Elezioni presidenziali filippine del 2022 -2022 Philippine presidential election

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Elezioni presidenziali filippine del 2022

2016 9 maggio 2022 2028
Sondaggi
Rivelarsi TBD
Segnalazione
98,35%
al 13 maggio 2022, 14:47 PhST
Bongbong_Marcos.jpg
Leni Robredo Portrait.png
Candidato Bongbong Marcos Leni Robredo
Festa PFP Indipendente
compagno di corsa Sara Duterte Francesco Pangilinano
Voto popolare TBD TBD
Percentuale TBD TBD

Pacquiao_and_Didal_(ritagliato).jpg
IskoMorenoOfficialPortrait.jpg
Candidato Manny Pacquiao Isco Moreno
Festa PROMDI Aksyon
compagno di corsa Lito Atienza Willie Ong
Voto popolare TBD TBD
Percentuale TBD TBD

Elezioni presidenziali filippine del 2022 di province.png
Marco0 Robredo0 Pacquiao0 Mangondato

Una mappa che mostra in quali città e provincia i certificati di acquisizione saranno promossi dal Congresso, evidenziando il candidato più votato di ciascuna area in base agli ultimi risultati non ufficiali. Il Congresso esaminerà i conteggi dei voti e dichiarerà ufficialmente i vincitori a fine maggio. Il General Santos vedrà i suoi risultati esaminati separatamente da South Cotabato per la prima volta. Metro Manila è mostrata nel riquadro in alto a destra.

Presidente prima delle elezioni

Rodrigo Duterte
PDP-Laban

Eletto Presidente

Bongbong Marcos
PFP

Elezioni alla vicepresidenza filippina del 2022

2016 9 maggio 2022 2028 →
Sondaggi
Sara_Duterte-Carpio_in_June_2019_(ritagliata).jpg
Senkikopangilinan.jpg
Candidato Sara Duterte Francesco Pangilinano
Festa Laka Liberale
Voto popolare TBD TBD
Percentuale TBD TBD

Sen._Pres_Vicente_Sotto_(ritagliato).jpg
Willie_Ong,_2018.jpg
Candidato Tito Sotto Willie Ong
Festa NPC Aksyon
Voto popolare TBD TBD
Percentuale TBD TBD

Elezioni alla vicepresidenza filippina del 2022 di province.png
Duterte0 Pangilinano0 Sotto

Una mappa che mostra le province delle Filippine. Il riquadro mostra Metro Manila .

Vicepresidente prima dell'elezione

Leni Robredo
Liberale

Eletto vicepresidente

Sara Duterte
Lakas

Le elezioni presidenziali filippine del 2022 si sono svolte lunedì 9 maggio 2022, nell'ambito delle elezioni generali del 2022 . Questa è stata la 17a elezione presidenziale diretta e la 16a elezione alla vicepresidenza nelle Filippine dal 1935, e la sesta elezione presidenziale e vicepresidenziale dal 1992 .

Il presidente in carica Rodrigo Duterte non era idoneo per la rielezione perché il presidente è limitato a un solo mandato ai sensi della Costituzione filippina del 1987 . Il vicepresidente in carica Leni Robredo era eleggibile per la rielezione, ma ha invece scelto di candidarsi alla presidenza. Pertanto, questa elezione ha determinato il 17° presidente e il 15° vicepresidente . Il presidente e il vicepresidente vengono eletti separatamente, quindi i due candidati vincitori possono provenire da partiti politici diversi.

Bongbong Marcos e Sara Duterte hanno vinto rispettivamente la presidenza e la vicepresidenza, diventando i primi candidati alla presidenza e alla vicepresidenza ad essere eletti a maggioranza dal 1986 . Questo dovrebbe segnare anche il ritorno al potere della famiglia Marcos per la prima volta dalla Rivoluzione del potere popolare . Il Congresso delle Filippine si riunirà a fine maggio per esaminare i risultati e proclamare formalmente i vincitori delle elezioni.

Sistema elettorale

Secondo la Costituzione delle Filippine del 1987, le elezioni si tengono ogni sei anni dopo il 1992, il secondo lunedì di maggio. Il presidente in carica è a tempo limitato. Il vicepresidente in carica può candidarsi per due mandati consecutivi. Per determinare il vincitore viene utilizzato il sistema di votazione first past-the-post : il candidato con il maggior numero di voti, indipendentemente dal fatto che uno abbia o meno la maggioranza, vince la presidenza.

L'elezione della vicepresidenza è separata, si tiene con le stesse regole e gli elettori possono dividere il biglietto. Se due o più candidati ottengono il maggior numero di voti per una delle due posizioni, il Congresso voterà tra di loro che sarà presidente o vicepresidente, a seconda dei casi. Entrambi i vincitori presteranno servizio per sei anni a partire da mezzogiorno del 30 giugno 2022 e terminano lo stesso giorno, sei anni dopo.

Sfondo

Le elezioni del 2022 hanno deciso il successore sia del presidente Rodrigo Duterte che del vicepresidente Leni Robredo . In questa foto, Duterte sta nominando Robredo a capo dell'HUDCC .

Nelle elezioni presidenziali e vicepresidenti del 2016, il sindaco di Davao City Rodrigo Duterte del Partido Demokratiko Pilipino–Lakas ng Bayan ( trad.  Partito democratico filippino–Potere popolare ; PDP–Laban ) ha vinto la presidenza contro altri quattro candidati, mentre il rappresentante della Camera di Camarines Sur Leni Robredo del Partito Liberale ha vinto contro il senatore Bongbong Marcos e altri quattro alle elezioni presidenziali che sono il margine più vicino dal 1965 . Marcos ha contestato il risultato al Tribunale elettorale presidenziale .

Sulla protesta elettorale di Marcos contro Robredo, il Tribunale elettorale presidenziale ha pubblicato nell'ottobre 2019 il rapporto sulle province pilota di Marcos di Camarines Sur, Iloilo e Negros Oriental e ha mostrato che Robredo ha aumentato il suo vantaggio di 15.742 voti. Il tribunale ha votato per rinviare la decisione sulla protesta e invece ha proceduto alla richiesta di Marcos di annullare i voti della Regione Autonoma nelle province di Basilan, Lanao del Sur e Maguindanao di Mindanao musulmano (ARMM) .

Coloro che hanno dissentito alla decisione hanno affermato che la protesta avrebbe dovuto essere respinta, poiché Marcos non è riuscito a recuperare voti dalle sue 3 province pilota, citando le regole del tribunale. Sono stati annullati quando gli altri hanno affermato che anche l'appello di Marcos sulle province ARMM dovrebbe essere risolto.

Nel luglio 2016, il vicepresidente Robredo è stato nominato a capo dell'Housing and Urban Development Coordinating Council (HUDCC), ma in seguito si è dimesso nel dicembre 2016 dopo che le è stato detto di smettere di partecipare a tutte le riunioni di gabinetto, tra le sue critiche alla guerra alla droga dell'amministrazione . Il presidente in seguito ha detto ai suoi alleati di smettere di provare a mettere sotto accusa Robredo.

Nel 17° Congresso, il rappresentante di Davao del Norte, Pantaleon Alvarez, è stato eletto Presidente della Camera dei Rappresentanti nel luglio 2016. A metà del 17° Congresso, l'ex presidente Gloria Macapagal Arroyo, che era il rappresentante di Pampanga, ha estromesso Alvarez dal relatore. Secondo quanto riferito, la cacciata è stata dovuta a una disputa tra Alvarez e il sindaco di Davao City Sara Duterte, la figlia del presidente, quando quest'ultima ha bollato la prima come appartenente all'opposizione quando ha lanciato l' Hugpong ng Pagbabago ( trad.  Alliance for Change ; HNP), un partito politico regionale nella regione di Davao di cui fanno parte sia Davao del Norte che Davao City.

Nelle elezioni di medio termine del Senato del 2019, l'opposizione ha schierato la coalizione Otso Diretso ( trad.  Straight Eight ), mentre l'amministrazione ha schierato la propria lista sotto lo stendardo di Hugpong ng Pagbabago . Hugpong ha vinto 9 dei 12 seggi contestati, mentre Otso Diretso non ha vinto seggi. Cynthia Villar, moglie del candidato presidenziale sconfitto nel 2010 Manuel Villar, ha superato le elezioni, mentre la prima delle elezioni del Senato del 2013 e la candidata presidenziale sconfitta nel 2016 Grace Poe sono arrivate seconda. Mentre Hugpong di Sara Duterte ha vinto nella regione di Davao, in particolare non è riuscito a spodestare Alvarez e PDP-Laban ha sconfitto il candidato di Hugpong a governatore di Davao del Norte e ha vinto entrambi i seggi della provincia alla Camera dei rappresentanti.

I partiti alleati dell'amministrazione hanno vinto anche alla Camera dei rappresentanti, ma c'è stata una disputa su chi dovrebbe essere il presidente. Il presidente Duterte ha negoziato un accordo di condivisione del mandato con Alan Peter Cayetano e Lord Allan Velasco, con il primo che sconterà i primi 15 mesi del mandato, mentre Velasco sconterà gli ultimi 18 mesi. Nel frattempo, Tito Sotto è stato rieletto Presidente del Senato.

