Teppismo calcistico -Football hooliganism

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

1. Tifosi dell'FC Lokomotive Leipzig prima dell'incontro della loro squadra con l' SG Dynamo Schwerin nella FDGB-Pokal della Germania dell'Est nel 1990

Il teppismo calcistico, il teppismo calcistico o più comunemente la rivolta calcistica, è una forma di disobbedienza civile che coinvolge comportamenti violenti o bellicosi perpetrati dagli spettatori in occasione di eventi calcistici dell'associazione . Il teppismo calcistico normalmente comporta conflitti tra bande, in inglese note come società di calcio (derivato dallo slang britannico per una banda criminale), formate per intimidire e attaccare i tifosi di altre squadre. Altri termini in lingua inglese comunemente usati in relazione alle aziende di hooligan includono "army", "boys", "bods", " casuals ".", e "equipaggio". Alcuni club hanno rivalità di lunga data con altri club ed è probabile che il teppismo associato alle partite tra di loro (a volte chiamati derby locali ) sia più grave.

Il conflitto può aver luogo prima, durante o dopo le partite. I partecipanti spesso scelgono luoghi lontani dagli stadi per evitare l'arresto da parte della polizia, ma il conflitto può anche scoppiare spontaneamente all'interno dello stadio o nelle strade circostanti. In casi estremi, teppisti, polizia e passanti sono stati uccisi ed è intervenuta la polizia antisommossa . La violenza guidata dagli hooligan è stata chiamata "aggro" (abbreviazione di "aggressione") e "bovver" (la pronuncia cockney di "fastidio", cioè guai).

Gli hooligan che hanno tempo e denaro possono seguire le squadre nazionali in trasferta e impegnarsi in comportamenti da hooligan contro gli hooligan della squadra di casa. Possono anche essere coinvolti in disordini che coinvolgono il pubblico in generale. Sebbene le società a livello nazionale non esistano sotto forma di società a livello di club, i teppisti che supportano la squadra nazionale possono utilizzare un nome collettivo che indica la loro fedeltà.

Comportamento

Il teppismo calcistico coinvolge un'ampia gamma di comportamenti, tra cui:

  • scherno, spesso con insulti razzisti o incitamento all'odio
  • sputare
  • combattimento disarmato
  • lancio di oggetti in campo, sia nel tentativo di arrecare danno a giocatori e funzionari, sia come gesto di insulto.
  • lancio di oggetti contro i sostenitori avversari, tra cui pietre, mattoni, monete, razzi, fuochi d'artificio e bombe molotov .
  • combattere con armi tra cui mazze sportive, bottiglie di vetro, pietre, tondi per cemento armato, coltelli, machete e armi da fuoco .
  • comportamento disordinato della folla come spingere, che può far crollare gli impianti dello stadio come recinzioni e muri. Effetti simili possono verificarsi quando folle rispettose della legge cercano di sfuggire al disordine causato dai teppisti.
  • bruciando il campo e mettendo sull'erba lo stemma di una squadra rivale.
  • In alcuni luoghi c'è vandalismo sotto forma di graffiti spruzzati per promuovere le squadre di calcio, specialmente nelle città dei derby.
  • Un teppismo molto violento e severo può essere considerato un atto di terrorismo, in particolare quelli che coinvolgono armi. Il teppismo violento può causare l'intervento di una polizia antisommossa o, in alcuni paesi, dei militari .

Storia antica

La violenza generalmente associata agli eventi sportivi di squadra e ai loro risultati possiede una storia documentata, che risale almeno alle rivolte di Nika durante l'impero bizantino.

Il primo caso di violenza associato ai moderni sport di squadra è sconosciuto, ma il fenomeno della violenza legata al calcio può essere fatto risalire all'Inghilterra del XIV secolo . Nel 1314, Edoardo II bandì il calcio (a quel tempo, un'attività violenta e indisciplinata che coinvolgeva villaggi rivali che prendevano a calci la vescica di un maiale attraverso la brughiera locale ) perché credeva che il disordine che circondava le partite potesse portare a disordini sociali o addirittura a tradimento . Secondo un documento accademico dell'Università di Liverpool, il conflitto in una partita del 1846 a Derby, in Inghilterra, richiedeva una lettura dell'atto di rivolta e due gruppi di dragoni per rispondere efficacemente alla folla disordinata. Questo stesso documento ha anche identificato le " invasioni di campo " come un evento comune durante gli anni '80 dell'Ottocento nel calcio inglese.

I primi casi registrati di teppismo calcistico nel gioco moderno si sarebbero verificati durante il 1880 in Inghilterra, un periodo in cui bande di tifosi avrebbero intimidito i quartieri, oltre ad attaccare gli arbitri, i tifosi e i giocatori avversari. Nel 1885, dopo che il Preston North End batté l' Aston Villa 5-0 in un'amichevole, entrambe le squadre furono colpite con pietre, attaccate con bastoni, prese a pugni, calci e sputi. Un giocatore del Preston è stato picchiato così duramente che ha perso conoscenza e i resoconti della stampa all'epoca hanno descritto i fan come "ululanti violenti". L'anno successivo, i fan del Preston hanno combattuto contro i fan del Queen's Park in una stazione ferroviaria, il primo presunto caso di teppismo calcistico al di fuori di una partita. Nel 1905, un certo numero di fan del Preston furono processati per teppismo, inclusa una donna di 70 anni " ubriaca e disordinata ", dopo la partita contro i Blackburn Rovers .

Sebbene i casi di violenza e disordini della folla nel calcio siano stati una caratteristica dell'associazione calcistica nel corso della sua storia (ad es . il campo di Millwall sarebbe stato chiuso nel 1920, 1934 e 1950 dopo i disordini della folla), il fenomeno ha iniziato ad attirare l'attenzione dei media solo alla fine 1950 a causa del riemergere della violenza nel football latinoamericano . Nella stagione calcistica inglese 1955-56, i tifosi del Liverpool e dell'Everton furono coinvolti in una serie di incidenti e, negli anni '60, in Inghilterra venivano segnalati in media 25 incidenti di hooligan ogni anno. L'etichetta "teppismo calcistico" iniziò ad apparire per la prima volta sui media inglesi a metà degli anni '60, portando a un maggiore interesse dei media e alla segnalazione di atti di disordine. È stato affermato che questo, a sua volta, ha creato un " panico morale " sproporzionato con la portata del problema reale.

