Abito nero Christian Siriano di Billy Porter -Black Christian Siriano gown of Billy Porter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Un uomo in piedi con un abito da ballo di velluto nero con una voluminosa gonna bordata di bianco. La metà superiore dell'abito è in stile smoking.
Billy Porter sul set di Sesame Street nel 2020

L'attore Billy Porter ha indossato un abito da smoking in velluto nero disegnato da Christian Siriano sul tappeto rosso dei 91° Academy Awards il 24 febbraio 2019. All'epoca, Porter era recentemente diventato pubblico per il suo ruolo da protagonista nella serie televisiva FX Pose, e durante la stagione dei premi cinematografici 2018-19 aveva ricevuto attenzione per il suo abbigliamento da tappeto rosso che spingeva i confini . Dopo la sua apparizione al 76° Golden Globe Awards in un abito argento personalizzato con fucsiacon mantello foderato, è stato invitato a presentare interviste sul tappeto rosso al prossimo pre-show degli Oscar. Porter si è avvicinato a Siriano e hanno ideato l'abito da smoking in collaborazione.

L'abito è stato ben accolto dai giornalisti di moda, che ne hanno messo in risalto il design elegante. Ha consolidato lo status di Porter come celebrità e come icona della moda . I critici di moda lo hanno descritto come uno dei vestiti preferiti degli Oscar e uno dei look da red carpet più alla moda di Porter. Porter ha descritto l'abito come un'opera d'arte politica destinata a guidare una conversazione sulla moda maschile e la mascolinità, per la quale ha ricevuto elogi da scrittori di moda, accademici e dal pubblico in generale, nonché critiche da commentatori conservatori.

Sfondo

Billy Porter è diventato famoso per la prima volta dopo aver interpretato il ruolo della drag queen "Lola" nel musical di Broadway Kinky Boots nel 2013, per il quale ha vinto il Tony Award 2013 come miglior attore in un musical . Nel 2018, è stato scelto per interpretare lo stilista di cultura della palla Pray Tell nell'acclamato film drammatico FX Pose, che i critici hanno definito il suo ruolo da protagonista . Porter ha fatto diverse apparizioni sul tappeto rosso durante la stagione dei premi cinematografici 2018-19 grazie alla sua interpretazione in Pose, indossando abiti - sia completi che abiti - di designer tra cui Tom Ford e Michael Kors .

Porter è stato nominato per il Golden Globe Award come miglior attore in una serie televisiva drammatica per il suo ruolo in Pose . Il 6 gennaio 2019, ha sfilato sul tappeto rosso al 76° Golden Globe Awards in un abito argento personalizzato con mantello foderato fucsia disegnato da Randi Rahm . Porter, che è gay, ha dichiarato di voler indossare un vestito che avrebbe suscitato una conversazione sulla moda da red carpet e il suo rapporto con la mascolinità per la sua prima apparizione in un importante spettacolo di premi . Dopo i Golden Globes, la popolarità di Porter è aumentata vertiginosamente; in seguito ha detto che l'abito "ha cambiato tutto per me".

Design e sviluppo

Fare riferimento alla didascalia
Designer Christian Siriano all'OZY Fest (2018)

All'inizio di febbraio 2019, ABC News ha chiesto a Porter di ospitare le interviste pre-spettacolo degli Oscar sul tappeto rosso della 91a edizione degli Academy Awards, in programma per il 24 febbraio. Porter voleva indossare un abito personalizzato e ha selezionato lo stilista Christian Siriano in base alla sua reputazione di vestire celebrità il cui corpo e stile non si adattano alle norme convenzionali di bellezza e moda. Porter e il suo stilista Sam Ratelle si sono avvicinati a Siriano dopo la sua sfilata del 9 febbraio alla New York Fashion Week .

Nonostante il breve preavviso - gli abiti personalizzati da red carpet in genere richiedono mesi per essere completati - Siriano ha accettato immediatamente. Partendo dal desiderio di Porter di giocare con le norme di genere, Siriano ha ideato il concetto combinato di abito da ballo e smoking. Ha anche disegnato un vestito secondario per Porter dopo aver scoperto che l'abito sarebbe stato poco pratico per il palcoscenico in cui Porter avrebbe dovuto condurre le interviste. L'intero design è stato creato in una sola settimana. Siriano, Ratelle e i loro team hanno lavorato fino a 18 ore al giorno per completare gli outfit.

