Associazione calcistica -Association football

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Associazione calcistica
Calcio iu 1996.jpg
L'attaccante (n. 10) tenta di calciare il pallone oltre il portiere della squadra avversaria, tra i pali e sotto la traversa (non mostrata) per segnare un gol .
Massimo organo di governo FIFA
Soprannome
Prima giocato Inghilterra della metà del XIX secolo
Caratteristiche
Membri della squadra 11 per parte (compreso il portiere)
Sesso misto No, gare separate
Tipo Sport di squadra, sport con la palla
Attrezzatura Parastinchi da calcio (o pallone da calcio) .
Luogo Campo da calcio (noto anche come campo da calcio, campo da calcio, campo da calcio, campo da calcio o semplicemente "campo")
Glossario Glossario delle associazioni calcistiche
Presenza
Paese o Regione In tutto il mondo
olimpico Maschile dalle Olimpiadi del 1900 e femminile dalle Olimpiadi del 1996
Paralimpico Calcio a 5 dal 2004 e Calcio a 7 dal 1984 al 2016

Il calcio associativo, più comunemente noto come calcio o calcio, è uno sport di squadra giocato con una palla sferica tra due squadre di 11 giocatori . È giocato da circa 250 milioni di giocatori in oltre 200 paesi e dipendenze, rendendolo lo sport più popolare al mondo. Il gioco si gioca su un campo rettangolare chiamato campo con una porta a ciascuna estremità. L'obiettivo del gioco è segnare più gol degli avversari spostando la palla oltre la linea di porta nella porta avversaria, di solito entro un lasso di tempo di 90 o più minuti.

Il calcio si gioca secondo una serie di regole conosciute come le Regole del Gioco . La palla ha una circonferenza di 68–70 cm (27–28 pollici) ed è nota come calcio . Le due squadre competono per portare la palla nella porta dell'altra squadra (tra i pali e sotto la traversa), segnando così un gol. Ai giocatori non è consentito toccare la palla con le mani o con le braccia mentre è in gioco, ad eccezione dei portieri all'interno dell'area di rigore . I giocatori possono usare qualsiasi altra parte del loro corpo per colpire o passare la palla e usare principalmente i piedi. Vince la squadra che ha segnato più gol alla fine della partita; se entrambe le squadre hanno segnato lo stesso numero di gol, viene dichiarato un pareggio o la partita va ai tempi supplementari o ai calci di rigore, a seconda del formato della competizione. Ogni squadra è guidata da un capitano che ha una sola responsabilità ufficiale come richiesto dalle Regole del Gioco: rappresentare la propria squadra al lancio della moneta prima del calcio d'inizio o dei calci di rigore .

Il calcio è governato a livello internazionale dalla Federazione internazionale dell'associazione calcistica (FIFA; francese : Fédération Internationale de Football Association ), che organizza i Mondiali maschili e femminili ogni quattro anni. La Coppa del Mondo FIFA maschile si svolge ogni quattro anni dal 1930, ad eccezione dei tornei del 1942 e del 1946, che furono cancellati a causa della seconda guerra mondiale . Circa 190-200 squadre nazionali competono in tornei di qualificazione nell'ambito delle confederazioni continentali per un posto in finale. Il torneo finale si tiene ogni quattro anni e coinvolge 32 squadre nazionali che gareggiano nell'arco di quattro settimane. È il torneo di calcio maschile più prestigioso al mondo e l'evento sportivo più visto e seguito al mondo, superando i Giochi Olimpici . Allo stesso modo, la Coppa del Mondo femminile FIFA si gioca ogni quattro anni dal 1991, anche se il calcio è stato giocato da donne da quando esiste. Un record di 1,12 miliardi di telespettatori ha assistito alla Coppa del Mondo femminile FIFA 2019 in Francia.

Le competizioni più prestigiose del calcio europeo per club sono la UEFA Champions League e la UEFA Women's Champions League, che attirano un vasto pubblico televisivo in tutto il mondo. La finale del torneo maschile è stata, negli ultimi anni, l'evento sportivo annuale più visto al mondo. I primi cinque campionati maschili europei sono Premier League (Inghilterra), La Liga (Spagna), Bundesliga (Germania), Serie A (Italia) e Ligue 1 (Francia). Attirando la maggior parte dei migliori giocatori del mondo, ciascuna delle leghe ha un costo salariale totale superiore a £ 600 milioni / € 763 milioni / US $ 1,185 miliardi.

Nome

Il calcio fa parte di una famiglia di codici calcistici, emersi da vari giochi con la palla giocati in tutto il mondo fin dall'antichità.

Il termine calcio deriva dallo slang di Oxford "-er", che era prevalente all'Università di Oxford in Inghilterra dal 1875 circa, e si pensa che sia stato preso in prestito dallo slang della Rugby School . Lo slang ha anche dato origine al rugger per il rugby, cinque e dieci per una banconota da cinque e dieci sterline, e l'ormai arcaico piè di pagina per l'associazione calcistica. La parola calcio (che arrivò alla sua forma definitiva nel 1895) fu registrata per la prima volta nel 1889 nella precedente forma di socca.

Nel mondo anglofono, il calcio associativo è ora solitamente chiamato "calcio" in Gran Bretagna e nella maggior parte dell'Ulster nel nord dell'Irlanda, mentre la gente di solito lo chiama "calcio" nelle regioni e nei paesi in cui sono prevalenti altri codici del calcio, come come Australia, Canada, Sud Africa, gran parte dell'Irlanda (escluso Ulster) e Stati Uniti. Una notevole eccezione è la Nuova Zelanda, dove nei primi due decenni del 21° secolo, sotto l'influenza della televisione internazionale, il "calcio" ha guadagnato prevalenza, nonostante il predominio di altri codici del calcio, ovvero rugby union e rugby league .