Cause

Il teppismo calcistico ha fattori in comune con la delinquenza giovanile e quella che è stata definita "violenza maschile ritualizzata". Gli studiosi di Sports Studies Paul Gow e Joel Rookwood della Liverpool Hope University hanno scoperto in uno studio del 2008 che "il coinvolgimento nella violenza nel calcio può essere spiegato in relazione a una serie di fattori, relativi all'interazione, all'identità, alla legittimità e al potere. Si pensa anche che la violenza nel calcio riflettono le espressioni di forti legami emotivi con una squadra di calcio, che possono aiutare a rafforzare il senso di identità di un tifoso". In relazione al disastro dello stadio Heysel, uno studio del 1986 ha affermato che l'alcol, la vendita irregolare dei biglietti, il disinteresse degli organizzatori e la "'inettitudine codarda'" della polizia avevano portato alla tragedia. Lo studio del 2008 di Gow e Rookwood, che ha utilizzato interviste con teppisti del calcio britannico, ha rilevato che mentre alcune cause strutturali sociali e fisiologiche identificate (ad es. l'aggressività produce reazioni violente), la maggior parte degli intervistati ha affermato che i resoconti dei media (soprattutto sui giornali) e la gestione da parte della polizia degli eventi relativi agli teppisti erano le principali cause di teppismo. Anche ragioni politiche possono avere un ruolo nel teppismo, specialmente se c'è un sottofondo politico in una partita del genere (ad es. nazioni ostili l'una di fronte all'altra). Anche altre sfumature profonde di divisione in una partita come religione, etnia e classe giocano un ruolo nel teppismo.

Nel tentativo di spiegare i fenomeni di teppismo in Brasile, Nepomuceno e altri studiosi dell'Università Federale di Pernambuco hanno valutato 1363 incidenti di hooligan prima e dopo una sanzione per l'alcol applicata per 8 anni. Mentre l'alcol presentava scarse prove di contributo agli episodi di violenza, le fasi a eliminazione diretta, le finali, la competitività (partite del derby), i limiti di punteggio ridotti e i livelli di orgoglio erano alcuni dei potenziali di violenza tra gli spettatori sportivi. Mesi dopo i lavori in corso, il legislatore statale di Pernambuco ha deciso di abolire la sanzione per consentire l'assunzione di alcol negli stadi. Scrivendo per la BBC nel 2013, David Bond ha dichiarato che nel Regno Unito,

Le esplosioni di violenza di alto profilo che coinvolgono i fan sono molto più rare oggi rispetto a 20 o 30 anni fa. L'entità dei problemi rispetto ad allora non regge il confronto, né in termini di numero di persone coinvolte né di livello di organizzazione. Il calcio è andato avanti grazie al divieto di ordini e a una polizia migliore e più sofisticata. E mentre è troppo semplicistico dire che il costo più elevato per guardare il calcio ha spinto fuori gli elementi sgradevoli, c'è stato un cambiamento nel modo in cui ci si aspetta che le persone si comportino all'interno dei campi. I canti offensivi sono ancora troppo comuni, ma i combattimenti reali non si verificano molto spesso.

Sottocultura

I teppisti del calcio spesso sembrano essere meno interessati alla partita di calcio che alla violenza associata. Spesso assumono comportamenti che rischiano di essere arrestati prima della partita, negato l'ingresso allo stadio, espulsi dallo stadio durante la partita o bandito dal partecipare a partite future. I gruppi di teppisti spesso si associano e si radunano in una sezione specifica (chiamata fine in Inghilterra) dello stadio della loro squadra e talvolta includono il nome della sezione nel nome del loro gruppo. Nel Regno Unito, il teppismo calcistico degli anni '60 e dell'inizio degli anni '70 era associato alla sottocultura degli skinhead . Successivamente, la sottocultura casual ha trasformato la scena dei teppisti del calcio britannico. Invece di indossare abiti in stile skinhead della classe operaia, che identificavano prontamente i teppisti alla polizia, i teppisti iniziarono a indossare abiti firmati e costosi abiti sportivi "disponibili" (abiti indossati senza un'attenta attenzione alle considerazioni pratiche), in particolare Stone Island, Prada, Burberry, CP Azienda, Sergio Tacchini e Adidas .

Tifosi della squadra di calcio FC Karpaty Lviv in onore della divisione nazista Waffen-SS Galizien, a Lviv, Ucraina, 2013

Misure anti-teppista

La polizia e le autorità civili in vari paesi con problemi di teppisti hanno adottato una serie di misure, tra cui:

  • vietare oggetti che potrebbero essere usati come armi o missili negli stadi e perquisire sospetti teppisti
  • bandire gli hooligan identificati dagli stadi, sia formalmente tramite ordini giudiziari, sia informalmente negando loro l'ingresso il giorno stesso
  • spostandosi negli stadi con tutti i posti, il che riduce il rischio di movimento disordinato della folla
  • separare i tifosi avversari e recinti recintati per tenere i tifosi lontani l'uno dall'altro e fuori dal campo
  • bandire i tifosi avversari dalle partite e/o ordinare che partite specifiche vengano giocate a porte chiuse
  • compilazione di registri di noti teppisti
  • limitando la capacità di noti teppisti di viaggiare all'estero.

Europa

La polizia ceca si prepara ai guai dopo una partita vestendosi in tenuta antisommossa.

Bosnia Erzegovina

Il teppismo calcistico in Bosnia ed Erzegovina è particolarmente associato ai tifosi di club come FK Sarajevo ( Horde Zla ), FK Željezničar Sarajevo ( The Maniacs ), FK Velež Mostar ( Armata Rossa ), HŠK Zriki Mostar (Ultrasi) e FK Borac Banja Luka (Lesinari). Altri club con hooligan come tifosi includono FK Sloboda Tuzla (Fukare), NK Čelik Zenica (Robijaši) e NK Široki Brijeg (Škripari).

Il teppismo riflette le divisioni e le tensioni etniche locali. I gruppi multietnici sono i fan di FK Sarajevo, FK Željezničar e FK Velež Mostar. I gruppi orientati ai serbi sono fan dell'FK Borac Banja Luka, dell'FK Slavija e dell'FK Drina Zvornik (Vukovi). I gruppi di orientamento croato sono fan di NK Široki Brijeg (Škripari) e HŠK Zriki Mostar.

Molti fan sono associati alle ideologie fasciste, sostenendo e glorificando movimenti estremisti come gli Ustascia, i cetnici e i nazisti .

Nel 2009, le rivolte tra i tifosi delle squadre di club della Premier League bosniaca NK Široki Brijeg e FK Sarajevo hanno lasciato il tifoso dell'Horde Zla Vedran Puljić (di Sarajevo ) morto per una ferita da arma da fuoco.

Il teppismo è stato presente anche nelle leghe inferiori. Le rivolte sono state comuni a Jablanica perché i fan di club diversi tendono a incontrarsi e scontrarsi lì.

Croazia

Il teppismo calcistico in Croazia ha visto rivolte a causa dei risentimenti interetnici e della politica riaccesa dallo scioglimento della federazione jugoslava negli anni '90. Due delle aziende di hooligan più note sono Torcida ( Hajduk Split ) e Bad Blue Boys ( Dinamo Zagreb ). Tuttavia, i gruppi non sono solo aziende di teppisti; sono più simili ai gruppi sudamericani dei sostenitori del Torcida e ai gruppi degli Ultras, con i Tifos organizzati e così via.

