaggio da un atteggiamento punitivo a uno riabilitativo nei confronti della tossicodipendenza; la concessione di pensioni statali agli olimpionici e ai primatisti mondiali; aumentare i pagamenti sociali per gli sportivi di successo fino a 100.000 COP al giorno; una quota del 50% per le donne nel servizio pubblico e nel gabinetto presidenziale; pagamenti sociali per coloro che mantengono (piuttosto che abbattere) le aree boschive; e limitare il fracking a meno che non soddisfi le condizioni ambientali. Riguardo al processo di pace colombiano, Hernández ha dichiarato la sua disponibilità ad aggiungere un addendum all'accordo di pace delle FARC per includere l' Esercito di Liberazione Nazionale . Ha espresso sostegno per un ripristino delle relazioni consolari con il Venezuela per affrontare la violenza al confine, affermando: "Le relazioni consolari sono necessarie per una buona circolazione, sia commerciale che turistica, e anche perché il confine è il luogo in cui l'aumento della violenza che sta vivendo la Colombia è anche più sentito". Ha ricevuto il sostegno del candidato terzo classificato Gutiérrez per il secondo turno, che ha esortato gli elettori a "tenere fuori Petro".

dibattiti

Media e data Posizione Moderatore/i P Presente A Assente/Non invitato
Betancourt Fajardo Gomez Gutiérrez Hernández Perez Petro Rodríguez
El Tiempo Semana

14 marzo 2022

Bogotà Andrés Mompotes,
Vicky Davila
P UN UN P UN UN P UN
Red+ Noticias – El ColombianoVanguardiaEl HeraldoEl PaísEl Universal – Q'Hubo Radio

17 marzo 2022

Antiochia Luz María Sierra,
Giovanni Celis
P P UN P UN UN UN UN
RCN TelevisiónNTN24La RepubblicaRCN RadioLa FM

21 marzo 2022

Bogotà José Manuel Acevedo,
Claudia Gurisatti
P P P P UN UN UN UN
Universidad Esternado

29 marzo 2022

Bogotà Karina Guerreroa,
Darío Fernando Patiño
P UN P UN UN P P P
Pontificia Università SaverianaLa Silla Vacía

31 marzo 2022

Bogotà Sebastián Lippez,
Juanita León
P P UN UN UN UN UN UN
Canal Capital – Región Administrativa y de Planeación Especial

7 aprile 2022

Bogotà Darío Restrepo,
Lina Pulido
P P P UN UN P UN P
Università EAFITEl Espectador
3 maggio 2022
Medellin Cindy Morales,
Hugo Garcia
P P P UN P P UN P
Noticias Caracol
8 maggio 2022
Bogotà Juan Roberto Varga UN P UN P P UN UN UN
Caracol RadioCanal 1W RadioNotiCentro 1 CM& – ANI
10 maggio 2022
Medellin Claudia Palacios,
Alejandro Santos
UN P UN P P UN UN UN
El Tiempo Semana CityTV
23 maggio 2022
Bogotà Andrés Mompotes,
Vicky Davila
UN P UN P UN UN P UN
PRISARadio Caracol – Radio WTropicana
26 maggio 2022
Bogotà Roberto Pombo UN P UN P UN UN P UN
Noticias Caracol El Espectador Blu Radio
27 maggio 2022
Bogotà Néstor Morales,
Juan Roberto Vargas,
María Alejandra Villamizar
UN P UN P UN UN P UN

Sondaggi

Primo round

Secondo round

Risultati

Candidato con il maggior numero di voti al primo turno per comune:
Gustavo Petro–Francia Márquez
Rodolfo Hernández – Marelen Castillo
Federico Gutiérrez– Rodrigo Lara Sánchez
Candidato con il maggior numero di voti al secondo turno per comune:
Gustavo Petro–Francia Márquez
Rodolfo Hernández – Marelen Castillo

Poco dopo il primo turno, è iniziato il processo di controllo giudiziario. Il processo ha riscontrato un aumento dello 0,1% dei voti, secondo quanto riferito il più basso nella storia della Colombia e ha leggermente modificato i risultati finali per il round iniziale. Poiché nessuno dei candidati alla presidenza ha ottenuto almeno il 50% dei voti, il 19 giugno 2022 si è tenuto un ballottaggio tra i primi due candidati, Gustavo Petro e Rodolfo Hernández Suárez . Petro vinse il ballottaggio, diventando il primo candidato di sinistra ad essere eletto presidente della Colombia dall'indipendenza del paese nel 1810.