Storia

(A sinistra) : un suonatore di episkyros su un'antica scultura in pietra, c. 375–400 aC, esposto al Museo Archeologico Nazionale, Atene; (a destra) : bambini che giocano a cuju nella dinastia Song, Cina, XII secolo

I giochi con la palla a calci sono nati indipendentemente più volte in più culture. Il gioco competitivo cinese cuju (蹴鞠, letteralmente "pallone da calcio") ricorda l'associazione calcistica moderna. I giocatori di Cuju potevano usare qualsiasi parte del corpo a parte le mani e l'intento era calciare un pallone attraverso un'apertura in rete. Durante la dinastia Han (206 a.C. - 220 d.C.), i giochi cuju furono standardizzati e furono stabilite regole.

Phaininda ed episkyros erano giochi con la palla greci. L' immagine di un giocatore di episkyros raffigurato in bassorilievo su un vaso del Museo Archeologico Nazionale di Atene appare sul trofeo dei Campionati Europei UEFA . Ateneo, scrivendo nel 228 d.C., fece riferimento al gioco romano con la palla harpastum . Phaininda, episkyros e harpastum sono stati suonati coinvolgendo mani e violenza. Sembrano tutti assomigliare al rugby, al wrestling e alla pallavolo più di quello che è riconoscibile come il calcio moderno. Come per il " calcio mob " precodificato, l'antecedente di tutti i codici del calcio moderno, questi tre giochi prevedevano più la gestione della palla che il calcio.

Altri giochi includevano kemari in Giappone e chuk-guk in Corea. In Nord America, il pasuckuakohowog era un gioco con la palla giocato dagli Algonchini ; è stato descritto come "quasi identico al tipo di calcio popolare giocato contemporaneamente in Europa, in cui il pallone veniva calciato attraverso le porte".

Il calcio associativo di per sé non ha una storia classica. Nonostante eventuali somiglianze con altri giochi con la palla giocati in tutto il mondo, la FIFA ha riconosciuto che non esiste alcun collegamento storico con nessun gioco giocato nell'antichità al di fuori dell'Europa. Le moderne regole dell'associazione calcistica si basano sugli sforzi della metà del XIX secolo per standardizzare le forme molto diverse di calcio giocate nelle scuole pubbliche inglesi. La storia del calcio in Inghilterra risale almeno all'VIII secolo d.C.

Le "Leggi dell'University Foot Ball Club" ( Regole di Cambridge ) del 1856

Le regole di Cambridge, redatte per la prima volta all'Università di Cambridge nel 1848, furono particolarmente influenti nello sviluppo dei codici successivi, compreso l'associazione calcistica. Le regole di Cambridge sono state scritte al Trinity College di Cambridge, in una riunione a cui hanno partecipato rappresentanti delle scuole di Eton, Harrow, Rugby, Winchester e Shrewsbury . Non sono stati adottati universalmente. Durante il 1850, in tutto il mondo anglofono si formarono molti club non collegati a scuole o università, per giocare a varie forme di calcio. Alcuni hanno escogitato i propri codici di regole distinti, in particolare lo Sheffield Football Club, formato da ex alunni delle scuole pubbliche nel 1857, che ha portato alla formazione di una Sheffield FA nel 1867. Nel 1862, anche John Charles Thring della Uppingham School ha ideato un insieme di regole influenti.

Questi sforzi in corso contribuirono alla formazione della Federcalcio (The FA) nel 1863, che si riunì per la prima volta la mattina del 26 ottobre 1863 alla Freemasons' Tavern in Great Queen Street, Londra. L'unica scuola ad essere rappresentata in questa occasione è stata Charterhouse . La Taverna dei Massoni è stata l'ambientazione per altri cinque incontri tra ottobre e dicembre, che alla fine hanno prodotto il primo insieme completo di regole. Nella riunione finale, il primo tesoriere della FA, il rappresentante di Blackheath, ha ritirato il suo club dalla FA per la rimozione di due bozze di regole nella riunione precedente: la prima consentita per correre con la palla in mano; il secondo per aver ostacolato una tale corsa hacking (prendendo a calci un avversario negli stinchi), inciampando e trattenendo. Altri club di rugby inglesi seguirono questo esempio e non si unirono alla FA e invece nel 1871 formarono la Rugby Football Union . Gli undici club rimanenti, sotto la guida di Ebenezer Cobb Morley, hanno continuato a ratificare le tredici regole originali del gioco. Queste regole includevano la gestione della palla con "segni" e la mancanza di una traversa, regole che lo rendevano notevolmente simile alle regole del football vittoriano sviluppate in quel momento in Australia. La Sheffield FA ha giocato secondo le proprie regole fino al 1870 con la FA che ha assorbito alcune delle sue regole fino a quando non c'era poca differenza tra i giochi.

La più antica competizione calcistica del mondo è la FA Cup, fondata dal calciatore e giocatore di cricket Charles W. Alcock, ed è stata contestata da squadre inglesi dal 1872. Anche la prima partita ufficiale di calcio internazionale si è svolta nel 1872, tra Scozia e Inghilterra in Glasgow, sempre su iniziativa di CW Alcock. L'Inghilterra ospita anche la prima lega di calcio del mondo, fondata a Birmingham nel 1888 dal direttore dell'Aston Villa William McGregor . Il formato originale conteneva 12 club delle Midlands e dell'Inghilterra settentrionale .

La squadra dell'Aston Villa nel 1897, dopo aver vinto sia la FA Cup che la Football League

Le regole del gioco sono determinate dall'International Football Association Board (IFAB). Il consiglio è stato formato nel 1886 dopo un incontro a Manchester di The Football Association, Scottish Football Association, Football Association of Wales e Irish Football Association . La FIFA, l'organismo calcistico internazionale, è stata costituita a Parigi nel 1904 e ha dichiarato che avrebbe aderito alle leggi del gioco della Federcalcio. La crescente popolarità del gioco internazionale portò all'ammissione dei rappresentanti della FIFA all'International Football Association Board nel 1913. Il consiglio è composto da quattro rappresentanti della FIFA e un rappresentante di ciascuna delle quattro federazioni britanniche.

