Boston Celtics -Boston Celtics

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Boston Celtics
Stagione 2022–23 dei Boston Celtics
Logo Boston Celtics
Conferenza Orientale
Divisione atlantico
Fondato 1946
Storia Boston Celtics
1946-oggi
Arena Giardino T.D
Posizione Boston, Massachusetts
I colori della squadra Verde, bianco, nero, oro, marrone
Sponsor principale Vistaprint
Amministratore delegato Wyc Grousbeck
Presidente Ricca Gotham
Direttore generale Brad Stevens
Capo allenatore Ime Udoka
Proprietà Partner di basket di Boston
Affiliazione/i Maine Celtics
Campionati 17 ( 1957, 1959, 1960, 1961, 1962, 1963, 1964, 1965, 1966, 1968, 1969, 1974, 1976, 1981, 1984, 1986, 2008 )
Titoli di conferenze 10 ( 1974, 1976, 1981, 1984, 1985, 1986, 1987, 2008, 2010, 2022 )
Titoli di divisione 32 ( 1957, 1958, 1959, 1960, 1961, 1962, 1963, 1964, 1965, 1972, 1973, 1974, 1975, 1976, 1980, 1981, 1982, 1984, 1986, 1987, 1988, 1991, 1991, 1992, 2005, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2017, 2022 )
Numeri in pensione 23 ( 00, 1, 2, 3, 5, 6, 10, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 21, 22, 23, 24, 25, 31, 32, 33, 34, 35, LOSCY )
Sito web nba.com/celtics
Kit body bostonceltics association.png
Maglia dell'Associazione
Kit pantaloncini bostonceltics association.png
I colori della squadra
Associazione
Kit body bostonceltics icon.png
Maglia icona
Kit pantaloncini bostonceltics icon.png
I colori della squadra
Icona
Kit body bostonceltics statement.png
Maglia dichiarazione
Kit pantaloncini bostonceltics statement.png
I colori della squadra
Dichiarazione
Kit corpo bostonceltics city2122.png
Maglia da città
Kit pantaloncini bostonceltics city2122.png
I colori della squadra
Città
Kit corpo bostonceltics classic2122.png
Maglia classica
Kit pantaloncini bostonceltics classic2122.png
I colori della squadra
Classico

I Boston Celtics ( / ˈ s ɛ l t ɪ k s / SEL - tiks ) sono una squadra di basket professionistica americana con sede a Boston . I Celtics competono nella National Basketball Association (NBA) come membri della Eastern Conference Atlantic Division della lega . Fondati nel 1946 come una delle otto squadre originali della lega, i Celtics giocano le partite casalinghe al TD Garden, che condividono con i Boston Bruins della National Hockey League . I Celtics sono una delle squadre di basket di maggior successo nella storia della NBA. La franchigia è una delle due squadre con 17 campionati NBA, l'altra franchigia sono i Los Angeles Lakers . I Celtics attualmente detengono il record per il maggior numero di vittorie registrate di qualsiasi squadra NBA.

I Celtics hanno una notevole rivalità con i Los Angeles Lakers, che è stata fortemente evidenziata negli anni '60 e '80. Durante i numerosi incontri tra le due squadre negli anni '80, la star dei Celtics, Larry Bird, e la star dei Lakers, Magic Johnson, ebbero una faida in corso. La franchigia ha giocato contro i Lakers un record di 12 volte nelle finali NBA (comprese le recenti apparizioni nel 2008 e nel 2010 ), di cui i Celtics ne hanno vinte nove. Quattro giocatori dei Celtics ( Bob Cousy, Bill Russell, Dave Cowens e Larry Bird) hanno vinto l' NBA Most Valuable Player Award per un totale record NBA di 10 premi MVP. Sia il soprannome "Celtics" che la loro mascotte "Lucky the Leprechaun" sono un cenno alla popolazione irlandese storicamente numerosa di Boston, e anche agli Original Celtics, una squadra principale prima della NBA.

L'ascesa al dominio dei Celtics iniziò alla fine degli anni '50, dopo che l'allenatore Red Auerbach acquisì il centro Bill Russell, che sarebbe diventato la pietra angolare della dinastia dei Celtics, in una bozza di scambio nel 1956. Guidato da Russell e dal playmaker Bob Cousy, il I Celtics vinsero il loro primo campionato NBA nel 1957. Russell, insieme a un talentuoso cast di supporto di futuri Hall of Famers tra cui John Havlicek, Tom Heinsohn, KC Jones, Sam Jones, Satch Sanders e Bill Sharman, avrebbero inaugurato i Celtics nel periodo più bello nella storia della franchigia, vincendo otto campionati NBA consecutivi dal 1959 al 1966. Dopo che Russell si ritirò nel 1969, la squadra entrò in un periodo di ricostruzione. A metà degli anni '70, i Celtics tornarono ad essere contendenti, vincendo due campionati nel 1974 e nel 1976 sotto la guida del centro Dave Cowens e del playmaker JoJo White .

Negli anni '80, i Celtics tornarono al dominio, così come rinnovarono la competizione con i "Showtime" Lakers, guidati da Magic Johnson e Kareem Abdul-Jabbar . Ancorati dai "Big Three" di Larry Bird, Kevin McHale e Robert Parish, i Celtics hanno vinto i campionati nel 1981, 1984 e 1986 . La squadra ha sconfitto i Lakers nelle finali del 1984, ma ha perso contro Los Angeles nel 1985 e nel 1987 . Dopo la partenza di Parish come free agent e il ritiro sia di Bird che di McHale, la squadra ha lottato per tutti gli anni '90 e gran parte dei primi anni 2000. Fu solo quando i Celtics assemblarono un nuovo "Big Three" di Kevin Garnett, Paul Pierce e Ray Allen che trovarono di nuovo il successo. Sotto la guida dell'allenatore Doc Rivers, la squadra ha battuto i Lakers vincendo un campionato nel 2008, ma ha perso contro Los Angeles in una serie di sette partite nel 2010, l'ultimo incontro di finali tra i due antichi rivali.

All'inizio della stagione 2013-14, nessuno dei nuovi "Tre Grandi" era ancora con la squadra. Garnett e Pierce furono ceduti ai Brooklyn Nets, mentre Allen se ne andò come free agent. Dopo un periodo di ricostruzione, i Celtics tornarono ad essere una forza sotto la guida dell'allenatore Brad Stevens . Durante la stagione 2016-17, i Celtics hanno conquistato la testa di serie nella Eastern Conference, ma sono stati eliminati nelle finali della Conference. Guidata da Jaylen Brown e Jayson Tatum, la squadra è tornata alle finali della Conference nel 2018 e nel 2020 e ha raggiunto le finali NBA nel 2022 nella prima stagione al timone dell'allenatore Ime Udoka .

Storia del franchising

1946–1950: primi anni

I Boston Celtics furono formati il ​​6 giugno 1946 dal presidente della Boston Garden-Arena Corporation Walter A. Brown come squadra della Basketball Association of America, e divennero parte della National Basketball Association dopo l'assorbimento della National Basketball League da parte del BAA nell'autunno del 1949. Nel 1950, i Celtics ingaggiarono Chuck Cooper, diventando la prima franchigia NBA a reclutare un giocatore di colore. Chuck Connors, famoso per The Rifleman, era un membro originale dei Celtics nel 1946.

1950–1957: arrivo di Bob Cousy e Red Auerbach

Bob Cousy ha giocato 13 anni per la squadra, 6 dei quali sono terminati con titoli NBA

I Celtics hanno lottato durante i loro primi anni, fino all'assunzione dell'allenatore Red Auerbach . All'inizio della franchigia, Auerbach non aveva assistenti, gestiva tutti gli allenamenti, faceva tutto lo scouting - sia delle squadre avversarie che dei potenziali clienti del college - e programmava tutti i viaggi su strada. Uno dei primi grandi giocatori a unirsi ai Celtics fu Bob Cousy, che Auerbach inizialmente rifiutò di arruolare fuori dalla vicina Holy Cross perché era "troppo appariscente". Il contratto di Cousy alla fine divenne proprietà dei Chicago Stags, ma quando la franchigia fallì, Cousy andò ai Celtics in un progetto di dispersione. Dopo la stagione 1955-1956, Auerbach fece uno scambio straordinario, inviando l'all-Star Ed Macauley perenne ai St. Louis Hawks insieme ai diritti di draft di Cliff Hagan per la seconda scelta assoluta nel draft. Dopo aver negoziato con i Rochester Royals, una trattativa che includeva la promessa che il proprietario dei Celtics avrebbe inviato le tanto ricercate Ice Capades a Rochester se i Royals avessero lasciato che Russell scivolasse al numero 2 - Auerbach ha utilizzato il plettro per selezionare l' Università di San Francisco centro Bill Russell . Auerbach acquisì anche Tom Heinsohn, uno dei migliori di Holy Cross e Rookie of the Year 1957 NBA . Russell e Heinsohn hanno lavorato straordinariamente bene con Cousy, ed erano i giocatori attorno ai quali Auerbach avrebbe costruito i campioni dei Celtics per più di un decennio.

1956–1969: epoca di Bill Russell

Bill Russell ha recitato in 11 squadre per il titolo NBA in 13 anni come Celtic
Sam Jones ha giocato con i Celtics (1957–1969) vincendo 10 titoli

Con Bill Russell, i Celtics avanzarono alle finali NBA del 1957 e sconfissero i St. Louis Hawks in sette partite, la prima di un record di 17 campionati. Russell ha vinto 11 campionati, rendendolo il giocatore più decorato nella storia della NBA. Nel 1958, i Celtics avanzarono di nuovo alle finali NBA, questa volta perdendo contro gli Hawks in 6 partite. Tuttavia, con l'acquisizione di KC Jones quell'anno, i Celtics iniziarono una dinastia che sarebbe durata per più di un decennio. Nel 1959, i Celtics vinsero il campionato NBA dopo aver spazzato via i Minneapolis Lakers, il primo dei loro otto campionati consecutivi record.

Durante quel periodo, i Celtics hanno incontrato i Lakers nelle finali cinque volte, dando inizio a un'intensa e spesso aspra rivalità che ha attraversato generazioni. Nel 1964, i Celtics divennero la prima squadra NBA ad avere una formazione titolare tutta afroamericana. Il 26 dicembre 1964, Willie Naulls sostituì un infortunato Tom Heinsohn, unendosi a Tom 'Satch' Sanders, KC Jones, Sam Jones e Bill Russell nella formazione di partenza. I Celtics sconfissero St. Louis 97–84. Boston ha vinto le sue successive 11 partite con Naulls che ha iniziato al posto di Heinsohn. I Celtics della fine degli anni '50 -'60 sono ampiamente considerati una delle squadre più dominanti di tutti i tempi.

Auerbach si ritirò da allenatore dopo la stagione 1965-1966 e Russell subentrò come giocatore-allenatore, che era lo stratagemma di Auerbach per mantenere Russell interessato. Con la sua nomina Russell è diventato il primo allenatore afroamericano in qualsiasi sport professionistico statunitense. Auerbach sarebbe rimasto il direttore generale, posizione che avrebbe ricoperto fino agli anni '80. Tuttavia, la serie di titoli NBA dei Celtics terminò quando persero contro i Philadelphia 76ers nelle finali della Eastern Conference del 1967. La vecchia squadra riuscì a vincere altri due campionati nel 1968 e nel 1969, sconfiggendo ogni volta i Los Angeles Lakers . Russell si ritirò dopo la stagione 1969, ponendo fine alla dinastia dei Celtics che aveva ottenuto 11 titoli NBA senza rivali in 13 stagioni. La serie di 8 vittorie consecutive della squadra è la più lunga serie di vittorie consecutive nella storia degli sport professionistici statunitensi.