Candidato compagno di corsa Festa Primo round Secondo round
Voti % Voti %
Gustavo Petro Francia Márquez Patto storico per la Colombia ( CH ) 8.541.617 40.34 11.281.013 50.44
Rodolfo Hernández Marelen Castillo Lega dei governatori anticorruzione ( IND ) 5.965.335 28.17 10.580.412 47.31
Federico Gutiérrez Rodrigo Lara Sanchez Squadra per la Colombia ( Cremos Colombia ) 5.069.448 23.94
Sergio Fajardo Luis Gilberto Murillo Centro Speranza ( ASI ) 885.268 4.18
John Milton Rodríguez Sandra de las Lajas Colombia giusta e libera 271.372 1.28
Enrique Gomez Carlos Cuarta Movimento di Salvezza Nazionale 48.685 0,23
Ingrid Betancourt José Luis Esparza Festa dei Verdi di Ossigeno 14.161 0.07
Luis Pérez Gutiérrez Ceferino Moschea Indipendente 11.507 0,05
Voti in bianco 365.764 1.73 501.987 2.24
Totale 21.173.157 100.00 22.363.412 100.00
Voti validi 21.173.157 98.75 22.363.412 98.70
Voti non validi 268.448 1.25 295.282 1.30
Voti totali 21.441.605 100.00 22.658.694 100.00
Elettori registrati/affluenza alle urne 39.002.239 54.98 39.002.239 58.10
Fonte: Registraduria (primo turno), Registraduria Prensa, Registraduria (secondo turno) (100% conteggiati)