Nel novembre 2019, il presidente ha sfidato Robredo a co-presiedere l' Inter-Agency Committee on Anti-Illegal Drugs (ICAD), l'ufficio che sovrintende alla guerra alla droga, insieme al capo della Philippine Drug Enforcement Agency, cosa che ha accettato. Una settimana dopo, Duterte ha detto che licenzierà Robredo se condividerà segreti di stato sulla guerra alla droga. Diversi giorni dopo, Duterte ha detto di non potersi fidare di Robredo dopo aver chiesto al governo un elenco di obiettivi di alto valore nella guerra alla droga. Robredo ha risposto che "dovrebbe dirmelo direttamente se vuole che esca". Il giorno dopo, Duterte ha licenziato Robredo come co-presidente dell'ICAD.

Durante la pandemia di COVID-19 nelle Filippine, il governo è stato criticato dall'opposizione per la sua risposta alla pandemia . Robredo ha tenuto un discorso televisivo ad agosto affermando che il governo non aveva piani su come risolvere la pandemia e ha condiviso 10 raccomandazioni su come risolverla. Lo stesso Duterte, in un discorso separato giorni dopo, chiese a Robredo di non "aggiungere benzina sul fuoco".

Nel giugno 2020, il promotore di boxe americano Bob Arum ha detto che il senatore Manny Pacquiao gli ha confidato che si candiderà alla presidenza nel 2022. Pacquiao in seguito ha negato di parlare di politica con Arum. Il 3 dicembre 2020, Pacquiao è stato eletto presidente del partito del PDP-Laban, di cui il presidente Duterte è il presidente del partito. Il 3 maggio 2021, quando a Pacquiao è stato chiesto dei piani per candidarsi alla presidenza, ha risposto "per ora, non pensiamoci".

Nel marzo 2021, l'ex giudice associato della Corte Suprema Antonio Carpio ha lanciato "1Sambayan" (letto come "isambayan", che significa "una nazione"), una coalizione che mirava a mettere un solo candidato contro il successore approvato di Duterte. Carpio punta a non dividere il voto, sottolineando che Duterte ha vinto su Mar Roxas e Grace Poe nel 2016 perché coloro che gli erano contrari non erano uniti.

1Sambayan ne stava prendendo in considerazione uno tra Robredo, Moreno, Poe e la senatrice Nancy Binay come candidati. Sia Moreno che Pacquiao, con la prima una delle scelte di 1Sambayan, hanno dichiarato di non voler parlare di politica durante la pandemia. L'ex senatore Antonio Trillanes IV ha affermato che non c'è mai stata un'offerta da 1Sambayan per farlo correre, ma se Robredo non cercherà la presidenza nel 2022, si divertirà a partecipare alla corsa presidenziale.

Una controversia all'interno del PDP-Laban è iniziata il 12 marzo 2021 quando il senatore Pacquiao ha iniziato a criticare il presidente Duterte e il governo in merito alla controversia nel Mar Cinese Meridionale, alla presunta corruzione nelle agenzie governative sotto l'amministrazione Duterte, alla gestione del governo del COVID -19 pandemia e l'avallo dei candidati alle elezioni presidenziali del 2022, portando alla creazione di due fazioni all'interno del partito.

Il 23 marzo 2021, il presidente del Senato Tito Sotto ha dichiarato che lui e Panfilo Lacson erano stati spinti a formare un tandem. Sotto ha detto che entrambi devono ancora essere convinti di questo, e quando gli è stato chiesto se si sarebbe candidato a una carica più alta nel 2022, ha detto che non aveva ancora preso una decisione. Lacson in seguito ha rifiutato l'offerta di 1Sambayan in una lettera al giudice Carpio, in cui ha citato la sua principale sponsorizzazione della legge antiterrorismo come "incoerente e incongruente" rispetto agli obiettivi della coalizione.

Il 12 giugno 2021, 1Sambayan ha annunciato i suoi sei candidati iniziali che passeranno attraverso il processo di selezione della coalizione per un tandem presidenziale e vicepresidente. I candidati (per i quali i membri della coalizione possono votare come candidati per entrambi gli incarichi) includono: il senatore Poe, il vicepresidente Robredo, l'ex senatore Trillanes, l'avvocato per i diritti umani ed ex candidato al senatore Chel Diokno, il vicepresidente in carica della Camera Vilma Santos-Recto, e Eddie Villanueva, rappresentante della CIBAC e vicepresidente della Camera . Moreno e Binay hanno rifiutato l'offerta di 1Sambayan di correre sotto la loro coalizione. Subito dopo, anche il senatore Poe e il rappresentante Santos hanno ritirato i loro nomi dalla contesa. Allo stesso tempo, il vicepresidente Robredo, l'ex senatore Trillanes e il rappresentante Villanueva hanno espresso il loro sostegno all'unità nel 2022 sotto 1Sambayan.

Lacson e Sotto hanno annunciato formalmente le loro candidature a luglio, con il lancio della loro campagna ad agosto. Lacson ha poi prestato giuramento come membro del Partido para sa Demokratikong Reporma ( trad.  Partito per le riforme democratiche ), il partito dell'ex segretario alla Difesa Renato de Villa che ha perso le elezioni presidenziali del 1998 . L'8 settembre, Lacson e Sotto hanno lanciato formalmente il loro tandem tramite i social media, in una produzione registrata in uno studio segreto. Il tandem ha presentato le proprie candidature il 6 ottobre.

Secondo quanto riferito, Isko Moreno, che era tornato alla ribalta politica dopo essere stato eletto sindaco di Manila, avrebbe prestato giuramento come membro di Aksyon Demokratiko ( trad.  Azione Democratica ), il partito fondato dal senatore Raul Roco . Questo è stato dopo che si è dimesso dal Partito di unità nazionale . Tuttavia, ciò non è accaduto poiché un numero inaspettatamente elevato di persone si è presentato nei siti di vaccinazione, in particolare a Manila. Moreno è stato successivamente eletto presidente del partito una settimana dopo. In seguito ha annunciato la sua candidatura presidenziale il 22 settembre con il dottor Willie Ong come suo compagno di corsa. Hanno depositato i loro certificati di candidatura (COC) il 4 ottobre.

Il 30 settembre 2021, 1Sambayan ha nominato Robredo come loro portabandiera. Il 7 ottobre, Robredo ha accettato la nomina e ha annunciato che si candiderà alla presidenza. In seguito ha presentato il suo certificato di candidatura lo stesso giorno come indipendente. Robredo ha spiegato che si candida come indipendente per dimostrare di essere aperta a stringere alleanze. Dopo che il vicepresidente Robredo ha annunciato la sua candidatura presidenziale, diverse fonti del Partito Liberale hanno indicato che il senatore Francis Pangilinan sarebbe stato il suo compagno di corsa per la sua candidatura presidenziale. Pangilinan ha presentato la sua candidatura a vicepresidente il giorno dopo Robredo.

Entro gennaio 2020, Bongbong Marcos ha confermato di candidarsi "per una posizione nazionale" nel 2022, sebbene non abbia specificato quale posizione. Il 21 settembre 2021, il Partido Federal ng Pilipinas (PFP; trad.  Partito Federale delle Filippine ) ha nominato Marcos come candidato alla presidenza. Durante il congresso nazionale del Kilusang Bagong Lipunan (KBL; trad.  New Society Movement ) a Binangonan, il partito fondato da suo padre, è stato nominato candidato alla presidenza del partito. Marcos, che è rimasto un membro del Partito Nacionalista, ha ringraziato KBL per la nomina, ma ha detto che annuncerà i suoi piani "quando sarà il momento". Il 5 ottobre Marcos ha annunciato la sua candidatura alla presidenza. Marcos si è poi dimesso dai Nacionalisti e ha prestato giuramento presso il presidente della PFP. Marcos ha infine presentato la sua candidatura presidenziale nell'ambito della PFP il 6 ottobre.

Il sindaco di Davao City Sara Duterte, nonostante sia stato in testa nei primi sondaggi d'opinione, non ha presentato una candidatura per una posizione nazionale; si è invece candidata alla rielezione nella corsa al sindaco di Davao. In precedenza ha dichiarato il 9 luglio 2021 di essere aperta a candidarsi alla presidenza. Nell'ultima giornata per il deposito delle candidature il sindaco Duterte non si è presentato; invece, Ronald dela Rosa ha presentato la sua candidatura alla presidenza. dela Rosa ha dichiarato di essere disposto a essere sostituito da Duterte. Dela Rosa correva al fianco di Go, che in precedenza aveva presentato la sua candidatura alla vicepresidenza il 2 ottobre, nonostante le richieste dell'ala PDP-Laban Cusi di candidarsi alla presidenza. Al termine del periodo per il deposito dei COC, in totale 97 persone hanno manifestato l'intenzione di candidarsi alla presidenza, mentre 29 lo hanno fatto alla vicepresidenza.

