Betty Shabazz -Betty Shabazz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Betty Shabazz
Betty Shabazz.jpg
Nato
Betty Dean Sanders

( 1934-05-28 )28 maggio 1934
Pinehurst, Georgia, Stati Uniti
o Detroit, Michigan, Stati Uniti
Morto 23 giugno 1997 (1997-06-23)(63 anni)
New York, Stati Uniti
Luogo di riposo Cimitero di Ferncliff
Altri nomi Betty X
Formazione scolastica Tuskegee University
Brooklyn State College School of Nursing
Coniuge/i
( m. 1958; morto 1965 )
Figli 6, tra cui Attallah, Qubilah e Ilyasah
Parenti Malcolm Shabazz (nipote)

Betty Shabazz (nata Betty Dean Sanders ; 28 maggio 1934-23 giugno 1997), nota anche come Betty X, è stata un'educatrice e sostenitrice dei diritti civili americana . Era sposata con Malcolm X.

Shabazz è cresciuta a Detroit, Michigan, dove i suoi genitori adottivi l'hanno ampiamente protetta dal razzismo . Ha frequentato il Tuskegee Institute in Alabama, dove ha avuto i suoi primi incontri con il razzismo. Insoddisfatta della situazione in Alabama, si è trasferita a New York City, dove è diventata infermiera. Fu lì che incontrò Malcolm X e, nel 1956, si unì alla Nation of Islam . La coppia si sposò nel 1958.

Insieme a suo marito, Shabazz ha lasciato la Nation of Islam nel 1964. Ha assistito al suo assassinio l'anno successivo. Lasciata vedova con la responsabilità di crescere sei figlie, Shabazz perseguì gli studi superiori e andò a lavorare al Medgar Evers College di Brooklyn, New York.

Dopo l'arresto nel 1995 di sua figlia Qubilah per presunta cospirazione per l'omicidio di Louis Farrakhan, Shabazz accolse suo nipote Malcolm, di dieci anni . Nel 1997, ha dato fuoco al suo appartamento. Shabazz ha subito gravi ustioni ed è morta tre settimane dopo a causa delle ferite riportate.

Nei primi anni

Betty Dean Sanders è nata il 28 maggio 1934 da Ollie Mae Sanders e Shelman Sandlin. Sandlin aveva 21 anni e Ollie Mae Sanders era un'adolescente; la coppia non era sposata. Per tutta la vita, Betty Sanders ha affermato di essere nata a Detroit, Michigan, ma i primi documenti, come le sue trascrizioni al liceo e al college, mostrano Pinehurst, in Georgia, come il suo luogo di nascita. Le autorità della Georgia e del Michigan non sono state in grado di individuare il suo certificato di nascita.

Secondo la maggior parte dei resoconti, Ollie Mae Sanders ha abusato di Betty Sanders, che stava crescendo a Detroit. Quando Betty aveva circa 11 anni, fu accolta da Lorenzo e Helen Malloy, un importante uomo d'affari e sua moglie. Helen Malloy è stata un membro fondatore della Housewives League di Detroit, un gruppo di donne afroamericane che ha organizzato campagne per sostenere le imprese di proprietà di neri e boicottare i negozi che si sono rifiutati di assumere dipendenti neri. È stata anche membro del Consiglio Nazionale delle Donne Nere e della NAACP . I Malloy erano entrambi membri attivi della loro chiesa episcopale metodista africana Betel locale.

Nonostante le loro lezioni sull'autosufficienza dei neri, i Malloy non hanno mai parlato con Sanders del razzismo . Guardando indietro nel 1995, Shabazz ha scritto: "Le relazioni razziali non sono state discusse e si sperava che negando l'esistenza di problemi razziali, i problemi sarebbero scomparsi. Chiunque abbia discusso apertamente delle relazioni razziali è stato rapidamente visto come un 'problematico'". Still, due rivolte razziali durante la sua infanzia - nel 1942 quando il progetto abitativo Sojourner Truth fu desegregato e una l'anno successivo a Belle Isle - costituirono quello che Shabazz in seguito chiamò il "background psicologico dei miei anni formativi".