Il calcio si gioca a livello professionistico in tutto il mondo. Milioni di persone vanno regolarmente negli stadi di calcio per seguire le loro squadre preferite, mentre altri miliardi guardano la partita in televisione o su Internet. Un gran numero di persone gioca anche a calcio a livello amatoriale. Secondo un sondaggio condotto dalla FIFA pubblicato nel 2001, oltre 240 milioni di persone provenienti da più di 200 paesi giocano regolarmente a calcio. Il calcio ha il più alto pubblico televisivo mondiale nello sport.

In molte parti del mondo il calcio evoca grandi passioni e gioca un ruolo importante nella vita dei singoli tifosi, delle comunità locali e persino delle nazioni. R. Kapuscinski dice che gli europei che sono educati, modesti o umili si arrabbiano facilmente quando giocano o guardano le partite di calcio. La nazionale di calcio della Costa d'Avorio ha contribuito a garantire una tregua alla guerra civile della nazione nel 2006 e ha contribuito a ridurre ulteriormente le tensioni tra il governo e le forze ribelli nel 2007 giocando una partita nella capitale ribelle di Bouaké, un'occasione che ha riunito entrambi gli eserciti pacificamente per la prima volta. Al contrario, il calcio è ampiamente considerato l'ultima causa prossima della guerra del calcio nel giugno 1969 tra El Salvador e Honduras. Lo sport ha anche esacerbato le tensioni all'inizio della guerra d'indipendenza croata degli anni '90, quando una partita tra Dinamo Zagabria e Stella Rossa Belgrado è degenerata in una rivolta nel maggio 1990.

Associazione calcio femminile

Il primo calcio femminile

Le donne potrebbero aver giocato a "calcio" da quando il gioco esisteva. Le prove mostrano che un'antica versione del gioco ( Tsu Chu ) era giocata dalle donne durante la dinastia Han (25–220 d.C.). Due figure femminili sono raffigurate negli affreschi della dinastia Han (25–220 d.C.), mentre interpretano Tsu Chu. Ci sono, tuttavia, una serie di opinioni sull'accuratezza delle date, le prime stime al 5000 a.C.

Squadra "Nord" delle British Ladies', la prima squadra di calcio femminile in assoluto, qui raffigurata nel marzo 1895

Anche il calcio associativo, il gioco moderno, ha documentato il coinvolgimento precoce delle donne. Viene anche segnalata una competizione annuale nel Mid-Lothian, in Scozia, negli anni '90 del Settecento. Nel 1863, gli organi di governo del calcio hanno introdotto regole standardizzate per vietare la violenza in campo, rendendo socialmente più accettabile il gioco delle donne. La prima partita registrata dalla Federcalcio scozzese ebbe luogo nel 1892 a Glasgow . In Inghilterra, la prima partita registrata di calcio tra donne ebbe luogo nel 1895.

La prima squadra europea meglio documentata fu fondata dall'attivista Nettie Honeyball in Inghilterra nel 1894. Fu chiamata British Ladies' Football Club . Nettie Honeyball è citata come: "Ho fondato l'associazione alla fine dell'anno scorso [1894], con la ferma determinazione di dimostrare al mondo che le donne non sono le creature 'ornamentali e inutili' che gli uomini hanno immaginato. Devo confessare, le mie convinzioni su tutto le questioni in cui i sessi sono così ampiamente divisi sono tutte dalla parte dell'emancipazione, e attendo con impazienza il momento in cui le donne possano sedersi in Parlamento e avere voce in capitolo nella direzione degli affari, specialmente quelli che li riguardano di più". Honeyball e quelli come lei hanno aperto la strada al calcio femminile. Tuttavia, il gioco femminile è stato disapprovato dalle federazioni calcistiche britanniche ed è continuato senza il loro supporto. È stato suggerito che ciò fosse motivato da una minaccia percepita alla "mascolinità" del gioco.

Il calcio femminile è diventato popolare su larga scala al tempo della prima guerra mondiale, quando l'occupazione nell'industria pesante ha stimolato la crescita del gioco, proprio come aveva fatto per gli uomini 50 anni prima. La squadra di maggior successo dell'epoca era Dick, Kerr Ladies FC di Preston, Inghilterra . La squadra ha giocato le prime partite internazionali femminili nel 1920, contro una squadra di Parigi, in Francia, ad aprile, e ha anche costituito la maggior parte della squadra inglese contro una Scottish Ladies XI nel 1920, vincendo 22-0.

Nonostante sia più popolare di alcuni eventi calcistici maschili (una partita ha visto una folla di 53.000 persone), il calcio femminile in Inghilterra ha subito un duro colpo nel 1921 quando la Federcalcio ha bandito il gioco sui campi dei membri dell'Associazione, sulla base del fatto che il gioco (come interpretato dalle donne) era sgradevole. Alcuni hanno ipotizzato che ciò potesse essere dovuto anche all'invidia per la grande folla attirata dalle partite femminili. Ciò ha portato alla formazione della English Ladies Football Association e il gioco si è trasferito nei campi di rugby .

Il calcio dell'associazione è stato giocato da donne almeno dall'epoca delle prime partite femminili registrate alla fine del XIX secolo. È stato tradizionalmente associato a giochi di beneficenza ed esercizio fisico, in particolare nel Regno Unito. Tra la fine degli anni '60 e l'inizio degli anni '70, l'associazione calcistica femminile fu organizzata nel Regno Unito, diventando alla fine lo sport di squadra più importante per le donne britanniche.

20° e 21° secolo

Una partita internazionale tra Stati Uniti e Germania nel 1997
Giovani ragazze finlandesi squadra di calcio di Kolarin Kontio a Piteå, Svezia, nel 2014

La crescita del calcio femminile ha visto il lancio di importanti competizioni sia a livello nazionale che internazionale, rispecchiando le competizioni maschili. Il calcio femminile ha dovuto affrontare molte lotte. Ha avuto un "periodo d'oro" nel Regno Unito all'inizio degli anni '20, quando il pubblico ha raggiunto i 50.000 spettatori in alcune partite; questo fu interrotto il 5 dicembre 1921 quando la Federcalcio inglese votò per vietare il gioco dai terreni utilizzati dai club membri. Il divieto della FA è stato revocato nel dicembre 1969 con il voto della UEFA per riconoscere ufficialmente il calcio femminile nel 1971.

