Guerra dei droni -Drone warfare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Un attacco di droni è un attacco aereo effettuato da uno o più veicoli aerei da combattimento senza pilota (UCAV) o veicoli aerei senza pilota commerciali armati ( UAV). È noto che solo Stati Uniti, Regno Unito, Israele, Cina, Corea del Sud, Iran, Italia, Francia, India, Pakistan, Russia, Turchia e Polonia hanno prodotto UCAV operativi a partire dal 2019. A partire dal 2022, il gruppo ucraino Aerorozvidka hanno costruito droni capaci di colpire e li hanno usati in combattimento.

Gli attacchi con i droni possono essere condotti da UCAV commerciali che sganciano bombe, lanciano un missile o si schiantano contro un bersaglio. Dall'inizio del secolo, la maggior parte degli attacchi di droni sono stati effettuati dalle forze armate statunitensi in paesi come Afghanistan, Pakistan, Siria, Iraq, Somalia e Yemen utilizzando missili aria-superficie, ma la guerra con i droni è stata sempre più dispiegata dalla Turchia e Azerbaigian . Gli attacchi dei droni vengono utilizzati per uccisioni mirate da parte di diversi paesi.

Nel 2020 un UAV di fabbricazione turca carico di esplosivo ha rilevato e attaccato le forze di Haftar in Libia con la sua intelligenza artificiale senza comando, secondo un rapporto del Gruppo di esperti sulla Libia del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, pubblicato nel marzo 2021. Era considerato il primo attacco effettuato dagli UAV di propria iniziativa.

Guerra dei droni

Armamento degli UAV di videografia commerciale DJI Phantom

L'Economist ha citatol'uso altamente efficace dei droni da parte dell'Azerbaigian nella guerra del Nagorno-Karabakh del 2020 el'uso di droni da parte della Turchia nella guerra civile siriana come indicativi del futuro della guerra. Notando che in precedenza si presumeva che i droni non avrebbero svolto un ruolo importante nei conflitti tra le nazioni a causa della loro vulnerabilità al fuoco antiaereo, ha suggerito che mentre questo potrebbe essere vero per le grandi potenze con difese aeree, lo era meno per i minori poteri. Ha notato che le tattiche azere e l'uso di droni da parte della Turchia indicano un "nuovo tipo di potenza aerea più conveniente ". Ha anche notato che la capacità dei droni di registrare le loro uccisioni ha consentito una campagna di propaganda azerbaigiana altamente efficace.

Gli UCAV commerciali possono essere equipaggiati con armi quali bombe guidate, bombe a grappolo, ordigni incendiari, missili aria -superficie, missili aria-aria, missili guidati anticarro o altri tipi di munizioni a guida di precisione, cannoni automatici e mitragliatrici . Gli attacchi con i droni possono essere condotti da UCAV commerciali che sganciano bombe, lanciano un missile o si schiantano contro un bersaglio. I veicoli commerciali senza pilota (UAV) possono essere armati caricati con esplosivi pericolosi e quindi schiantati contro obiettivi vulnerabili o fatti esplodere sopra di essi . Possono condurre bombardamenti aerei lanciando bombe a mano, colpi di mortaio o altre munizioni esplosive improvvisate direttamente sopra i bersagli. I carichi utili potrebbero includere esplosivi, schegge, rischi chimici, radiologici o biologici. Più droni possono attaccare contemporaneamente in uno sciame di droni . I droni sono stati ampiamente utilizzati da entrambe le parti per la ricognizione e l'avvistamento di artiglieria nella guerra russo-ucraina .

Gli stati stanno sviluppando sistemi anti-UAV per contrastare la minaccia di attacchi di droni. Questo, tuttavia, si sta rivelando difficile. Secondo James Rogers, un accademico che studia la guerra con i droni, "Al momento è in corso un grande dibattito su quale sia il modo migliore per contrastare questi piccoli UAV, indipendentemente dal fatto che vengano utilizzati da hobbisti che causano un po' di fastidio o in un modo più sinistro da parte di un attore terrorista ".

Attacchi di droni negli Stati Uniti

Un drone Predator che spara un missile Hellfire

Nel 1991, i droni AAI RQ-2 Pioneer e AeroVironment FQM-151 Pointer sono stati utilizzati per la sorveglianza durante la Guerra del Golfo . Nel 1993, gli UAV General Atomics Gnat furono testati per la sorveglianza durante le guerre jugoslave . Nel 2001-2002, i droni Predator MQ-1 della General Atomics erano dotati di missili per colpire obiettivi nemici.

Ben Emmerson, relatore speciale delle Nazioni Unite sui diritti umani e l'antiterrorismo, ha affermato che gli attacchi dei droni statunitensi potrebbero aver violato il diritto umanitario internazionale . L'Intercept ha riferito: "Tra gennaio 2012 e febbraio 2013, attacchi aerei delle operazioni speciali statunitensi [nel nord-est dell'Afghanistan] hanno ucciso più di 200 persone. Di questi, solo 35 erano gli obiettivi previsti. Durante un periodo di cinque mesi dell'operazione, secondo il documenti, quasi il 90 per cento delle persone uccise negli attacchi aerei non erano gli obiettivi previsti". L'uso di attacchi di droni da parte degli Stati Uniti riduce sostanzialmente il numero di vittime statunitensi. Gli Stati Uniti hanno aumentato notevolmente l'uso degli attacchi con i droni durante la presidenza Obama rispetto a quella di Bush. Con l'aiuto della struttura di difesa congiunta di Pine Gap, che individua i bersagli intercettando i segnali radio, gli Stati Uniti stanno colpendo i droni a doppio tocco .