Il 9 novembre Duterte si è ritirato dalla corsa al sindaco di Davao. L'11 novembre si è dimessa da Hugpong ng Pagbabago e successivamente si è unita a Lakas-CMD lo stesso giorno. Ha presentato la sua candidatura per la carica di vicepresidente il 13 novembre 2021, sostituendo Lyle Fernando Uy. Il Partido Federal ng Pilipinas ha adottato Duterte come candidato alla vicepresidenza. Dela Rosa e Go hanno entrambi ritirato le loro candidature lo stesso giorno. Pochi giorni dopo, Go ha lanciato la sua campagna per la carica presidenziale. Go ha spiegato di aver ritirato la sua candidatura a vicepresidente, per evitare di complicare la campagna per la vicepresidenza di Sara Duterte. Si dice che il presidente Duterte fosse il suo compagno di corsa e avrebbe presentato la sua candidatura il 15 novembre, ma invece ha presentato istanza di senatore.

Dopo aver presentato la sua candidatura il 15 novembre tramite sostituzione, l'aspirante presidenziale ed ex portavoce della National Task Force per porre fine al conflitto armato comunista locale (NTF-ELCAC) Antonio Parlade Jr. ha accusato il collega aspirante alla presidenza il senatore Bong Go di controllare le decisioni di Duterte. Il segretario alla Difesa Delfin Lorenzana ha respinto l'affermazione di Parlade, definendola infondata.

Il 18 novembre 2021, il presidente Duterte ha affermato che un aspirante presidenziale senza nome di una nota famiglia stava facendo uso di cocaina e ha aggiunto che l'aspirante è un "leader debole" e "non un leader molto forte, ad eccezione del suo nome, il padre. " Il giorno successivo, gli aspiranti alla presidenza hanno reagito alla dichiarazione di Duterte. Leni Robredo e Leody de Guzman hanno affermato che il governo dovrebbe sporgere denuncia contro il candidato che avrebbe fatto uso di cocaina. Isko Moreno e Panfilo Lacson hanno negato che la dichiarazione alludesse a loro. Un rapporto ipotizzava che la sua dichiarazione fosse allusa a Bongbong Marcos, ma il campo di Marcos ha respinto le affermazioni di Duterte. Lacson e Sotto, Marcos e Duterte, Moreno e Ong hanno successivamente fatto tutti i test antidoping e sono risultati negativi, mentre Pacquiao ha presentato un test antidoping negativo dall'Associazione Volontaria Antidoping. Robredo, Go e de Guzman hanno espresso la loro volontà di sottoporsi a un test antidroga.

Il 30 novembre 2021 Go ha annunciato l'intenzione di ritirare la sua candidatura alla presidenza, senza alcun sostituto. In precedenza aveva espresso i suoi dubbi sulla sua corsa presidenziale il 25 novembre. Il COMELEC ha dichiarato che Go deve presentare personalmente la sua dichiarazione di ritiro. Si è ufficialmente ritirato il 14 dicembre.

Il 17 gennaio 2022, la seconda divisione della commissione ha respinto la petizione annullando la candidatura di Marcos. I firmatari hanno citato la condanna di Marcos per aver violato il National Internal Revenue Code quando non ha presentato la dichiarazione dei redditi all'inizio degli anni '80 quando era governatore di Ilocos Norte, che avrebbe comportato la punizione dell'interdizione perpetua da cariche pubbliche. La commissione ha stabilito che quando il crimine è stato commesso, non comportava la punizione citata dai firmatari, quindi Marcos non ha travisato il certificato di candidatura in cui ha affermato di non essere stato condannato per un crimine di turpitudine morale . Marcos ha un caso di squalifica separato in prima divisione; il rilascio della decisione è stato ritardato quando molti dei suoi membri del personale sono risultati positivi al COVID-19 .

Il 22 gennaio 2022, The Jessica Soho Presidential Interviews è stato presentato in anteprima su GMA . Moreno, Robredo, Lacson e Pacquiao hanno partecipato all'intervista, mentre Marcos si è rifiutato di prendere parte; il suo campo ha affermato che Soho è "di parte" nei suoi confronti. GMA in seguito ha risposto all'accusa e ha confutato la dichiarazione del suo campo. In un'intervista separata in One PH, Marcos ha equiparato il pregiudizio all'essere "anti-Marcos", aggiungendo che era inutile perché non avrebbe risposto ai problemi sulla presidenza di suo padre.

Il 23 gennaio 2022, nell'ambito dei suoi sforzi contro la disinformazione online, Twitter ha sospeso più di 300 account. Rappler ha affermato che gli account erano collegati a Marcos, sebbene il suo campo abbia negato le affermazioni.

Candidati

La Commissione elettorale ha pubblicato l'elenco ufficiale dei candidati il ​​25 gennaio 2022, sebbene fosse stato finalizzato nove giorni prima. Alcuni candidati possono ancora essere squalificati ma appaiono ancora nel ballottaggio; i candidati possono comunque essere squalificati fino alla loro proclamazione. Questo è ordinato dal cognome del candidato alla presidenza.

Candidato presidenziale Candidato alla vicepresidenza Campagna
Nome e partito del candidato Posizione politica più recente Nome e partito del candidato Posizione politica più recente
Ernesto_Abella_-_2016_(ritagliato).jpg
Ernesto Abella
Indipendente
Sottosegretario agli Affari Esteri per le Comunicazioni Strategiche e la Ricerca
(2017-2021)
nessuno
PiliPinas dibattiti 2022 - 1° dibattito presidenziale - Leody de Guzman (ritagliato).jpg
Leody de Guzman
PLM
Nessun precedente ufficio pubblico
Valden.jpg
Walden Bello
PLM
Rappresentante della Camera per Akbayan
(2007–2015)
Leody de Guzman 2022 sticker.png
Dettagli
Norberto Gonzales.jpg
Norberto Gonzales
PDSP
Segretario della Difesa Nazionale
(2009-2010)
nessuno
Sen. Panfilo M. Lacson ritagliata.jpg
Panfilo Lacson
Indipendente
Senatore
(in carica dal 2016)
Sen._Pres_Vicente_Sotto_(ritagliato2).jpg
Tito Sotto
NPC
Presidente del Senato
(in carica dal 2019)
Panfilo Lacson campagna 2022 logo.png
Dettagli
PiliPinas Dibattiti 2022 - 1° Dibattito Presidenziale - Faisal Mangondato (ritagliato).jpg
Faisal Mangondato
Katipunan
Nessun precedente ufficio pubblico Nessuna immagine (maschio).svg Carlos Serapio
Katipunan
Consigliere di Catanghalan, Obando, Bulacan
Bongbong_Marcos.jpg
Bongbong Marcos
PFP
Senatore
(2010-2016)
Sara Duterte-Carpio nel giugno 2019 (ritagliata).jpg
Sara Duterte
Lakas
Sindaco della città di Davao
(in carica dal 2016)
BBM Sara Wordmark (variante impilata).png
Dettagli
PiliPinas dibattiti 2022 - 1° dibattito presidenziale - Jose Montemayor (ritagliato).jpg
Jose Montemayor Jr.
DPP
Nessun precedente ufficio pubblico
Rizalito-david-comelec-debate.jpg
Rizalito David
DPP
Nessun precedente ufficio pubblico
IskoMorenoOfficialPortrait.jpg
Isko Moreno
Aksyon
Sindaco di Manila
(in carica dal 2019)
Willie Ong, 2018.jpg
Willie Ong
Aksyon
Nessun precedente ufficio pubblico Isko Moreno 2022 campagna logo.png
Dettagli
Pacquiao e Didal (ritagliato).jpg
Manny Pacquiao
PROMDI
Senatore
(in carica dal 2016)
Rep. Lito Atienza, Jr (XVIII Congresso PH).jpg
Lito Atienza
PROMDI
Rappresentante della Camera per Buhay
(in carica dal 2013)
Dettagli
Leni Robredo Portrait.png
Leni Robredo
Indipendente
Vicepresidente
(in carica dal 2016)
Senkikopangilinan.jpg
Francesco Pangilinano
liberale
Senatore
(in carica dal 2016)
Leni Robredo campagna 2022 logo.png
Dettagli
nessuno
Manny-sd-lopez-comelec-debate.jpg
Manny SD Lopez
WPP
Nessun precedente ufficio pubblico

Ernesto Abella (Indipendente)

Ernesto Abella ha detto che correva poiché "la gente comune veniva messa da parte" e che correva come indipendente poiché il PDP-Laban al potere non lo aveva scelto come alfiere. In seguito ha affermato di essere fiducioso di non essere dichiarato candidato fastidioso .

La sua piattaforma è incentrata su tre pilastri principali: "una società equa, un governo sentito dal popolo e una nazione forte". Ha in programma di spingere per una maggiore partecipazione pubblica agli affari di governo. Prevede inoltre di dare priorità alla creazione di posti di lavoro e al settore agricolo nel paese .

Leody de Guzman (PLM)

Leody de Guzman, presidente del Bukluran ng Manggagawang Pilipino, un gruppo di lavoro progressista, si è candidato alla carica di senatore nel 2019 e ha perso. De Guzman è in corsa per la presidenza questa volta sotto il Partido Lakas ng Masa .