La Coppa del Mondo femminile FIFA è stata inaugurata nel 1991 e da allora si tiene ogni quattro anni, mentre il calcio femminile è un evento olimpico dal 1996 .

Gioco

Il calcio associativo si gioca secondo una serie di regole conosciute come le Regole del Gioco . Il gioco si gioca utilizzando una palla sferica di 68–70 cm (27–28 pollici) di circonferenza, nota come pallone da calcio (o pallone da calcio ). Due squadre di undici giocatori ciascuna competono per portare la palla nella porta dell'altra squadra (tra i pali e sotto la traversa), segnando così un gol. Vince la squadra che ha segnato più gol alla fine della partita; se entrambe le squadre hanno segnato lo stesso numero di gol, la partita è un pareggio. Ogni squadra è guidata da un capitano che ha una sola responsabilità ufficiale come richiesto dalle Regole del Gioco: rappresentare la propria squadra al lancio della moneta prima del calcio d'inizio o dei calci di rigore .

Un portiere che para un tiro ravvicinato da dentro l'area di rigore

La legge principale è che i giocatori diversi dai portieri non possono toccare deliberatamente la palla con le mani o le braccia durante il gioco, sebbene debbano usare entrambe le mani durante una rimessa in gioco . Sebbene i giocatori di solito usino i piedi per muovere la palla, possono usare qualsiasi parte del loro corpo (in particolare, "dirigersi" con la fronte) diversa dalle mani o dalle braccia. All'interno del gioco normale, tutti i giocatori sono liberi di giocare la palla in qualsiasi direzione e di muoversi per tutto il campo, anche se i giocatori non possono passare ai compagni di squadra che si trovano in posizione di fuorigioco .

Durante il gioco, i giocatori tentano di creare opportunità da gol attraverso il controllo individuale della palla, ad esempio dribblando, passando la palla a un compagno di squadra e tirando in porta, che è custodita dal portiere avversario. I giocatori avversari possono tentare di riprendere il controllo della palla intercettando un passaggio o contrastando l'avversario in possesso di palla; tuttavia, il contatto fisico tra gli avversari è limitato. Il calcio è generalmente un gioco a flusso libero, con il gioco che si interrompe solo quando la palla ha lasciato il campo di gioco o quando il gioco viene interrotto dall'arbitro per un'infrazione alle regole. Dopo un'interruzione, la riproduzione riprende con un riavvio specificato.

Un giocatore che esegue un contrasto in scivolata per espropriare un avversario

A livello professionistico, la maggior parte delle partite produce solo pochi gol. Ad esempio, la stagione 2005-2006 della Premier League inglese ha prodotto una media di 2,48 gol a partita. Le Regole del Gioco non specificano le posizioni dei giocatori oltre al portiere, ma si sono evoluti numerosi ruoli specializzati . In generale, questi includono tre categorie principali: attaccanti, o attaccanti, il cui compito principale è segnare gol; difensori, specializzati nell'impedire ai propri avversari di segnare; e centrocampisti, che espropriano gli avversari e mantengono il possesso palla per passarla agli attaccanti della propria squadra. I giocatori in queste posizioni sono indicati come giocatori di campo, per distinguerli dal portiere.

Queste posizioni sono ulteriormente suddivise in base all'area del campo in cui il giocatore trascorre più tempo. Ad esempio, ci sono difensori centrali e centrocampisti di sinistra e di destra. I dieci giocatori esterni possono essere organizzati in qualsiasi combinazione. Il numero di giocatori in ogni posizione determina lo stile di gioco della squadra; più attaccanti e meno difensori creano un gioco più aggressivo e offensivo, mentre il contrario crea uno stile di gioco più lento e più difensivo. Mentre i giocatori in genere trascorrono la maggior parte del gioco in una posizione specifica, ci sono poche restrizioni sui movimenti dei giocatori e i giocatori possono cambiare posizione in qualsiasi momento. La disposizione dei giocatori di una squadra è nota come formazione . Definire la formazione e la tattica della squadra è solitamente prerogativa del manager della squadra .

Le leggi

Ci sono 17 leggi nelle Regole di Gioco ufficiali, ognuna contenente una raccolta di disposizioni e linee guida. Le stesse leggi sono progettate per applicarsi a tutti i livelli del calcio, sebbene siano consentite alcune modifiche per gruppi come junior, senior, donne e persone con disabilità fisiche. Le leggi sono spesso inquadrate in termini ampi, che consentono flessibilità nella loro applicazione a seconda della natura del gioco. Le Regole del Gioco sono pubblicate dalla FIFA, ma sono mantenute dall'International Football Association Board (IFAB). Oltre alle diciassette leggi, numerose decisioni IFAB e altre direttive contribuiscono alla regolamentazione del calcio.

Giocatori, equipaggiamento e funzionari

L' arbitro arbitra una partita di calcio

Ogni squadra è composta da un massimo di undici giocatori (esclusi i sostituti ), uno dei quali deve essere il portiere . Le regole della competizione possono stabilire un numero minimo di giocatori necessari per costituire una squadra, che di solito è sette. I portieri sono gli unici giocatori autorizzati a giocare la palla con le mani o con le braccia, a condizione che lo facciano all'interno dell'area di rigore davanti alla propria porta. Sebbene ci siano una varietà di posizioni in cui i giocatori esterni (non portieri) sono posizionati strategicamente da un allenatore, queste posizioni non sono definite o richieste dalle Regole.