Le stime per il totale delle persone uccise negli attacchi dei droni statunitensi in Pakistan, vanno da 2.000 a 3.500 militanti uccisi e da 158 a 965 civili uccisi. 81 leader ribelli in Pakistan sono stati uccisi. Si stima che gli attacchi di droni in Yemen abbiano ucciso 846-1.758 militanti e 116-225 civili. 57 Si conferma che i leader di Al-Qaeda nella penisola arabica sono stati uccisi

Nell'agosto 2018, Al Jazeera ha riferito che una coalizione guidata dall'Arabia Saudita che combatte i ribelli Houthi nello Yemen si era assicurata accordi segreti con al-Qaeda nello Yemen e aveva reclutato centinaia di combattenti di quel gruppo: "... Figure chiave nella conclusione dell'accordo hanno affermato che il Gli Stati Uniti erano a conoscenza degli accordi e hanno tenuto a bada gli attacchi dei droni contro il gruppo armato, creato da Osama bin Laden nel 1988".

Dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha aumentato pesantemente gli attacchi dei droni di oltre il 400% e limitato il controllo civile, il suo successore Joe Biden ha invertito la rotta. Sotto Biden, secondo quanto riferito, gli attacchi dei droni hanno raggiunto il minimo di 20 anni ed erano fortemente limitati. Tuttavia, un attacco di droni dell'amministrazione Biden a Kabul, in Afghanistan, nell'agosto 2021 ha ucciso 10 civili, tra cui sette bambini. Successivamente, un attacco di droni ha ucciso il leader di Al-Qaeda Ayman al-Zawahiri sotto l'amministrazione Biden.

Effetti

Le opinioni accademiche sono contrastanti sull'efficacia degli attacchi con i droni. Alcuni studi sostengono che gli attacchi di decapitazione per uccidere la leadership di un gruppo di terroristi o ribelli limitino le capacità di questi gruppi in futuro, mentre altri studi lo confutano. Gli attacchi di droni riescono a sopprimere il comportamento dei militanti, sebbene questa risposta sia in previsione di un attacco di droni piuttosto che come risultato di uno. I dati degli sforzi congiunti di antiterrorismo degli Stati Uniti e del Pakistan mostrano che i militanti cessano le comunicazioni e la pianificazione degli attacchi per evitare il rilevamento e il targeting.

I sostenitori degli attacchi con i droni affermano che gli attacchi con i droni sono ampiamente efficaci nel prendere di mira specifici combattenti. Alcuni studiosi sostengono che gli attacchi dei droni riducono la quantità di vittime civili e danni territoriali rispetto ad altri tipi di forza militare come le grandi bombe. Le alternative militari agli attacchi con i droni come incursioni e interrogatori possono essere estremamente rischiose, dispendiose in termini di tempo e potenzialmente inefficaci. Fare affidamento sugli attacchi dei droni non è privo di rischi poiché l'utilizzo dei droni negli Stati Uniti costituisce un precedente internazionale per le uccisioni extraterritoriali ed extragiudiziali .

Attacco dei droni dello Stato Islamico

Piccoli droni e quadricotteri sono stati utilizzati per gli attacchi dello Stato Islamico in Iraq e Siria. Un gruppo di dodici o più è stato pilotato da piloti appositamente addestrati per sganciare munizioni sulle forze nemiche. Sono stati in grado di eludere le forze di difesa di terra.

Durante la battaglia per Mosul, lo Stato Islamico è stato in grado di uccidere o ferire decine di soldati iracheni lanciando esplosivi leggeri o granate da 40 millimetri da numerosi droni che attaccavano contemporaneamente.

Nel 2017, il direttore dell'FBI Christopher Wray ha dichiarato in un'audizione al Senato che "Sappiamo che le organizzazioni terroristiche hanno interesse a utilizzare i droni ... L'abbiamo già visto all'estero con una certa frequenza. Penso che l'aspettativa sia che arrivi qui, imminente."

L' esperto di droni Brett Velicovich ha discusso dei pericoli dello Stato Islamico utilizzando droni standard per attaccare obiettivi civili, affermando in un'intervista a Fox News che era solo questione di tempo prima che l'uso dei droni da parte degli estremisti dell'ISIS per colpire obiettivi civili diventasse più diffuso e sofisticato.

Guerra dei droni in Azerbaigian

Bayraktar TB2 di fabbricazione turca alla Baku Victory Parade del 2020, Azerbaigian

Durante il conflitto del Nagorno-Karabakh del 2020, gli UCAV sono stati ampiamente utilizzati dall'esercito azerbaigiano contro l'esercito armeno. Questi UCAV includevano Harops IAI israeliani e Bayraktar TB2 turchi. Poiché il Bayraktar TB2 utilizza l'ottica canadese e i sistemi di puntamento laser, nell'ottobre 2020 il Canada ha sospeso l'esportazione della sua tecnologia di droni militari in Turchia dopo le accuse secondo cui la tecnologia era stata utilizzata per raccogliere informazioni e dirigere l'artiglieria e il fuoco missilistico contro posizioni militari. Dopo l'incidente, Aselsan ha dichiarato che avrebbe iniziato la produzione in serie e l'integrazione del sistema CATS per sostituire l'MX15B canadese.

Notevoli attacchi di droni

Scioperi con piccoli UAV

Notevoli morti per attacchi di droni

Guarda anche

Riferimenti

link esterno