Per dipartimento

Primo round

Dipartimento Petro Hernández Gutiérrez Fajardo Rodríguez Gomez Betancourt Perez Voti in bianco
Voti % Voti % Voti % Voti % Voti % Voti % Voti % Voti % Voti %
Amazonas 10.117 46,00% 5.734 26,07% 4.487 20,40% 749 3,40% 216 0,98% 232 1,05% 43 0,19% 22 0,10% 391 1,77%
Antiochia 682.282 24,03% 521.390 18,36% 1.385.565 48,80% 154.470 5,44% 23.970 0,84% 7.553 0,26% 1.825 0,06% 2.966 0,10% 58.875 2,07%
Arauca 23.043 23,85% 56.079 58,06% 12.651 13,09% 1.677 1,73% 1.159 1,20% 221 0,22% 69 0,07% 49 0,05% 1.630 1,68%
Atlantico 479.049 54,75% 113.489 12,97% 233.614 26,70% 23.382 2,67% 9.469 1,08% 2.092 0,23% 513 0,05% 334 0,03% 12.975 1,48%
Bogotà 1.769.671 47,05% 833.016 22,15% 723.538 19,24% 299.266 7,25% 47.055 1,25% 9.925 0,26% 2.487 0,06% 2.404 0,06% 73.132 1,94%
Bolívar 359.593 49,95% 109.395 15,19% 204.057 28,34% 18.437 2,56% 13.576 1,88% 1.520 0,21% 449 0,06% 330 0,03% 12.514 1,73%
Boyaca 194.972 31,35% 321.045 51,62% 66.926 10,76% 23.207 3,73% 5.118 0,82% 1.892 0,30% 427 0,06% 260 0,04% 8.045 1,29%
Caldas 131.908 28,51% 147.287 31,83% 136.910 29,59% 29.682 6,41% 4.070 0,87% 1.341 0,28% 613 0,13% 412 0,08% 10.416 2,25%
Caquetá 47.959 33,83% 65.399 46,13% 19.807 13,97% 2.757 1,94% 2.202 1,55% 357 0,25% 170 0,11% 56 0,03% 3.047 2,14%
Casanare 42.674 21,76% 125.689 64,10% 19.498 9,94% 3.035 1,54% 2.415 1,23% 301 0,15% 93 0,04% 68 0,03% 2.282 1,16%
Cauca 388.206 69,86% 56.703 10,20% 73.860 13,29% 13.759 2,47% 10.109 1,81% 1.440 0,25% 579 0,10% 327 0,05% 10.681 1,92%
Cesare 190.420 44,00% 140.124 32,38% 80.791 18,66% 6.540 1,51% 7.928 1,83% 876 0,20% 264 0,06% 231 0,05% 5.570 1,28%
Ciocco 96.638 72,44% 9.805 7.34 18.871 14,14% 3.733 2,79% 1.185 0,88% 579 0,43% 176 0,13% 127 0,09% 2.290 1,71%
Consolati/Estero 95.850 31,60% 42.118 13,88% 136.511 45,01% 23.323 7,69% 1.689 0,55% 754 0,24% 273 0,09% 118 0,03% 2.628 0,86%
Cordova 318.645 51,91% 95.201 15,51% 172.686 28,13% 9.896 1,61% 7.429 1,21% 1.109 0,18% 245 0,03% 202 0,03% 8.356 1,36%
Cundinamarca 472.538 34,20% 615.953 44,58% 194.820 14,10% 53.517 3,87% 15.588 1,12% 3.163 0,22% 1.041 0,07% 768 0,05% 24.159 1,74%
Guainia 4.966 47,22% 2.892 27,50% 1.773 16,86% 527 5,01% 107 1,01% 39 0,37% 25 0,23% 7 0,06% 179 1,70%
Guaviare 11.198 36,59% 14.534 47,49% 2.953 9,65% 575 1,87% 519 1,69% 57 0,18% 20 0,06% 19 0,06% 725 2,36%
Huila 162.609 32,50% 223.473 44,67% 88.155 17,62% 9.898 1,97% 7.246 1,44% 945 0,18% 266 0,05% 164 0,03% 7.465 1,49%
La Guajira 113.489 54,71% 37.587 18,12% 45.779 22,06% 3.379 1,62% 2.812 1,35% 675 0,32% 279 0,10% 95 0,04% 3.394 1,63%
Maddalena 226.501 49,45% 78.368 17,11% 128.355 28,02% 9.007 1,96% 7.324 1,59% 972 0,21% 300 0,06% 197 0,04% 6.998 1,52%
Meta 135.500 27,95% 253.918 52,37% 69.511 14,33% 10.295 2,12% 7.277 1,50% 961 0,19% 262 0,05% 183 0,03% 6.861 1,41%
Narino 433.636 70,17% 66.437 10,75% 83.141 13,45% 14.925 2,41% 5.042 0,81% 1.776 0,28% 688 0,11% 299 0,04% 11.949 1,93%
Nord di Santander 107.617 15,83% 367.724 54,11% 169.066 24,87% 16.088 2,36% 10.144 1,49% 1.160 0,17% 339 0,04% 194 0,02% 7.238 1,06%
Putumayo 86.542 70,95% 17.483 14,33% 11.855 9,71% 2.016 1,65% 1.440 1,18% 216 0,17% 116 0,09% 63 0,05% 2.242 1,83%
Quidio 84.365 31,07% 80.780 29,75% 82.165 30,26% 13.819 5,08% 2.899 1,06% 599 0,22% 247 0,09% 151 0,05% 6.480 2,38%
Risaraldo 164.204 35,42% 147.122 31,37% 112.665 24,30% 22.624 4,88% 5.036 1,08% 1.017 0,21% 506 0,10% 374 0,08% 9.975 2,15%
San Andrés e Providencia 5.996 40,31% 2.660 17,88% 4.544 30,54% 576 3,87% 521 3,50% 20 0,13% 13 0,08% 18 0,12% 526 3,53%
Santander 244.179 20,90% 782.378 66,96% 104.955 8,98% 14.063 1,20% 11.935 1,02% 1.696 0,14% 328 0,02% 271 0,02% 8.513 0,72%
Sucre 198.095 54,52% 40.093 11,03% 103.850 28,58% 5.985 1,64% 9.546 2,62% 807 0,22% 221 0,06% 110 0,03% 4.572 1,25%
Tolima 191.000 30,93% 242.949 39,34% 144.982 23,47% 18.466 2,99% 7.989 1,29% 1.502 0,24% 452 0,07% 274 0,04% 9.888 1,60%
Valle del Cauca 1.043.911 53,34% 329.898 16,85% 414.439 21,17% 78.108 3,99% 40.934 2,09% 4.631 0,23% 1.542 0,07% 1.237 0,06% 42.246 2,15%
Vaupè 4.741 67,59% 1.063 15,15% 763 10,87% 253 3,60% 30 0,42% 29 0,41% 26 0,37% 6 0,08% 103 1,46%
Vichada 5.654 33,54% 6.670 39,57% 3.220 19,10% 551 3,26% 272 1,61% 81 0,48% 41 0,24% 88 0,52% 278 1,64%
Fonte: Registraduria

