Croce (associazione calcio) -Cross (association football)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Steven Gerrard ha attraversato la palla in una partita di Premier League .

Nel calcio associativo, un cross è un passaggio a medio-lungo raggio da un'ampia area del campo verso il centro del campo vicino alla porta avversaria. Nello specifico, l'intenzione di un cross è di portare direttamente la palla in area da un'angolazione che consenta agli attaccanti attaccanti di mirare più facilmente alla porta con la testa o con i piedi. Le croci sono generalmente in volo ( flottate ) per eliminare i difensori vicini, ma possono anche essere colpite con forza lungo il terreno ( perforate ). È una mossa rapida ed efficace.

Utilizzo

I cross vengono utilizzati principalmente per creare sforzi da gol e formano un importante repertorio di tattiche di contropiede e gioco di ali. Giocatori in posizioni larghe, solitamente ali, terzini e terzini, consegnano la palla in area di rigore , vicino alla porta avversaria. I compagni di squadra nelle posizioni centrali, tipicamente attaccanti, tentano di tirare al volo o deviare la palla consegnata con la testa o con i piedi, a seconda dell'altezza della consegna, verso la porta e, si spera, segnando .

Come mossa offensiva, il cross si vede tipicamente quando il giocatore sta correndo verso i propri avversari, quindi è più facile utilizzare la soletta del piede "esterno" (cioè il piede destro se sul lato destro del campo e viceversa) per consegnare la croce. Per questo motivo, è più comune vedere cross di giocatori che giocano dalla stessa parte del campo del loro piede dominante ( ali convenzionali ), anche se non è raro vedere ali di talento sulle ali opposte (ali invertite ) eseguire finte e manovre per arrivare in una posizione in cui possono incrociare con l'altro piede (vedi Cruijff turn ).

Tipi di croci

A seconda dell'intenzione e dell'abilità del crosser, un cross può essere un modo speculativo per creare una mezza possibilità giocando la palla in un'area pericolosa, o un modo preciso per trovare un compagno di squadra in una posizione più centrale, o qualcosa del genere nel mezzo. In termini di tattica, l'attaccante può scegliere se iniziare un cross da una posizione più profonda (sacrificando l'angolo per un attacco più rapido), o da una posizione in avanti (quando è più probabile che il compagno di squadra sia rivolto verso la porta, ma potrebbe aver più difensori intorno a loro). Allo stesso modo, il crosser può variare l'altezza, la velocità e il curl sulla palla per eludere le difese. Attributi come ritmo, tecnica di calcio e consapevolezza della posizione sono preziosi quando si cercano buoni crosser. Allo stesso modo, un buon posizionamento, attributi di tiro al volo e al volo e una presenza fisica consentono al bersaglio del cross di allontanare i difensori e reagire bene al cross.

Croce scheggiata

Wade Elliott si esercita su un cross scheggiato prima dell'inizio di una partita

Negli spazi congestionati all'interno dell'area di rigore, la palla può essere scheggiata sopra i difensori verso un compagno di squadra, in genere tagliando il fondo della palla con la soletta o colpendola a terra per farla rimbalzare. Mentre il cross scheggiato porta via la palla dai difensori vicini, sacrifica lo slancio e si traduce in una consegna più lenta, consentendo alla difesa di rispondere meglio, o al portiere di correre fuori e raccogliere o soffocare la palla con le mani.

Normalmente, questo tipo di cross viene implementato quando la squadra ha giocatori alti che possono vincere la battaglia aerea, o quando il crosser è vicino al compagno di squadra preso di mira, dove curvare la palla può essere impraticabile.

Croce oscillante

Nel "cross inswinging" o "inswinger" (da non confondere con il termine di cricket ) il giocatore applica il curl alla palla quando la colpisce sul campo, facendola curvare verso la porta.

I cross oscillanti di solito si verificano quando un giocatore di destro si trova sul lato sinistro del campo (o uno che è mancino e si trova sul lato destro del campo) e preferisce crossare con l'interno del piede dominante. Comunemente visti tra i set-play (in cui il giocatore può orientarsi per calciare con il piede dominante sul fianco opposto), gli scambisti sono tipicamente mirati a un livello di testa, nella speranza di creare una deviazione di testa. La curva impartisce uno slancio verso l'obiettivo, con possibilità più favorevoli che le deviazioni si traducano in un gol. D'altra parte, il curl può anche avvicinare la palla al portiere, permettendogli di correre più facilmente fuori e raccogliere (o respingere) la palla.