1970–1978: epoca Cowens–Havlicek–White

John Havlicek, 17 anni con i Celtics
Dave Cowens, due titoli e MVP nel 1973

La stagione 1970 è stata un anno di ricostruzione, poiché i Celtics hanno avuto il loro primo record di sconfitte dalla stagione 1949-1950 . Tuttavia, con l'acquisizione di Paul Silas e dei futuri Hall of Famers Dave Cowens e Jo Jo White, i Celtics tornarono presto a dominare. Dopo aver perso nelle finali della Eastern Conference nel 1972, i Celtics si sono raggruppati e sono usciti determinati nel 1973 e hanno registrato un eccellente record di 68-14 nella stagione regolare. Ma la stagione si è conclusa con una delusione, poiché sono stati sconvolti in sette partite dai New York Knicks nelle finali di Conference. John Havlicek si è infortunato alla spalla destra in gara sei ed è stato costretto a giocare in gara sette sparando con la mano sinistra. I Celtics tornarono ai playoff l'anno successivo, sconfiggendo i Milwaukee Bucks nelle finali NBA nel 1974 per il loro 12° campionato NBA . Boston ha preso un vantaggio di 3–2 nella serie e ha avuto la possibilità di rivendicare il titolo sul campo di casa. I Bucks hanno vinto Gara Sei a Boston quando Kareem Abdul-Jabbar si è annidato in un tiro da gancio a 3 secondi dalla fine del secondo tempo supplementare del gioco, e la serie è tornata a Milwaukee. Cowens è stato l'eroe in Gara 7, segnando 28 punti, poiché i Celtics hanno riportato il titolo a Boston per la prima volta in cinque anni.

Nel 1976, la squadra vinse l'ennesimo campionato, sconfiggendo i Phoenix Suns in sei partite. Le finali hanno caratterizzato uno dei più grandi giochi nella storia della NBA. Con la serie in parità a due partite a testa, i Suns sono rimasti in svantaggio all'inizio del Boston Garden, ma sono tornati per forzare i tempi supplementari. Nel doppio tempo supplementare, un saltatore di svolta di Gar Heard nella parte superiore della chiave ha mandato la partita al terzo tempo supplementare, a quel punto i Celtics hanno prevalso. Dopo il campionato del 1976 e un'apparizione ai playoff nel 1977, Boston entrò in un'altra fase di ricostruzione. Nel draft NBA del 1977, i Celtics arruolarono un giovane attaccante dell'UNC Charlotte di nome Cedric Maxwell . "Cornbread" Maxwell non ha contribuito molto nella sua stagione da rookie, ma ha mostrato risultati promettenti. Il lavoro di Auerbach divenne ancora più difficile dopo la stagione 1977-78 in cui andò 32-50 quando Havlicek, capocannoniere di tutti i tempi dei Celtics, si ritirò dopo 16 stagioni.

I Celtics possedevano due delle prime otto scelte nel draft NBA del 1978 . Auerbach ha corso un rischio selezionando il giovane Larry Bird dell'Indiana State con la sesta scelta assoluta, sapendo che Bird sarebbe rimasto al college per il suo ultimo anno ma credendo che il suo potenziale gli avrebbe fatto valere la pena aspettare. La squadra ha mantenuto i diritti di Bird per un anno e lo ha firmato subito dopo aver guidato l'Indiana State alla partita del campionato NCAA. Nel 1978, il proprietario dei Celtics Irv Levin ha scambiato franchising con il proprietario dei Buffalo Braves John Y. Brown Jr. . Due settimane prima che lo scambio di franchising fosse ufficializzato, sono stati riportati i dettagli di uno scambio di sei giocatori tra le due squadre. Boston ha inviato Freeman Williams, Kevin Kunnert e Kermit Washington ai Braves per "Tiny" Archibald, Billy Knight e Marvin Barnes . La mossa ha portato i fan di Boston contro Brown, sia perché Kunnert e Washington erano visti come pezzi chiave del futuro della squadra sia perché Auerbach ha dichiarato pubblicamente di non essere stato consultato sullo scambio.

1979–1992: era di Larry Bird

Il rapporto tra Brown e Auerbach peggiorò con la decisione di Brown di acquisire Bob McAdoo nel febbraio 1979, in cambio di tre scelte al primo turno che Auerbach aveva pianificato di utilizzare per ricostruire la franchigia. Ancora una volta, Brown ha fatto lo scambio senza consultare Auerbach. Di conseguenza, Auerbach ha quasi lasciato Boston per accettare un lavoro con i New York Knicks . Con il forte sostegno del pubblico dietro Auerbach, Brown vendette la squadra a Harry Mangurian nel 1979 piuttosto che correre il rischio di perdere il suo famoso direttore generale. I Celtics avrebbero lottato per tutta la stagione, andando 29–53. I nuovi arrivati ​​Chris Ford, Rick Robey, Cedric Maxwell e Nate Archibald non sono riusciti a invertire lo slancio della squadra.

12 volte All-Star Larry Bird ha giocato nei Celtics dal 1979 al 1992. È ampiamente considerato uno dei più grandi giocatori di basket di tutti i tempi.

Larry Bird ha debuttato con i Celtics durante la stagione 1979-80 . Con un nuovo proprietario in posizione, Auerbach ha fatto una serie di mosse che avrebbero riportato la squadra alla ribalta. Quasi immediatamente cedette McAdoo, un ex campione del punteggio NBA, ai Detroit Pistons per la guardia M. L. Carr, uno specialista di difesa, e due scelte al primo turno nel draft NBA del 1980 . Ha anche preso il playmaker Gerald Henderson dal CBA . Carr, Archibald, Henderson e Ford hanno formato una zona di difesa altamente competente, fondendosi bene con la talentuosa zona d'attacco di Cowens, Maxwell e Bird. Con Bird che ha vinto il premio NBA Rookie of the Year, la squadra è andata 61–21, un miglioramento di 32 partite rispetto alla stagione precedente. Giocando forte nei playoff, i Celtics sono caduti contro i Philadelphia 76ers nelle finali della Eastern Conference.

Dopo la stagione, Auerbach ha completato uno degli scambi più sbilenco nella storia della NBA, ottenendo un paio di futuri Hall of Famers per un paio di scelte al draft del primo turno. Cercando di migliorare immediatamente la squadra, Auerbach ha inviato le due scelte del primo turno della squadra ai Golden State Warriors sia per il centro Robert Parish che per la scelta del primo turno dei Warriors. Ha poi usato il plettro ottenuto dai Celtics dal Golden State per selezionare l'attaccante dell'Università del Minnesota Kevin McHale . I "Big Three" di Bird, McHale e Parish hanno giocato insieme per i Celtics fino al 1992, hanno vinto tre campionati NBA insieme e sono stati successivamente descritti come il miglior campo d'attacco NBA di tutti i tempi.

Nonostante abbia perso il centro Dave Cowens per il ritiro alla fine del ritiro, i Celtics sono andati 62–20 sotto la guida dell'allenatore Bill Fitch nel 1980–81 . Ancora una volta, i Celtics hanno affrontato i 76ers nelle finali della Eastern Conference, perdendo 3–1 prima di tornare a vincere Gara 7, 91–90. I Celtics vinsero il campionato NBA del 1981 contro gli Houston Rockets, con Maxwell nominato MVP delle finali NBA .

Dopo la stagione 1981-82, i Celtics incontrarono ancora una volta i 76ers nei playoff. Questa volta, hanno perso in sette partite. Nel 1983 i Celtics furono travolti nei playoff (la prima per la franchigia) dai Milwaukee Bucks; in seguito, Fitch si dimise e la squadra fu venduta a nuovi proprietari guidati da Don Gaston .

Nel 1983–84, i Celtics sotto la guida del nuovo allenatore KC Jones sarebbero andati 62–20 e sarebbero tornati alle finali NBA dopo una pausa di tre anni. Boston è tornato da uno svantaggio di 2-1 per sconfiggere i Lakers per il loro 15esimo campionato. Bird ha rinnovato la sua rivalità al college con la star dei Lakers Magic Johnson durante questa serie. Dopo la stagione, Auerbach si è ufficialmente ritirato dalla carica di direttore generale, ma ha mantenuto la carica di presidente della squadra. Gli successe Jan Volk .

Nel 1985, Lakers e Celtics si incontrarono di nuovo nelle finali, con la vittoria dei Lakers. Questa è stata la prima volta che i Lakers hanno sconfitto i Celtics nelle finali e l'unica volta che la squadra ha vinto un campionato al Boston Garden. Durante la successiva bassa stagione, i Celtics acquisirono Bill Walton dai Los Angeles Clippers in cambio di Cedric Maxwell . Walton era stato un All-Star e MVP della lega mentre guidava i Portland Trail Blazers al campionato NBA del 1977, ma da allora gli infortuni lo avevano zoppicato. Considerato il miglior centro di passaggio nella storia della NBA, è rimasto in salute ed è stato una parte importante del successo dei Celtics nel 1986.

I Celtics vinsero la seconda scelta nel draft NBA del 1986 e arruolarono la star dell'Università del Maryland Len Bias, una delle prospettive più annunciate della sua epoca. Bias morì 36 ore dopo per un'overdose accidentale di cocaina. Nonostante la tragedia, i Celtics rimasero competitivi nel 1986–87, andando 59–23 e vincendo di nuovo l'Eastern Conference Championship. Sono stati sconfitti in finale dai Lakers in sei partite.

Nel 1988, i Celtics persero in sei partite contro i Detroit Pistons nelle finali della Eastern Conference. Dopo la stagione, l'allenatore KC Jones si è ritirato ed è stato sostituito dall'assistente Jimmy Rodgers . Le speranze di Boston per il 1988-89 sono svanite quando Bird è stato sottoposto a una procedura per rimuovere gli speroni ossei ai piedi all'inizio della stagione, ei Celtics hanno vinto solo 42 partite prima di una sconfitta ai playoff al primo turno contro i Pistons. Bird tornò nel 1989–90 e portò i Celtics a un record di 52–30. Nei playoff, i Celtics sono crollati dopo aver vinto le prime due partite in una serie al meglio delle cinque contro i New York Knicks, perdendo tre partite consecutive e la serie. Dopo i playoff, Rodgers è stato licenziato e sostituito dall'assistente allenatore ed ex giocatore dei Celtics Chris Ford .

Sotto la guida di Ford, i Celtics sono migliorati a 56–26 nel 1990–91, riconquistando il titolo della Atlantic Division anche se Bird ha saltato 22 partite a causa di diversi infortuni. I Celtics hanno perso ancora una volta contro i Pistons nei playoff. Nel 1992, un rally di fine stagione ha permesso a una squadra di Celtics 51–31 di catturare i New York Knicks e ripetersi come campione dell'Atlantic Division. Dopo aver spazzato via gli Indiana Pacers al primo turno, i Celtics hanno perso una serie di sette semifinali della Eastern Conference contro i Cleveland Cavaliers . Gli infortuni alla schiena hanno limitato Bird a sole 45 partite di stagione regolare e solo quattro su dieci nei playoff. Dopo tredici stagioni NBA e una medaglia d'oro alle Olimpiadi di Barcellona con il Dream Team, i continui problemi alla schiena portarono Bird al ritiro nel 1992.

1993–1998: anni di ricostruzione

La perdita di Bird e l'invecchiamento delle altre stelle veterane della squadra hanno costretto l'allenatore Chris Ford a una modalità di ricostruzione. Le speranze erano incentrate sul 26enne Reggie Lewis, un piccolo attaccante della Northeastern University di Boston . Nel primo turno dei playoff del 1993 Lewis svenne durante la sconfitta in serie di quattro partite di Boston contro gli Charlotte Hornets . Un esame ha rivelato problemi cardiaci, ma Lewis è stato in grado di convincere i medici a scagionarlo per una rimonta. Prima che potesse farcela, morì di infarto mentre tirava a canestro alla Brandeis University durante la bassa stagione. I Celtics hanno onorato la sua memoria ritirando il suo numero 35. Con McHale che si era ritirato dopo la sconfitta ai playoff dei Celtics contro gli Hornets, l'era originale dei Big 3 di Boston si è conclusa nel 1994 dopo la firma di Robert Parish con Charlotte. La squadra è crollata, finendo fuori dai playoff con un punteggio di 32-50.