Secondo round

Dipartimento Petro Hernández Voti in bianco
Voti % Voti % Voti %
Amazonas 12.883 54,61% 10.250 43,45% 456 1,93%
Antiochia 942.005 33,04% 1.822.700 63,93% 86.367 3,02%
Arauca 32.082 30,96% 69.473 67,06% 2.041 1,97%
Atlantico 672.832 67,06% 314.551 31,35% 15.915 1,58%
Bogotà 2.253.997 58,59% 1.480.198 38,48% 112.293 2,91%
Bolívar 493.041 60,88% 301.952 37,28% 14.758 1,82%
Boyaca 264.270 40,29% 378.899 57,76% 12.718 1,93%
Caldas 187.346 39,81% 267.988 56,95% 15.170 3,22%
Caquetá 72.816 43,78% 88.922 53,46% 4.578 2,75%
Casanare 57.331 28,01% 143.796 70,26% 3.534 1,72%
Cauca 515.074 79,02% 122.693 18,82% 13.994 2,14%
Cesare 250.499 53,00% 215.080 45,51% 7.011 1,48%
Ciocco 127.846 81,94% 25.736 16,49% 2.440 1,56%
Cordova 437.016 61,08% 266.999 37,31% 11.422 1,59%
Cundinamarca 624.965 44,16% 756.454 53,45% 33.608 2,37%
Guainia 6.536 52,51% 5.716 45,92% 195 1,56%
Guaviare 14.708 44,15% 17.601 52,84% 1.000 3,00%
Huila 216.533 40,65% 305.799 57,41% 10.318 1,93%
La Guajira 162.849 64,56% 85.101 33,73% 4.284 1,69%
Maddalena 302.432 60,22% 191.500 38,13% 8.262 1,64%
Meta 180.293 36,34% 307.137 61,69% 9.770 1,96%
Narino 592.170 80,91% 126.198 17,24% 13.490 1,84%
Nord di Santander 149.413 20,86% 557.406 77,84% 9.223 1,28%
Putumayo 110.118 79,67% 25.549 18,48% 2.534 1,83%
Quidio 113.537 41,50% 151.653 55,44% 8.341 3,04%
Risaraldo 216.227 46,16% 238.963 51,01% 13.188 2,81%
San Andrés e Providencia 8.545 51,31% 7.449 44,73% 659 3,95%
Santander 310.240 25,97% 871.291 72,95% 12.802 1,07%
Sucre 262.135 64,07% 140.507 34,34% 6.485 1,58%
Tolima 251.710 38,53% 388.640 59,49% 12.832 1,96%
Valle del Cauca 1.310.236 63,85% 695.059 33,87% 46.605 2,27%
Vaupè 6.447 74,03% 2.148 24,66% 113 1,29%
Vichada 7.634 39,36% 11.447 59,02% 312 1,60%
Fonte: Registraduria