Il 13 maggio 1990 (prima dello scioglimento della Jugoslavia), il club serbo della Stella Rossa Belgrado era a Zagabria per giocare contro la Dinamo Zagabria allo stadio Maksimir . La Stella Rossa era accompagnata da 3000 Delije, i tifosi organizzati del club. Prima della partita sono scoppiati alcuni piccoli litigi. I rinforzi della polizia sono presto arrivati ​​con veicoli blindati e cannoni ad acqua, concentrandosi per separare i tifosi. Il giocatore della Dinamo Zvonimir Boban ha preso a calci un poliziotto, difendendo un tifoso della Dinamo picchiato dalla polizia. I combattimenti sono durati oltre un'ora e centinaia di persone sono rimaste ferite. Il teppismo calcistico in Croazia è talvolta collegato al razzismo e al nazionalismo, anche se le osservazioni razziste, se appaiono, sono rivolte esclusivamente ai giocatori del club avversario, mai alla propria squadra.

La tensione etnica tra croati e serbi ha anche portato a litigare in una partita di calcio in Australia. Il 13 marzo 2005, Sydney United (che ha un ampio seguito croato e sono stati fondati da immigrati croati) e Bonnyrigg White Eagles (che hanno un ampio seguito serbo e sono stati fondati da immigrati serbi) si sono incontrati a Sydney nella Premier League del New South Wales . Circa 50 fan si sono scontrati, provocando il ferimento di due agenti di polizia e l'arresto di cinque fan. Football NSW ha svolto un'indagine sugli eventi. Entrambi i club hanno negato che la lotta fosse di matrice razziale o che ci fosse una rivalità etnica.

Gli hooligan croati sono anche noti per organizzare grandi spettacoli pirotecnici illegali negli stadi, dove razzi di segnalazione e fumogeni vengono lanciati sul campo causando il rinvio o l'annullamento della partita. Un grande incidente si è verificato nel 2003 a Roma durante la partita Hajduk-Roma quando 900 tifosi del Torcida hanno lanciato segnali luminosi contro i tifosi della Roma provocando vari feriti e scontri con la polizia.

Un altro incidente si è verificato a Genova nel 2007 quando i fan mascherati del Torcida hanno aggredito la polizia con mattoni, bottiglie e pietre. I disordini sono continuati allo stadio quando i tifosi del Torcida hanno lanciato sedie in campo e fatto il saluto nazista . Una rivolta si è verificata nel 2006 a Osijek durante la partita Osijek-Dinamo. Diversi scontri tra i Bad Blue Boys e Kohorta si sono verificati prima della partita in cui un tifoso di Osijek ha ricevuto diverse coltellate dopo le quali i fan di Osijek hanno attaccato la polizia e i tifosi della Dinamo con razzi di segnalazione e pietre. tur Una grande rivolta si è verificata nel 2008 a Praga prima della partita Sparta Praga -Dinamo. Le rivolte sono state accese con il supporto degli ultrafan dello Sparta a Radovan Karadžić e Ratko Mladić. Circa 500 Bad Blue Boys si sono ribellati nel centro della città rompendo negozi e attaccando la polizia con sedie, razzi di segnalazione e pietre. Circa 300 Bad Blue Boys sono stati arrestati e otto agenti di polizia sono rimasti feriti. Prima delle rivolte, alcuni Bad Blue Boys provocavano i Rom locali facendo saluti nazisti.

Una grande rivolta si è verificata il 1 maggio 2010 allo stadio Maksimir quando i Bad Blue Boys si sono scontrati con la polizia provocando molti arresti e un agente di polizia gravemente ferito. Dopo la partita sono continuati violenti scontri in cui un tifoso della Dinamo è stato colpito da un colpo di pistola dagli agenti di polizia. Un grande incidente si è verificato nel 2009 prima della partita FC Timişoara -Dinamo. 400 Bad Blue Boys si sono ribellati nel centro della città e hanno attaccato la popolazione locale. Dopo l'incidente, la polizia rumena ha arrestato un gran numero di tifosi della Dinamo, ma la situazione si è nuovamente aggravata allo stadio dell'FC Timişoara quando 200 Bad Blue Boys hanno abbattuto la recinzione del campo e hanno attaccato la polizia con sedie e mazze provocando il ferimento di diversi agenti di polizia. Durante lo scontro, i tifosi della Dinamo hanno lanciato missili di segnalazione contro i tifosi dell'FC Timişoara provocando gravi ferite. Molti gruppi di teppisti croati hanno anche mostrato bandiere naziste alle partite e hanno skinhead neonazisti nei loro ranghi. Diversi incidenti si sono verificati quando Bad Blue Boys e Torcida hanno lanciato canti razzisti nei confronti dei giocatori di football del club avversario di origine africana e hanno lanciato banane in campo. Nel 2010, un giocatore camerunese è stato aggredito a Koprivnica provocando gravi ferite.

Nel dicembre 2010, 10-15 teppisti Tornado ( Zara ) hanno attaccato un pullman del Partizan con pietre e mattoni provocando il ferimento di una persona. Nel dicembre 2010, 30-40 teppisti dei Bad Blue Boys hanno attaccato un pullman del PAOK con pietre, mattoni e razzi dando fuoco al pullman e provocando ferite a diversi passeggeri.

Nel novembre 2014, durante una partita di qualificazione a Euro 2016 a Milano, in Italia, gli hooligan croati hanno lanciato razzi e fuochi d'artificio sul campo e il gioco è stato sospeso brevemente.

Cipro

Il teppismo calcistico a Cipro è stato un problema negli ultimi decenni e gli incidenti sono generalmente associati ai 5 principali club ciprioti.

I tifosi dell'Anorthosis Famagusta FC sono stati coinvolti in molti incidenti nella maggior parte delle occasioni che hanno coinvolto il loro gruppo ultras "Mahites". Anche i due club di Limassol, AEL Limassol e Apollon Limassol sono stati coinvolti in numerosi incidenti, soprattutto negli ultimi anni.

I tifosi dell'APOEL FC e dell'AC Omonia Nicosia, i due club di maggior successo e più popolari del paese, sono noti per il teppismo. I casi più violenti di teppismo a Cipro di solito coinvolgono le due squadre. Nel maggio 2009 i fan dell'APOEL sono entrati nella tribuna dell'Omonia e si sono impegnati in scazzottate con i fan dell'Omonia che alla fine ne hanno lanciato uno giù per le scale della tribuna. 6 mesi dopo, a novembre, i tifosi delle due squadre si sono scontrati vicino allo stadio GSP quando i tifosi dell'APOEL hanno cercato di dirottare un torneo di futsal organizzato da Omonia. Molti sono rimasti feriti, incluso un tifoso dell'APOEL che è stato quasi picchiato a morte.