Nel 1994, i Celtics hanno assunto l'ex giocatore e leggendaria cheerleader che sventola asciugamani ML Carr come nuovo vicepresidente delle operazioni di basket della squadra. Lavorando al fianco del direttore generale Jan Volk, Carr scelse la star dell'Università della Carolina del Nord Eric Montross con la prima scelta di Boston nel draft NBA del 1994 . Montross divenne il nuovo erede apparente nella pittura, ma non riuscì a svilupparsi e alla fine fu scambiato. Il 1994–95 è stata l'ultima stagione dei Celtics al Boston Garden . I Celtics hanno firmato l'anziano Dominique Wilkins come free agent, che ha guidato la squadra nel punteggio con 17,8 PPG. Il giocatore del secondo anno Dino Rađa, un potente attaccante croato, ha aggiunto una presenza interna che era mancata alla squadra nel 1993-94 . I Celtics hanno raggiunto i playoff, perdendo in 4 partite contro i favoriti Orlando Magic . Nel 1995, i Celtics si trasferirono dal Boston Garden al Fleet Center (poi TD BankNorth, poi TD Garden ). Carr ha licenziato Chris Ford e ha preso lui stesso le redini dell'allenatore. Dopo aver arruolato la star del Providence College Eric Williams, i Celtics hanno lottato per un record di 33–49.

Le cose peggiorarono nel 1996-97 quando i Celtics persero il record di franchigia di 67 partite, stabilendo un record NBA indesiderato vincendo solo una volta contro altre squadre dell'Atlantic Division e solo quindici vittorie complessive. Nonostante l'emergere della prima scelta al draft Antoine Walker, Carr si è dimesso dopo la fine della stagione, mentre Rick Pitino è stato assunto per unirsi alla franchigia come presidente della squadra, direttore delle operazioni di basket e capo allenatore, secondo quanto riferito con un $ 70 milioni di dieci. -anno di contratto. Volk si è dimesso il 7 maggio 1997. La nomina di Pitino a presidente della squadra è stata controversa poiché Auerbach, l'incumbent che aveva ricoperto quel ruolo per più di 25 anni, ha sentito per la prima volta del cambiamento dai media locali. Sfortunatamente per il franchise, Pitino non era il salvatore che tutti speravano che fosse. Auerbach ha sopportato l'insulto di essere stato sgomitato con dignità, anche se la squadra non è riuscita a migliorare.

I Celtics hanno ricevuto la terza e la sesta scelta al draft NBA del 1997 e hanno utilizzato le scelte per selezionare un nuovissimo backcourt attraverso Chauncey Billups e Ron Mercer . La giovane squadra che ha perso 67 partite l'anno prima è stata smantellata, con David Wesley, Dino Rađa e Rick Fox che sono stati lasciati andare, e Williams ha ceduto ai Denver Nuggets un paio di scelte al secondo turno (Williams sarebbe tornato ai Celtics nel 1999 e ha giocato per quattro anni). Walter McCarty è stato anche acquisito in uno scambio con i Knicks. Con un inizio promettente, sconvolgendo i campioni in carica dei Chicago Bulls in casa nella serata di apertura, e il duro gioco dei giovani che ha portato alla leadership in palle perse e palle rubate, la squadra ha migliorato le sue vittorie da 15 a 36 nonostante molte serie di sconfitte. Billups è stato successivamente ceduto ai Raptors durante il suo anno da rookie e Mercer è stato ceduto ai Nuggets durante la sua terza stagione.

1998–2013: epoca di Paul Pierce

Draftato dai Celtics nel 1998, Paul Pierce ha continuato a recitare per i Celtics e in seguito ha vinto l'NBA Finals MVP Award quando la squadra ha vinto il campionato NBA nel 2008

L'anno successivo, nel draft NBA del 1998, i Celtics arruolarono Paul Pierce, una star del college che avrebbe dovuto essere arruolato molto prima della decima scelta assoluta dei Celtics. Pierce ha avuto un impatto immediato durante la stagione 1998-99 ridotta dal lockout, con una media di 19,5 punti ed essere stato nominato Rookie of The Month a febbraio mentre guidava il campionato nelle palle rubate. Tuttavia, i Celtics hanno continuato a lottare poiché Pitino non è riuscito a ottenere un successo significativo. Dopo che Boston ha perso contro i Toronto Raptors il 1 marzo 2000, su un cicalino di Vince Carter, Pitino ha pronunciato il memorabile discorso "attraversare quella porta", invocando Bird, McHale e Parish, che è stato spesso citato nel corso degli anni come un controllo di realtà per le organizzazioni che lottano con la gloria passata. Si è dimesso nel gennaio 2001.

Dopo le dimissioni di Rick Pitino, i Celtics hanno visto un modesto miglioramento sotto la guida dell'allenatore Jim O'Brien . Paul Pierce è maturato in una stella della NBA ed è stato abilmente integrato da Antoine Walker e dagli altri giocatori acquisiti nel corso degli anni. Mentre la squadra aveva 12–21 quando Pitino se ne andò, il record di O'Brien per finire la stagione era di 24–24. Dopo la stagione 2000-2001, a O'Brien è stato assegnato l'incarico di capo allenatore a tempo indeterminato. Come risultato di numerosi scambi, i Celtics hanno avuto tre scelte nel draft NBA del 2001 . Hanno selezionato Joe Johnson, Joe Forte e Kedrick Brown . Solo Johnson è riuscito ad avere successo in NBA, diventando un perenne All-Star dopo aver lasciato i Celtics.

I Celtics sono entrati nella stagione 2001-2002 con basse aspettative. Il successo della squadra nelle ultime fasi del 2000-2001 è stato in gran parte dimenticato e i critici sono rimasti sorpresi quando la squadra, insieme ai New Jersey Nets, è salita in cima alla Atlantic Division davanti ai Philadelphia 76ers, che erano appena usciti da una trasferta alle finali NBA . I Celtics hanno vinto una combattuta serie di 5 partite con i 76ers al primo turno, 3–2. Pierce ha segnato 46 punti nello scoppio della serie al Fleet Center . Nelle semifinali della Conference, i Celtics hanno sconfitto i favoriti Detroit Pistons 4-1. Nella loro prima trasferta alle finali della Eastern Conference dal 1988, i Celtics sono balzati in vantaggio per 2-1 nella serie sui Nets, dopo aver recuperato da 21 punti in meno nel quarto quarto per vincere Gara 3, ma avrebbero perso le tre partite successive a caduta 4–2.

Nel 2003, i Celtics furono venduti dal proprietario Paul Gaston alla Boston Basketball Partners LLC, guidata da H. Irving Grousbeck, Wycliffe Grousbeck e Steve Pagliuca . La squadra è tornata ai playoff ma è stata travolta dai Nets al secondo turno, nonostante abbia portato Gara 4 al raddoppio dei tempi supplementari. Prima della loro eliminazione, la squadra ha assunto l'ex guardia dei Celtics Danny Ainge come direttore generale, spostando Chris Wallace in un'altra posizione nell'organizzazione. Ainge credeva che la squadra avesse raggiunto il suo apice e mandò prontamente Antoine Walker ai Dallas Mavericks (insieme a Tony Delk ). In cambio, i Celtics hanno ricevuto Raef LaFrentz, Chris Mills, Jiří Welsch, spesso infortunato, e una scelta al primo turno nel 2004 . I Celtics hanno fatto i playoff, solo per essere travolti al primo turno dagli Indiana Pacers, perdendo tutte e 4 le partite per margini di scoppio.

2004–2007: arrivo di Doc Rivers

L'allenatore Doc Rivers ha portato i Celtics a un titolo NBA nel 2008.

I Celtics erano una squadra giovane sotto il nuovo allenatore Doc Rivers durante la stagione 2004-2005, dopo aver arruolato i giovani Al Jefferson, Delonte West e Tony Allen nel Draft 2004. Eppure sembravano avere un nucleo di bravi giovani giocatori, guidati da Pierce e dal rookie Al Jefferson, per accompagnare un gruppo di abili veterani. I Celtics sono andati 45–37 e hanno vinto il loro primo titolo della Atlantic Division dal 1991–92, ricevendo una spinta dal ritorno della star Antoine Walker a metà stagione. I Pacers li hanno sconfitti ancora una volta al primo round, con la serie culminata in un'imbarazzante perdita di 27 punti in Gara 7 al Fleet Center . Dopo la stagione, Walker è stato nuovamente ceduto, questa volta ai Miami Heat . Nonostante la stagione in carriera di Pierce, in cui ha segnato una media di punti in carriera (26,8), i Celtics hanno saltato i playoff con un record di 33–49, principalmente a causa di un giovane roster e di un continuo rimescolamento del roster, che ha visto artisti del calibro di Marcus Banks, Ricky Davis e Mark Blount hanno scambiato per l'ex prima scelta assoluta Michael Olowokandi e l'ex all-star Wally Szczerbiak .

I Celtics hanno continuato a ricostruire nel draft NBA 2006 . I Celtics hanno scelto il playmaker del Kentucky Rajon Rondo, che sarebbe diventato un pezzo chiave nel rilancio della squadra. Nel secondo turno i Celtics hanno aggiunto il centro Leon Powe . La stagione 2006-2007 è stata cupa per la franchigia, a partire dalla morte di Red Auerbach a 89 anni. Auerbach è stata una delle poche persone rimaste che avevano fatto parte della NBA sin dal suo inizio nel 1946. I Celtics sono andati 2– 22 da fine dicembre 2006 all'inizio di febbraio 2007 dopo aver perso Pierce per un infortunio, il risultato di una reazione da stress al piede sinistro. All'inizio, i Celtics hanno ricevuto una spinta tanto necessaria dalla guardia Tony Allen, ma dopo il fischio ha strappato il suo ACL e MCL in un inutile tentativo di schiacciata. I Celtics hanno compilato un record di 24–58, il secondo peggiore della NBA, inclusa un record di 18 sconfitte consecutive in franchising . Alla fine della stagione, i Celtics, con il secondo peggior record della NBA, speravano almeno di poter ottenere una scelta al draft più alta e selezionare Greg Oden o Kevin Durant per aiutare a ricostruire la franchigia, ma i Celtics sono caduti al quinto posto nella lotteria del Draft.

2007–2012: Nuovi "Big Three": era Pierce, Allen e Garnett

Nell'estate del 2007, il direttore generale Danny Ainge ha fatto una serie di mosse che hanno riportato i Celtics alla ribalta. Nella notte del draft, ha scambiato la scelta n. 5 Jeff Green, Wally Szczerbiak e Delonte West con Seattle per la perenne All-Star Ray Allen e la scelta del secondo round di Seattle, che la squadra ha utilizzato per selezionare Glen "Big Baby" Davis della LSU . I Celtics hanno poi scambiato Ryan Gomes, Gerald Green, Al Jefferson, Theo Ratliff, Sebastian Telfair e una scelta al primo turno con i Timberwolves in cambio dell'attaccante superstar Kevin Garnett . Queste mosse hanno creato un nuovo "Big Three" di Pierce, Allen e Garnett.

Kevin Garnett e Ray Allen sono stati i giocatori chiave nella vittoria del titolo NBA 2008 dei Celtics

Nella stagione 2007-2008, i Celtics hanno completato la più grande inversione di tendenza in una sola stagione nella storia della NBA . La squadra è andata 66–16 nella stagione regolare, un miglioramento di 42 partite rispetto al record del 2006-2007. Tuttavia, la squadra ha lottato nei primi turni dei playoff, avendo bisogno di sette partite per sconfiggere gli Atlanta Hawks al primo turno e altre sette per sconfiggere i Cleveland Cavaliers nelle semifinali della conference. I Celtics hanno poi battuto i Detroit Pistons in sei partite nelle finali della Eastern Conference, vincendo due partite in trasferta.

Per l'undicesima volta nella storia del campionato, e per la prima volta dal 1987, Celtics e Lakers si sono affrontati nelle finali NBA. I Celtics hanno vinto Gara 1 in casa 98–88, alimentati dal gioco forte di Garnett e dalla drammatica rimonta di Pierce da un infortunio al ginocchio nel secondo tempo. Hanno vinto la seconda partita per 108–102 nonostante abbiano quasi perso un vantaggio di 24 punti nel quarto quarto. Quando la serie si è spostata a Los Angeles, i Lakers hanno soffocato Pierce e Garnett nella terza partita e hanno vinto 87-81. Tuttavia, i Celtics avrebbero superato uno svantaggio di 24 punti in Gara 4 vincendo 97–91, realizzando la più grande rimonta in gioco nella storia delle finali NBA. Dopo aver nuovamente ottenuto un ampio vantaggio, i Lakers hanno resistito per vincere Gara 5 103–98, rimandando la serie a Boston. In gara 6, i Celtics hanno sopraffatto i Lakers, vincendo 131–92 e conquistando il loro 17esimo titolo NBA. Paul Pierce è stato nominato MVP delle finali. Con la vittoria, i Celtics hanno stabilito un record per il maggior numero di partite che una squadra avesse mai giocato in una post-stagione con 26.