L'equipaggiamento di base o il kit che i giocatori devono indossare include una maglietta, pantaloncini, calze, calzature e parastinchi adeguati . Un tifoso atletico e una coppa protettiva sono altamente raccomandati per i giocatori maschi da esperti medici e professionisti. Il copricapo non è un pezzo obbligatorio dell'equipaggiamento di base, ma i giocatori di oggi possono scegliere di indossarlo per proteggersi dal trauma cranico. Ai giocatori è vietato indossare o utilizzare qualsiasi cosa che sia pericolosa per se stessi o per un altro giocatore, come gioielli o orologi. Il portiere deve indossare un abbigliamento facilmente distinguibile da quello indossato dagli altri giocatori e dagli ufficiali di gara.

Un certo numero di giocatori può essere sostituito da sostituti nel corso della partita. Il numero massimo di sostituzioni consentite nella maggior parte delle partite di campionato nazionale e internazionale competitivo è tre in novanta minuti con ogni squadra che ne è consentita una in più se la partita dovesse andare ai tempi supplementari, sebbene il numero consentito possa variare in altre competizioni o nelle amichevoli . I motivi comuni per una sostituzione includono infortunio, stanchezza, inefficacia, un cambio tattico o perdita di tempo alla fine di una partita ben equilibrata. Nelle partite standard per adulti, un giocatore che è stato sostituito non può partecipare ulteriormente a una partita. L'IFAB raccomanda "che una partita non debba continuare se ci sono meno di sette giocatori in una delle due squadre". Qualsiasi decisione in merito ai punti assegnati per le partite abbandonate è lasciata alle singole federazioni calcistiche.

Una partita è arbitrata da un arbitro, che ha "piena autorità di far rispettare le Regole del Gioco in relazione alla partita per la quale è stato nominato" (Regola 5), ​​e le cui decisioni sono definitive. L'arbitro è assistito da due assistenti arbitrali . In molte partite di alto livello c'è anche un quarto arbitro che assiste l'arbitro e può sostituire un altro arbitro in caso di necessità.

La tecnologia della linea di porta viene utilizzata per misurare se l'intera palla ha attraversato la linea di porta determinando così se un gol è stato segnato o meno; questo è stato introdotto per evitare controversie. Anche gli assistenti arbitri video (VAR) sono stati introdotti sempre più spesso nelle partite di alto livello per assistere gli arbitri attraverso replay video per correggere errori chiari ed evidenti. Esistono quattro tipi di chiamate che possono essere esaminate: identità errata nell'assegnazione di un cartellino rosso o giallo, gol e se c'è stata una violazione durante l'accumulo, decisioni dirette sul cartellino rosso e decisioni sui rigori.

Palla

La sfera è sferica con una circonferenza compresa tra 68 e 70 cm (27 e 28 pollici), un peso compreso tra 410 e 450 g (14 e 16 once) e una pressione compresa tra 0,6 e 1,1 atmosfere standard (8,5 e 15,6 libbre per pollice quadrato ) al livello del mare. In passato la palla era composta da pannelli di pelle cuciti insieme, con una camera d'aria in lattice per la pressurizzazione, ma le palle moderne a tutti i livelli del gioco ora sono sintetiche.

Intonazione

Misure passo standard ( Vedi versione Imperial )

Poiché le leggi furono formulate in Inghilterra e inizialmente amministrate esclusivamente dalle quattro federazioni calcistiche britanniche all'interno dell'IFAB, le dimensioni standard di un campo da calcio erano originariamente espresse in unità imperiali . Le leggi ora esprimono dimensioni con equivalenti metrici approssimativi (seguiti da unità tradizionali tra parentesi), sebbene l'uso di unità imperiali rimanga popolare nei paesi di lingua inglese con una storia di metrica relativamente recente (o solo parziale), come la Gran Bretagna.

La lunghezza del campo, o campo, per le partite internazionali per adulti è compresa tra 100 e 110 m (110–120 iarde) e la larghezza è compresa tra 64 e 75 m (70–80 iarde). I campi per le partite non internazionali possono essere lunghi 90–120 m (100–130 yd) e larghi 45–90 m (50–100 yd), a condizione che il campo non diventi quadrato. Nel 2008, l'IFAB ha inizialmente approvato una dimensione fissa di 105 m (115 yd) di lunghezza e 68 m (74 yd) di larghezza come dimensione del campo standard per le partite internazionali; tuttavia, questa decisione è stata successivamente sospesa e non è mai stata effettivamente attuata.

Le linee di confine più lunghe sono linee laterali, mentre le linee di confine più corte (su cui sono posizionate le porte) sono linee di porta . Una porta rettangolare è posizionata su ciascuna linea di porta, a metà strada tra le due linee laterali. I bordi interni dei pali verticali della porta devono essere distanti 7,32 m (24 piedi) e il bordo inferiore della traversa orizzontale supportata dai pali della porta deve trovarsi a 2,44 m (8 piedi) dal suolo. Le reti sono solitamente poste dietro la porta, ma non sono richieste dalle Regole.

Davanti alla porta c'è l'area di rigore. Quest'area è contrassegnata dalla linea di porta, due linee che iniziano sulla linea di porta a 16,5 m (18 iarde) dai pali e si estendono per 16,5 m (18 iarde) nel campo perpendicolare alla linea di porta e una linea che le unisce. Quest'area ha una serie di funzioni, la più importante è segnare dove il portiere può toccare la palla e dove un fallo di rigore da parte di un membro della squadra in difesa diventa punibile con un calcio di rigore. Altri segni definiscono la posizione della palla o dei giocatori ai calci d'inizio, ai calci di rinvio, ai calci di rigore e ai calci d'angolo.