Secondo il suo compagno di corsa, la loro visione del paese è il socialismo democratico . Sta correndo su una piattaforma basata su questioni sociali e lavorative. Alcune delle sue advocacy includono l'abrogazione delle leggi fiscali TRAIN e CREATE, nonché l' Anti-Terrorism Act del 2020, spingendo per l'aumento del salario minimo, implementando un reddito di base universale e legalizzando il divorzio e il matrimonio tra persone dello stesso sesso, tra gli altri.

Walden Bello (PLM)

La coalizione Laban ng Masa ( trad.  Struggle of the Masses ) ha lanciato una campagna per raccogliere 300.000 firme per esortare l'attivista ed ex parlamentare Walden Bello a candidarsi alla presidenza alle elezioni del 2022. In una dichiarazione, Laban ng Masa ha affermato di voler "spingere per una piattaforma ambiziosa che si concentri sui poveri, dia la priorità agli emarginati e si batta per i diritti dei filippini comuni". Il gruppo di Bello ha cercato colloqui con i sostenitori del vicepresidente Robredo per tre mesi, ma è stato ignorato. Ciò li ha spinti a sostenere invece la candidatura alla presidenza di Leody de Guzman .

Più tardi, il 20 ottobre, Bello ha deciso di candidarsi alla vicepresidenza, sostituendo Raquel Castillo che avrebbe dovuto essere il compagno di corsa di de Guzman.

Norberto Gonzales (PDSP)

L'ex segretario alla Difesa Nazionale Norberto Gonzales ha affermato che la sua campagna è "un approccio nuovo e politicamente più maturo per conquistare il cuore della nazione e il suo consenso a governare". Ha presentato la sua candidatura il 6 ottobre 2021, sotto il Partido Demokratiko Sosyalista ng Pilipinas . La sua piattaforma si concentra sull'apportare cambiamenti significativi nel governo del paese, come rendere autonome tutte le regioni delle Filippine e passare da un sistema presidenziale a un sistema parlamentare .

Panfilo Lacson (Indipendente)

Nel luglio 2021, il presidente del Senato Tito Sotto ha confermato che Panfilo Lacson si candiderà alla presidenza in tandem con lui. L'8 settembre, il duo ha annunciato la propria candidatura per le imminenti elezioni. Ha presentato la sua candidatura sotto il Partido para sa Demokratikong Reporma . Il 24 marzo 2022, Lacson si è dimesso dal Partido Reporma ed è diventato un candidato indipendente dopo che il suddetto partito ha cambiato la sua approvazione a Robredo.

Se eletto, ha in programma di ripristinare la fiducia nel governo, con una piattaforma che ruota attorno alla lotta alla corruzione. Ha in programma di avviare una campagna anticorruzione, riformare il bilancio nazionale e digitalizzare i servizi pubblici.

Tito Sotto (NPC)

Nel luglio 2021, Tito Sotto ha annunciato che sarà l'eventuale compagno di corsa di Lacson nella corsa presidenziale; questo è stato seguito da un annuncio ufficiale della campagna l'8 settembre 2021.

Faisal Mangondato (Katipunan)

Faisal Mangondato, che si è candidato alla carica di senatore nel 2019 e ha perso, si è candidato alla presidenza il 4 ottobre sotto il Katipunan ng Kamalayang Kayumanggi . Ha in programma di spingere per il federalismo nelle Filippine, progettando di creare un governo provvisorio per tre anni per completare il cambiamento.

Carlos Serapio (Katipunan)

Serapio, compagno di corsa di Magondato, ha detto che in caso di vittoria spingerà per il federalismo nelle Filippine .

Bongbong Marcos (PFP)

Il 5 ottobre 2021, Marcos ha annunciato la sua candidatura alla presidenza. Inizialmente nominato da quattro partiti, Marcos scelse di correre sotto il Partido Federal ng Pilipinas . Si è dimesso dai Nacionalisti e lo stesso giorno ha prestato giuramento presso il presidente della PFP. Marcos ha infine presentato la sua candidatura presidenziale nell'ambito della PFP il 6 ottobre.

Marcos deve affrontare sette petizioni contro la sua offerta. La commissione elettorale ha respinto la petizione dichiarandolo un candidato fastidioso all'inizio di dicembre. Hanno anche respinto un'altra petizione in cui si afferma che Marcos Jr. è morto decenni fa e un impostore ha preso il suo posto. Il 10 febbraio 2022 è stata archiviata la causa interdittiva consolidata a suo carico, sebbene uno dei ricorrenti abbia presentato istanza di riesame. L'ultima petizione contro la sua candidatura è stata respinta il 20 aprile 2022.

La sua piattaforma è incentrata sull'unione del paese, sottolineando la necessità di unità per riprendersi dalla pandemia. Se eletto, intende dare priorità alla creazione di posti di lavoro, allo sviluppo delle infrastrutture, alla modernizzazione dei settori agricolo e industriale, al miglioramento dell'assistenza sanitaria e al sostegno alle piccole e medie imprese . Promette anche di continuare le politiche del presidente Duterte.

Sara Duterte (Lakas)

Il 9 luglio 2021, il sindaco di Davao City Sara Duterte ha dichiarato di essere disponibile a candidarsi alla presidenza. Tuttavia, non c'era ancora una decisione definitiva. Il 9 settembre 2021, ha affermato di non candidarsi alla presidenza poiché suo padre, il presidente Duterte, era in corsa per la carica di vicepresidente e hanno concordato che solo uno di loro si candiderà per una posizione nazionale. L'11 novembre si è dimessa da Hugpong ng Pagbabago e in seguito si è unita a Lakas-CMD lo stesso giorno. Ha presentato la sua candidatura il 13 novembre 2021, sostituendo Lyle Fernando Uy. Il Partido Federal ng Pilipinas ha adottato Duterte come candidato alla vicepresidenza come compagno di corsa di Bongbong Marco . Lakas e Duterte hanno quindi annunciato di sostenere l'offerta presidenziale di Marcos; PDP-Laban ha prima rifiutato la sua richiesta di sostegno. Più tardi, il 22 marzo, PDP-Laban ha approvato Marcos Jr., ma il presidente Duterte ha scelto di rimanere neutrale.

Jose Montemayor Jr. (DPP)

Il cardiologo Jose Montemayor Jr. ha presentato la sua candidatura il 1 ottobre 2021, sotto il Partito Democratico delle Filippine . Giura di eliminare il COVID-19, la corruzione e la criminalità una volta diventato presidente.

Rizalito David (DPP)

David ha presentato la sua candidatura l'8 ottobre. David è stato particolarmente noto per aver perso una petizione di quo warranto contro Grace Poe nelle elezioni del 2016 .

Isko Moreno (Aksyon)

All'inizio del 2021, il sondaggista Pulse Asia ha pubblicato un sondaggio d'opinione che mostrava Isko Moreno al secondo posto per la presidenza e statisticamente al primo posto con il presidente Duterte nella corsa alla vicepresidenza. Il gruppo di convocatori 1Sambayan ha quindi incluso Moreno come una delle persone che stanno scegliendo di candidarsi alla presidenza. Moreno se ne andò, mentre si stava concentrando sui suoi doveri di sindaco. Entro giugno, Moreno li ha informati che stanno rifiutando la loro offerta. A settembre, Moreno è stato nominato presidente di Aksyon Demokratiko, il partito fondato dal compianto Raul Roco . Moreno ha annunciato la sua candidatura il 22 settembre; il suo compagno di corsa sarà il dottor Willie Ong .

Alcune delle politiche proposte da Moreno includono il mantenimento del programma " Costruisci! Costruisci! Costruisci! " dell'amministrazione Duterte, alloggi pubblici aggiuntivi, sviluppo dell'agricoltura, del turismo e delle industrie creative, rafforzamento delle politiche nel settore sanitario e dell'istruzione, mantenimento di relazioni internazionali pacifiche e fine politica divisiva a favore di una “ governance aperta ” radicata nella “competenza” sulle “ connessioni ”.

Willie Ong (Aksyon)

Ong sarà il compagno di corsa di Moreno; il loro biglietto è stato ufficialmente annunciato il 22 settembre 2021.

Manny Pacquiao (PROMDI)

Il 19 settembre Pacquiao ha accettato la nomina della fazione PDP-Laban guidata dal senatore Koko Pimentel . Il 1 ottobre 2021, Pacquiao ha presentato il suo certificato di candidatura alla presidenza sotto PROMDI, il partito fondato dal defunto governatore di Cebu Lito Osmeña .

La sua piattaforma è incentrata sugli impoveriti . Se eletto, prevede di avviare programmi abitativi per i poveri, eliminando la corruzione, lo sviluppo economico e la riforma sanitaria.

Lito Atienza (PROMDI)

Il rappresentante della Buhay Party-List Lito Atienza è stato scelto da Pacquiao come suo compagno di corsa alla vicepresidenza.