Anni giovani adulti

Dopo essersi diplomata al liceo, Sanders lasciò la casa dei suoi genitori adottivi a Detroit per studiare al Tuskegee Institute (ora Tuskegee University ), un college storicamente nero in Alabama che era l' alma mater di Lorenzo Malloy . Aveva intenzione di conseguire una laurea in educazione e diventare un'insegnante. Quando ha lasciato Detroit per andare in Alabama, la madre adottiva stava piangendo alla stazione dei treni. Shabazz in seguito ha ricordato che Malloy stava cercando di borbottare qualcosa, ma le parole non sarebbero venute fuori. Quando è arrivata in Alabama, sentiva di sapere cosa stava dicendo la sua madre adottiva. "Nel momento in cui sono sceso da quel treno, ho capito cosa stava cercando di dire. Stava cercando di dirmi in dieci parole o meno del razzismo".

Niente aveva preparato Sanders al razzismo del sud . Finché fosse rimasta nel campus, avrebbe potuto evitare di interagire con i bianchi, ma i viaggi del fine settimana a Montgomery, la città più vicina, avrebbero messo alla prova la sua pazienza. Gli studenti neri hanno dovuto aspettare che ogni persona bianca in un negozio fosse stata aiutata prima che il personale li servisse, se avessero ricevuto un servizio. Quando si è lamentata con i Malloy, si sono rifiutati di discutere la questione; in un'intervista del 1989, Shabazz ha riassunto il loro atteggiamento come "se stai solo tranquillo, andrà via".

Gli studi di Sanders hanno sofferto a causa della sua crescente frustrazione. Ha deciso di cambiare il suo campo di studi dall'istruzione all'assistenza infermieristica. Il decano dell'assistenza infermieristica, Lillian Holland Harvey, ha incoraggiato Sanders a prendere in considerazione l'idea di studiare in un programma affiliato a Tuskegee presso la Brooklyn State College School of Nursing di New York City. Contro la volontà dei suoi genitori adottivi, Sanders lasciò l'Alabama per New York nel 1953.

A New York, Sanders ha incontrato una diversa forma di razzismo. All'ospedale di Montefiore, dove ha svolto la sua formazione clinica, alle infermiere nere sono stati assegnati incarichi peggiori rispetto alle infermiere bianche. I pazienti bianchi a volte erano offensivi nei confronti delle infermiere nere. Mentre il clima razziale a New York era migliore della situazione in Alabama, Sanders si chiedeva spesso se avesse semplicemente scambiato il razzismo di Jim Crow con un pregiudizio più gentile.

Nazione dell'Islam

Durante il suo secondo anno di scuola per infermieri, Sanders è stata invitata da un'infermiera più anziana a una cena del venerdì sera al tempio della Nazione dell'Islam ad Harlem . "Il cibo era delizioso", ha ricordato Shabazz nel 1992, "non avevo mai assaggiato un cibo del genere". Dopo cena, la donna ha chiesto a Sanders di venire alla conferenza dei musulmani. Sanders fu d'accordo. Dopo il discorso, l'assistente dell'infermiera ha invitato Sanders a unirsi alla Nation of Islam; Sanders ha gentilmente rifiutato. Quando la donna le ha chiesto perché avesse scelto di non unirsi alla Nation of Islam dopo la visita, Sanders ha risposto che non sapeva di essere stata portata lì per unirsi. "Inoltre, mia madre mi ucciderebbe, e inoltre non capisco nemmeno la filosofia". I Malloy erano metodisti e quando aveva 13 anni, Sanders aveva deciso che sarebbe rimasta metodista per il resto della sua vita.