Voto all'estero

Votazione all'estero, primo turno

Gutiérrez (45,01%)
Petro (31,60%)
Hernández (13,88%)
Fajardo (7,69%)
Rodríguez (0,55%)
Gomez (0,24%)
Betancourt (0,09%)
Perez (0,03%)
Vuoto (0,86%)

Primo round

Paese % di petro Hernández % Gutiérrez % Fajardo % Rodríguez % Gomez % Betancourt % Perez %
Algeria 50.00 50.00
Argentina 63.62 12.16 15.88 6.26 0,63 0,17 0.07 0.03
Australia 54.50 16.82 15.99 10.51 0,43 0.16 0,05
Austria 58.58 8.28 17.90 13.52 0.12 0.12 0,24 0.12
Azerbaigian 38.09 9.52 38.09 14.28
Belgio 55.42 9.19 21.51 11.79 0,26 0.13 0,26 0.06
Bolivia 30.81 21.22 41.02 4.48 1.02 0,81
Brasile 52.71 11.16 25.16 9.32 0,25 0,21 0.08 0.04
Canada 36.93 14.60 36.39 10.03 0,52 0,26 0.08 0.01
Chile 49.36 16.67 25.24 6.09 0,79 0,43 0.07 0.07
Cina 45.16 11.98 28.11 11.52 0,46
Costa Rica 21.27 15.45 54.82 7.21 0,33 0.30 0,05 0.02
Cuba 74.58 11.66 10.62 1.66 0,20 0,20
Danimarca 56.98 4.46 17.31 20.39 0,27
Repubblica Dominicana 19.64 13.79 54.62 9.39 0,84 0,46 0,15 0.07
Ecuador 30.64 17.96 42.44 5.45 0,94 0,54 0,41 0,15
Egitto 48.48 6.00 30.30 15.15
El Salvador 22.22 12.45 53.53 9.76 1.01
Finlandia 62.12 8.53 16.26 10.56 0,40
Francia 57.67 10.47 16.99 13.04 0,36 0.18 0.06 0.01
Germania 59.40 7.26 14.21 17.07 0,36 0,24 0.10
Ghana 32.43 13.51 32.43 16.21
Guatemala 15.82 16.57 56.62 8.61 0,64 0,43 0,21
Honduras 21.80 13.82 55.85 7.97
Ungheria 62.24 9.18 16.83 9.69 1.02 0,51 0,51
India 34.78 4.34 47.82 8.69
Indonesia 36.00 8.00 34.00 20.00
Irlanda 41.60 11.31 29.19 16.78 0,36 0,36
Israele 25.94 19.24 46.23 5.23 1.67 0,41
Italia 43.21 16.97 27.00 10.21 0,48 0,27 0,17 0.10
Giamaica 15.47 20.23 46.42 11.90 2.38
Giappone 39.56 9.03 37.07 10.28 1.55 0,62 0,62
Kenia 41.66 5.55 33.33 19.44
Libano 6.04 12.08 71.81 6.71 0,67 1.34
Lussemburgo 35.59 11.86 22.03 26.27 0,84 0,84
Malaysia 24.65 20.54 39.72 12.32
Messico 35.67 10.13 40.65 11.93 0,41 0,25 0,05 0.04
Marocco 47.82 4.34 17.39 30.43
Olanda 31.32 18.35 39.55 8.93 0,61 0.14 0.10 0.12
Nuova Zelanda 50.18 17.09 16.72 12.30 0,36 0,24 0.12
Nicaragua 23.91 20.65 57.17 3.26
Norvegia 60.46 7.97 15.94 13.28 0,33 0,33 0,33
Panama 21.52 16.27 52.73 7.47 0,74 0,35 0.11 0.02
Paraguay 19.81 17.11 51.35 8.10 1.80 0,45
Perù 26.78 17.12 43.29 10.44 0,94 0,37 0.12 0.04
Filippine 31.81 18.18 30.30 15.15 1.51
Polonia 62.67 8.61 17.70 8.13 1.91
Portogallo 49.12 11.72 24.72 11.25 0,95 0,47
Russia 78.18 9.69 9.09 1.81
Singapore 21.85 11.92 40.39 23.17 0,66
Sud Africa 32.18 4.59 48.27 12.64
Corea del Sud 47.16 13.20 22.64 13.83 0,62
Spagna 47.59 16.28 27.22 6.39 0,77 0,21 0.16 0,05
Svezia 60.77 8.14 17.87 11.12 0,79 0,29 0.09
Svizzera 49.36 8.59 28.42 11.93 0,51 0,33 0.11 0.03
Tailandia 34.78 15.94 24.63 24.63
Trinidad e Tobago 30.00 20.00 35.00 11.66 1.66
Tacchino 61.83 3.05 28.24 5.34 1.52
Emirati Arabi Uniti 14.52 40.50 39.62 4.52 0.12
Regno Unito 40.01 16.03 31.21 10.71 0,56 0.13 0.09 0.06
stati Uniti 16.12 11.97 64.28 6.31 0,44 0,22 0.04 0.02
Uruguay 50.47 15.37 22.58 9.10 0,37 0,75
Venezuela 14.43 34.36 44.87 3.46 1.40 0,53 0.09 0.03
Vietnam 50.00 7.69 15.38 19.23 3.84
Fonte: Registraduria