La rivalità tra Omonia e APOEL ha le sue radici nella politica. I tifosi dell'APOEL sono in maggioranza di destra mentre i tifosi dell'Omonia sono di sinistra. I simboli comunisti nella tribuna di Omonia e i simboli di destra o addirittura fascisti nella tribuna dell'APOEL non sono rari. La rivalità di Limassol tra Apollon e AEL Limassol è più una questione di quale squadra domina sulla città. Il teppismo nel caso dell'Anorthosis è anche politicamente legato, soprattutto quando il club gioca una squadra di sinistra come l'Omonia. Altri incidenti tra club di città diverse che hanno lo stesso orientamento politico sono associati a rivalità intercity, in particolare quando un club di Limassol affronta un club di Nicosia.

Francia

Il teppismo calcistico in Francia è spesso radicato nei conflitti sociali, comprese le tensioni razziali. Negli anni '90, i tifosi del Paris Saint-Germain (PSG) hanno combattuto con tifosi provenienti da Belgio, Inghilterra, Germania, Italia e Scozia. C'è una lunga rivalità nord-sud tra il PSG (che rappresenta Parigi e per estensione la Francia settentrionale) e l' Olympique de Marseille (che rappresenta il sud della Francia) che ha incoraggiato le autorità a essere estremamente mobilitate durante le partite tra le due squadre. Combattimenti violenti e rivolte post-partita, tra cui l'incendio di auto e la distruzione di vetrine, sono stati un appuntamento fisso dei giochi PSG-OM. Nel 2000, l'aspra rivalità divenne particolarmente violenta quando un tifoso del Marsiglia fu gravemente ferito da un proiettile.

Il 24 maggio 2001, cinquanta persone sono rimaste ferite quando sono scoppiati i combattimenti in una partita tra il PSG e il club turco Galatasaray allo stadio Parc des Princes . Inizialmente al PSG è stata inflitta una multa record di $ 571.000, ma è stata ridotta in appello a $ 114.000. Il Galatasaray è stato inizialmente multato di $ 114.000 dalla UEFA, ma alla fine è stato ridotto a $ 28.500. Nel maggio 2001, sei tifosi del PSG del Club dei tifosi, sono stati arrestati e accusati di aggressione, trasporto di armi, lancio di oggetti in campo e razzismo. I sei sarebbero entrati deliberatamente in una parte dello stadio Parc des Princes dove si trovavano i tifosi francesi di origine turca, per attaccarli. I sei sono stati banditi da tutti gli stadi di calcio per tutta la durata del processo.

Il 24 novembre 2006 un tifoso del PSG è stato colpito e ucciso dalla polizia e un altro ferito gravemente durante i combattimenti tra i tifosi del PSG e la polizia. La violenza è avvenuta dopo che il PSG ha perso 4–2 contro il club israeliano Hapoel Tel Aviv al Parc des Prince in una partita di Coppa UEFA . I tifosi del PSG hanno inseguito un tifoso dell'Hapoel Tel Aviv, gridando slogan razzisti e antisemiti. Un agente di polizia in borghese che ha cercato di proteggere il tifoso dell'Hapoel è stato aggredito e, nel caos, un tifoso è stato ucciso a colpi di arma da fuoco e un altro gravemente ferito. In risposta, il ministro dell'Interno francese, Nicolas Sarkozy, ha tenuto un incontro con il presidente della Lega francese di calcio, Frederic Thiriez, per discutere di razzismo e violenza nel calcio. Il direttore generale della polizia francese, Michel Gaudin, ha insistito sul fatto che le misure contro il teppismo calcistico avevano ridotto gli incidenti razzisti a sei quella stagione rispetto ai diciannove della stagione precedente. Gaudin ha anche affermato che 300 teppisti noti potrebbero essere banditi dalle partite. Il tifoso a cui hanno sparato era legato ai Boulogne Boys, un gruppo di fan che si ispiravano agli hooligan britannici negli anni '80. Il nome del gruppo deriva dal Kop of Boulogne (KOB), uno dei due principali tifosi di casa al Parc des Princes.

Gli stessi KOB hanno tenuto una marcia commemorativa silenziosa a cui hanno partecipato 300 persone e hanno accusato l'ufficio di polizia di aver ucciso il fan. Hanno citato pregiudizi nella stampa francese che aveva fornito solo un resoconto "unilaterale" dell'incidente. Il presidente francese Jacques Chirac ha condannato le violenze che hanno portato alla sparatoria, affermando di essere inorridito dalle notizie di razzismo e antisemitismo. Il primo ministro francese, Dominique de Villepin, ha chiesto nuove misure più severe per affrontare i teppisti del calcio. I pubblici ministeri hanno aperto un'indagine sull'incidente, per determinare se l'ufficiale coinvolto dovesse essere incriminato.

Hooligans dell'FC Berlin con facce mascherate in una partita tra FC Carl Zeiss Jena e FC Berlin nell'aprile 1990.

Prima di una partita casalinga contro il Sochaux il 4 gennaio 2006, due giovani arabi sono stati presi a pugni e calci dai tifosi bianchi fuori dall'ingresso del KOB. Durante la partita insulti razzisti sono stati rivolti a giocatori di colore ea un giocatore del PSG di origine indiana, Vikash Dhorasoo, "andare a vendere noccioline in metro". Negli ultimi anni, seguendo l'esempio del Regno Unito, la legislazione francese è cambiata, includendo un divieto sempre maggiore di tifosi violenti dagli stadi. La minaccia di scioglimento dei gruppi di fan ha anche mitigato la rivalità esterna e la violenza di un certo numero di fan. I noti fan violenti sottoposti a sanzioni di divieto devono presentarsi alla stazione di polizia più vicina nelle notti di gioco, per dimostrare che non si trovano da nessuna parte nelle vicinanze dello stadio.

L'11 giugno 2016, durante una partita di Euro 2016 a Marsiglia tra Russia e Inghilterra, è scoppiato un violento conflitto tra i tifosi che ha lasciato 35 feriti. Entrambi si lanciarono numerosi oggetti l'uno contro l'altro e si impegnarono in combattimenti fisici. Anche una persona che sta registrando l'incidente può essere vista calpestare la testa di un'altra persona. Per questo motivo, subito dopo entrambi i paesi hanno ricevuto un avviso di squalifica. La partita si è conclusa con 1–1.

Il 16 aprile 2017, durante una partita tra Olympique Lyonnais e SC Bastia, i tifosi dell'SC Bastia hanno invaso il campo nel tentativo di combattere i giocatori del Lyonnais. La partita è stata quindi rinviata.