Leni Robredo (Indipendente)

Il 30 settembre 2021, la coalizione 1Sambayan (la coalizione dell'opposizione), ha nominato Robredo come loro portabandiera. Secondo Armin Luistro, uno dei trasportatori di 1Sambayan, Robredo ha accettato la nomina e presenterà la sua candidatura il 5 ottobre. Il portavoce di Robredo ha chiarito che non ha ancora accettato una decisione, ma prenderà una decisione in merito prima dell'8 ottobre. Il 7 ottobre, Robredo ha accettato la nomina e ha annunciato che si candiderà alla presidenza. In seguito ha presentato il suo certificato di candidatura lo stesso giorno come indipendente. Robredo ha spiegato che si candida come indipendente per dimostrare di essere aperta a stringere alleanze.

La sua piattaforma è incentrata sul buon governo e sulla trasparenza. Ha in programma di dare la priorità all'assistenza sanitaria e all'economia. Alcune delle sue proposte includono il miglioramento della qualità dell'istruzione nel paese, lo sviluppo delle industrie del paese, il sostegno alle piccole e medie imprese, la fornitura di un'occupazione stabile, il rafforzamento del sistema sanitario del paese e l'attuazione di più misure anticorruzione.

Francis Pangilinan (liberale)

Nel giugno 2021, Pangilinan ha annunciato che stava cercando la rielezione al Senato. Dopo che il vicepresidente Robredo ha annunciato la sua candidatura presidenziale, diverse fonti del Partito Liberale hanno indicato che il senatore sarebbe stato il suo compagno di corsa per la sua candidatura presidenziale. Pangilinan ha presentato la sua candidatura a vicepresidente il giorno dopo Robredo.

Promette sicurezza alimentare a tutti se eletto vicepresidente.

Candidato alla vicepresidenza autonomo

Manny Lopez (WPP)

Manny SD Lopez ha detto che, se eletto vicepresidente, preferirebbe dirigere il Dipartimento degli Affari Esteri o il Dipartimento del Commercio e dell'Industria .

Dibattiti e forum

La Commissione elettorale (COMELEC) ha confermato che organizzerà dibattiti sia per i candidati in corsa per la presidenza che per il vicepresidente. A differenza dei dibattiti delle elezioni del 2016, si terranno tre dibattiti presidenziali, tre dibattiti vicepresidenti. I candidati seguiranno i protocolli di sicurezza stabiliti dalla Task Force interagenzia per la gestione delle malattie infettive emergenti (IATF) senza la partecipazione del pubblico a causa dei rischi della pandemia di COVID-19 in corso .

Poche settimane dopo, la commissione ha affermato che oltre ai tre dibattiti ciascuno per posizione, terranno un dibattito primario, come una sorta di teaser per i prossimi dibattiti per posizione. Organizzeranno anche loro stessi i dibattiti, una deviazione dal 2016 in cui hanno lasciato che le organizzazioni dei media lo organizzassero. Entro gennaio 2022, la commissione ha affermato che potrebbe rinunciare ai dibattiti teaser, poiché il numero di candidati è stato ridotto a un numero più gestibile.

La commissione, ai sensi della legge, non può incaricare i candidati di partecipare ai dibattiti anche se la commissione si aspetta che i candidati partecipino ai dibattiti organizzati dalla commissione stessa, poiché presenta loro un'esposizione massiccia e che non viene conteggiato sui limiti del tempo di trasmissione che essi sono autorizzati a fare pubblicità su reti di trasmissione.

Il dibattito presidenziale organizzato da Sonshine Media Network International (SMNI) è stato notato per la mancata partecipazione di diversi candidati. Manny Pacquiao ha rifiutato di partecipare a causa dell'accusa di Apollo Quiboloy, leader del Regno di Gesù Cristo affiliato con SMNI, presumibilmente per traffico sessuale da parte del governo federale degli Stati Uniti. Panfilo Lacson da parte sua ha rifiutato perché Quiboloy aveva già apertamente approvato la candidatura di Bongbong Marcos mentre Leni Robredo e Isko Moreno hanno citato conflitti di programmazione e impegni precedenti per la loro mancata partecipazione.

Questo arriva dopo che Marcos ha rifiutato un invito della CNN Filippine per il loro dibattito presidenziale, citando impegni precedenti. Marcos aveva precedentemente rifiutato di partecipare al forum organizzato dal Kapisanan ng mga Brodkaster ng Pilipinas (l'associazione delle emittenti) per lo stesso motivo.

SMNI prevedeva anche di tenere un dibattito alla vicepresidenza il 22 febbraio 2022. Il dibattito è stato successivamente annullato per far posto a un secondo dibattito presidenziale. Prima della sua cancellazione, due candidati, Sotto e Pangilinan, hanno rifiutato di partecipare.

Leggenda
P Partecipato A Assente NI Non invitato

Dibattiti presidenziali e forum

Data Organizzatori Partner mediatici Posizione Moderatori Candidati Rif.
Abella
Ind.
De Guzman
PLM
Gonzales
PDSP
Lacson
Ind.
Mangandato
Katipunan
Marco
PFP
Montemayor
DPP
Moreno
Aksyon
Pacquiao
PROMDI
Robredo
Ind.
PiliPinas dibattiti 2022
19 marzo COMELEC Sindacato Sofitel Philippine Plaza Manila, Pasay Luchi Cruz-Valdez P P P P P UN P P P P
3 aprile Ces Drilon P P P P P UN P P P P
1 maggio N / A N / A Annullato
Forum PiliPinas 2022
3-6 maggio COMELEC e KBP Reti membri KBP Vari Vari P P P UN P UN P UN P UN
Altri dibattiti e forum
4 febbraio KBP Reti membri KBP Centro multimediale TV5, Mandaluyong Karen Davila e Rico Hizon NI P NI P NI UN NI P P P
15 febbraio SMNI SMNI e The Manila Times Okada Manila, Parañaque Karen Jimeno P P P UN UN P UN UN UN UN
27 febbraio CNN Filippine CNN Filippine e BusinessMirror Università di Santo Tomas, Manila Pia Hontiveros e Pinky Webb P P P P P UN P P P P
26 marzo SMNI SMNI e The Manila Times Okada Manila, Parañaque Karen Jimeno P P P UN UN P P UN UN UN


Dibattiti alla vicepresidenza

Data Organizzatori Partner mediatici Posizione Moderatori Candidati Fonte
Atienza
PROMDI
Bello
PLM
David
DPP
Duterte
Lakas
Lopez
WPP
Ong
Aksyon
Pangilinano
LP
Serapio
Katipunan
Sotto
NPC
PiliPinas dibattiti 2022
20 marzo COMELEC Sindacato Sofitel Philippine Plaza Manila, Pasay Rut Cabala UN P P UN P P P P P
30 aprile N / A N / A Annullato
Forum PiliPinas 2022
3-6 maggio COMELEC e KBP Reti membri KBP Vari Vari UN P P UN P UN UN P P
Altri dibattiti
22 febbraio SMNI SMNI e The Manila Times Okada Manila, Parañaque Karen Jimeno Annullato
26 febbraio CNN Filippine CNN Filippine e BusinessMirror Università di Santo Tomas, Manila Ruth Cabal e Rico Hizon UN P P UN P P P P P


Sondaggio d'opinione

I sondaggi di opinione, comunemente noti come "sondaggi" nelle Filippine, sono condotti da Social Weather Stations (SWS), Pulse Asia, OCTA Research e altri sondaggisti di terze parti.

Le tabelle sottostanti gli ultimi cinque sondaggi che sono stati somministrati.

Come presidente



Data/e del lavoro sul campo
sondaggista
Dimensione del campione
MoE Abella
Ind.
De Guzman
PLM
Gonzales
PDSP
Lacson
Ind.
Mangandato
Katipunan
Marco
PFP
Montemayor
DPP
Moreno
Aksyon
Pacquiao
PROMDI
Robredo
Ind.
Altri und. /
Nessuno
Rif.
Exit poll Pubblico Asia 29.024 3 58 6 7 25 1
2–5 maggio Pubblico Asia 1.500 ±3,0% 1 2 1 4 54 8 2 22 0 6/0
22–25 aprile OTTA 2.400 ±2% 0.2 0.2 2 1 58 8 5 25 0,1 / 0,04 0.3
19–21 aprile Pubblico Asia 1.500 ±3,0% 1 2 0 4 57 6 2 21 0 6/0
16–21 aprile Polso Asia 2.400 ±2,0% 1 0.3 0.1 2 1 56 0.1 4 7 23 — / 1 5
14–20 aprile Laylo 3.000 ±2,0% 2 64 5 5 21 0.4 3 / —

Per vicepresidente



Data/e del lavoro sul campo
sondaggista
Dimensione del campione
MoE Atienza
PROMDI
Bello
PLM
David
DPP
Duterte
Lakas
Lopez
WPP
Ong
Aksyon
Pangilinano
LP
Serapio
Katipunan
Sotto
NPC
Altri und. /
Nessuno
Rif.
Exit poll Pubblico Asia 29.024 67 4 16 11 2
2–5 maggio Pubblico Asia 1.500 ±3,0% 1 1 59 9 16 9 0 4 / 1
22–25 aprile OTTA 2.400 ±2,0% 1 0.03 56 0.1 4 16 0,001 22 0,5 / 0,7 0.1
19–21 aprile Pubblico Asia 1.500 ±3,0% 1 1 59 8 15 9 6 / 1
16–21 aprile Polso Asia 2.400 ±2,0% 0,5 0.4 0.1 55 1 3 16 0.3 18 — / 1 5
14–20 aprile Laylo 3.000 ±2,0% 1 62 4 12 18 0.4 3 / —

Campagna

"Province ricche di voti" o province e Metro Manila nel suo insieme che hanno più di un milione di elettori. I candidati e i partiti eletti a livello nazionale in genere fanno campagna in queste aree per ridurre i costi.