Secondo round

Voto all'estero, secondo turno

Hernández (60,75%)
Petro (37,52%)
Vuoto (1,72%)
Paese % di petro Hernández %
Algeria 33.33 50.00
Argentina 72.45 25.75
Australia 65.72 31.59
Austria 72.68 24.06
Azerbaigian 42.10 52.63
Belgio 67.22 30.14
Bolivia 35.28 63.70
Brasile 62.47 35.96
Canada 44.94 52.70
Chile 56.95 41.17
Cina 50.00 44.26
Costa Rica 25.47 72.88
Cuba 81.48 17.23
Danimarca 73.82 22.05
Repubblica Dominicana 26.56 70.96
Ecuador 37.65 60.47
Egitto 57.50 42.50
El Salvador 29.96 66.44
Finlandia 73.14 24.07
Francia 70.12 27.30
Ghana 51.61 38.70
Germania 74.38 23.08
Guatemala 23.18 74.58
Honduras 25.26 73.15
Ungheria 76.41 20.51
India 35.00 35.00
Indonesia 50.00 47.82
Irlanda 55.47 41.50
Israele 31.77 64.83
Italia 54.09 43.47
Giamaica 26.13 72.72
Giappone 49.40 47.92
Kenia 62.50 37.50
Libano 17.47 81.55
Lussemburgo 56.25 37.50
Malaysia 36.50 61.90
Marocco 43.47 30.43
Messico 43.19 54.07
Nicaragua 25.96 71.15
Norvegia 68.91 28.04
Nuova Zelanda 64.41 31.88
Olanda 39.08 58.96
Panama 27.66 70.92
Paraguay 24.65 73.51
Perù 34.15 63.98
Polonia 68.50 29.50
Portogallo 62.09 36.37
Filippine 49.12 45.61
Russia 84.75 13.41
Singapore 34.04 61.70
Sud Africa 33.33 64.19
Corea del Sud 64.18 33.10
Spagna 55.93 41.95
Svezia 68.67 28.76
Svizzera 59.22 38.74
Tailandia 50.98 43.13
Trinidad e Tobago 36.50 60.31
Tacchino 67.21 31.96
Emirati Arabi Uniti 17.83 80.79
Regno Unito 47.60 50.01
stati Uniti 19.20 79.73
Uruguay 59.13 38.11
Venezuela 18.77 80.19
Vietnam 53.84 38.46
Fonte: Registraduria

Conseguenze

Hernández ha chiamato Petro per congratularsi con lui per la sua vittoria. Ha anche incoraggiato Petro a rimanere impegnato nel "discorso anticorruzione". Hernández e Marelen Castillo hanno anche ringraziato i colombiani che li hanno votati. Castillo ha annunciato poco dopo le elezioni che avrebbe accettato un seggio nella camera dei rappresentanti riservato al candidato alla vicepresidenza al secondo posto. Ha anche incoraggiato Hernández a prendere un seggio al Senato, anche se doveva ancora decidere. Il 23 giugno Hernández ha annunciato che sarebbe diventato senatore. Il presidente Iván Duque ha chiamato Petro per congratularsi con lui; ha anche promesso di effettuare una transizione graduale.