L'infermiera ha detto a Sanders del suo ministro, che quella notte non era al tempio: "Aspetta solo di sentire parlare il mio ministro. È molto disciplinato, è di bell'aspetto e tutte le sorelle lo vogliono". Sanders ha apprezzato così tanto il cibo che ha accettato di tornare e incontrare il ministro della donna. Alla seconda cena, l'assistente dell'infermiera le disse che il ministro era presente e Sanders pensò tra sé e sé: "Brutto problema". Nel 1992 ha ricordato come il suo comportamento è cambiato quando ha intravisto Malcolm X:

Poi, ho guardato oltre e ho visto quest'uomo nel corridoio di estrema destra che galoppava verso il podio. Era alto, magro e dal modo in cui galoppava sembrava che stesse andando in un posto molto più importante del podio. ... È salito sul podio e io mi sono seduto dritto. Sono rimasto colpito da lui.

Sanders ha incontrato di nuovo Malcolm X a una cena. I due hanno avuto una lunga conversazione sulla vita di Sanders: la sua infanzia a Detroit, l'ostilità razziale che aveva incontrato in Alabama e i suoi studi a New York. Le ha parlato della condizione degli afroamericani e delle cause del razzismo. Sanders iniziò a vedere le cose da una prospettiva diversa. "Avevo davvero molta ansia repressa per la mia esperienza nel sud", ha ricordato Shabazz in un'intervista del 1990, "e Malcolm mi ha rassicurato che era comprensibile come mi sentivo".

Presto Sanders partecipò a tutte le lezioni di Malcolm X al Tempio Numero Sette di Harlem. In seguito la cercava sempre e le faceva molte domande. Sanders è rimasto colpito dalla leadership e dall'etica del lavoro di Malcolm X. Sentiva che era altruista quando si trattava di aiutare gli altri, ma non aveva nessuno a cui appoggiarsi quando aveva bisogno di aiuto. Pensava che forse poteva essere quella persona. Iniziò anche a farle pressioni affinché si unisse alla Nation of Islam. A metà del 1956, Sanders si convertì. Come molti membri della Nation of Islam, ha cambiato il suo cognome in "X", che rappresentava il cognome dei suoi antenati africani che non avrebbe mai potuto conoscere.

Matrimonio e famiglia

Betty X e Malcolm X non hanno avuto un corteggiamento convenzionale. Gli appuntamenti uno contro uno erano contrari agli insegnamenti della Nation of Islam. Invece, la coppia ha condiviso i loro "appuntamenti" con dozzine, o addirittura centinaia di altri membri. Malcolm X portava spesso gruppi a visitare i musei e le biblioteche di New York e invitava sempre Betty X.

Sebbene non avessero mai discusso l'argomento, Betty X sospettava che Malcolm X fosse interessato al matrimonio. Un giorno chiamò e le chiese di sposarlo, e si sposarono il 14 gennaio 1958 a Lansing, nel Michigan . Per coincidenza, Betty X è diventata un'infermiera autorizzata lo stesso giorno.

All'inizio, la loro relazione seguiva le restrizioni della Nation of Islam sul matrimonio; Malcolm X stabiliva le regole e Betty X le seguiva obbedientemente. Nel 1969, Shabazz scrisse che "il suo indottrinamento è stato così completo, anche per me, che è diventato un modello per la nostra vita [della famiglia]". Nel tempo, la dinamica familiare è cambiata, poiché Malcolm X ha fatto piccole concessioni alle richieste di maggiore indipendenza di Betty X. Nel 1969, Shabazz ha ricordato:

Avremmo chiacchierato in famiglia. All'inizio iniziarono con Malcolm che mi diceva cosa si aspettava da una moglie. Ma la prima volta che gli ho detto cosa mi aspettavo da lui come marito è stato uno shock. Dopo cena una sera ha detto: "Ragazzi, Betty, qualcosa che hai detto mi ha colpito come una tonnellata di mattoni. Qui ho seguito i nostri piccoli seminari con me che parlavo e tu ascoltavi". Ha concluso che il nostro matrimonio dovrebbe essere uno scambio reciproco.