I Celtics 2008-2009 hanno iniziato la stagione sul 27-2, l'allora miglior record di partenza nella storia della NBA. Avevano anche un record di franchigia di 19 vittorie consecutive. Dopo l'All-Star Break, Kevin Garnett si è infortunato in una sconfitta contro gli Utah Jazz e ha saltato le ultime 25 partite della stagione. Garnett è stato infine accantonato per i playoff. I Celtics 2009 hanno comunque concluso con 62 vittorie, ma la loro serie di playoff si sarebbe conclusa contro i Magic al secondo turno.

Nel 2009, con il ritorno di Garnett dall'infortunio e l'aggiunta di Rasheed Wallace e Marquis Daniels, i Celtics hanno iniziato la stagione 23–5 e ad un certo punto hanno avuto il miglior record della NBA. Tuttavia, Doc Rivers ha deciso di ridurre i minuti delle sue vecchie stelle per mantenerle fresche per i playoff. Di conseguenza, i Celtics hanno ottenuto un record di 27–27 per il resto del percorso e hanno concluso la stagione regolare 2009–10 con un record di 50–32. Nonostante fossero la quarta testa di serie della Eastern Conference, i Celtics sono riusciti a raggiungere le finali NBA . Rajon Rondo è emerso come una star durante il gioco post-stagionale. Per la dodicesima volta, i Celtics hanno affrontato i Lakers nelle finali. Dopo aver preso un vantaggio di 3–2 dirigendosi a Los Angeles per la sesta partita, i Celtics sembravano pronti a vincere il loro 18esimo titolo. Tuttavia, il centro titolare Kendrick Perkins ha subito un grave infortunio al ginocchio all'inizio della sesta partita ei Celtics hanno perso la serie in sette partite.

Durante la bassa stagione 2010, con Perkins che dovrebbe essere fuori fino a febbraio 2011, i Celtics hanno firmato due ex centri All-Star, Shaquille O'Neal e Jermaine O'Neal . La presenza di Shaquille O'Neal ha portato alla partenza di Perkins: i Celtics erano 33–10 nelle partite che Perkins aveva saltato durante l'anno a causa di un infortunio e avevano un record di 19–3 nelle partite quando O'Neal ha giocato più di 20 minuti. Di conseguenza, Perkins è stato ceduto all'Oklahoma City Thunder a febbraio, quando i Celtics erano 41–14 e guidavano la Eastern Conference nonostante un'altra ondata di infortuni. Dopo lo scambio, tuttavia, hanno vinto solo 15 delle ultime 27 partite. Hanno concluso con un record di 56–26, scivolando al terzo seme. La stagione 2010-11 ha fornito ancora tre punti di riferimento: i Celtics sono diventati la seconda squadra a raggiungere 3.000 vittorie, Paul Pierce è diventato il terzo Celtic a segnare 20.000 punti (gli altri sono Larry Bird e John Havlicek) e Ray Allen ha battuto il record NBA per la maggior parte dei tre punti in carriera. I playoff NBA 2011 sono iniziati con i Celtics che hanno battuto i New York Knicks 4-0 nel round di apertura. Nel secondo turno, sono stati estromessi dagli eventuali campioni della Eastern Conference Miami Heat in cinque partite. Shaquille O'Neal, limitato a 12 minuti in due partite del secondo turno, si è ritirato a fine stagione.

I Celtics hanno iniziato la stagione ridotta 0–3, poiché Pierce era fuori per un infortunio al tallone. Alla pausa All-Star, i Celtics erano sotto .500 con un record di 15–17. Tuttavia, sono state una delle squadre più calde del campionato dopo la pausa, andando 24–10 per il resto dell'anno e vincendo il quinto titolo di divisione consecutivo. I Celtics sono arrivati ​​ai playoff come quarta testa di serie nella Eastern Conference. Nei playoff, i Celtics hanno affrontato gli Atlanta Hawks al primo turno, battendoli in sei partite guidati dal gioco forte di Pierce e Garnett. Nelle semifinali della conference, i Celtics hanno sconfitto i 76ers in sette partite. I Celtics hanno affrontato i Miami Heat nelle finali della Eastern Conference, perdendo in sette partite contro gli eventuali campioni NBA.

La bassa stagione 2012 è iniziata con i Celtics che avevano solo sei giocatori sotto contratto. Mentre Kevin Garnett ha firmato un nuovo contratto, Ray Allen ha firmato con i Miami Heat per meno soldi di quelli offerti dai Celtics; questa mossa portò l'era quinquennale dei "Tre Grandi" a una fine alquanto aspra. I Celtics hanno concluso la stagione con 41 vittorie. I Celtics hanno seguito i New York Knicks 3-0 nel primo turno dei playoff NBA 2013 prima di perdere la serie in sei partite. In gara sei, i Celtics hanno quasi completato una rimonta quando sono andati sul 20-0 per ridurre il vantaggio a quattro.

2013–2016: era post-pierce

Durante la bassa stagione, l'allenatore Doc Rivers è stato autorizzato a rescindere il suo contratto. Ha lasciato i Celtics per allenare i Los Angeles Clippers e i Celtics hanno ricevuto una scelta al primo turno del 2015 non protetta come compenso. Pochi giorni dopo, Pierce, Garnett (che ha rinunciato a una clausola di non scambio), Jason Terry e DJ White, sono stati ceduti ai Brooklyn Nets per Keith Bogans, MarShon Brooks, Kris Humphries, Kris Joseph, Gerald Wallace e tre futuri scelte al draft del primo round (2014, 2016, 2018), insieme al diritto di scambiare le scelte del primo round 2017 con Brooklyn. L'accordo ha segnato l'inizio di un movimento giovanile per la squadra.

Brad Stevens, ex allenatore dei Celtics.

Il 3 luglio 2013, i Celtics hanno annunciato che Brad Stevens, il capo allenatore della Butler University, avrebbe sostituito Doc Rivers come capo allenatore. A metà stagione, a gennaio, Rajon Rondo ha fatto il suo ritorno ed è stato nominato il 15° capitano della squadra nella storia della squadra, e la squadra ha promosso il movimento giovanile acquisendo due scelte al draft in uno scambio a tre squadre che ha mandato Jordan Crawford e MarShon Brooks a i Golden State Warriors mentre i Celtics hanno ricevuto il centro Heat Joel Anthony . La stagione 2013-14 ha segnato i primi playoff persi dei Celtics dai "Tre Grandi".

La successiva bassa stagione, i Celtics arruolarono Marcus Smart con la 6a scelta assoluta e James Young con la 17a scelta assoluta nel draft NBA 2014, e ingaggiarono Evan Turner . La stagione 2014-15 ha avuto diverse mosse nel roster, la più importante è stata Rondo e il debuttante Dwight Powell ceduto ai Dallas Mavericks per il centro Brandan Wright, l'attaccante Jae Crowder, il playmaker veterano Jameer Nelson e le future scelte. Un totale di 22 giocatori hanno trascorso del tempo con i Celtics, il capocannoniere e rimbalzista Sullinger ha subito una frattura da stress metatarsale sinistro a fine stagione e la squadra era solo decima nell'est con 28 partite rimanenti. Tuttavia, l'acquisizione di metà stagione Isaiah Thomas ha aiutato la squadra a vincere 22 delle ultime 34 partite, terminando la stagione con un record di 40–42, sufficiente per la settima testa di serie nei playoff della Eastern Conference . I Celtics sono stati travolti dalla seconda testa di serie Cleveland Cavaliers al primo turno.

Nel draft NBA 2015 Boston ha selezionato Terry Rozier, RJ Hunter, Jordan Mickey e Marcus Thornton rispettivamente con la 16a, 28a, 33a e 45a selezione. Durante la bassa stagione, i Celtics hanno ingaggiato l'attaccante Amir Johnson e hanno scambiato Gerald Wallace e Chris Babb in cambio dell'attaccante dei Warriors David Lee. I Celtics hanno concluso la stagione NBA 2015-16 con un record di 48-34, guadagnandosi la quinta testa di serie nella Eastern Conference. Hanno giocato la quarta testa di serie Atlanta Hawks nel primo turno dei playoff. Dopo essere stato in vantaggio di 3 punti nel quarto quarto di gara 1, la guardia Avery Bradley si è infortunata al tendine del ginocchio, costringendolo a rimanere fuori per il resto della serie. I Celtics hanno perso la serie 4–2 contro gli Hawks, terminando la loro stagione.

2016-presente: era Brown e Tatum

Nel draft NBA 2016, i Celtics hanno selezionato Jaylen Brown con la terza scelta. A quel tempo, era un tenace difensore con capacità atletiche grezze che ora è una minaccia offensiva d'élite. L'8 luglio 2016, i Celtics hanno firmato quattro volte All-Star Al Horford . I Celtics hanno concluso la stagione 2016-17 con un record di 53-29 e hanno conquistato la testa di serie nella Eastern Conference. Dopo che un infortunio all'anca ha posto fine all'impressionante serie di playoff di Thomas nella partita 2 delle finali della Eastern Conference, i Celtics alla fine hanno perso contro i Cavaliers in cinque partite. Per il draft NBA 2017, i Celtics hanno vinto la lotteria del draft, guadagnandosi la prima scelta. Dovevano selezionare la matricola Markelle Fultz, ma la scelta è stata successivamente ceduta ai Philadelphia 76ers in cambio della terza scelta nel draft 2017 e delle scelte future. I 76ers avrebbero poi scelto Fultz, mentre i Celtics hanno usato la terza scelta per selezionare l'attaccante matricola Jayson Tatum . Semi Ojeleye, Kadeem Allen e Jabari Bird sono stati selezionati rispettivamente con la 37a, 53a e 56a selezione al secondo round. All'inizio della bassa stagione, la squadra ha ingaggiato Tatum e Ante Žižić, tra gli altri, con la più grande acquisizione di Gordon Hayward . Il 22 agosto 2017, i Celtics hanno concordato un accordo che ha inviato Isaiah Thomas, Jae Crowder, Žižić e la scelta del primo turno 2018 dei Brooklyn Nets ai Cleveland Cavaliers in cambio di Kyrie Irving . Un'ulteriore scelta al draft (secondo round dei Celtics 2020) è stata successivamente aggiunta al pacchetto dai Celtics ai Cavaliers dopo che i medici hanno rivelato che l'infortunio di Thomas era più significativo di quanto inizialmente previsto.

Entro la fine della bassa stagione, solo quattro giocatori dei Celtics erano rimasti dalla squadra 2016-17, con Marcus Smart che era il Celtic più longevo del draft NBA 2014 . Nella partita della serata di apertura della squadra nel primo quarto contro i Cavaliers, Hayward ha subito una frattura alla tibia e una lussazione alla caviglia alla gamba sinistra, che lo hanno escluso per il resto della stagione regolare. Nonostante la sconfitta, i Celtics hanno ottenuto una serie di 16 vittorie consecutive, che è stata anche la quarta serie di vittorie consecutive nella storia delle squadre. La serie di vittorie è iniziata con una vittoria per 102-92 sui Philadelphia 76ers il 20 ottobre e si è conclusa il 22 novembre per mano dei Miami Heat con una sconfitta per 98-104. I Celtics hanno concluso l'anno con un record di 55–27, abbastanza buono per il secondo posto nella Eastern Conference. Nei playoff, hanno sconfitto i Milwaukee Bucks al primo turno in sette partite e hanno continuato l'impresa nelle semifinali di Conference sconfiggendo i Philadelphia 76ers in cinque partite prima di perdere contro i Cleveland Cavaliers in sette partite nelle finali di Conference.