Germania

Il 18enne tifoso dell'FC Berlin Mike Polley è stato ucciso da diversi colpi di arma da fuoco sparati dalla polizia a Lipsia durante gli scontri tra i tifosi dell'FC Berlin e la polizia prima della partita tra FC Sachsen Leipzig e FC Berlin il 3 novembre 1990. Nel giugno 1998, dopo in una partita della Coppa del Mondo FIFA in Francia tra Germania e Jugoslavia, un poliziotto francese è stato picchiato fino al punto di danneggiare il cervello dai tifosi tedeschi. In seguito all'incidente, la polizia tedesca ha contattato molti degli oltre 2.000 teppisti tedeschi conosciuti per avvertirli che sarebbero stati arrestati se si fossero recati per le prossime partite in Francia. Un fan tedesco è stato arrestato nel 1998 e accusato di tentato omicidio e nel 1999 altri quattro tedeschi sono stati condannati per l'attacco. Nel 2001, Markus Warnecke, il tifoso tedesco accusato di aver guidato l'attacco, è stato dichiarato colpevole e incarcerato per cinque anni e bandito dalla Francia per dieci anni e da tutti gli impianti sportivi per cinque anni.

La polizia tedesca si prepara al teppismo indossando indumenti antisommossa e usando cani poliziotto .

Alcuni teppismo calcistico in Germania sono stati collegati al neonazismo e ai gruppi di estrema destra. Nel marzo 2005, i tifosi di calcio tedeschi hanno combattuto con la polizia e i tifosi rivali in un'amichevole tra Germania e Slovenia a Celje, in Slovenia, danneggiando auto e negozi e gridando slogan razzisti . La Federcalcio tedesca (DFB) si è scusata per il comportamento. Di conseguenza, 52 persone sono state arrestate; 40 tedeschi e 12 sloveni. Dopo una sconfitta per 2-0 contro la Slovacchia a Bratislava, in Slovacchia, i teppisti tedeschi hanno combattuto con la polizia locale e sei persone sono rimaste ferite e due sono state prese in custodia. La DFB si è nuovamente scusata per i fan che hanno cantato slogan razzisti.

Nel giugno 2006, la Germania ha battuto la Polonia in una partita di Coppa del Mondo a Dortmund, che ha portato a violenti scontri. La polizia ha arrestato oltre 300 persone a Dortmund e i fan tedeschi hanno lanciato sedie, bottiglie e fuochi d'artificio contro la polizia. Dei 300 arrestati, 120 erano noti teppisti. Nell'ottobre 2006 è stata istituita una task force per affrontare la violenza e il razzismo negli stadi di calcio tedeschi. L'incidente peggiore è avvenuto in una partita di terza divisione (Nord) tra la squadra B dell'Hertha BSC Berlin e la Dynamo Dresden, in cui sono rimasti feriti 23 poliziotti. Nel febbraio 2007 in Sassonia, tutte le partite della lega inferiore tedesca, dalla quinta divisione in giù, sono state cancellate dopo che circa 800 tifosi hanno attaccato 300 agenti di polizia (ferendone 39) dopo una partita tra Lokomotive Leipzig ed Erzgebirge Aue II. Ci sono stati lievi disordini dopo la partita tra Germania e Inghilterra durante la Coppa del Mondo FIFA 2010. Una bandiera inglese è stata bruciata tra una folla di sostenitori tedeschi a Duisburg -Hamborn in Germania.

Grecia

Hooligans del Panathinaikos ( gate 13 ) attaccano i sostenitori del PAOK ( gate 4 ) nello stadio Leoforos Alexandras .

I primi incidenti tra tifosi di calcio in Grecia furono registrati nel giugno 1930, dopo la partita tra Aris Salonicco e Panathinaikos a Salonicco. Mentre i tifosi del Panathinaikos arrivavano al porto del Pireo da Salonicco, i tifosi dell'Olympiakos, che non avevano dimenticato la grande perdita della loro squadra (8–2) da parte del Panathinaikos, si sono ribellati con i tifosi verdi. La parola "teppismo" è stata registrata all'inizio degli anni '60 quando gli studenti greci nel Regno Unito che avevano sperimentato il fenomeno del teppismo lì per la prima volta hanno insegnato il termine ai giornalisti che non sono stati in grado di spiegare perché i fan si stavano litigando e hanno dato a questa situazione un nome. Nel 1962, dopo gli incidenti delle partite del Panathinaikos e del PAOK, i giornali scrissero per la prima volta che gli hooligan avevano vandalizzato lo stadio Leoforos Alexandras . Fu il 19 novembre 1966 che una grande bandiera, al 13° cancello dello stadio Apostolos Nikolaidis, annunciò l'arrivo di un nuovo gruppo sulla scena. Gate 13 sarebbe il primo gruppo organizzato che negli anni è entrato a far parte del club influenzando le decisioni del club e seguendo il club in tutte le occasioni possibili. I fan del PAOK hanno realizzato il Gate 4 nel 1976 e i fan dell'Olympiacos hanno creato il Gate 7 nel 1981, lo stesso anno in cui i fan dell'AEK Athens hanno creato l' Original 21 . Nel 1982, tra gli incidenti della partita Aris - PAOK, Aristidis Dimitriadis fu accoltellato e in seguito morì all'ospedale di Salonicco. Il 26 ottobre 1986, allo stadio Alcazar di Larissa, Charalambos Blionas, sostenitore dell'AEL, fu ucciso da una pistola lanciarazzi lanciata dai tifosi del PAOK. Un mese dopo Anastasios Zontos è stato pugnalato a morte in piazza Omonoia nel centro di Atene prima della partita AEK Atene e PAOK . Nel gennaio 1991, prima del derby dell'AEK Atene . e Olympiacos, George Panagiotou è morto negli incidenti tra hooligan fuori dallo stadio Nikos Goumas colpito da una pistola lanciarazzi. Il 10 aprile 1991, dopo la finale della Coppa di basket greca tra Panionios e PAOK al Pireo, un'auto con sostenitori del PAOK è stata violentemente attaccata con una molotov improvvisata da teppisti sconosciuti sulla Greek National Road 1 . Due persone bruciate vive e altre due persone sono rimaste gravemente ferite, ma sono sopravvissute. Gli autori non sono mai stati trovati. Il 15 maggio 2005, nel derby di Salonicco tra Iraklis e Aris, gli hooligan di Aris chiamati Ierolohites hanno invaso il campo quando il punteggio era di 2-1 per Iraklis. Un giocatore di football Tasos Katsambis è rimasto ferito durante gli scontri. La partita è stata interrotta e l' Aris è stato punito con una penalità di 4 punti che ha portato alla retrocessione in Seconda Divisione . Nell'aprile 2007, tutti gli stadi sportivi in ​​Grecia sono stati chiusi per due settimane in seguito alla morte di un tifoso in una rissa prestabilita tra hooligan ad Atene il 29 marzo. La lotta ha coinvolto 500 fan dei club rivali della Super League greca, il Panathinaikos, che ha sede ad Atene, e l' Olympiacos, che ha sede nel vicino Pireo . Il governo greco ha immediatamente sospeso tutti gli sport di squadra in Grecia e ha interrotto i legami tra le squadre e le organizzazioni dei loro sostenitori. Una partita di Terza Divisione tra Panetolikos e Ilioupoli è stata interrotta per trenta minuti quando giocatori e tifosi si sono scontrati a seguito di un gol annullato da Panetolikos. Due giocatori e un allenatore sono stati portati in ospedale.