Reazioni dello stato internazionale

  • Argentina : il presidente Alberto Fernández e il vicepresidente Cristina Fernández de Kirchner si sono congratulati entrambi con Petro e Márquez. Il presidente Fernández ha aggiunto che "[la loro] vittoria riafferma la democrazia e rassicura il percorso verso un'America Latina unita".
  • Brasile : il presidente Jair Bolsonaro non si è congratulato con Petro dopo la sua vittoria e ha criticato un discorso di Petro in cui sosteneva il rilascio dei manifestanti detenuti. Bolsonaro ha usato il discorso per criticare l'avversario di sinistra Luiz Inácio Lula da Silva, affermando: "Hai visto il discorso di oggi del nuovo presidente della Colombia? 'Liberate tutti i ragazzi in prigione, tutti'. Lula rilascerà i ragazzini che ha ucciso qualcuno per un cellulare per bere una birra."
  • Canada : il primo ministro Justin Trudeau si è congratulato con Petro e Márquez, sottolineando che quest'ultimo è stato "il primo afro-colombiano ad assumere il ruolo". Trudeau ha anche aggiunto che "non vede l'ora di lavorare con entrambi su priorità come democrazia, uguaglianza di genere e azione per il clima".
  • Cile : il presidente Gabriel Boric si è congratulato con Petro e ha definito la sua vittoria "gioia" per l'America Latina. Boric si è anche congratulato con Márquez e ha invitato Petro a "lavorare insieme per l'unità dell'[America Latina] in un mondo in rapido cambiamento".
  • Costa Rica : il presidente Rodrigo Chaves Robles ha pubblicato su Twitter "congratulazioni al presidente eletto della Colombia, Gustavo Petro e alla sua vicepresidente Francia Márquez, per il [loro] trionfo, in un processo democratico e libero. I nostri migliori auguri a il popolo colombiano, con il quale auguriamo un rapporto magnifico".
  • Repubblica Dominicana : il presidente Luis Abinader si è congratulato con Petro su Twitter e ha elogiato la "civiltà mostrata in questo giorno che sostiene la democrazia" e ha riconosciuto alle autorità elettorali il merito di aver assicurato che le elezioni fossero "organizzate e pacifiche".
  • Cuba : Il presidente Miguel Díaz-Canel si è congratulato con Petro e ha postato su Twitter: "Esprimo le mie fraterne congratulazioni a Gustavo Petro per la sua elezione a presidente della Colombia in una storica vittoria popolare". Díaz-Canel ha anche espresso interesse ad ampliare le relazioni bilaterali tra Colombia e Cuba. Anche il ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez Parrilla, si è congratulato con Petro. Rodríguez ha descritto il trionfo elettorale come una vittoria significativa per il mantenimento della pace in Colombia.
  • Ecuador : Il presidente Guillermo Lasso ha chiamato Petro per congratularsi con lui. Lasso ha detto che non vedeva l'ora di rafforzare "l'amicizia... la cooperazione [e] lo sviluppo" tra la Colombia e l'Ecuador.
  • Unione Europea : l' alto rappresentante per gli affari esteri Josep Borrell si è congratulato con Petro, affermando che "la Colombia è un partner chiave per l'UE" e che il presidente eletto può "contare sull'Unione europea" per continuare a rafforzare la loro partnership. Ha anche aggiunto che le elezioni colombiane sono state "un voto per il cambiamento politico e una società più egualitaria e inclusiva".
  • Haiti : il presidente ad interim Ariel Henry si è congratulato con Petro e Márquez tramite Twitter e ha scritto: "Vorrei porgere le mie sincere congratulazioni al signor Gustavo Petro per la sua vittoria alle elezioni presidenziali in Colombia. Auguro a te successo, così come al tuo vicepresidente, signora Francia Márquez."