Croce oscillante

Con le ali "convenzionali" (cioè le ali che giocano sul lato del piede dominante), questo è il cross più comune. Quando viene diretto in campo con la soletta del piede dominante, la palla si curva leggermente allontanandosi dalla porta.

Questa è un'arma versatile, poiché la curva può essere utilizzata per allontanare la palla dalle difese e consentire all'attaccante di correre sulla palla, oppure può essere utilizzata come arma aerea, consentendo tiri di testa più precisi verso la porta.

Croce a terra

Il "crossed cross" o "drilled cross" o "cutback" è un cross lungo il terreno ed è uno dei modi più semplici per portare la palla al centro, specialmente quando la squadra in attacco è più abile tecnicamente e non ha un presenza fisica o aerea in anticipo. Le tattiche tipiche possono coinvolgere ali veloci in grado di tagliare e superare la difesa, con l'intenzione di lanciare cross precisi nell'area dalla linea di porta. I ground cross possono essere più rischiosi tatticamente.

I cross a terra possono anche derivare involontariamente da una tecnica scadente, quando il crosser non riesce a ottenere un'elevazione sufficiente dal suo calcio.

Tattiche

Essendo uno dei modi più diretti e basilari per attaccare la porta, il cross è parte integrante del gioco largo e consente all'attaccante di sondare le debolezze posizionali, allungare la difesa e avviare duelli aerei davanti alla porta. Tuttavia, essendo un passaggio a medio-lungo raggio in un'area (spesso) fortemente difesa, i cross possono essere irregolari e possono comportare la perdita del possesso palla.

Dall'emergere di analisi statistiche e idee strategiche come il calcio basato sul possesso palla e i terzini offensivi, il cross come tattica è stato lentamente sostituito, con domande sulla sua inefficienza del possesso palla e rapporto di conversione delle possibilità in calo ai massimi livelli. Sebbene siano ancora utilizzate occasionalmente al livello più alto, le tattiche che si basano sul cross come un "Piano A" tendono ad essere descritte come "noiose" (vedi palla lunga ), "ingenue" o "primitive" (e sono contrastate con intricate tecniche di passaggio e dribbling ). Tuttavia, il cross rimane un'opzione tattica praticabile (soprattutto quando gli attaccanti sono superiori in aria) e allenatori come Sam Allardyce e Tony Pulis lo hanno usato frequentemente come tattica primaria.

Nel calcio moderno, attualmente sembrano esserci meno giocatori abili nell'attraversare la palla poiché, a differenza delle "ali tradizionali", le " ali moderne ", come Alexis Sánchez, Lorenzo Insigne o Eden Hazard, tendono a giocare la palla per terra per mantenere il possesso palla e sono tipicamente veloci, tecnicamente dotati, creativi e agili, presentando così somiglianze con giocatori che erano precedentemente schierati come attaccanti di supporto o trequartista . Le formazioni che utilizzano le ali, come il 4–3–3 e il 4–2–3–1, ora usano spesso "ali invertite" o attaccanti esterni in modo che i giocatori siano in grado di tagliare al centro e tirare in porta con il loro piede più forte, piuttosto che usarlo prevalentemente per crossare palloni nell'area per centravanti tradizionali sempre meno comuni ; quando vengono utilizzate tattiche di attraversamento, di solito vengono lasciate ai terzini offensivi o ai terzini esterni sovrapposti. Le ali tradizionali, come Garrincha e David Beckham, sono diventate meno comuni, poiché è stata posta maggiore enfasi sulle tecniche di dribbling, sulla creatività e sui " trucchi " nelle ali moderne, piuttosto che sui cross. Nelle formazioni 3–5–2 contemporanee e nelle loro varianti, i centrocampisti larghi vengono nuovamente sostituiti da terzini per fornire larghezza alla squadra.

Riferimenti