La coppia aveva sei figlie. I loro nomi erano Attallah, nato nel 1958 e intitolato ad Attila l'Unno ; Qubilah, nato nel 1960 e intitolato a Kublai Khan ; Ilyasah, nato nel 1962 e intitolato a Elijah Muhammad ; Gamilah Lumumba, nata nel 1964 e intitolata a Patrice Lumumba ; e due gemelli, Malikah e Malaak, nati nel 1965 dopo l'assassinio del padre e che portano il suo nome.

Lasciando la nazione dell'Islam

L'8 marzo 1964, Malcolm X annunciò che avrebbe lasciato la Nation of Islam. Lui e Betty X, ora conosciuta come Betty Shabazz, divennero musulmani sunniti .

Assassinio di Malcolm X

Betty Shabazz nel febbraio 1965, dopo aver identificato il corpo di Malcolm X all'obitorio di New York City

Il 21 febbraio 1965, nella Audubon Ballroom di Manhattan, Malcolm X iniziò a parlare a una riunione dell'Organizzazione per l'Unità Afroamericana quando scoppiò un disordine tra la folla di 400 persone. Mentre Malcolm X e le sue guardie del corpo si muovevano per zittire il disturbo, un uomo si precipitò in avanti e sparò a Malcolm al petto con un fucile a canne mozze . Altri due uomini hanno caricato il palco e hanno sparato con le pistole, colpendo Malcolm X 16 volte.

Shabazz era tra il pubblico vicino al palco con le sue figlie. Quando ha sentito gli spari, ha afferrato i bambini e li ha spinti a terra sotto la panca, dove li ha schermati con il suo corpo. Quando la sparatoria si è interrotta, Shabazz è corsa verso suo marito e ha cercato di eseguire la rianimazione cardiopolmonare . Gli agenti di polizia e gli associati di Malcolm X hanno usato una barella per portarlo su per l'isolato fino al Columbia Presbyterian Hospital, dove è stato dichiarato morto.

Spettatori arrabbiati hanno catturato e picchiato uno degli assassini, che è stato arrestato sul posto. Testimoni oculari hanno identificato altri due sospetti. Tutti e tre gli uomini, che erano membri della Nation of Islam, sono stati condannati all'ergastolo.

Dopo l'assassinio di Malcolm

Subito dopo

Shabazz ha avuto difficoltà a dormire per settimane dopo l'assassinio di Malcolm X. Ha sofferto di incubi in cui ha rivissuto la morte del marito. Si preoccupava anche di come avrebbe sostenuto se stessa e la sua famiglia. La pubblicazione di The Autobiography of Malcolm X ha aiutato, perché Shabazz ha ricevuto metà dei diritti d'autore. ( Alex Haley, che ha assistito Malcolm X nella scrittura del libro, ha ottenuto l'altra metà. Dopo la pubblicazione del suo bestseller Roots, Haley ha ceduto la sua parte dei diritti d'autore a Shabazz.)

L'attore e attivista Ruby Dee e Juanita Poitier (che era sposata con Sidney Poitier ) hanno fondato il Comitato delle madri interessate, per raccogliere fondi per acquistare una casa e pagare le spese educative per la famiglia Shabazz. Il Comitato ha tenuto una serie di concerti di beneficenza in cui ha raccolto $ 17.000. Hanno comprato una grande casa bifamiliare a Mount Vernon, New York, dal membro del Congresso Bella Abzug .

Guardando indietro, Shabazz ha detto di aver inizialmente preso una "decisione irrealistica" di isolarsi a causa dell'ingiustizia dell'assassinio di suo marito. Si rese conto, tuttavia, che arrendersi a causa della morte del marito non avrebbe aiutato il mondo. "È impossibile creare un ambiente in cui i bambini possano crescere e svilupparsi in isolamento. È imperativo che si mescolino nella società a un certo livello e in un determinato momento".