L'insieme finale comprendeva un abito da ballo in velluto nero senza spalline a figura intera su una camicia da smoking bianca con polsini arricciati, sormontata da una giacca da smoking in velluto nero con risvolti in seta e papillon nero . Porter indossava gioielli di Oscar Heyman e stivali con tacco da sei pollici di Rick Owens con l'abito. Dopo il suo arrivo, Porter si è indossato uno smoking con pantaloni a palazzo di velluto nero per condurre interviste pre-spettacolo.

Ratelle ha affermato che il design è stato ispirato dal dipinto di Auguste Renoir Madame Georges Charpentier and her Children (1878). Gli utenti sui social media hanno paragonato l'outfit di Porter a un look simile degli anni '80 dell'icona della cultura del pallone Hector Xtravaganza . Ratelle ha confermato che la somiglianza non era intenzionale, ma ha affermato che lui e Porter sentivano che era un onore "rendere i nostri rispetti a Hector".

Porter ha descritto l'ensemble come una dichiarazione politica che sfida le norme della mascolinità e della femminilità . Parlando a Vogue nel 2019, ha detto: "Questo look è stato interessante perché non è un trascinamento. Non sono una drag queen, sono un uomo con un vestito". In seguito ha spiegato a Variety che era interessato a continuare a spingere le norme per ciò che era considerato accettabile per la moda maschile da red carpet. Ha anche definito la sua scelta di indossare un vestito per gli Oscar una decisione d'affari, dicendo che come intrattenitore, cercare l'attenzione attraverso la moda faceva parte del modo in cui si guadagnava da vivere.

Ricezione

I critici della moda hanno risposto positivamente all'abito al suo debutto, mettendo in evidenza il suo design elegante e l'espressione di genere che spinge i confini . Erica Gonzales di Harper's Bazaar ha scritto che "sembrava degno del proprio Oscar". Vanity Fair ha inserito Porter nella lista dei "migliori vestiti" per il 2019. La gente ha definito l'abito "uno dei più grandi momenti di stile del tappeto rosso degli Oscar". Choire Sicha del New York Times ha definito il suo arrivo "un inizio emozionante" per la serata ed ha espresso disappunto per il fatto che pochi altri ospiti si siano vestiti per sovvertire i ruoli di genere allo stesso modo. Il Philadelphia Inquirer ha definito Porter "la bella della stagione dei tappeti rossi che piega il genere". Il New Yorker l'ha descritta come "una sontuosa collisione di estetica butch-femme". Diversi punti vendita hanno ritenuto che l'aspetto di Porter avesse rubato lo spettacolo. Alcuni critici hanno scherzato sul fatto che avesse "vinto" completamente il tappeto rosso. Un certo numero di critici ha notato che l'abito ha generato una risposta significativa sulle piattaforme di social media come Instagram e Twitter . I dati di fine anno del motore di ricerca di hanno mostrato che l'abito di Porter è stato l'abito da red carpet più cercato del 2019.

Porter ha attirato alcune critiche per aver indossato un vestito sul tappeto rosso. Il commentatore politico conservatore americano Tomi Lahren ha definito il look un "assalto alla mascolinità". Gli utenti dei social media lo hanno accusato di aver contribuito all'evirazione dei neri. Porter ha respinto queste critiche, dicendo: "Non capisco perché il fatto di indossare un vestito causi così tanti conflitti nella tua vita".

Nel febbraio 2020, l'account Twitter dello spettacolo per bambini di lunga data Sesame Street ha pubblicato foto di Porter che indossava l'abito durante le riprese di un'apparizione nello show, suscitando critiche da parte dei commentatori conservatori. Il senatore repubblicano dell'Arkansas Jason Rapert ha pubblicato una serie di post critici su Facebook, culminati nel suggerimento che avrebbe approvato un disegno di legge per tagliare i finanziamenti dalla PBS, la rete televisiva finanziata con fondi pubblici che produce Sesame Street . Porter è andato avanti con l'episodio come previsto, affermando: "Se non ti piace, non guardarlo".