Il 18 aprile, i tifosi rivali si sono scontrati tra loro e la polizia antisommossa a Ioannina durante e dopo una semifinale di Coppa di Grecia tra i rivali locali PAS Giannena e AEL . Ci sono stati problemi durante la partita in cui AEL ha vinto 2-0. I fan hanno dato fuoco ai bidoni della spazzatura e hanno distrutto le vetrine dei negozi, mentre la polizia ha cercato di disperderli sparando gas lacrimogeni.

Il 10 ottobre 2009, un gruppo di circa 30 teppisti ha interrotto una partita under 17 tra le accademie dei rivali locali PAOK e Aris . Tra gli infortunati c'erano un gruppo di giocatori dell'Aris e il loro allenatore, un giocatore veterano del PAOK e un altro funzionario. Il 7 ottobre 2011, un gruppo di tifosi della nazionale greca di calcio ha bombardato la sezione ospite di una partita di qualificazione a Euro 2012 contro la Croazia ad Atene . Il 18 marzo 2012, durante la partita di Super League allo Stadio Olimpico di Atene tra Panathinaikos e Olympiacos, i tifosi della squadra di casa del Panathinaikos che si trovavano all'interno dello stadio hanno attaccato le forze di polizia con bombe molotov, provocando danni estesi allo stadio, mentre le forze di polizia non sono state in grado di mantieni la pace.

I tifosi del Panathinaikos ( Gate 13 ) bruciano il "bottino" all'interno dello stadio che sono stati guadagnati nelle battaglie contro i teppisti dell'Olympiacos ( Gate 7 ) l'anno scorso.

Il 5 gennaio 2014, ad Aigaleo, un sobborgo di Atene, la squadra locale Aigaleo ha ospitato l' AEK Athens, una partita di Terza Divisione . Prima della partita gli scontri tra AEK e Aigaleo si sono sciolti. Gli scontri, infatti, hanno portato all'arresto di una guardia giurata dello stadio, accusata di aver partecipato agli scontri tra hooligan di Aigaleo e accusata anche di tentato omicidio ai danni di un tifoso dell'AEK.

Il 15 settembre 2014, a Nea Alikarnassos, la squadra di Erodoto ha ospitato l' Ethnikos Piraeus, una partita di Terza Divisione . Al 75' di gioco, uno scontro tra i tifosi dei due club ha costretto l'arbitro a fermare il match. Durante lo scontro, un sostenitore di 45 anni dell'Ethnikos Pireo ha subito un grave trauma cranico ed è morto due settimane dopo.

Ungheria

I derby locali tra le squadre di Budapest Ferencvárosi Torna Club (con sede a Ferencváros ) e Újpest FC (con sede a Újpest ) sono spesso occasioni di violenza tra i tifosi. Altri club i cui tifosi sarebbero coinvolti in atti di teppismo includono Debreceni VSC ( Debrecen ), Diósgyőri VTK ( Miskolc ), Nyíregyháza Spartacus FC ( Nyíregyháza ), Zalaegerszegi TE ( Zalaegerszeg ), Haladás VSE ( Szombathely ) e Videoton FC ( Székesfehérvár )

Italia

Il termine ultrà o ultras è usato per descrivere gli hooligan in Italia. Gli ultras italiani hanno iniziato alla fine degli anni '60 e all'inizio degli anni '70, come aspiranti gruppi paramilitari, e si sono dati nomi come Commandos, Guerrillas e Fedayeen. Un gruppo di ultras della Juventus si chiama Droogs (dal nome dei tipi violenti di Arancia Meccanica ). Ogni club italiano ha le sue ultra gang e i grandi club ne hanno dozzine.

Roma è soprannominata "città pugnalata" dalla stampa britannica a causa del numero di accoltellamenti da parte degli ultras. John Foot, professore di storia italiana moderna all'University College London e autore di calcio italiano, afferma: "Prendono di mira i glutei perché è improbabile che la vittima muoia. Vogliono dimostrare di poter ferire i loro rivali e farla franca. " Nel 1984, gli ultras dell'AS Roma accoltellarono i tifosi del Liverpool all'indomani della vittoria del Liverpool nella finale di Coppa dei Campioni del 1984 a Roma. Nel febbraio 2001, i tifosi della Roma hanno accoltellato nuovamente i tifosi del Liverpool e altri attacchi di coltello da parte degli ultras della Roma includono contro i tifosi del Middlesbrough (nel 2006) e due volte contro il Manchester United (2007 e 2009).

Dopo un fine settimana di violenze nel gennaio 2007, il presidente della Federcalcio italiana (FIGC) ha minacciato di fermare tutto il campionato di calcio. Un funzionario del club dilettantistico sammartinese è morto quando è stato coinvolto in una rissa tra giocatori e tifosi a Luzzi, tra numerosi episodi di disordini a Firenze, Bergamo e altrove. Nel febbraio 2007, la Federcalcio italiana (FIGC) ha sospeso tutte le partite di calcio dopo che l'agente di polizia Filippo Raciti è stato ucciso a causa di danni al fegato da trauma da oggetti contundenti quando sono scoppiate violenze calcistiche in una partita di Serie A tra Catania e Palermo .

Prima della finale di Coppa Italia 2014 a Roma tra Napoli e Fiorentina, tre tifosi del Napoli sono stati colpiti fuori dallo stadio prima della partita, due per infortuni al braccio. Ciro Esposito, che versava in condizioni critiche dopo essere stato colpito al petto, è morto in ospedale il 25 giugno. La polizia, che ha trovato la pistola, ha dichiarato di non ritenere che le sparatorie fossero legate ad altri scontri dei due gruppi di tifosi: prima della partita, ci sono state segnalazioni di petardi e altri proiettili lanciati tra di loro nel Tor di Quinto zona di Roma. Il calcio d'inizio è stato successivamente posticipato poiché i tifosi del Napoli non volevano che la partita iniziasse senza conoscere le condizioni dei tifosi del tiro. Quando gli organizzatori della partita hanno tentato di parlare con i tifosi del Napoli, accompagnati dal loro centrocampista Marek Hamšík, sono stati "colpiti con razzi e fumogeni". Daniele De Santis, ultra rom è stato condannato per aver sparato a Esposito ed è stato condannato a 26 anni di carcere il 24 maggio 2016; la sua condanna è stata successivamente ridotta in appello a 16 anni il 26 settembre 2018.

Montenegro

In una partita di qualificazione a Euro 2016 a Podgorica il 27 marzo 2015, dopo pochi secondi, un teppista ha lanciato un razzo contro il portiere russo Igor Akinfeev ferendolo. La partita è stata quindi temporaneamente sospesa. Successivamente i combattimenti tra le squadre e più teppismo hanno reso il gioco abbandonato.