Pellegrinaggio alla Mecca

Alla fine di marzo 1965, Shabazz fece il pellegrinaggio alla Mecca (Hajj), come aveva fatto suo marito l'anno prima. Ricordando l'esperienza nel 1992, Shabazz scrisse:

Non so davvero dove sarei oggi se non fossi andato alla Mecca per fare Hajj poco dopo l'assassinio di Malcolm. ... Questo è ciò che mi ha aiutato a rimettermi in carreggiata. ... Andare alla Mecca, fare l'Hajj, è stato molto positivo per me perché mi ha fatto pensare a tutte le persone nel mondo che mi amavano ed erano per me, che pregavano affinché potessi rimettere insieme la mia vita. Ho smesso di concentrarmi sulle persone che stavano cercando di dividere me e la mia famiglia.

Shabazz tornò dalla Mecca con un nuovo nome che un altro pellegrino le aveva conferito, Bahiyah (che significa "bella e radiosa").

Crescere la sua famiglia

Crescere sei figli da sola ha esaurito Shabazz. Anche provvedere a loro era difficile. La quota di Shabazz dei diritti d'autore da The Autobiography of Malcolm X era equivalente a uno stipendio annuale. Nel 1966, ha venduto i diritti cinematografici dell'Autobiography al regista Marvin Worth . Cominciò ad autorizzare la pubblicazione dei discorsi di Malcolm X, che forniva un'altra fonte di reddito.

Quando le sue figlie sono state iscritte all'asilo nido, Shabazz è diventata un membro attivo dell'organizzazione dei genitori dell'asilo nido, dove si è molto affezionata all'organizzazione e dove in seguito avrebbe avviato una campagna per gestire l'organizzazione. Col tempo, è diventata la rappresentante dei genitori nel consiglio scolastico. Diversi anni dopo, divenne presidente del Westchester Day Care Council.

Shabazz iniziò ad accettare impegni di conferenze in college e università. Ha parlato spesso della filosofia nazionalista nera di Malcolm X, ma ha anche parlato del suo ruolo di moglie e madre. Shabazz ha ritenuto che alcune delle immagini di suo marito proiettate dai media fossero false dichiarazioni. "Hanno tentato di promuoverlo come una persona violenta, un odiatore dei bianchi", ha spiegato. "Era un uomo sensibile, una persona molto comprensiva e sì, non gli piaceva il comportamento di alcuni bianchi... Aveva un'agenda basata sulla realtà".

Man mano che le sue figlie crescevano, Shabazz le mandava a scuole private e campi estivi. Si unirono a Jack e Jill, un club sociale per i figli di afroamericani benestanti.

Istruzione avanzata

Alla fine del 1969, Shabazz si iscrisse al Jersey City State College (ora New Jersey City University ) per completare la laurea in educazione che lasciò quando divenne infermiera. Ha completato gli studi universitari in un anno e ha deciso di conseguire un master in amministrazione sanitaria. Nel 1972, Shabazz si iscrisse all'Università del Massachusetts Amherst per seguire un Ed.D. nell'amministrazione dell'istruzione superiore e nello sviluppo del curriculum. Per i successivi tre anni, ha guidato da Mount Vernon ad Amherst, Massachusetts, ogni lunedì mattina, ed è tornata a casa mercoledì sera. Nel luglio 1975 ha difeso la sua tesi e ha conseguito il dottorato.

Shabazz è entrato a far parte della sezione New York Alumnae di Delta Sigma Theta nell'aprile 1974.

Collegio Medgar Evers

Nel gennaio 1976, Shabazz divenne professore associato di scienze della salute con una specializzazione in infermieristica al Medgar Evers College di New York . Il corpo studentesco di Medgar Evers era composto per il 90% da neri e prevalentemente della classe operaia, con un'età media di 26 anni. Le donne nere costituivano la maggior parte della facoltà e il 75% degli studenti erano donne, due terzi delle quali madri. Queste erano tutte qualità che rendevano il Medgar Evers College attraente per Shabazz.

Nel 1980, Shabazz stava supervisionando il dipartimento di scienze della salute e il presidente del college decise che poteva essere più efficace in una posizione puramente amministrativa di quanto non fosse in classe. È stata promossa a Direttore dell'Avanzamento Istituzionale. Nella sua nuova posizione, è diventata una sostenitrice e una raccolta fondi per il college. Un anno dopo, le fu assegnato l' incarico . Nel 1984, Shabazz ha ricevuto un nuovo titolo, Direttore del progresso istituzionale e degli affari pubblici; ha ricoperto quella posizione al college fino alla sua morte.