Durata e modalità di spareggio

90 minuti di tempo ordinario

Una partita di calcio per adulti standard consiste in due tempi da 45 minuti ciascuno. Ogni tempo scorre continuamente, il che significa che l'orologio non si ferma quando la palla è fuori gioco. Di solito c'è una pausa di 15 minuti tra i due tempi. La fine della partita è conosciuta come a tempo pieno. L'arbitro è il cronometrista ufficiale della partita e può prendere in considerazione il tempo perso per sostituzioni, giocatori infortunati che richiedono attenzione o altre interruzioni. Questo tempo aggiunto è chiamato tempo aggiuntivo nei documenti FIFA, ma è più comunemente indicato come tempo di recupero o tempo di recupero, mentre il tempo perso può anche essere usato come sinonimo. La durata del tempo di recupero è ad esclusiva discrezione dell'arbitro. Il tempo di interruzione non compensa completamente il tempo in cui la palla è fuori gioco e una partita di 90 minuti implica in genere circa un'ora di "tempo di gioco effettivo". Solo l'arbitro segnala la fine della partita. Nelle partite in cui viene nominato un quarto arbitro, verso la fine del tempo, l'arbitro segnala quanti minuti di recupero intendono aggiungere. Il quarto ufficiale informa quindi i giocatori e gli spettatori alzando un tabellone che mostra questo numero. Il tempo di recupero segnalato può essere ulteriormente prolungato dall'arbitro. Il tempo aggiunto è stato introdotto a causa di un incidente accaduto nel 1891 durante una partita tra Stoke e Aston Villa . Sotto 1–0 ea soli due minuti dalla fine, lo Stoke ha ricevuto un rigore. Il portiere di Villa calcia il pallone da terra e, quando il pallone è stato recuperato, sono trascorsi i 90 minuti e il gioco è finito. La stessa legge prevede inoltre che la durata di entrambi i tempi sia prolungata fino al completamento del calcio di rigore da eseguire o ripetere, quindi nessuna partita deve concludersi con una penalità da eseguire.

Rottura dei pareggi

La maggior parte delle competizioni calcistiche utilizza i calci di rigore per decidere il vincitore se una partita finisce in pareggio

Nelle competizioni di campionato, le partite possono finire con un pareggio. Nelle competizioni a eliminazione diretta in cui è richiesto un vincitore possono essere impiegati vari metodi per sbloccare tale punto morto; alcune competizioni possono invocare replay . Una partita in parità alla fine dei tempi regolamentari può andare ai tempi supplementari, che consistono in altri due periodi di 15 minuti. Se il punteggio è ancora in parità dopo i tempi supplementari, alcune competizioni consentono l'uso dei calci di rigore (conosciuti ufficialmente nelle Regole del Gioco come "calci dal segno di rigore") per determinare quale squadra passerà alla fase successiva del torneo. I gol segnati durante i tempi supplementari contano ai fini del punteggio finale della partita, ma i calci di rigore vengono utilizzati solo per decidere la squadra che passa alla parte successiva del torneo (con i gol segnati ai calci di rigore che non fanno parte del il punteggio finale).

Nelle competizioni che utilizzano partite a due tempi, ogni squadra gareggia in casa una volta, con un punteggio complessivo delle due partite che decide quale squadra progredisce. In caso di parità, la regola dei gol in trasferta può essere utilizzata per determinare i vincitori, nel qual caso il vincitore è la squadra che ha segnato il maggior numero di gol nella gara giocata fuori casa. Se il risultato è ancora uguale, sono necessari tempi supplementari ed eventualmente un tiro di rigore.

Palla dentro e fuori dal gioco

Un giocatore effettua un calcio di punizione, mentre gli avversari formano un "muro" per cercare di bloccare la palla

Secondo le Regole, i due stati di gioco fondamentali durante una partita sono palla in gioco e palla fuori gioco . Dall'inizio di ogni periodo di gioco con un calcio d'inizio fino alla fine del periodo di gioco, la palla è sempre in gioco, tranne quando la palla lascia il campo di gioco o il gioco viene interrotto dall'arbitro. Quando la palla esce dal gioco, il gioco riprende con uno degli otto metodi di riavvio a seconda di come è uscito dal gioco:

  • Calcio d'inizio : a seguito di un gol della squadra avversaria, o per iniziare ogni periodo di gioco.
  • Rimessa in gioco : quando la palla ha oltrepassato la linea laterale; assegnato alla squadra avversaria a quella che per ultima ha toccato il pallone.
  • Calcio di rinvio : quando la palla ha attraversato interamente la linea di porta senza che sia stata segnata una rete e sia stata toccata l'ultima volta da un giocatore della squadra in attacco; assegnato alla squadra in difesa.
  • Calcio d'angolo : quando il pallone ha attraversato interamente la linea di porta senza che sia stato segnato un gol e sia stato toccato l'ultima volta da un giocatore della squadra in difesa; assegnato alla squadra in attacco.
  • Calcio di punizione indiretto : assegnato alla squadra avversaria a seguito di falli "non penali", alcune infrazioni tecniche o quando il gioco viene interrotto per ammonire o espellere un avversario senza che si sia verificato un fallo specifico. Un gol non può essere segnato direttamente (senza che la palla abbia prima toccato un altro giocatore) da un calcio di punizione indiretto.
  • Calcio di punizione diretto : assegnato alla squadra che ha subito un fallo a seguito di alcuni falli "penali" elencati. Un gol può essere segnato direttamente da un calcio di punizione diretto.
  • Calcio di rigore : assegnato alla squadra che ha subito un fallo a seguito di un fallo solitamente punibile con un calcio di punizione diretto ma avvenuto all'interno dell'area di rigore dell'avversario.
  • Dropped-ball : si verifica quando l'arbitro interrompe il gioco per qualsiasi altro motivo, come un grave infortunio a un giocatore, un'interferenza di una parte esterna o una palla che diventa difettosa.

Cattiva condotta

Sul campo

I giocatori vengono ammoniti con un cartellino giallo ed espulsi dal gioco con un cartellino rosso. Questi colori sono stati introdotti per la prima volta alla Coppa del Mondo FIFA 1970 e da allora sono stati utilizzati in modo coerente.