Eredità

Un uomo indossa un abito di tulle color arcobaleno con un lungo strascico.
Porter allo Stonewall 50 – WorldPride NYC 2019, abito di Siriano

Dopo la sua apparizione alla 91esima edizione degli Academy Awards, Porter è diventato popolarmente conosciuto come un'icona della moda, con l'abito da smoking spesso menzionato come il suo primo momento di moda di alto profilo e uno dei suoi abiti più alla moda. Secondo Porter, il suo profilo pubblico è decollato dopo gli Oscar, che ha attribuito direttamente all'impatto dell'abito da smoking. Porter ha espresso sorpresa per la reazione all'abito, dicendo che "non sapevo che sarebbe stato un thiiinnng ". Al contrario, Siriano si aspettava che l'abito fosse un successo, dicendo "Non credo che nessun uomo abbia mai indossato un abito sul tappeto rosso degli Oscar prima d'ora".

I critici di moda che scrivono in retrospettiva hanno descritto l'abito da smoking come un abito iconico degli Oscar. Scrivendo per Allure nel 2020, Ashley C. Ford ha definito il look "l'immagine dell'equilibrio e della regalità". La scrittrice di CNN Style Marianna Cerini ha ricordato l'outfit di Porter come "l'unico look di cui tutti volevano parlare". L'editorialista del Los Angeles Times Robin Abcarian, in una colonna del 2022 sulla moda degli Oscar, ha definito l'abito da smoking un "modo di buon gusto per sfidare le ortodossie della moda".

Gli accademici hanno anche considerato l'eredità dell'abito. La teorica queer Kathryn Bond Stockton era d'accordo con l'affermazione di Porter secondo cui l'abito era un'espressione di potere, chiedendo retoricamente se poteva "cambiare interi sistemi". La storica della moda Lydia Edwards ha convenuto che l'abito fosse una "potente dichiarazione dell'identità queer dell'individuo", ma ha ritenuto improbabile che l'abito da ballo diventasse noto come un indumento "senza genere" data la sua "storia femminile implacabile". Elizabeth Castaldo Lundén ha posto l'abito da smoking in contrappunto a una lunga storia di donne che indossavano abiti agli Oscar. Lundén ha anche notato che sebbene Porter indossasse un altro abito alla 92a edizione degli Academy Awards nel 2020, la stampa aveva ormai "incorporato la sua dichiarazione di moda nel solito pool di critiche sul tappeto rosso", quindi non era più considerata insolita.

Nell'ottobre 2021, Porter ha criticato Vogue per aver presentato il musicista inglese Harry Styles in un vestito come primo modello di copertina da solista maschile . Ha ritenuto inappropriato selezionare un "uomo bianco etero" per rappresentare la moda genderfluid, dicendo che "ha dovuto combattere per tutta la mia vita per arrivare al punto in cui avrei potuto indossare un vestito per gli Oscar e non essere ucciso a colpi di arma da fuoco. Tutto quello che deve fare devi solo essere bianco e dritto". Porter in seguito si è scusato per aver coinvolto Styles nella conversazione, dicendo che la sua critica era diretta ai "sistemi di oppressione e cancellazione delle persone di colore che contribuiscono alla cultura".

Una fotografia dell'abito è stata presentata a "Gender Bending Fashion", una mostra del 2019 al Museum of Fine Arts di Boston, insieme ad altri articoli di moda non conformi al genere come uno smoking indossato da Marlene Dietrich in Marocco (1930). Nel 2022, l'abito è stato presentato nella mostra "Fashioning Masculinities: The Art of Menswear" al Victoria and Albert Museum di Londra. È stato mostrato con un abito da sposa indossato dalla drag queen Bimini Bon-Boulash nella seconda serie di RuPaul's Drag Race UK e l' abito Gucci indossato da Styles sulla copertina di Vogue .

Guarda anche

Riferimenti