I Celtics hanno concluso la stagione 2018-19 con un record di 49-33. Gli analisti hanno iniziato a mettere in dubbio le prestazioni della squadra e le possibilità per il campionato quando i Celtics avevano un record di 10–10 dopo le prime 20 partite il 24 novembre 2018. I Celtics hanno poi vinto le otto partite successive migliorando il loro record a 18–10. Durante le otto vittorie consecutive, i Celtics hanno sconfitto i Cleveland Cavaliers 128–95, i New York Knicks 128–100 e hanno anche sconfitto i Chicago Bulls di 56 punti (133–77), stabilendo un record per il margine più grande in un vittoria nella storia della franchigia, mentre pareggia anche il record per il più grande margine di vittoria di una squadra in trasferta. Il 9 febbraio 2019, i Celtics hanno perso 129–128 contro i Los Angeles Lakers dopo che l'ex Celtic Rajon Rondo ha segnato il primo tiro vincente della sua carriera nella NBA. I Celtics hanno concluso la stagione regolare al quarto posto nella Eastern Conference. Durante una partita del 7 aprile, Marcus Smart si è infortunato all'anca ed è stato escluso per il resto della stagione regolare e il primo turno dei playoff. Nei playoff del 2019, i Celtics hanno battuto gli Indiana Pacers al primo turno, per poi perdere in cinque partite contro i Milwaukee Bucks .

I Celtics hanno tenuto quattro scelte nel draft NBA 2019 . A seguito di una serie di transazioni, la squadra ha ottenuto Romeo Langford con la 14a scelta e ha anche aggiunto Grant Williams, Carsen Edwards e Tremont Waters (Rookie dell'anno 2020 della G-league). Durante la bassa stagione 2019, Irving e Horford hanno firmato rispettivamente con i Brooklyn Nets e i Philadelphia 76ers . Il 30 giugno 2019, i Celtics e il playmaker Kemba Walker hanno concordato un contratto massimo di quattro anni del valore di $ 141 milioni. Il 6 luglio 2019, i Celtics hanno ufficialmente acquisito Walker in un segno e uno scambio con gli Charlotte Hornets; i Celtics hanno inviato la guardia Terry Rozier e una scelta protetta del secondo round del 2020 a Charlotte in cambio di Walker e una scelta del secondo round del 2020. Il 1 luglio 2019 i Celtics hanno firmato un contratto biennale con il centro Enes Kanter . Il 25 luglio 2019, i Celtics hanno firmato un contratto da rookie con Tacko Fall al centro di 7 piedi e 5 pollici (2,26 m) .

Dopo la sospensione della stagione NBA 2019-20, i Celtics sono stati una delle 22 squadre invitate alla NBA Bubble per partecipare alle ultime 8 partite della stagione regolare. Nei playoff del 2020, i Celtics hanno spazzato via i Philadelphia 76ers al primo turno, hanno battuto i Toronto Raptors in una serie di sette partite e sono caduti ai Miami Heat nelle finali della Eastern Conference in sei partite. Boston ha lottato con gli infortuni nella stagione 2020-21, con Walker, Tatum e Brown che hanno saltato tutte le partite in diversi momenti della stagione a causa di infortuni e COVID-19. L'infortunio di Brown è stato particolarmente impattante in quanto avrebbe saltato i playoff. Boston non ha potuto qualificarsi automaticamente per i playoff e sono stati inviati al torneo play-in dove hanno sconfitto i Washington Wizards 119–100. Nei playoff hanno perso contro i Brooklyn Nets in cinque partite. Con un momento clou è il gioco da 50 punti di Tatum in una vittoria in Gara 3. Dopo Gara 4, un fan dei Celtics ha lanciato una bottiglia d'acqua di plastica a Irving. Alla domanda dopo la partita, Irving ha parlato del "razzismo sottostante" che porta i fan a trattare gli atleti come se fossero in uno "zoo umano". Questa non è stata la prima volta che gli ex Celtics si sono espressi contro il razzismo a Boston. Prima della serie di playoff, gli è stato chiesto se avesse sperimentato o meno il razzismo mentre era nel TD Garden e ha risposto: "Non sono l'unico che potrebbe attestarlo, ma è solo, sai, è quello che è". Irving non era il solo a condividere questo sentimento. Dopo l'incidente, diversi giocatori hanno condiviso la loro esperienza, tra cui il centro dei Celtics Tristan Thompson e la guardia Marcus Smart, che ha scritto di un incontro con un fan dei Celtics che lo aveva definito un insulto in The Players' Tribune l'estate prima della stagione.

Il 2 giugno 2021, i Celtics hanno nominato l'allenatore Brad Stevens presidente delle operazioni di basket in sostituzione di Danny Ainge dopo aver annunciato il suo ritiro. Il 18 giugno, Stevens ha effettuato la sua prima transazione nella sua nuova posizione scambiando Kemba Walker, la 16a scelta nel draft NBA 2021 e una scelta del secondo round del 2025 in cambio di Horford, Moses Brown e una scelta del secondo round del 2023. L'accordo ha dato ai Celtics un po 'più di flessibilità finanziaria con Horford a causa di circa $ 20 milioni in meno rispetto a Walker nei prossimi due anni. I Celtics hanno anche migliorato la loro profondità in zona d'attacco aggiungendo Horford e Moses Brown, che hanno registrato 21 punti e 23 rimbalzi, inclusi 19 rimbalzi nel primo tempo, in una partita del 27 marzo tra Celtics e Thunder. Il 23 giugno 2021, è stato riferito che Stevens aveva preso la decisione di assumere Ime Udoka come suo sostituto come capo allenatore dei Celtics. Tatum ha fatto la sua terza apparizione con un All-Star dalla panchina all'NBA All-Star Game 2022 a Cleveland.

Nell'aprile 2022, i Celtics si sono qualificati per i playoff NBA 2022 come seconda testa di serie nella Eastern Conference e hanno affrontato i Brooklyn Nets nel primo round della postseason. Successivamente hanno affrontato i Milwaukee Bucks nelle semifinali della conferenza e i Miami Heat nelle finali della conferenza, sconfiggendo entrambe le squadre in una serie di sette partite, guadagnando ai Celtics la loro prima apparizione in finale dal 2010. I Celtics hanno preso un vantaggio di 2-1, ma hanno perso le prossime tre partite da perdere contro i Golden State Warriors 4–2.

Rivalità

Los Angeles Lakers

La rivalità tra Boston Celtics e Los Angeles Lakers coinvolge le due franchigie più leggendarie nella storia della NBA. È stata definita la migliore rivalità della NBA. Le due squadre si sono incontrate un record di dodici volte nelle finali NBA, a partire dal loro primo incontro di finali nel 1959 . Avrebbero continuato a dominare il campionato negli anni '60 e '80, affrontandosi sei volte negli anni '60, tre volte negli anni '80, nel 2008 e nel 2010.

La rivalità era stata meno intensa dai ritiri di Magic Johnson e Larry Bird nei primi anni '90, ma nel 2008 è stata rinnovata quando Celtics e Lakers si sono incontrati in finale per la prima volta dal 1987, con i Celtics che hanno vinto la serie in sei Giochi. Si sono affrontati ancora una volta nelle finali NBA del 2010 che i Lakers hanno vinto in sette partite. Le due squadre sono a pari merito per il maggior numero di campionati (17); insieme, i 34 campionati rappresentano quasi la metà dei 74 campionati nella storia della NBA.

Atlanta Hawks

La rivalità tra Celtics e Hawks è una rivalità nella Eastern Conference della National Basketball Association che dura da oltre cinque decenni, sebbene le due squadre si siano affrontate dalla stagione 1949-50, quando l'allora Tri-Cities Blackhawks si unì ai NBA come parte della fusione della National Basketball League e della Basketball Association of America . Tuttavia, i Blackhawks non hanno potuto schierare una squadra veramente competitiva fino a quando non si sono trasferiti a St. Louis come St. Louis Hawks dopo uno scalo di quattro anni a Milwaukee . Le due squadre si sono affrontate undici volte nei playoff NBA, quattro volte nelle finali NBA, con i Celtics che hanno vinto dieci delle dodici serie contro gli Hawks, di cui tre finali NBA su quattro. Sebbene gli Hawks abbiano sconfitto i Celtics solo due volte su undici serie nei playoff NBA, spesso sono comunque riusciti a rendere memorabile la loro serie con i Celtics. La rivalità si è intensificata nel 2016 con gli Hawks All-Star Center Al Horford che hanno respinto la squadra e si sono uniti ai Celtics.

reti di Brooklyn

I Boston Celtics erano una volta rivali dei New Jersey Nets durante i primi anni 2000 a causa delle rispettive posizioni e delle loro stelle in crescita. I Nets erano guidati da Jason Kidd e Kenyon Martin, mentre i Celtics stavano riscuotendo un ritrovato successo dietro Paul Pierce e Antoine Walker. La rivalità iniziò a scaldarsi nelle finali della Eastern Conference del 2002, precedute dalle chiacchiere spazzatura dei Celtics che sostenevano che Martin fosse un "finto" duro. Le cose sono andate avanti con l'inizio della serie e le tensioni in campo sembravano riversarsi sugli spalti. I fan dei Celtics hanno rimproverato Kidd e la sua famiglia con canti di "Wife Beater!" in risposta all'accusa di abuso domestico di Kidd del 2001. Alla domanda sullo scambio di barbe dei fan, Kenyon Martin ha dichiarato: "I nostri fan li odiano, i loro fan ci odiano". Bill Walton ha detto all'epoca che Nets-Celtics era "l'inizio della prossima grande rivalità NBA" durante le finali della Eastern Conference nel 2002 con i Nets che avanzavano alle finali NBA, anche se il New Jersey avrebbe continuato a spazzare Boston nei playoff del 2003 . Nel 2012, l'anno in cui i Nets sono tornati a New York nel distretto di Brooklyn, c'erano indicazioni che la rivalità avrebbe potuto riaccendersi quando si sarebbe verificato un alterco in campo il 28 novembre, con conseguente espulsione di Rajon Rondo, Gerald Wallace e Kris Humphries. Rondo è stato sospeso per due partite in seguito, mentre Wallace e Kevin Garnett sono stati multati. La storia è stata rivisitata il 25 dicembre, quando Wallace ha afferrato i pantaloncini di Garnett e i due hanno dovuto essere interrotti da arbitri e giocatori allo stesso modo. Tuttavia, la rivalità tra i Nets e i Celtics è apparsa significativamente raffreddata dallo scambio di successo del giugno 2013 che ha distribuito le star dei Celtics Garnett e Paul Pierce ai Nets in cambio di Wallace, Humphries e altri. Questa mossa è stata annunciata come una fusione delle due squadre della Atlantic Division . L' annunciatore dei Celtics Sean Grande ha dichiarato: "Sembra quasi che tu abbia trovato una grande casa per questi ragazzi. Non avresti potuto trovare un posto migliore. Questi ragazzi saranno nel mercato di New York, faranno parte di una squadra competitiva, loro ' Rimarrò sulla TV nazionale. È divertente, perché il nemico del mio nemico è un mio amico. Quindi, con i fan dei Celtics che si sentono come fanno con gli Heat, sentendosi come fanno con i Knicks, i Nets diventeranno quasi il secondo La squadra di [Boston] ora". Lo scambio finirebbe per paralizzare i Nets che hanno registrato un record di 151-259 dopo lo scambio, comprese tre stagioni consecutive con meno di 30 vittorie dal 2016 al 2018. Brooklyn avrebbe vinto solo una serie di playoff con Garnett e Pierce, nessuno dei quali era con la squadra entro la fine della stagione 2014-2015 . I Celtics avrebbero utilizzato le scelte al draft di Brooklyn per acquisire Jaylen Brown e Jayson Tatum attraverso il draft rispettivamente nel 2016 e 2017 e Kyrie Irving tramite scambio, in rotta verso apparizioni consecutive nelle finali della Eastern Conference nel 2017 e 2018 . Irving è poi partito per i Nets nella Free Agency 2019 .

Pistoni di Detroit

La rivalità tra Celtics e Detroit Pistons raggiunse l'apice negli anni '80, con giocatori come Larry Bird, Kevin McHale, Robert Parish, Isiah Thomas, Bill Laimbeer, Dennis Rodman e Joe Dumars . Queste squadre si sono incontrate nei playoff della NBA cinque volte in 7 stagioni dal 1985 al 1991, con i Celtics che hanno vinto nel 1985 e nel 1987, e i Pistons che sono usciti in testa alla classifica durante le finali consecutive nel 1988 e le loro stagioni di campionato di 1989 e 1990 . Guidati da Paul Pierce, Kevin Garnett e Ray Allen nelle finali della Eastern Conference 2008, i Celtics hanno sconfitto i Pistons in 6 partite per passare alle finali NBA dove hanno battuto i Lakers anche in 6 partite.