I candidati hanno iniziato le loro attività legate alla campagna come cortei, raduni e roulotte già alla fine del 2021, anche prima dell'inizio obbligatorio del periodo della campagna da parte del COMELEC.

Biglietto Colori Responsabile della campagna Slogan Dettagli
Tagalog originale traduzione inglese
Abella Giovanni Dionisio " Bagong Pilipino, Bagong Pilipinas " "Nuovi filippini, nuove Filippine"
de Guzman/Bello Rosso Sonny Melancio " Manggagawa Naman! " "Il turno dei lavoratori!" Dettagli
Gonzale Blu e rosso " Puso, Giting at Dangal ng Pilipino " "Cuore, coraggio e onore del filippino"
Lacson/Sotto Blu Ronaldo Puno " Aayusin ang Gobyerno, Aayusin ang Buhay Mo " "[Noi] sistemeremo il governo, sistemeremo la tua vita" Dettagli
Marcos/Duterte Rosso e verde Benjamin Abalos Jr. " Sama-sama tayong babangon muli. " "Insieme, risorgeremo". Dettagli
Montemayor/David " Sai di Dio, anche di Bansa è di Dio " "Con la guida di Dio, la nazione sarà ordinata".
Moreno/Ong Bianco e blu Lito Banayo " Tunay Na Solusyon, Mabilis Umaksyon! " "Soluzione reale, pronta ad agire!" Dettagli
Pacquiao/Atienza Blu Salvador Zamora II " Panalo al Mahirap, Panalo al Pilipino! " "Vince il povero, vince il filippino!" Dettagli
Robredo/Pangilinan Rosa e verde Bam Aquino " Gobyernong Tapat, Angat Buhay Lahat " "[Con un] governo onesto, una vita migliore per tutti" Dettagli

Problemi

Le elezioni si sono svolte nel mezzo della pandemia di COVID-19, che ha gravemente danneggiato l'economia del Paese e interrotto le attività quotidiane. Secondo il segretario alle finanze Carlos Dominguez III, l'amministrazione successiva dovrà affrontare quattro problemi principali: gestione del debito, inflazione causata dalla carenza globale, disuguaglianze indotte dalla pandemia e cambiamento climatico. Altre questioni chiave includono la continuazione delle politiche del presidente Rodrigo Duterte e le relazioni del paese con la Cina e gli Stati Uniti .

L'ex senatore Bongbong Marcos, nonostante non sia stato approvato e persino criticato dal presidente, promette un'ampia continuità delle sue politiche, giurando di promuovere gli investimenti esteri e continuare lo sviluppo delle infrastrutture insieme ad alcuni dei programmi di Duterte, tra cui il Build! Costruire! Costruire! programma. Ha posto la sua piattaforma principalmente sull'introduzione dell'unità tra i filippini. Essendo figlio e omonimo dell'ex presidente Ferdinand Marcos, la candidatura di Marcos deve affrontare la dura opposizione di vari gruppi a causa delle violazioni dei diritti umani del regime di suo padre e della diffusa corruzione durante il suo mandato.

Il vicepresidente in carica Leni Robredo è considerato il rivale di Marcos, avendo vinto di poco contro di lui alle elezioni presidenziali del 2016 . Robredo, critico delle politiche di Duterte, offre una piattaforma basata sul buon governo e sulla trasparenza. Si affida alla sua esperienza come avvocato per i diritti umani e operaia per lo sviluppo.

Nel frattempo, il sindaco di Manila Isko Moreno si è posizionato come un'alternativa centrista sia a Marcos che a Robredo, promettendo di creare un "governo inclusivo e aperto" che includa molti punti di vista. Si affida alla sua esperienza di sindaco, giurando di duplicare nel Paese ciò che ha fatto a Manila. Il senatore Manny Pacquiao sta correndo su una piattaforma anticorruzione e si posiziona come il candidato delle masse, impegnandosi ad avviare programmi per i poveri se verrà eletto.

Il senatore Panfilo Lacson, che punta sul suo lungo mandato come funzionario del governo, sta conducendo una campagna basata su una piattaforma di leggi e ordini simile a quella di Duterte nel 2016; il suo messaggio è incentrato sul ripristino della fiducia nel governo.

Inizio della campagna elettorale per le posizioni nazionali

I biglietti presidenziali hanno tenuto le loro manifestazioni di proclamazione l'8 febbraio 2022, l'inizio del periodo di campagna per le posizioni nazionali. Prima di allora, il biglietto di Faisal Mangondato e Carlos Serapio aveva la loro proclamazione di preghiera durante il fine settimana precedente a Baguio . Il tandem Marcos e Duterte ha iniziato la sua campagna all'Arena Philippine di Bulacan . Robredo e Pangilinan hanno tenuto la loro manifestazione in Plaza Quezon, Naga, la città natale di Robredo, l'8 febbraio.

Isko Moreno e Willie Ong hanno dato il via alla loro campagna al Kartilya ng Katipunan appena fuori dal municipio di Manila . Il tandem Lacson e Sotto ha tenuto il loro raduno di proclamazione presso la tribuna Imus a Imus, Cavite, città natale di Lacson. Pacquiao e Atienza hanno iniziato la loro campagna presso l'Oval Plaza a General Santos, dove Pacquiao è cresciuto. Il tandem de Guzman e Bello ha lanciato la sua campagna al Bantayog ng mga Bayani a Quezon City .

Ernesto Abella ha tenuto la sua manifestazione di proclamazione a Dasmariñas, Cavite, mentre il biglietto Montemayor e David ha iniziato la loro campagna a Pasay . Il presidente Duterte, nel suo programma televisivo Talk to the People, in particolare non ha approvato un candidato che entra nel periodo della campagna, dicendo che "in questo momento sto dicendo che non sto sostenendo nessuno".

Mentre la maggior parte dei biglietti avevano le loro manifestazioni di proclamazione nelle rispettive città natale del candidato presidenziale, la campagna di Marcos ha spiegato che hanno scelto l' Arena filippina in modo da ospitare le loro migliaia di sostenitori, di cui 25.000 biglietti sono stati messi a disposizione. Nel frattempo, Lito Atienza non è riuscito a raggiungere il generale Santos a causa di un infortunio prima dell'evento. Prima della loro manifestazione, il Partido Lakas ng Masa non è riuscito a ottenere un permesso dalla Commissione per le elezioni per tenerlo al Bantayog ng mga Bayani. De Guzman ha detto che mancava la documentazione che ha impedito loro di riceverne una. Una manifestazione senza permesso è motivo di squalifica di un candidato.

A parte i biglietti presidenziali elencati, sono stati spinti altri tandem. Il rappresentante Joey Salceda ha spinto per un tandem "Leni-Sara" (ROSA), appoggiando Robredo nella loro campagna ad Albay, mentre appoggiava Duterte il giorno successivo. A Mindanao, un tandem "Isko-Sara" (ISSA) è stato promosso quando Moreno ha tenuto una manifestazione elettorale lì, dove il suo compagno di corsa Willie Ong ha saltato. La campagna di Moreno ha difeso l'assenza di Ong, dicendo che i teloni dell'ISSA lo avrebbero portato in una situazione imbarazzante.

Entro la metà di marzo, il Bureau of Internal Revenue (BIR) ha confermato i rapporti secondo cui Aksyon Demokratiko, il partito politico di Moreno, ha chiesto se avevano chiesto alla proprietà di Ferdinand Marcos, padre di Bongbong ed ex presidente, di pagare ₱ 203 miliardi di pesos (USA 3,8 miliardi di dollari) passività fiscali. Il campo di Marcos aveva precedentemente affermato che il caso è in corso di contenzioso, con lo stesso Marcos più giovane che ha affermato che "Ci sono molte notizie false coinvolte". La Presidential Commission on Good Government, l'agenzia incaricata di recuperare i beni illeciti dei Marcose, ha negato che la causa fosse in contenzioso, affermando che la sentenza era "già nel 1997, la sentenza sul caso tributario era divenuta definitiva e esecutiva". Nei primi PiliPinas Debates 2022, Moreno, Robredo, Lacson e de Guzman hanno invitato gli eredi del maggiore Marcos, incluso il giovane Marcos che non ha partecipato al dibattito, a pagare le imposte sulla successione e sul reddito dovute allo stato.

Il 24 marzo 2022, tra le segnalazioni di Partido Reporma e dei suoi funzionari chiave che revocavano la loro approvazione di Lacson e approvavano un altro candidato, Lacson si è dimesso da presidente del Partido Reporma. Non sarà più l'alfiere del partito, rendendolo così un candidato indipendente, anche se Reporma sarà ancora il suo partito al ballottaggio e sarà utilizzato per determinare il partito dominante in caso di vittoria. Il presidente del partito, Pantaleon Alvarez, ha successivamente annunciato che sosterrà Robredo come presidente. Sotto rimane il candidato alla vicepresidenza di Reporma.