Volontariato

Shabazz nella chiesa cattolica di Santa Sabina a Chicago

Durante gli anni '70 e '80, Shabazz ha continuato le sue attività di volontariato. Nel 1975, il presidente Ford la invitò a far parte dell'American Revolution Bicentennial Council . Shabazz ha fatto parte di un comitato consultivo sulla pianificazione familiare per il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti . Nel 1984 ha ospitato la convention di New York del National Council of Negro Women. Shabazz divenne attivo nella NAACP e nella National Urban League ed era un membro di The Links . Quando Nelson e Winnie Mandela visitarono Harlem nel 1990, a Shabazz fu chiesto di presentare Winnie Mandela.

Shabazz fece amicizia con Myrlie Evers-Williams, la vedova di Medgar Evers, e Coretta Scott King, la vedova di Martin Luther King Jr. Hanno avuto l'esperienza comune di perdere i loro mariti attivisti in giovane età e di crescere i loro figli come madri single. La stampa arrivò a chiamare le tre, che fecero numerose apparizioni pubbliche congiunte, le "vedove del movimento". Evers-Williams e King erano ospiti frequenti al Medgar Evers College e Shabazz visitava occasionalmente il King Center di Atlanta . Scrivendo di Shabazz, Evers-Williams l'ha descritta come uno "spirito libero, nel miglior senso della parola. Quando rideva, aveva questa bellezza; quando sorrideva, illuminava l'intera stanza".

Louis Farrakhan

Per molti anni, Shabazz ha nutrito risentimento nei confronti della Nation of Islam - e in particolare di Louis Farrakhan - per quello che sentiva fosse il loro ruolo nell'assassinio di suo marito. Farrakhan sembrava vantarsi dell'assassinio in un discorso del 1993:

Malcolm era il tuo traditore o il nostro? E se abbiamo trattato con lui come una nazione tratta un traditore, che diavolo di affari sono tuoi? Una nazione deve essere in grado di affrontare traditori, tagliagole e voltagabbana.

In un'intervista del 1994, Gabe Pressman chiese a Shabazz se Farrakhan "avesse qualcosa a che fare" con la morte di Malcolm X. Ha risposto: "Certo, sì. Nessuno l'ha tenuto segreto. Era un distintivo d'onore. Tutti ne parlavano, sì". Farrakhan ha negato le accuse, affermando "Non ho mai avuto nulla a che fare con la morte di Malcolm", anche se ha detto di aver "creato un'atmosfera che ha permesso a Malcolm di essere assassinato".

Nel gennaio 1995, Qubilah Shabazz è stata accusata di aver tentato di assumere un assassino per uccidere Farrakhan come rappresaglia per l'omicidio di suo padre. Farrakhan ha sorpreso la famiglia Shabazz quando ha difeso Qubilah, dicendo che non pensava che fosse colpevole e che sperava che non sarebbe stata condannata. Quel maggio, Betty Shabazz e Farrakhan si strinsero la mano sul palco dell'Apollo Theatre durante un evento pubblico inteso a raccogliere fondi per la difesa legale di Qubilah. Alcuni hanno annunciato la serata come una riconciliazione tra i due, ma altri pensavano che Shabazz stesse facendo tutto il possibile per proteggere sua figlia. Indipendentemente da ciò, quella sera furono raccolti quasi $ 250.000. In seguito, Shabazz ha mantenuto una bella relazione con Farrakhan, anche se ha accettato di parlare alla sua Million Man March quell'ottobre.