New York Knicks

La rivalità tra Celtics e New York Knicks deriva dalla posizione delle squadre, entrambe nella divisione Atlantic della NBA. È una delle tante rivalità tra le squadre di Boston e New York. Boston e New York sono anche le uniche due franchigie NBA originali che sono rimaste nella stessa città per tutta la durata della loro esistenza. Le squadre hanno giocato 512 partite l'una contro l'altra durante la stagione regolare, con i Celtics che hanno vinto 276 volte. Le due squadre si sono anche affrontate 61 volte durante i playoff, con i Celtics che hanno vinto 34 volte.

Filadelfia 76ers

Wilt Chamberlain dei Philadelphia 76ers difesi dal centro dei Celtics Bill Russell nel 1966

I Celtics e i Philadelphia 76ers sono le due squadre che hanno più incontri nei playoff NBA, affrontandosi in 19 serie, di cui i Celtics ne hanno vinte 12. I 76ers sono considerati i più grandi rivali dei Celtics nella Eastern Conference. La rivalità raggiunse l'apice quando i giocatori Bill Russell e Wilt Chamberlain dei 76ers si giocarono dal 1965 al 1968. Il loro gioco avrebbe portato i Celtics a non vincere tutte le serie di finali NBA negli anni '60, quando i 76ers vinsero nel 1967.

Maghi di Washington

Una delle rivalità più recenti e inaspettate che si è creata tra i Celtics è quella con i Washington Wizards . Sebbene entrambe le squadre si fossero impegnate in una rissa nel 1984, la rivalità si è intensificata durante la stagione 2015-16 in una partita della stagione regolare di gennaio dopo che Jae Crowder ha subito un fallo tecnico. Crowder iniziò quindi a scambiare parole con l'allora allenatore dei Wizards Randy Wittman . Ha iniziato a intensificarsi quella bassa stagione quando i Celtics stavano cercando di ingaggiare Al Horford . È stato pubblicamente riferito che Jae Crowder ha sottolineato che i Celtics hanno battuto i Wizards in tutti i loro incontri in quella stagione e dovrebbero firmare con loro piuttosto che con Washington. Nel loro primo incontro della stagione 2016-17, Wall ha colpito Marcus Smart nella zona di difesa quando erano in vantaggio di 20 alla fine del 4 ° quarto. Wall è stato colpito da un fallo di Flagrant 2 ed è stato prontamente espulso. Smart si è immediatamente rialzato e ha iniziato a litigare con Wall. Le loro parole sono continuate anche dopo essere state separate con Wall che ha detto a Smart di incontrarlo dopo la partita. Nessun incidente è stato segnalato tra i due dopo la partita. Nel loro prossimo incontro, i Celtics vinsero 117–108. Tuttavia, dopo la partita, Wall e Crowder si sono scambiati parole davanti alla panchina dei Wizards. Crowder ha finito per cercare di colpire il naso di Wall con il dito e Wall ha cercato di reagire con uno schiaffo. Compagni di squadra e allenatori di entrambe le parti hanno dovuto intervenire e separare le due squadre, ma i giocatori hanno continuato a urlare mentre entravano nei rispettivi spogliatoi. Gli agenti di polizia hanno dovuto fare la guardia tra i due spogliatoi per evitare ulteriori scontri. Si dice che Otto Porter abbia definito i Celtics sporchi. Isaiah Thomas ha risposto "Se giocare duro è sporco, allora suppongo che siamo una squadra sporca".

Nella prossima partita di gennaio, i Wizards si sono vestiti di nero per entrare in gioco. L'idea era che fosse simile all'abbigliamento di un funerale. La loro decisione ha funzionato quando hanno sconfitto i Celtics 123–108. Le due squadre si sarebbero poi incontrate nelle semifinali di Conference nei playoff 2017. In gara 1, Markieff Morris è atterrato sulla caviglia di Horford dopo aver sparato un tiro in sospensione. Morris si è slogato la caviglia e ha dovuto saltare il resto della partita, che è stata una sconfitta per 123-111. Morris credeva che Horford lo avesse fatto intenzionalmente. In Gara 2, Morris ha reagito afferrando Horford per la vita e spingendolo sui sedili. Nel gioco 3, Kelly Olynyk ha messo un duro schermo su Kelly Oubre . La spalla di Olynyk colpì Oubre al mento facendolo cadere a terra. Oubre si alzò con rabbia e spinse Olynyk a terra. Oubre è stato quindi valutato un flagrante 2 fallo ed è stato espulso mentre era anche sospeso per gara 4. Non sono scoppiati alterchi significativi nel resto della serie di sette partite in cui i Celtics avrebbero vinto. Da allora la rivalità si è dissipata quando i Celtics hanno riorganizzato il loro roster, ma i loro incontri sono ancora visti come significativi poiché hanno giocato a Natale nel 2017.

Record stagione per stagione

Elenco delle ultime cinque stagioni completate dai Celtics. Per la storia completa stagione per stagione, vedere Elenco delle stagioni dei Boston Celtics .

Nota: GP = Partite giocate, V = Vittorie, L = Perdite, V–L% = Percentuale di vincita

Stagione GP w l W–L% Fine Playoff
2017-18 82 55 27 .671 2°, Atlantico Perso nelle finali di Conference, 3–4 ( Cavaliers )
2018-19 82 49 33 .598 3°, Atlantico Perso nelle semifinali di Conference, 1–4 ( Bucks )
2019-2020 72 48 24 .667 2°, Atlantico Perso nelle finali di Conference, 2–4 ( calore )
2020–21 72 36 36 .500 3°, Atlantico Perso al primo turno, 1–4 ( Reti )
2021–22 82 51 31 .622 1°, Atlantico Perso nelle finali NBA, 2–4 ( Warriors )

Record, numeri in pensione e premi

I Celtics sono a pari merito con i Los Angeles Lakers per un record NBA di 17 campionati. I Celtics hanno vinto 8 campionati di fila e 11 in 13 anni. Hanno anche 56 presenze nei playoff. La Naismith Memorial Basketball Hall of Fame ha 48 santuari che hanno contribuito ai Celtics e la franchigia ha ritirato 23 numeri di maglia, più di qualsiasi altra squadra sportiva americana.

FIBA Hall of Fame

La FIBA, l'organismo che governa il basket internazionale, ha selezionato due giocatori associati ai Celtics nella FIBA ​​Hall of Fame per i contributi al basket internazionale.

Boston Celtics FIBA ​​Hall of Famers
Giocatori
No. Nome Posizione Tenore Indotto
6 Bill Russell C 1956–1969 2007
36 Shaquille O'Neal C 2010–2011 2017

Arene domestiche

Arena Posizione Durata
Arena di Boston Boston, Massachusetts 1946-1955 _ _
Giardino di Boston 1955-1995 _ _
Giardino T.D 1995 –presente

Giocatori

Elenco attuale

Giocatori Allenatori
Pos. No. Nome Altezza Il peso Data di nascita (AAAA-MM-GG) Da
G/F 7 Marrone, Jaylen 6 piedi 6 pollici (1,98 m) 223 libbre (101 kg) 1996-10-24 California
G Davison, JD (DP) 6 piedi 3 pollici (1,91 m) 195 libbre (88 kg) 03-10-2002 Alabama
F 8 Fitts, Malik 6 piedi 5 pollici (1,96 m) 230 libbre (104 kg) 04-07-1997 Santa Maria
F 30 Hauser, Sam 6 piedi 7 pollici (2,01 m) 217 libbre (98 kg) 1997-12-08 Virginia
FC 42 Horford, Al 6 piedi 9 pollici (2,06 m) 240 libbre (109 kg) 03-06-1986 Florida
FC 40 Kornet, Luke (FA) 7 piedi 2 pollici (2,18 m) 250 libbre (113 kg) 15-07-1995 Vanderbilt
F 4 Morgan, Juwan 6 piedi 7 pollici (2,01 m) 232 libbre (105 kg) 17-04-1997 Indiana
G/F 26 Nesmith, Aaron 6 piedi 5 pollici (1,96 m) 215 libbre (98 kg) 1999-10-16 Vanderbilt
G 11 Pritchard, Payton 6 piedi 1 pollici (1,85 m) 195 libbre (88 kg) 1998-01-28 Oregon
F 37 Ryan, Matt (TW, FA) 6 piedi 7 pollici (2,01 m) 215 libbre (98 kg) 17-04-1997 Chattanooga
G 36 Intelligente, Marco 6 piedi 4 pollici (1,93 m) 220 libbre (100 kg) 06-03-1994 Stato dell'Oklahoma
G 13 Stauskas, Nik (FA) 6 piedi 6 pollici (1,98 m) 207 libbre (94 kg) 1993-10-07 Michigan
G/F 0 Tatum, Jayson 6 piedi 8 pollici (2,03 m) 210 libbre (95 kg) 03-03-1998 Duca
FC 27 Tesi, Daniele 6 piedi 9 pollici (2,06 m) 245 libbre (111 kg) 04-04-1992 Germania
G 97 Thomas, Brodric (TW, FA) 6 piedi 5 pollici (1,96 m) 185 libbre (84 kg) 28-01-1997 Stato di Truman
G 9 Bianco, Derrick 6 piedi 4 pollici (1,93 m) 190 libbre (86 kg) 02-07-1994 Colorado
F 12 Williams, Grant 6 piedi 6 pollici (1,98 m) 236 libbre (107 kg) 30-11-1998 Tennessee
FC 44 Williams, Roberto III 6 piedi 9 pollici (2,06 m) 237 libbre (108 kg) 17-10-1997 Texas A&M
Capo allenatore
Assistenti allenatori

Leggenda
  • (C) Capitano della squadra
  • (DP) Scelta della bozza non firmata
  • (FA) Libero agente
  • (S) Sospeso
  • (GL) In assegnazione all'affiliato della G League
  • (TW) Giocatore affiliato a due vie
  • FeritoFerito

Roster
Ultima transazione: 9 aprile 2022

Diritti di leva mantenuti

I Celtics detengono i diritti di draft per le seguenti scelte al draft non firmate che hanno giocato al di fuori della NBA. Un giocatore arruolato è apparentemente un arruolato internazionale o un arruolato del college che non è firmato dalla squadra che lo ha arruolato, può firmare con qualsiasi squadra non NBA. In questo caso, la squadra conserva i diritti di draft del giocatore nell'NBA fino a un anno dopo la scadenza del contratto del giocatore con la squadra non NBA. Questo elenco include i diritti di bozza acquisiti da scambi con altri team.

Brutta copia Girare Scegliere Giocatore Pos. Nazionalità Squadra attuale Appunti) Rif
2021 2 45 Juhann Begarin G Francia Pallacanestro Parigi ( Francia )
2020 2 47 Yam Madar G Israele Partizan NIS ( Serbia )

Capitani

L'ex capitano dei Celtics Paul Pierce viene difeso da LeBron James
Capitani delle squadre di tutti i tempi
Capitano Tenore
Bob Cousy 1950–1963
Frank Ramsey e Bill Russell 1963–1964
Bill Russell 1964–1966
John Havlicek 16 gennaio 1967–1978
Jo Jo White e Dave Cowens 17 ottobre 1978-14 novembre 1978
Jo Jo White 14 novembre 1978-30 gennaio 1979
Dave Cowens e Chris Ford 31 gennaio 1979–1979
Dave Cowens 1979 - 1 ottobre 1980
Larry Bird 1983–1992
Reggie Lewis 1992–1993
Roberto Parrocchia 1993–1994
Dominique Wilkins e Dee Brown 1994–1995
Dee Brown 1995–1996
Rick Fox 1996–1997
Dee Brown e Antoine Walker 8 ottobre 1997-2 dicembre 1997
Dee Brown, Antoine Walker e Pervis Ellison 2 dicembre 1997-18 febbraio 1998
Antoine Walker e Pervis Ellison 18 febbraio 1998-1998
Antoine Walker 1998–1999
Antoine Walker e Dana Barros 1999–2000
Antoine Walker e Paul Pierce 2000–2003
Paolo Pierce 2003–2013
Rajon Rondò 17 gennaio 2014 – 19 dicembre 2014

Leader di franchising

Il grassetto indica ancora attivo con la squadra.