Un fallo si verifica quando un giocatore commette un'infrazione elencata nelle Regole del Gioco mentre la palla è in gioco. Le infrazioni che costituiscono un fallo sono elencate nella Regola 12. Gestire la palla deliberatamente, inciampare un avversario o spingere un avversario sono esempi di "falli penali", punibili con un calcio di punizione diretto o un calcio di rigore a seconda di dove si è verificata l'infrazione. Altri falli sono punibili con un calcio di punizione indiretto .

L'arbitro può punire la cattiva condotta di un giocatore o di un sostituto con un'ammonizione ( cartellino giallo ) o l'espulsione ( cartellino rosso ). Un secondo cartellino giallo nella stessa partita porta a un cartellino rosso, che si traduce in un'espulsione. Si dice che un giocatore a cui è stato assegnato un cartellino giallo sia stato "ammonito", l'arbitro che scrive il nome del giocatore sul suo taccuino ufficiale. Se un giocatore è stato espulso, nessun sostituto può essere inserito al suo posto e il giocatore non può partecipare a ulteriori giochi. La cattiva condotta può verificarsi in qualsiasi momento e, sebbene siano elencati i reati che costituiscono cattiva condotta, le definizioni sono ampie. In particolare, il reato di "comportamento antisportivo" può essere utilizzato per far fronte alla maggior parte degli eventi che violano lo spirito del gioco, anche se non sono indicati come reati specifici. Un arbitro può mostrare un cartellino giallo o rosso a un giocatore, un sostituto o un giocatore sostituito. Ai non giocatori come dirigenti e staff di supporto non può essere mostrato il cartellino giallo o rosso ma possono essere espulsi dall'area tecnica se non si comportano in modo responsabile.

Invece di interrompere il gioco, l'arbitro può consentire che il gioco continui se ciò andrà a beneficio della squadra contro la quale è stata commessa un'infrazione. Questo è noto come "giocare un vantaggio". L'arbitro può "richiamare" il gioco e sanzionare l'infrazione originale se il vantaggio anticipato non si verifica entro "pochi secondi". Anche se un'infrazione non viene sanzionata a causa del vantaggio giocato, l'autore del reato può comunque essere sanzionato per cattiva condotta alla successiva interruzione del gioco.

La decisione dell'arbitro in tutte le questioni relative al campo è considerata definitiva. Il punteggio di una partita non può essere modificato dopo la partita, anche se prove successive mostrano che le decisioni (comprese le assegnazioni/non assegnazioni dei gol) erano errate.

Fuori campo

Insieme all'amministrazione generale dello sport, le federazioni calcistiche e gli organizzatori di competizioni impongono anche la buona condotta in aspetti più ampi del gioco, affrontando questioni come commenti alla stampa, gestione finanziaria dei club, doping, frode sull'età e partite truccate . La maggior parte delle competizioni impone sospensioni obbligatorie per i giocatori che vengono espulsi durante una partita. Alcuni incidenti sul campo, se considerati molto gravi (come le accuse di abusi razziali), possono portare le competizioni a decidere di imporre sanzioni più pesanti di quelle normalmente associate a un cartellino rosso. Alcune federazioni consentono appelli contro le squalifiche dei giocatori sostenute sul campo se i club ritengono che un arbitro sia stato scorretto o eccessivamente severo.

Le sanzioni per tali infrazioni possono essere comminate ai singoli o ai club nel loro insieme. Le sanzioni possono includere multe, detrazioni di punti (nelle competizioni di campionato) o persino l'espulsione dalle competizioni. Ad esempio, la English Football League sottrae 12 punti da qualsiasi squadra che entra nell'amministrazione finanziaria . Tra le altre sanzioni amministrative ci sono sanzioni contro la decadenza del gioco. Le squadre che avevano perso una partita o erano state sconfitte avrebbero ricevuto una sconfitta tecnica o una vittoria.

Organi di governo

Sede della FIFA, l'organo di governo mondiale del calcio

L'organo di governo internazionale riconosciuto del calcio (e dei giochi associati, come il futsal e il beach soccer ) è la FIFA . La sede della FIFA si trova a Zurigo, in Svizzera. Sei confederazioni regionali sono associate alla FIFA; questi sono:

Le federazioni nazionali controllano il calcio all'interno dei singoli paesi. Questi sono generalmente sinonimi di stati sovrani, (ad esempio: la Federcalcio camerunese in Camerun) ma includono anche un numero minore di associazioni responsabili di entità subnazionali o regioni autonome (ad esempio la Federcalcio scozzese in Scozia). 209 federazioni nazionali sono affiliate sia alla FIFA che alle rispettive confederazioni continentali.

Sebbene la FIFA sia responsabile dell'organizzazione delle competizioni e della maggior parte delle regole relative alla competizione internazionale, le effettive Regole del Gioco sono stabilite dall'International Football Association Board, dove ciascuna delle Federazioni britanniche ha un voto, mentre la FIFA ha collettivamente quattro voti.

Concorsi internazionali

La Coppa del Mondo FIFA è la più grande competizione internazionale di calcio e l'evento sportivo più visto al mondo

Le competizioni internazionali di calcio associativo consistono principalmente in due varietà: competizioni che coinvolgono squadre nazionali rappresentative o quelle che coinvolgono club con sede in più nazioni e campionati nazionali. Il calcio internazionale, senza qualificazione, fa spesso riferimento al primo. Nel caso di una competizione internazionale per club, è il paese di origine dei club coinvolti, non la nazionalità dei loro giocatori, che rende la competizione di carattere internazionale.