Fonti all'interno del partito hanno affermato che Lacson sapeva già del passaggio settimane prima, ma gli è stato permesso di dimettersi per salvare la faccia. Lacson in seguito ha affermato che il ritiro del sostegno di Alvarez derivava dalla sua incapacità di fornire 800 milioni di sterline di finanziamenti aggiuntivi per i candidati locali di Reporma, cosa che Alvarez nega. Alcuni funzionari di Reporma, tra cui il fondatore e presidente emerito, Renato de Villa, hanno mantenuto il loro sostegno a Lacson.

Inizio del periodo di campagna per le posizioni locali

Il 31 marzo, Lito Atienza, che non è stato in grado di fare campagna dopo aver preso in considerazione un incidente, ha detto che stava seriamente considerando di ritirarsi per spingere il tandem Pacquiao-Sotto per sconfiggere il biglietto Marcos-Duterte. A tal fine ha esortato Panfilo Lacson a ritirarsi affinché si ritiri anche lui. Lacson ha respinto l'offerta, dicendo che Atienza dovrebbe imparare alcune buone maniere. Atienza ha detto di essersi sentito offeso dalla risposta di Lacson al suo suggerimento. Una settimana dopo, Atienza si è scusato pubblicamente con Lacson, dicendo che non si aspettava che la reazione di Lacson al suo suggerimento fosse quella. Lacson ha quindi accettato le scuse di Atienza.

Il 9 aprile, Lacson ha rivelato che il campo del vicepresidente Robredo gli aveva chiesto di ritirarsi a favore di un tandem Robredo-Sotto. Ha anche affermato che Moreno e Pacquiao hanno ricevuto offerte simili per ritirarsi a favore di Robredo. In seguito ha rivelato che la persona che gli aveva chiesto di ritirarsi era l'ex sindaco di Quezon City Jun Simon. Il campo di Robredo ha negato le affermazioni, affermando che non è stata fatta alcuna mossa dal loro campo e che Simon non era autorizzato a rappresentare la sua campagna.

Il 16 aprile, tre candidati alla presidenza, Gonzales, Lacson e Moreno, hanno tenuto una conferenza stampa affermando che non ritireranno le loro candidature nonostante i diversi inviti a fare marcia indietro a favore di un altro candidato. I tre candidati, oltre a Pacquiao, hanno anche firmato una dichiarazione congiunta in cui dichiarano la loro intenzione di continuare le loro candidature. Secondo Lacson, hanno tenuto la conferenza stampa per ricordare agli elettori che l'elezione non è stata una gara a doppio senso tra Marcos e Robredo. Hanno criticato un gruppo senza nome per aver presumibilmente offerto denaro in cambio del loro ritiro e per averlo privato dei loro gruppi di supporto, sebbene Moreno abbia menzionato il "rosa" e il "giallo" come autori, entrambi associati a Robredo.

Moreno ha rimproverato Robredo per aver infranto la sua promessa di non scappare e l'ha definita inaffidabile dopo averli presumibilmente "ingannati" durante i colloqui di unificazione. Lacson ha anche messo in dubbio il personaggio di Robredo dopo che alcuni membri del suo staff della campagna sarebbero stati disposti a far cadere il suo compagno di corsa, Pangilinan, in cambio di più voti in alcune province. Moreno in seguito la chiamò invece a ritirarsi, affermando che Robredo corse solo per sconfiggere Marcos, non per il paese. Il campo di Robredo ha successivamente rilasciato una dichiarazione in cui metteva in dubbio lo scopo della conferenza stampa, definendo l'evento "teatro" non necessario e ha respinto l'invito di Moreno a ritirarsi dalla gara. Il campo ha chiesto: "Chi trae vantaggio da tali rappresentazioni teatrali?", aggiungendo di essere grato "che gli allineamenti siano stati resi ancora più chiari".

Rizalito David del DPP, che in precedenza aveva appoggiato il suo rivale candidato alla vicepresidenza Sotto per quella posizione, ha sostenuto nel PiliPinas Forum 2022 della COMELEC, davanti al suo compagno di corsa alla presidenza Jose Montemayor Jr., Robredo alla presidenza, definendo i leader Marcos e Duterte "chiari e pericolo attuale" per il Paese. David non si è ritirato dalle elezioni.

Miting in anticipo

Le elezioni presidenziali filippine del 2022 si svolgono a Metro Manila
Marco
Marco
Robredo
Robredo
Moreno
Moreno
De Guzman
De Guzman
Mitings de avance in Metro Manila.
Mitings de avance fuori Metro Manila per le elezioni presidenziali del 2022.
Marco
Marco
Marco
Marco
Robredo
Robredo
Pacquiao
Pacquiao
Pacquiao
Pacquiao
Laccio
Laccio
Miting de avances fuori Metro Manila.

Il "miting de avance" è il raduno politico finale dei candidati, che si tiene solitamente l'ultimo giorno del periodo della campagna elettorale o due giorni prima del giorno delle elezioni. Alcuni candidati hanno scelto di tenere più miting de avance.

Il miting de avance di Marcos si è tenuto davanti a Solaire a Bay City a Pasay il 7 maggio. In precedenza, ha tenuto due miting de avance, uno a Guimbal, Iloilo, il 3 maggio e un altro il 5 maggio a Tagum, Davao del Norte . In totale, la campagna di Marcos ha tenuto tre miting de avance, uno per ogni gruppo di isole del paese . Nel frattempo, Robredo ha concluso la sua campagna con il miting de avance su Ayala Avenue e Makati Avenue vicino alla penisola di Manila a Makati il ​​7 maggio, preceduto da un miting de avance a Magsaysay Avenue a Naga il 6 maggio.

Moreno tenne il suo miting de avance a Tondo, Manila . Pacquiao ha tenuto due miting de avance, uno a Cebu City il 6 maggio e un altro a General Santos il 7 maggio. La campagna di Lacson ha tenuto il miting de avance a Carmona, Cavite il 6 maggio. Inizialmente avevano pianificato di tenere un miting de avance in Plaza Miranda il 7 maggio, ma l'ha cancellata per mancanza di tempo. De Guzman ha tenuto il suo miting de avance il 4 maggio al Quezon Memorial Circle a Quezon City .

Risultati

A partire dal 2010 con le elezioni automatizzate, i risultati preliminari sono stati conosciuti dall'oggi al domani. Tuttavia, i risultati ufficiali saranno esaminati dal Congresso delle Filippine a fine maggio. Sono inoltre tenuti a dichiarare un vincitore 30 giorni dopo l'elezione, ai sensi della costituzione.

Bongbong Marcos è stato eletto presidente e Sara Duterte è stata eletta vicepresidente.

Come presidente

Ripartizione provinciale e cittadina delle elezioni presidenziali del 2022.

Marcos ha vinto nella maggior parte di Luzon, compreso il Solid North e la maggior parte del corridoio Lingayan-Lucena, ad eccezione della regione di Bicol e Quezon; vinse anche a Visayas centrale, isola di Leyte, Aklan, Bacolod e Samar nelle Visayas, e la maggior parte di Mindanao tranne Lanao del Sur e Sarangani.

Robredo vinse nella sua regione natale di Bicol e nella vicina Quezon, a Batanes e nelle Visayas occidentali tranne Aklan e Bacolod, e nel Samar settentrionale e orientale .

Pacquiao ha vinto nella sua provincia adottiva di Sarangani, mentre Mangondato ha vinto nella sua provincia di Lanao del Sur . Nessun altro candidato ha vinto una provincia o una città promossa dal Congresso.

  • Da 130 su 133 certificati di tela:
Candidato Festa Voti %
Bongbong Marcos Partido Federal ng Pilipinas 31.311.281 59.02
Leni Robredo Indipendente 14.823.932 27.94
Manny Pacquiao PROMDI 3.659.314 6.90
Isco Moreno Aksyon Demokratiko 1.894.376 3.57
Panfilo Lacson Indipendente 888.590 1.67
Faisal Mangandato Katipunan di Kamalayang Kayumanghi 120.048 0,23
Ernesto Abella Indipendente 113.741 0,21
Leody de Guzman Partido Lakas di Masa 92.412 0,17
Norberto Gonzales Partido Demokratiko Sosyalista di Pilipinas 89.347 0,17
José Montemayor Jr. Partito Democratico delle Filippine 60.245 0.11
Totale 53.053.286 100.00
Voti validi 53.053.286 95.97
Voti non validi/vuoti 2.225.546 4.03
Voti totali 55.278.832 100.00
Elettori registrati/affluenza alle urne 67.442.714 81.96
Fonte:

Per vicepresidente

Ripartizione provinciale e cittadina delle elezioni presidenziali del 2022.

Duterte ha vinto in tutto il paese tranne che a Iloilo e Iloilo City, e nelle province di Bicol di Camarines Norte, Camarines Sur e Albay, dove ha vinto il compagno di corsa di Robredo Francis Pangilinan, ea Sorsogon dove ha vinto Tito Sotto. Duterte ha vinto in tutti i settori di Mindanao promossi dal Congresso.