Il corsivo denota ancora attivo ma non con la squadra.

Punti segnati (stagione regolare) (a partire dalla fine della stagione 2021-22)

Altre statistiche (stagione regolare) (a partire dalla fine della stagione 2021-22)

La maggior parte dei minuti giocati
Giocatore Minuti
John Havlicek 46.471
Bill Russell 40.726
Paolo Pierce 40.360
Roberto Parrocchia 34.977
Larry Bird 34.443
Bob Cousy 30.131
Kevin McHale 30.118
Dave Cowens 28.551
Jo Jo White 26.770
Sam Jones 24.285
Maggior numero di rimbalzi
Giocatore Rimbalzi
Bill Russell 21.620
Roberto Parrocchia 11.051
Dave Cowens 10.170
Larry Bird 8.974
John Havlicek 8.007
Kevin McHale 7.122
Paolo Pierce 6.651
Satch Sanders 5.798
Tom Heinsohn 5.749
Antoine Walker 4.782
La maggior parte degli assist
Giocatore Assiste
Bob Cousy 6.945
John Havlicek 6.114
Larry Bird 5.695
Rajon Rondò 4.474
Paolo Pierce 4.305
Bill Russell 4.100
Jo Jo White 3.686
Dennis Johnson 3.486
KC Jones 2.908
Dave Cowens 2.828
La maggior parte dei furti
Giocatore Ruba
Paolo Pierce 1.583
Larry Bird 1.556
Rajon Rondò 990
Roberto Parrocchia 873
Antoine Walker 828
Marco Intelligente 821
Dee Brown 675
Danny Ainge 671
Dennis Johnson 654
Dave Cowens e Reggie Lewis 569
La maggior parte dei blocchi
Giocatore Blocchi
Roberto Parrocchia 1.703
Kevin McHale 1.690
Larry Bird 755
Paolo Pierce 668
Kendrick Perkins 646
Dave Cowens 473
Reggie Lewis 417
Kevin Garnett 394
Cedric Maxwell 378
Tony Batti 369
La maggior parte dei tre punti realizzati
Giocatore 3 punti realizzati
Paolo Pierce 1.823
Antoine Walker 937
Jayson Tatum 827
Ray Allen 798
Marco Intelligente 796
Jaylen Brown 720
Larry Bird 649
Avery Bradley 520
Isaia Tommaso 460
Walter McCarty 417

Allenatori

Allenatori di testa

Red Auerbach ha allenato i Boston Celtics a 9 titoli NBA, di cui otto consecutivi tra il 1959 e il 1966.

Ci sono stati 17 allenatori nella storia dei Celtics. Red Auerbach è l'allenatore capo della franchigia di maggior successo avendo vinto 9 campionati NBA con la squadra. La leggenda dei Celtics, Bill Russell, ha assunto incarichi di allenatore da Auerbach e li ha portati a 2 campionati NBA giocando e allenando allo stesso tempo. Gli altri due allenatori che hanno vinto 2 titoli NBA con la squadra sono Tom Heinsohn e KC Jones . Sia Bill Fitch che Doc Rivers hanno portato i Celtics a 1 campionato NBA, quest'ultimo è stato l'allenatore più recente a farlo. Ime Udoka è l'attuale allenatore della squadra.

Assistenti allenatori

Assistenti allenatori di tutti i tempi
Nome Tenore Nome Tenore
Danny Silva 1946–1948 Kevin Eastman 2004–2013
Henry McCarthy 1948–1950 Colle Armond 2004–2013
Spettro d'arte 1949–1950 Paolo Pressey 2004–2006
Giovanni Killilea 1972–1977 Dave Wohl 2004–2007
KC Jones 1977–1983
1996–1997
Clifford Ray 2005–2010
Satch Sanders 1977–1978 Mike Longbardi 2007–2013
Bob MacKinnon 1978–1979 Tom Thibodeau 2007–2010
Jim Rodgers 1980–1988 Lorenzo Franco 2010–2011
Chris Ford 1983–1990 Roy Rogers 2010–2011
Ed Tasso 1984–1988 Tyronn Lue 2011–2013
Lanny Van Eman 1988–1990 Jamie Young 2011–2021
Don Casey 1990–1996 Jay Larrañaga 2012–2021
Jon P. Jennings 1990–1994 Ron Adams 2013–2014
Dennis Johnson 1993–1997 Michea Shrewsberry 2013–2019
John Kuester 1995–1997 Walter McCarty 2013–2018
Winston Bennett 1997–1998 Darren Erman 2014–2015
Jim O'Brien 1997–2001 Girolamo Allen 2015–2021
John Carroll 1997–2004 Scott Morrison 2017–2021
Marco Starn 1997–2001 Brandon Bailey 2019–2021
Kevin Willard 1997–2001 Kara Lawson 2019–2020
Lester Conner 1998–2004 Joe Mazzulla 2019-presente
Andy Enfield 1998–2000 Evan Turner 2020–2021
Dick Harter 2001–2004 Antonio Dobbins 2021-presente
Frank Vogel 2001–2004 Will Hardy 2021-presente
Dana Barros 2004 Aaron Miles 2021-presente
Jim Brewer 2004–2006 Damon Stoudamire 2021-presente
Paolo Cormier 2004–2005 Ben Sullivan 2021-presente
Tony Brown 2004–2007

Loghi e divise

Loghi

Il marchio denominativo dei Celtics, utilizzato dalla stagione 1969-70

Il logo dei Boston Celtics dal 1968 presenta un folletto che fa girare un pallone da basket, chiamato Lucky, originariamente raffigurato con un grande pallone da basket come sfondo. È stato originariamente progettato da Zang Auerbach, il fratello dell'allenatore dei Celtics Red Auerbach . Durante la stagione 1995-1996, gli unici colori del logo erano nero, bianco e verde. Poi per la stagione 1996-1997, che celebrava il 50° anniversario del club, il logo ha ricevuto un trattamento a colori. Il viso e le mani di Lucky erano entrambi dipinti di marrone chiaro, mentre l'oro era incluso sul gilet, sul papillon e sul cappello, così come il marrone sulla palla e lo shillelagh e il nero sui pantaloni e sulle scarpe.

I Celtics hanno anche vari loghi alternativi, il più popolare è un trifoglio bianco con le lettere "Celtics" sopra, avvolto in un cerchio verde, che è stato utilizzato dalla stagione 1998-99 . Il logo alternativo si basa sui loghi usati dai Celtics prima che usassero il folletto Zang Auerbach. Per gran parte della sua storia, il trifoglio è stato rifinito in oro, come si vede nelle vecchie giacche da riscaldamento della squadra. Un nuovo logo secondario, svelato nel 2014, presentava una variazione del logo del leprechaun, a forma di silhouette.

Uniformi

Divise primarie

Le divise dei Celtics, indossate da Bill Sharman, Dennis Johnson, Rajon Rondo e Semi Ojeleye, hanno subito cambiamenti minimi dagli anni '50.

Per gran parte della loro storia, i Celtics hanno indossato divise verdi in viaggio e divise bianche in casa. Il modello di base delle attuali divise dei Celtics è stato formalizzato negli anni '50 e lungo la strada hanno apportato alcune modifiche alle scritte e alle strisce.

Tra i cambiamenti più notevoli nelle divise c'erano il passaggio da caratteri serif a caratteri sans-serif nel 1968, l'aggiunta di nomi nel 1972 e l'incorporazione del logo del trifoglio a tre foglie nel 1998. Mentre le divise bianche sono rimaste in gran parte intatte, le divise verdi hanno caratterizzato o il nome della città (anni '50–1965; 2014–oggi) o il nome della squadra (1965–2014).

Quando Nike è diventata il fornitore di divise della NBA nel 2017, ha deciso di eliminare le designazioni delle divise "casa" e "trasferta". Così le divise bianche dei Celtics divennero note come le divise "dell'Associazione" mentre le divise verdi divennero le divise "Icona". Entrambi i set vengono ora utilizzati indipendentemente dalle partite in casa e in trasferta.

Nel gennaio 2017, i Celtics hanno firmato un accordo pluriennale con General Electric dove sono diventati il ​​"partner esclusivo di dati e analisi" per il team. Come parte dell'accordo, GE ha accettato di pagare ai Celtics più di $ 7 milioni all'anno per avere le divise con un logo GE posizionato in modo prominente sulla spalla sinistra delle maglie in verde e bianco. Questa è stata la prima volta che un logo aziendale è stato posizionato sulle divise da gioco. Insieme al logo GE, il logo Nike ora decora la spalla destra delle divise dei Celtics.

Nel novembre 2020, i Celtics hanno firmato un contratto pluriennale con Vistaprint che è diventato lo sponsor principale della maglia della squadra.

Divise alternative

Ray Allen (a sinistra) indossava l'uniforme verde alternativa nel 2008; Isaiah Thomas (a destra) indossava l'uniforme grigia alternativa "Parquet Pride" nel 2017.

Dal 2005 al 2017, i Celtics hanno indossato divise verdi alternative con scritte nere e rifiniture con la parola "Boston" sul lato anteriore. Una notevole differenza nelle divise alternative erano i pannelli neri con un trifoglio verde, che ricordavano le divise originali dei Celtics indossate alla fine degli anni '40.

Dal 2014 al 2017 è stato utilizzato anche un set di divise grigie. Soprannominate "Parquet Pride", le divise presentavano maniche (una figura di spicco nelle divise NBA dell'Adidas ), lettere bianche con rifiniture verdi, il logo del folletto stagliato sui pantaloncini, il logo del trifoglio sulla gamba sinistra, e un motivo tipo parquet sui lati.

Per il 2017 e oltre, i Celtics indosseranno divise nere "Statement" (etichettate da Nike in riferimento alle terze maglie del campionato). Le sue caratteristiche includono lettere verdi con rifiniture bianche, pannelli verdi con trifoglio nero e nomi dei giocatori bianchi. Il nome della squadra è ben visibile davanti. A partire dal 2021, l'uniforme "Statement" presenterebbe il logo Jordan Brand, una caratteristica precedentemente esclusiva delle divise degli Charlotte Hornets .

Divise speciali

Tra il 2006 e il 2017, i Celtics hanno indossato speciali uniformi per il giorno di San Patrizio . Le divise iniziali sono state indossate dal 2006 al 2013 e somigliavano fortemente alle loro normali divise verdi ad eccezione delle finiture dorate e bianche e del nome della città davanti. Per il 2014 e il 2015, le divise sono state rimosse, hanno sostituito il nome della città davanti a favore del nome della squadra e ora assomigliavano alle loro alternative verde/nera. Nel 2016 e nel 2017, le divise erano di nuovo senza maniche e presentavano il nome della città davanti, ma mantenevano le strisce precedenti.

Durante l' NBA Europe Live Tour prima della stagione 2007-2008, i Celtics hanno usato le maglie da strada alternative nella loro partita contro i Toronto Raptors a Roma, tranne che le parole "Boston" sul lato anteriore della maglia e il trifoglio sul pantaloncini e sul rovescio della maglia contenevano i tricolori verde, bianco e rosso della bandiera italiana . Nella seconda partita a Londra, le normali maglie da strada presentavano una toppa contenente la Union Jack .

All'apertura della stagione 2008-2009 contro i Cleveland Cavaliers, i Celtics hanno indossato una versione modificata delle loro divise casalinghe, accentate d'oro, per commemorare la squadra del campionato della scorsa stagione.

I Celtics hanno anche indossato uniformi del giorno di Natale in edizione speciale dalla stagione 2008-2009. Per le prime quattro partite, hanno indossato le loro normali divise verdi modificate con il logo NBA all'interno di un fiocco di neve . Poi, nella stagione 2012-2013, hanno indossato uniformi monocromatiche con scritte verdi bordate di bianco. Per la stagione 2016-17, i Celtics hanno indossato una speciale divisa verde con una scritta più decorata, ma senza strisce aggiuntive.