Nel marzo 2019, durante una partita di qualificazione a Euro 2020 tra Montenegro e Inghilterra, diversi giocatori dell'Inghilterra, tra cui Danny Rose, Raheem Sterling e Callum Hudson-Odoi, sarebbero stati sottoposti a canti di scimmia dai fan del Montenegro.

Olanda

Il primo caso registrato di teppismo nei Paesi Bassi si è verificato quando il club di Rotterdam Feyenoord e il club inglese Tottenham Hotspur si sono incontrati alla finale della Coppa UEFA 1974, dove i teppisti del Tottenham hanno distrutto parti delle tribune dello stadio del Feyenoord. Era la prima volta che i Paesi Bassi incontravano un teppismo così distruttivo. Altri club olandesi associati al teppismo includono PSV Eindhoven, Ajax, FC Utrecht, FC Groningen, Twente Enschede e ADO Den Haag .

La rivalità più violenta è tra Ajax e Feyenoord. Un incidente particolarmente grave è stato la cosiddetta " Battaglia di Beverwijk " del 23 marzo 1997, in cui diverse persone sono rimaste gravemente ferite e una è stata uccisa. La stagione 2002-2003 è stata caratterizzata da incidenti simili e anche da combattimenti tra i tifosi di Ajax e FC Utrecht.

Murale sul muro vicino al
Philips Stadion del PSV

Altri incidenti gravi includono:

  • Il 16 giugno 1990, i tifosi inglesi sono stati arrestati per una rissa prima di una partita di Coppa del Mondo contro l'Olanda in Italia.
  • Il 26 aprile 1999, 80 teppisti sono stati arrestati per disordini dopo che il Feyenoord ha vinto il titolo dopo aver giocato al NAC Breda .
  • Il 19 febbraio 2015, gli hooligan del Feyenoord hanno attaccato la polizia italiana con bottiglie di vetro e petardi in Piazza di Spagna prima della partita di Europa League AS Roma - Feyenoord, 28 tifosi olandesi sono stati arrestati.

Polonia

Una delle più grandi rivolte si è verificata in una partita di qualificazione alla Coppa del Mondo tra Polonia e Inghilterra il 29 maggio 1993 a Chorzów .

I combattimenti organizzati di hooligan di calcio in Polonia sono conosciuti come ustawki ; sono diventati comuni in Polonia dalla fine degli anni '90. Il 30 marzo 2003, la polizia polacca ha arrestato 120 persone dopo che i tifosi di calcio rivali hanno combattuto durante una partita tra Śląsk Wrocław e Arka Gdynia . Durante la rivolta, i teppisti hanno colpito con pietre gli agenti di polizia e hanno combattuto una battaglia in corso con coltelli e asce. Una vittima è rimasta gravemente ferita e poi è morta in ospedale.

Durante la Coppa UEFA 1998-99, un coltello è stato lanciato contro il calciatore italiano Dino Baggio, del Parma FC dai tifosi polacchi (presumibilmente tifosi del Wisła Kraków ), ferendosi alla testa. Anche i sostenitori del Legia Warszawa hanno attirato l'attenzione negativa dopo essere stati in Lituania durante la partita contro il Vetra Vilnius il 10 luglio 2007.

Gli incidenti più importanti sono avvenuti a Cracovia, dove i tifosi delle squadre Wisła Kraków e KS Cracovia hanno una rivalità che, secondo quanto riferito, si è estesa all'uccisione di tifosi avversari.

Rivolte a livello nazionale che hanno coinvolto tifosi di calcio sono state viste nel 1998 a Słupsk e nel 2015 a Knurów, entrambi incidenti provocati dall'uccisione di un tifoso da parte della polizia.

repubblica d'Irlanda

È noto che si sono verificati incidenti in partite che coinvolgono squadre in Irlanda. Il derby più acceso e famoso della League of Ireland è quello tra i rivali di Dublino Shamrock Rovers FC e Bohemian FC . Il 15 luglio 2019 una partita della League of Ireland è stata teatro di problemi di folla a seguito di una partita tra i club di Dublino UCD e Bohemians. I missili sono stati lanciati dalla folla dove l'arbitro e i giocatori hanno dovuto essere scortati via.

Russia

Hooligans dello Spartak Mosca

Il teppismo calcistico è diventato prevalente in Russia dall'inizio degli anni 2000. Gli hooligan sono comunemente associati a squadre come FC Spartak Mosca (Gladiators, Shkola, Union), FC Lokomotiv Mosca (Red-Green's, Vikings, BHZ, Trains Team), PFC CSKA Moscow (RBW, Gallant Steeds, Yaroslavka, Einfach Jugend), FC Dynamo Moscow (Capitals, 9-ka), FC Torpedo Moscow (Tubes, TroubleMakers) – tutti di Mosca – e FC Zenit Saint Petersburg (Music Hall, Coalition, Snakes Firm) di San Pietroburgo . I teppisti russi mostrano spesso un risentimento di fondo nei confronti dei presunti rivali politici della Russia. Al torneo UEFA Euro 2016, 50 tifosi russi sono stati espulsi e la squadra internazionale ha multato € 150.000 a seguito di violenti attacchi coordinati .

Le conseguenze di una rivolta calcistica a Bryansk, Russia: sedie e sedili rotti.

Serbia

Il teppismo dei fan della Stella Rossa in Serbia provoca più sostegno poiché rifiuta con lievi condanne, amnistie e graffiti

I gruppi più importanti di teppisti sono associati a Belgrado e ai due club principali della Serbia, la Stella Rossa e il Partizan Belgrado . Sono conosciuti rispettivamente come Delije ("Eroi") e Grobari ("Becchini"). L' FK Rad è un club di Belgrado meno riuscito, i cui teppisti associati, conosciuti localmente come " United Force ", sono notoriamente coinvolti in molti incidenti violenti. Il 2 dicembre 2007, un agente di polizia in borghese è stato gravemente ferito quando è stato aggredito durante una partita della Superliga serba tra la Stella Rossa Belgrado e l' Hajduk Kula . Il 14 aprile 2008 un tifoso di calcio è stato ucciso vicino a Novi Sad dopo gli scontri tra Grobari dell'FK Partizan ei tifosi dell'FK Vojvodina . Quella stessa settimana, dopo una partita di Coppa Stella Rossa Belgrado-Partizan, tre persone sono rimaste ferite e un autobus distrutto da teppisti.

Graffiti della società di calcio a Praga.

Il 19 settembre 2008 un teppista di calcio serbo è stato condannato a dieci anni di carcere per un attacco contro un agente di polizia durante una partita della Stella Rossa Belgrado - Hajduk Kula . Il 12 ottobre 2010 lo scontro di qualificazione a Euro 2012 della Serbia con l'Italia è stato interrotto dopo soli 6 minuti dopo che diversi tifosi serbi hanno lanciato razzi e fuochi d'artificio in campo e causato gravi problemi dentro e fuori il terreno. Il Partizan Belgrado è stato squalificato dalla Coppa UEFA per problemi di pubblico a Mostar, in Bosnia ed Erzegovina. I tifosi del Partizan hanno lanciato razzi e pietre e hanno combattuto con i sostenitori di Zriki Mostar e la polizia. Quattordici tifosi del Partizan sono stati condannati per l'omicidio del tifoso del Toulouse FC Brice Taton a Belgrado. Hanno attaccato lui e altri fan con mazze da baseball e razzi mentre indossavano maschere chirurgiche. Gli hooligan hanno ricevuto fino a 35 anni di carcere.