La principale competizione internazionale di calcio è la Coppa del Mondo, organizzata dalla FIFA. Questa competizione si svolge ogni quattro anni dal 1930 ad eccezione dei tornei del 1942 e del 1946, che furono annullati a causa della seconda guerra mondiale . Circa 190-200 squadre nazionali competono in tornei di qualificazione nell'ambito delle confederazioni continentali per un posto in finale. Il torneo finale, che si tiene ogni quattro anni, coinvolge 32 squadre nazionali che gareggiano in un periodo di quattro settimane. La Coppa del Mondo è il torneo di calcio associativo più prestigioso al mondo nonché l'evento sportivo più visto e seguito al mondo, superando anche i Giochi Olimpici ; il pubblico cumulativo di tutte le partite della Coppa del Mondo FIFA 2006 è stato stimato in 26,29 miliardi con una stima di 715,1 milioni di persone che hanno guardato la partita finale, un nono dell'intera popolazione del pianeta. Gli attuali campioni sono la Francia, che ha vinto il suo secondo titolo al torneo 2018 in Russia. La Coppa del Mondo femminile FIFA si tiene ogni quattro anni dal 1991 . Secondo il formato attuale del torneo, le squadre nazionali competono per 23 posti in una fase di qualificazione triennale . (La squadra della nazione ospitante viene inserita automaticamente come 24a fascia oraria.) Gli attuali campioni sono gli Stati Uniti, dopo aver vinto il loro quarto titolo nel torneo del 2019 .

I calciatori spagnoli Fernando Torres, Juan Mata e Sergio Ramos festeggiano la vittoria del Campionato Europeo UEFA

C'è stato un torneo di calcio a tutti i Giochi Olimpici Estivi dal 1900, ad eccezione dei giochi del 1932 a Los Angeles . Prima dell'inizio della Coppa del Mondo, le Olimpiadi (soprattutto negli anni '20) erano l'evento internazionale più prestigioso. In origine, il torneo era riservato ai dilettanti. Con la diffusione della professionalità in tutto il mondo, il divario di qualità tra la Coppa del Mondo e le Olimpiadi si è ampliato. I paesi che ne hanno beneficiato maggiormente sono stati i paesi del blocco sovietico dell'Europa orientale, dove i migliori atleti erano sponsorizzati dallo stato pur mantenendo il loro status di dilettanti. Tra il 1948 e il 1980, 23 delle 27 medaglie olimpiche furono vinte dall'Europa dell'Est, con solo Svezia (oro nel 1948 e bronzo nel 1952), Danimarca (bronzo nel 1948 e argento nel 1960) e Giappone (bronzo nel 1968) a rompere il loro predominio . Per i Giochi di Los Angeles del 1984, il CIO decise di ammettere giocatori professionisti. Dal 1992, i concorrenti maschi devono avere meno di 23 anni, anche se dal 1996 sono ammessi tre giocatori di età superiore ai 23 anni per squadra. Nel 1996 è stato aggiunto un torneo femminile; a differenza dell'evento maschile, le squadre internazionali complete senza limiti di età giocano il torneo olimpico femminile.

Dopo i Mondiali, le più importanti competizioni calcistiche internazionali sono i campionati continentali, organizzati da ciascuna confederazione continentale e disputati tra squadre nazionali. Si tratta del Campionato Europeo (UEFA), della Copa América (CONMEBOL), della Coppa d'Africa (CAF), della Coppa d'Asia (AFC), della CONCACAF Gold Cup (CONCACAF) e della OFC Nations Cup (OFC). La FIFA Confederations Cup è stata contestata dai vincitori di tutti e sei i campionati continentali, dagli attuali campioni della Coppa del Mondo FIFA e dal paese che avrebbe ospitato la prossima Coppa del Mondo. Questo era generalmente considerato un torneo di riscaldamento per l'imminente Coppa del Mondo FIFA e non aveva lo stesso prestigio della Coppa del Mondo stessa. Il torneo è stato interrotto dopo l' edizione 2017 .

Le competizioni più prestigiose del calcio per club sono i rispettivi campionati continentali, che sono generalmente disputati tra campioni nazionali, ad esempio la UEFA Champions League in Europa e la Copa Libertadores in Sud America. I vincitori di ogni competizione continentale gareggiano nella Coppa del Mondo per club FIFA .

Competizioni nazionali

Una partita della Liga spagnola del 2009 tra Real Madrid e Barcellona . L'impianto, noto come El Clásico, è uno dei più rinomati nello sport.

Gli organi di governo di ogni paese gestiscono sistemi di campionato in una stagione nazionale, normalmente composta da più divisioni, in cui le squadre guadagnano punti durante la stagione a seconda dei risultati. Le squadre vengono disposte in tabelle, disponendole in ordine in base ai punti accumulati. Più comunemente, ogni squadra gioca con tutte le altre squadre del proprio campionato in casa e fuori casa in ogni stagione, in un torneo all'italiana . Al termine di una stagione, la prima squadra viene dichiarata campione. Le prime poche squadre possono essere promosse in una divisione superiore e una o più delle squadre che finiscono ultime sono retrocesse in una divisione inferiore.

Le squadre che finiscono in testa alla classifica di un paese possono essere idonee anche a giocare in competizioni internazionali per club nella stagione successiva. Le principali eccezioni a questo sistema si verificano in alcuni campionati latinoamericani, che dividono i campionati di calcio in due sezioni denominate Apertura e Clausura (spagnolo per apertura e chiusura ), assegnando un campione per ciascuna. La maggior parte dei paesi integra il sistema dei campionati con una o più competizioni di "coppa" organizzate a eliminazione diretta.

Le migliori divisioni di alcuni paesi includono fuoriclasse altamente pagate; nei paesi più piccoli, nelle divisioni inferiori e nella maggior parte dei club femminili, le giocatrici possono essere part-time con un secondo lavoro o dilettanti. I cinque maggiori campionati europei – Bundesliga (Germania), Premier League (Inghilterra), La Liga (Spagna), Serie A (Italia) e Ligue 1 (Francia) – attraggono la maggior parte dei migliori giocatori del mondo e ciascuno dei campionati ha un costo salariale totale superiore a £ 600 milioni/€ 763 milioni/US $ 1,185 miliardi.

Appunti

Ascolta questo articolo
(2 parti, 51 minuti )
Icona di Wikipedia parlata
Questi file audio sono stati creati da una revisione di questo articolo datata 5 settembre 2007 e non riflettono le modifiche successive. ( 05-09-2007 )

Riferimenti

link esterno