A partire dalla stagione 2017-18, i Celtics hanno indossato divise "City" in edizione speciale disegnate da Nike. Le loro prime divise "City" erano in grigio e presentavano un motivo del pavimento in parquet, un trifoglio verde con rifiniture bianche sulla gamba sinistra, lettere verdi con rifiniture bianche, la firma di Red Auerbach vicino all'etichetta dell'uniforme e una parte del 2008 striscione del campionato sulla linea di cintura.

Per la stagione 2018-19, i Celtics hanno indossato divise bianche "City" con lettere verdi e quadrifogli rifiniti in oro. Ha anche la firma di Red Auerbach vicino all'etichetta dell'uniforme e un logo Celtics alternativo rifinito in oro sulla linea di cintura. Inoltre, i Celtics hanno indossato una divisa dell'edizione "Earned" esclusiva solo per le 16 squadre che hanno partecipato ai playoff NBA 2018 . La loro interpretazione è uno scambio di tavolozza delle divise "City" con una base verde e lettere dorate e quadrifogli con finiture bianche.

L'uniforme "City" dei Celtics per la stagione 2019-20 presentava una base verde e un marchio stilizzato "Boston" e numeri in oro con finiture nere. Un nodo celtico a forma di trifoglio adorna la linea di cintura.

L'uniforme "City" dei Celtics 2020-21 è stata modellata sui 17 stendardi del campionato che adornano le travi del TD Garden. L'uniforme, che è bianca con spesse strisce verdi, presenta il nome completo in Futura Condensed impilato davanti e la firma e la citazione di Red Auerbach "I Boston Celtics non sono una squadra di basket. Sono uno stile di vita". appare sopra il tag del produttore. I Celtics hanno anche rilasciato una seconda divisa "guadagnata" dopo essersi qualificati ai playoff NBA 2020 ; questo disegno presenta una base verde scuro con strisce celtiche e verde lime e le lettere sono state rese in verde celtico con finiture bianche.

L'uniforme verde "City" dei Celtics per la stagione 2021-22 era un mix di precedenti modelli di uniformi. Le strisce sul collo e sulle braccia sono state prese dalle loro uniformi attuali. La scritta verde con ombre discendenti bianche era un cenno al design dell'uniforme del 1949. I triangoli grigi sui pantaloncini rappresentavano le divise iniziali del franchise; il lato sinistro conteneva lo stemma del 75 ° anniversario della squadra, mentre il lato destro conteneva una versione verde e bianca del trifoglio commemorativo Red Auerbach utilizzato nella stagione 2006-2007. Le targhette a contrasto sul retro sono state ispirate dalle giacche da riscaldamento che la squadra ha utilizzato per gran parte della sua storia e il logo originale del "leprecano che salta" degli anni '60 è stato aggiunto in vita. I numeri in pensione, la firma e la citazione dell'Auerbach (vedi l'uniforme "City" del 2021) e 17 trifogli che rappresentano ogni stagione di campionato, circondavano il jock tag.

Toppe commemorative

Durante la stagione 2006-2007, i Celtics hanno indossato una toppa commemorativa di un trifoglio nero con il soprannome "Red" a lettere verdi sulla parte superiore destra della maglia in ricordo di Red Auerbach, morto poco prima dell'inizio della stagione.

La squadra ha onorato i membri defunti della famiglia Celtics con una fascia nera commemorativa sulla tracolla sinistra della maglia. È stato presentato dieci volte fino ad oggi: Walter Brown ( 1964–65 ), Bob Schmertz ( 1975–76 ), Joan Cohen ( 1989–90 ), Johnny Most e Reggie Lewis ( 1993–94 ), Dorothy Auerbach ( 2000–01 ), Dennis Johnson ( 2006–07 ), Jim Loscutoff ( 2015–16 ), Jo Jo White ( 2017–18 ), John Havlicek ( 2018–19 ), Tom Heinsohn e KC Jones (entrambi 2020–21 ). Durante la stagione 2019-20, i Celtics hanno indossato una fascia nera in onore di due persone che non avevano mai fatto parte dell'organizzazione Celtics; l'ex commissario NBA David Stern e l'ex star dei Los Angeles Lakers Kobe Bryant . I Celtics hanno anche indossato una fascia nera per ragioni non direttamente legate alla franchigia, come l' attentato alla maratona di Boston nel 2013 e la morte della sorella minore di Isaiah Thomas durante i playoff NBA del 2017 .

Tradizioni uniformi

La squadra ha anche avuto la tradizione di indossare scarpe da ginnastica nere per gran parte della sua storia. Secondo la leggenda, il patriarca dei Celtics Red Auerbach ha avuto un problema con le sneakers bianche, sostenendo che le sneakers bianche possono sporcarsi facilmente; iniziando così una lunga tradizione con le sneakers nere. All'inizio degli anni '70, i Celtics cambiarono il colore delle loro scarpe da ginnastica in verde, ma nel 1985 tornarono al consueto nero a causa della difficoltà di produrre la giusta tonalità di verde celtico.

Prima della stagione 2003-2004, l'attuale direttore generale dei Celtics Danny Ainge e il capitano Paul Pierce hanno suggerito di indossare scarpe da ginnastica bianche, in parte a causa del numero crescente di squadre che indossano scarpe da ginnastica nere. Auerbach ha accettato volentieri e le scarpe da ginnastica bianche sono rimaste da allora nelle partite casalinghe. Indossavano ancora le scarpe da ginnastica nere nelle partite in trasferta, ma nella stagione 2008-2009 indossavano scarpe da ginnastica bianche con accenti verdi e dorati mentre indossavano le maglie del giorno di San Patrizio in viaggio. Più di recente, quando i Celtics giocano il giorno di Natale, indossavano scarpe da ginnastica bianche o verdi con accenti rossi e dorati. Dalla stagione 2009-10, l'NBA ha allentato le sue regole sui colori specifici delle scarpe da ginnastica e ora i giocatori dei Celtics indossano scarpe da ginnastica personalizzate e personalizzate a casa e in viaggio, anche se per la maggior parte indossano verde, bianco o nero scarpe da ginnastica.

I Celtics sono stati l'unica squadra a indossare giacche da riscaldamento con i nomi dei giocatori sul retro. Durante gli anni '80, questo stile era dominante nella maggior parte delle giacche da riscaldamento NBA, ma alla fine degli anni '90 questo stile è gradualmente diminuito. I Celtics, tuttavia, hanno mantenuto il design in linea con la tradizione, prima di interrompere la pratica dopo la stagione 2011-12 a favore di un design della giacca modellato comune a tutte le 30 squadre.

Televisione e radio

NBC Sports Boston è il principale canale televisivo dei Boston Celtics, avendo trasmesso i suoi giochi dal 1981, quando la stazione era conosciuta come PRISM New England. Nel 1983 è stato rinominato SportsChannel New England. Come tutte le altre reti SportsChannel, il canale New England è stato rinominato Fox Sports New England quando l'ex proprietario Cablevision ha stretto una partnership con Liberty Media e News Corporation nel 1998. Comcast ha acquistato la partecipazione della rete originale di Cablevision nel 2001, quindi ha acquisito la partecipazione rimanente in quello che ora era FSN New England nel 2007 e ha rinominato la rete come Comcast SportsNet New England. Nel 2017, tutte le reti CSN (incluso CSN New England) sono state ribattezzate NBC Sports Regional Networks in riferimento all'attuale proprietà di Comcast di NBCUniversal .

Mike Gorman fornisce il play-by-play con l'ex giocatore dei Celtics Brian Scalabrine che funge da analista.

Tutte le partite dei Celtics vengono ascoltate alla radio attraverso WBZ-FM (98.5, altrimenti denominato "The Sports Hub") del Beasley Broadcast Group, con play-by-play di Sean Grande e commenti a colori di Cedric Maxwell, un accordo in vigore da allora la stagione 2013-2014.

Gestione

Storia di proprietà

Storia di proprietà
Proprietario Tenore
Boston Garden-Arena Corporation 6 giugno 1946-31 luglio 1950
Walter A. Brown / Lou Pieri 31 luglio 1950-7 settembre 1964
Lou Pieri e Marjorie Brown, moglie del fondatore del team 7 settembre 1964-24 giugno 1965
Marvin Kratter /Knickerbocker Brewing Company, filiale di National Equities 24 giugno 1965-1968
Fabbrica di birra Ballantine, sussidiaria di Investors Funding Corporation 1968–1969
1971–1972
Comunicazioni transnazionali 1969–1971
Irv Levin e Harold Lipton aprile 1972 – maggio 1972*
novembre 1975 – 1978
Robert Schmertz /Tecnologia per il tempo libero maggio 1972 - gennaio 1975
Robert Schmertz /Tecnologia per il tempo libero, Irv Levin e Harold Lipton gennaio 1975 – novembre 1975
John Y. Brown, Jr. e Harry T. Mangurian, Jr. 1978–1979
Harry T. Mangurian, Jr. 1979–1983
Don Gaston, Alan N. Cohen, Paul Dupee 1983–1993
Paolo Gaston 1993–2002
Boston Basketball Partners LLC Dicembre 2002 – presente

* Vendita non approvata dalla NBA

Presidenti di squadra

Presidenti di squadra di tutti i tempi
Presidente Tenore
Walter A. Brown 1946–1963
Luigi Pieri 1963–1965
Jack Waldron 1965–1967
1968–1970
Clarence H. Adams 1967–1968
Rosso Auerbach 1970–1997
1997–2001
Rick Pitino 1997–2001
Ricca Gotham 2007– presente

Direttori generali

Storia GM
GM Tenore
Walter A. Brown 1946–1951
Rosso Auerbach 1951–1984
Jan Volk 1984–1997
Chris Wallace 1997–2007
Danny Ainge 2007–2021

Altro

Nome Posizione Tenore
Dave Gavitt Amministratore delegato 1990–1994
Larry Bird Assistente speciale al front office 1992–1997
ML Carr Direttore delle operazioni di basket 1994–1997
Danny Ainge Presidente delle operazioni di basket 2003–2021
Brad Stevens Presidente delle operazioni di basket 2021– presente

Personale medico

Medici di squadra

Medici di squadra di tutti i tempi
Medico Tenore
Dr. Robert Steinsieck 1956–1958
Il dottor Jack Longford 1958–1959
Il dottor John Doherty 1959–1969
Dott. Tommaso Silva 1969–1987
Dr. Arnold Scheller 1987–2005
Il dottor Brian McKeon 2005– presente

Preparatori atletici di squadra

Allenatori atletici di tutti i tempi
Allenatore Tenore
Harry Cohen 1946–1958
amico Le Roux 1958–1967
Joe De Lauri 1967–1972
Frank Challant 1972–1979
Ray Melchiorre 1979–1987
Ed Lacerte 1987–2017
Arte Horne 2017– presente

Comunicazioni Boston Celtics

Boston Celtics Communications è una divisione di trasmissione dei Celtics. Nel settembre 1989, il team attraverso i suoi proprietari, Don Gaston, Alan N. Cohen e Paul Dupee acquisì la stazione radio WEEI (sulla frequenza 590 ora nota come WEZE ) dalla CBS Radio, così come la stazione affiliata Fox WFXT dalle Fox Television Stations . La vendita è stata completata il 10 maggio 1990.

Quell'anno la CBS cessò la sua associazione con WEEI e si unì invece alla direzione della ABC . WEEI, che aveva già trasmesso le trasmissioni dei Celtics dal 1987, ha ampliato la sua programmazione sportiva per coprire i Boston Bruins e alcune trasmissioni Sports Byline USA e CBS Radio Sports . Tuttavia, WEEI è stato svenduto nel 1994 e in seguito sarebbe riemerso come il nome di un'affiliata radiofonica ESPN, Sportsradio 850 WEEI .

WFXT ha continuato a portare la programmazione della rete Fox; tuttavia, durante la proprietà della stazione da parte della squadra, hanno trasmesso le partite della squadra e nel 1993 avevano anche un accordo di condivisione delle notizie con il canale di notizie via cavo regionale New England Cable News . WFXT nel frattempo è stato riacquistato dal gruppo Fox Television Stations, e ancora una volta era Fox di proprietà e gestito dal 1995.

Guarda anche

Appunti

Riferimenti

link esterno