Qubilah ha accettato un patteggiamento rispetto alle accuse, in cui ha affermato la sua innocenza ma ha accettato la responsabilità delle sue azioni. Secondo i termini dell'accordo, le è stato richiesto di sottoporsi a consulenza psicologica e trattamento per abuso di droghe e alcol per un periodo di due anni al fine di evitare la pena detentiva. Per tutta la durata del suo trattamento, il figlio di dieci anni di Qubilah, Malcolm, è stato mandato a vivere con Shabazz nel suo appartamento a Yonkers, New York .

Morte

Il 1 giugno 1997, suo nipote di 12 anni Malcolm ha appiccato un incendio nell'appartamento di Shabazz. Shabazz ha subito ustioni su oltre l'80% del suo corpo ed è rimasta in terapia intensiva per tre settimane al Jacobi Medical Center nel Bronx, New York. Ha subito cinque operazioni di sostituzione della pelle mentre i medici hanno lottato per sostituire la pelle danneggiata e salvarle la vita. Shabazz è morta per le ferite riportate il 23 giugno 1997. Malcolm Shabazz è stato condannato a 18 mesi di detenzione minorile per omicidio colposo e incendio doloso .

La tomba di Malcolm X e Betty Shabazz nel cimitero di Ferncliff

Più di 2.000 persone in lutto hanno partecipato a una funzione commemorativa per Shabazz, presso la Riverside Church di New York . Erano presenti molti leader di spicco, tra cui Coretta Scott King e Myrlie Evers-Williams, la poetessa Maya Angelou, gli attori-attivisti Ossie Davis e Ruby Dee, il governatore di New York George Pataki e quattro sindaci di New York City: Abraham Beame, Ed Koch, David Dinkins e Rudi Giuliani . Il Segretario al Lavoro degli Stati Uniti, Alexis Herman, ha reso omaggio al Presidente Bill Clinton . In una dichiarazione rilasciata dopo la morte di Shabazz, il leader dei diritti civili Jesse Jackson ha dichiarato: "Non ha mai smesso di dare e non è mai diventata cinica. Lascia oggi l'eredità di colei che incarnava la speranza e la guarigione".

Il servizio funebre di Shabazz si è tenuto presso l' Islamic Cultural Center di New York City. La sua apparizione pubblica è avvenuta all'Unity Funeral Home di Harlem, lo stesso luogo in cui aveva avuto luogo la visione di Malcolm X 32 anni prima. Shabazz fu sepolta accanto a suo marito, El-Hajj Malik El-Shabazz (Malcolm X), nel cimitero di Ferncliff a Hartsdale, New York.

memoriali

Alla fine del 1997, la Community Healthcare Network ribattezzò una delle sue cliniche di Brooklyn, New York, la Dr. Betty Shabazz Health Center, in onore di Shabazz. La Betty Shabazz International Charter School è stata fondata a Chicago, Illinois, nel 1998 e chiamata in suo onore. Nel 2005, la Columbia University ha annunciato l'apertura del Malcolm X and Dr. Betty Shabazz Memorial and Educational Center . Il memoriale si trova nella Audubon Ballroom, dove fu assassinato Malcolm X. Nel marzo 2012, New York City ha co-nominato Broadway all'angolo della West 165th Street, l'angolo di fronte all'Audubon Ballroom, Betty Shabazz Way.

Ritratti nel cinema e in televisione

Shabazz è stata il soggetto del film per la televisione del 2013 Betty & Coretta, in cui è stata interpretata da Mary J. Blige . Angela Bassett l'ha interpretata nel film del 1992 Malcolm X e in un ruolo meno importante nel film del 1995 Panther . Yolanda King, la figlia di Martin Luther King Jr. e Coretta Scott King, ha interpretato Shabazz nel film per la televisione del 1981 La morte di un profeta, e Shabazz è stata interpretata da Victoria Dillard nel film del 2001 Ali . Joaquina Kalukango la interpreta nel film del 2020 One Night in Miami..., insieme a Kingsley Ben-Adir nei panni di Malcolm X. Shabazz è stato interpretato da Grace Porter nella seconda stagione della serie TV del 2019 Il padrino di Harlem .

Riferimenti

Appunti

Note a piè di pagina

Lavori citati

Ulteriori letture

link esterno