  • Honduras : il presidente Xiomara Castro ha pubblicato su Twitter: "A nome del popolo dell'Honduras, mi congratulo con il popolo coraggioso della Colombia per aver scelto lo storico cambiamento sociale rappresentato oggi dal presidente eletto Gustavo Petro".
  • Messico : il presidente Andrés Manuel López Obrador ha descritto la vittoria di Petro come un "evento storico" e che ha portato alla fine di un periodo di "dominio". Obrador ha anche caratterizzato il trionfo di Petro come una vittoria per il "blocco progressista".
  • Panama : in un post sui social media, il presidente Laurentino Cortizo ha dichiarato: "A nome di Panama, mi congratulo con il presidente eletto della Colombia, Gustavo Petro, per il suo arrivo alla Casa de Nariño".
  • Paraguay : il presidente Mario Abdo Benítez si è congratulato con Petro su Twitter, scrivendo: "Le nostre congratulazioni a Gustavo Petro come nuovo presidente eletto della Repubblica di Colombia e al popolo fraterno colombiano per questa giornata elettorale esemplare che riafferma il loro impegno democratico".
  • Perù : il presidente Pedro Castillo ha detto di aver parlato con Petro per congratularsi con lui per la sua "storica vittoria democratica", aggiungendo che lui e Petro sono "uniti da un sentimento comune che cerca miglioramenti nell'integrazione collettiva, sociale e regionale per i nostri popoli"
  • Spagna : il primo ministro Pedro Sánchez ha espresso i suoi "tanti auguri" per Petro e Márquez. Ha anche assicurato: "Continueremo a rafforzare i legami che ci uniscono".
  • Stati Uniti : il Segretario di Stato Antony Blinken ha parlato con Petro per congratularsi con lui per la sua elezione e discutere la collaborazione su questioni come "cambiamento climatico, miglioramento della salute pubblica e promozione di opportunità economiche inclusive". Blinken ha anche notato "il sostegno degli Stati Uniti alla piena attuazione degli impegni della Colombia nell'ambito dell'accordo di pace del 2016 ". Anche il presidente Joe Biden ha parlato con Petro per congratularsi con lui. Biden ha osservato che "non vede l'ora di lavorare con il Presidente eletto per continuare a rafforzare la cooperazione bilaterale, compresi i cambiamenti climatici, la sicurezza sanitaria e l'attuazione dell'Accordo di pace del 2016" e ha discusso della "cooperazione bilaterale in materia di sicurezza e lotta alla droga". Hanno anche "accettato che i loro team seguissero e si impegnassero direttamente su interessi condivisi".
  • Uruguay : il presidente Luis Lacalle Pou ha chiamato Petro per congratularsi con lui. Il ministero degli Affari esteri uruguaiano ha augurato a Petro "il successo nella sua futura gestione" e ha applaudito il "processo elettorale esemplare".
  • Venezuela : Il presidente Nicolás Maduro si è congratulato con Petro per la sua vittoria, dicendo: "Mi congratulo con Gustavo Petro e Francia Marquez, per la storica vittoria alle elezioni presidenziali in Colombia. Si è ascoltata la volontà del popolo colombiano, che si è schierato a difendere il cammino di democrazia e pace. Nuovi tempi si profilano all'orizzonte per questo Paese fratello".

Altre reazioni internazionali

Lo scrittore, politico e premio Nobel peruviano Mario Vargas Llosa ha dichiarato: "[I colombiani] hanno votato male, vediamo come si comporta Petro". Ron DeSantis, il governatore repubblicano della Florida, ha denunciato Petro come un "ex narco-terrorista e marxista" la cui vittoria sarà "disastrosa" per la Colombia. Nel Regno Unito, l'ex leader del partito laburista, Jeremy Corbyn, ha elogiato la vittoria di Petro come prova del "potere dell'organizzazione comunitaria di costruire una piattaforma politica popolare per sanare le divisioni del passato e realizzare la giustizia sociale".

Guarda anche

Appunti

Riferimenti