  • Da 130 su 133 certificati di tela:
Candidato Festa Voti %
Sara Duterte Lakas-CMD 31.624.552 61.27
Francesco Pangilinano Partito liberale 9.251.447 17.93
Tito Sotto Coalizione popolare nazionalista 8.223.121 15.93
Willie Ong Aksyon Demokratiko 1.841.454 3.57
Lito Atienza PROMDI 267.603 0,52
Manny SD Lopez Partito Laburista Filippine 158.625 0.31
Walden Bello Partido Lakas di Masa 99.886 0.19
Carlos Serapio Katipunan di Kamalayang Kayumanghi 89.310 0,17
Rizalito David Partito Democratico delle Filippine 55.831 0.11
Totale 51.611.829 100.00
Voti validi 51.611.829 93.37
Voti non validi/vuoti 3.667.003 6.63
Voti totali 55.278.832 100.00
Elettori registrati/affluenza alle urne 67.442.714 81.96
Fonte:

Conteggi non ufficiali

La provincia di Marcos e Robredo oscilla dal 2016 al 2022.
Elezioni presidenziali filippine 2022, server trasparenza COMELEC
Candidato Festa Voti
Bongbong Marcos Partido Federal ng Pilipinas 31.104.175
Leni Robredo Indipendente 14.822.051
Manny Pacquiao PROMDI 3.629.805
Isco Moreno Aksyon 1.900.010
Panfilo Lacson Indipendente 882.236
Faisal Mangandato Katipunan di Kamalayang Kayumanghi 259.576
Ernesto Abella Indipendente 113.242
Leody de Guzman Partido Lakas di Masa 92.070
Norberto Gonzales Partido Demokratiko Sosyalista di Pilipinas 89.097
José Montemayor Jr. Partito Democratico delle Filippine 59.944
Rivelarsi
Elettori registrati 67.442.714
Segnalazione distretti raggruppati 106.008 su 107.785
A partire dal 13 maggio 2022, 14:47 ora solare filippina
Elezioni della vicepresidenza filippina del 2022, server per la trasparenza COMELEC
Candidato Festa Voti
Sara Duterte Lakas-CMD 31.561.948
Francesco Pangilinano Partito liberale 9.232.883
Tito Sotto Coalizione popolare nazionalista 8.183.184
Willie Ong Aksyon 1.851.498
Lito Atienza PROMDI 267.530
Manny SD Lopez Partito Laburista Filippine 157.877
Walden Bello Partido Lakas di Masa 99.740
Carlos Serapio Katipunan di Kamalayang Kayumanghi 89.920
Rizalito David Partito Democratico delle Filippine 55.478
Rivelarsi
Elettori registrati 67.442.714
Segnalazione distretti raggruppati 106.008 su 107.785
A partire dal 13 maggio 2022, 14:47 ora solare filippina
Percentuale dei voti ottenuti da ciascun candidato per provincia e città.
Candidati presidenziali
Risultati provinciali 2022 Marcos.png
Marco
Risultati provinciali 2022 Robredo.png
Robredo
Risultati provinciali 2022 Pacquiao.png
Pacquiao
Risultati provinciali 2022 Moreno.png
Moreno
Candidati alla vicepresidenza
Risultati provinciali 2022 Duterte.png
Duterte
Risultati provinciali 2022 Pangilinan.png
Pangilinano
Risultati Provinciali 2022 Sotto.png
Sotto

Conseguenze

Notte delle elezioni

Nonostante le richieste di estendere l'orario di voto a causa di difficoltà tecniche con le macchine per il conteggio dei voti (VCM), il COMELEC ha chiuso le votazioni alle 19:00, sebbene abbia consentito a coloro che si trovavano entro 30 metri dal seggio elettorale di esprimere il proprio voto.

La trasmissione delle dichiarazioni elettorali (ER) è iniziata poco dopo la chiusura. In quattro ore sono stati trasmessi alla commissione circa 80.000 ER, un miglioramento rispetto al 2016 e al 2019, dove sono state necessarie rispettivamente dieci e undici ore. Il COMELEC ha attribuito la velocità al miglioramento delle strutture, alla formazione di lavoratori e tecnici e ai servizi delle società di telecomunicazioni.

Intorno alle 23:00, tre ore dopo la pubblicazione dei risultati iniziali delle elezioni, Marcos ha tenuto un breve discorso ringraziando i suoi sostenitori per averlo votato. Nonostante fosse in testa ai risultati preliminari, ha riconosciuto che il conteggio non era ancora terminato. Ha anche esortato i suoi sostenitori a essere vigili e guardare i loro voti. Poco dopo le 3:00, Robredo ha rilasciato una dichiarazione per ringraziare i suoi sostenitori e ha definito la loro campagna "storica" ​​per essere stata guidata da volontari. Ha ribadito che non si tirerà indietro, rilevando che non tutti i voti sono stati ancora contati e che altre questioni devono ancora essere risolte, ma ha invitato i suoi sostenitori ad ascoltare la voce dell'elettorato.

Concessioni

Isko Moreno ha concesso a Marcos il giorno dopo le elezioni. Ha esortato i suoi sostenitori a sostenere Marcos. Pacquiao ha concesso a Marcos e gli ha fatto gli auguri. Willie Ong ha anche concesso a Duterte, augurando successo sia a lei che a Marcos. Anche Faisal Mangondato e Carlos Serapio hanno ammesso, tramite una dichiarazione rilasciata dal loro partito politico, dicendo che Marcos e Duterte "hanno ottenuto il mandato popolare". Manny SD Lopez ha concesso a Duterte, dicendo: "Qualunque cosa gli elettori filippini abbiano considerato nella loro scelta dei candidati, dobbiamo rispettare, perché questa è l'essenza della democrazia". Anche il candidato indipendente Ernesto Abella ha concesso diversi giorni dopo le elezioni, dicendo di aver rispettato i risultati e riconoscendo Marcos come prossimo presidente.

Lacson, pur non concedendo, ha detto che si ritirerà nella sua casa di Cavite. Il suo compagno di corsa, Tito Sotto, ha concesso la vicepresidenza in una dichiarazione separata e ha augurato all'amministrazione entrante, senza fare nomi, "buona fortuna". In un evento di ringraziamento all'Università Ateneo de Manila, Robredo e Pangilinan hanno esortato i loro sostenitori ad accettare i risultati delle elezioni, pur non ammettendo esplicitamente.

Leody de Guzman, pur citando irregolarità il giorno delle elezioni, ha ammesso; il suo compagno di corsa, Walden Bello, ha criticato Marcos, dicendo che il paese potrebbe dover affrontare "sei anni di instabilità" e che gran parte del paese "rifiuterà di garantire legittimità e credibilità al governo di una famiglia di ladri".

Proteste

Il 10 maggio diversi gruppi militanti hanno protestato davanti alla sede principale della COMELEC al Palacio del Gobernador a Intramuros. Hanno denunciato massicce frodi elettorali, citando segnalazioni di 1.800 VCM difettosi o malfunzionanti, agli elettori è stato chiesto di lasciare le loro schede elettorali al distretto per l'alimentazione di massa dopo che alcuni VCM si sono guastati e la rapida trasmissione dei risultati. Secondo quanto riferito, i manifestanti cantavano "Marcos, Magnanakaw" (lett . "Marcos, Bandit"), un canto reso popolare negli anni '80. Nel frattempo, l'Ufficio dello Studente Reggente dell'Università delle Filippine ha invitato i propri studenti ad andarsene, annunciando che "non ci saranno classi sotto una presidenza Marcos".

La commissione elettorale ha negato e smentito le accuse di frode elettorale. L'ente di controllo elettorale Legal Network for Truthful Elections (LENTE) ha contestato le affermazioni secondo cui la trasmissione rapida di ER era sospetta, mentre il COMELEC ha affermato che lasciare le schede in caso di malfunzionamento dei VCM fa parte del protocollo per evitare la privazione dei diritti degli elettori. Il Consiglio pastorale parrocchiale per il voto responsabile (PPCRV) non ha riscontrato irregolarità nel conteggio parziale e ufficioso. Nel frattempo, il PPCRV e altri statistici hanno respinto le affermazioni di un divario percentuale coerente programmato tra Marcos e Robredo, dopo che un post virale sui social media ha affermato che la coerenza era una prova di frode.

Reazioni internazionali

Marcos si è congratulato con i diplomatici di diversi paesi dopo che i risultati iniziali che mostravano la sua vittoria sono stati rilasciati. Il Segretario di Stato degli Stati Uniti Antony Blinken ha accolto con favore l'elezione di Marcos, affermando che gli Stati Uniti non vedono l'ora di lavorare con lui per "rafforzare l'alleanza duratura tra gli Stati Uniti e le Filippine". Nel frattempo, altri paesi come Cina e Giappone hanno espresso la loro disponibilità a collaborare con l'amministrazione entrante.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha poi chiamato Marcos per congratularsi con lui. Biden ha detto che non vedeva l'ora di lavorare con Marcos per rafforzare le relazioni tra Filippine e Stati Uniti ed espandere la cooperazione su questioni chiave.

Riferimenti