Spagna

Il teppismo calcistico in Spagna deriva da tre fonti principali. Il primo è il razzismo, poiché alcuni giocatori neri sono stati vittime di insulti etnici . Samuel Eto'o, ex giocatore camerunese dell'FC Barcelona, ​​ha denunciato il problema. Molti giocatori stranieri neri hanno subito abusi razziali, come in un'amichevole del 2004 tra Spagna e Inghilterra, in cui giocatori neri dell'Inghilterra come Shaun Wright-Phillips e Ashley Cole hanno subito i canti delle scimmie dei tifosi spagnoli.

La seconda fonte è la forte rivalità tra Real Madrid e Barcellona. Dopo il trasferimento dal Barcellona al Real Madrid, l'apparizione di Luís Figo allo stadio Nou Camp di Barcellona ha suscitato una forte reazione: la folla ha lanciato bottiglie, cellulari e altri oggetti (tra cui una testa di maiale). Nonostante nessuno si sia infortunato, la partita è stata seguita da un'ampia discussione sulla violenza dei tifosi nella Primera División spagnola .

Il teppismo è anche radicato in profonde divisioni politiche derivanti dai giorni del regime generale franchista (alcuni ultras del Real Madrid, Atlético Madrid, Espanyol, Real Betis e Valencia sono legati a gruppi franquisti), altri con tendenze comuniste (come Deportivo La Coruña, Athletic Bilbao, Siviglia, Celta de Vigo, Rayo Vallecano ) ei movimenti indipendentisti in Catalogna, Galizia e nei Paesi Baschi . In Spagna, i gruppi di hooligan organizzati sono popolarmente chiamati grupos ultra . Tre famigerati sono i Boixos Nois, il Frente Atlético e gli Ultras Sur, gruppi di tifosi rispettivamente dell'FC Barcelona, ​​dell'Atlético Madrid e del Real Madrid. Ci sono state anche controversie locali o regionali tra squadre rivali, ad esempio tra Cadice e Xerez, Betis e Siviglia, Osasuna e Real Zaragoza, o Deportivo de La Coruña e Celta.

Nel 1991, Frederiq Roiquier, un sostenitore francese dell'Espanyol, è stato ucciso dai teppisti dell'FC Barcelona che lo hanno scambiato per un teppista rivale. Nel 1992, un bambino di 13 anni è morto allo stadio dell'Espanyol dopo essere stato colpito da un bagliore. Nel 1998, Aitor Zabaleta, tifoso della Real Sociedad, è stato ucciso da un teppista dell'Atlético Madrid legato a un gruppo neonazista (Bastión), poco prima di una partita tra queste due squadre. Nel 2003, un tifoso del Deportivo La Coruña è stato ucciso in una rivolta da teppisti al seguito del suo club, quando ha cercato di proteggere un tifoso della squadra avversaria, l' SD Compostela . Da allora, le autorità hanno tentato di tenere sotto controllo il teppismo. Nel 2007, ci sono stati atti di teppismo prima di una partita tra Atlético Madrid e Real Madrid, con diverse auto distrutte e poliziotti feriti da razzi e bottiglie lanciate contro di loro.

La violenza dei teppisti in Spagna è diminuita dalla fine degli anni '90 a causa del divieto di alcol negli eventi sportivi, nonché delle leggi sui teppisti che tentano multe fino a 600.000 euro e divieti negli stadi.

Dal 2003 gli hooligan dell'FC Barcelona, ​​i Boixos Nois, non possono entrare al Camp Nou . I sottogruppi dei teppisti di Barcellona più accaniti sono stati coinvolti in operazioni di polizia contro la criminalità organizzata. Nel 2008, dopo un incidente di hooligan contro l'Espanyol, l'FC Barcelona ha preso posizione molto pubblicamente sulla violenza, dicendo che sperava di sopprimere la violenza per sempre. Nel 2007 gli hooligan dell'Atlético Madrid si sono scontrati con gli hooligan dell'Aberdeen FC prima di una partita di Coppa UEFA . Nel 2009 e nel 2010, gli hooligan dell'Atlético si sono scontrati anche con i gruppi dell'FC Porto e dello Sporting Clube de Portugal in Portogallo durante le partite di Coppa UEFA . Durante le manovre di controllo del disordine della folla dopo una partita tra Athletic Bilbao e FC Schalke 04, il tifoso di casa Iñigo Cabacas (che non era coinvolto in teppismo) è stato colpito alla testa con un ' Flash-ball ' sparato da un membro del servizio di polizia di Ertzaintza e in seguito morì. Nello stesso anno un teppista del Rayo Vallecano fu arrestato durante le rivolte dello sciopero generale del 14 novembre e accusato di terrorismo.

Nel 2014, il dibattito sull'eradicazione dei teppisti spagnoli è sorto dopo che i membri del Frente Atlético hanno causato la morte di un membro del Riazor Blues (Deportivo La Coruña radicals) gettandolo nel fiume Manzanares ; e dopo che i membri dei Boixos Nois hanno accoltellato due tifosi del PSG a Barcellona.

Nel 2016, la violenza legata al calcio è tornata al dibattito pubblico dopo una lite tra Siviglia e tifosi della Juventus avvenuta il giorno prima della partita della fase a gironi di UEFA Champions League . Due tifosi della Juventus sono stati accoltellati (uno di loro è rimasto gravemente ferito ma è sopravvissuto dopo essere stato ricoverato in ospedale) e un tifoso del Siviglia è stato ricoverato in ospedale con ferite alla testa causate da una bottiglia di vetro. Allo stesso modo, gli scontri tra i tifosi dello Spartak Mosca e dell'Athletic Bilbao nel 2018 hanno ricevuto un'attenzione più ampia quando uno degli agenti di polizia coinvolti nel controllo della situazione è crollato ed è morto.

Svezia

Il teppismo è iniziato in Svezia all'inizio del XX secolo tra i fan di IFK Göteborg e Örgryte IS che si sono scontrati dopo e durante i derby a Göteborg . Il moderno teppismo iniziò nel 1970 quando i tifosi dell'IFK Göteborg invasero il campo, distrussero i pali della porta e combatterono contro la polizia alla fine di una partita che retrocesse il Göteborg dall'Allsvenskan . Il teppismo in Svezia è diventato un problema crescente negli anni '80, ma le invasioni di campo e la violenza nei campi di calcio sono diminuite alla fine degli anni '90, quando le aziende di hooligan hanno iniziato a organizzare i loro combattimenti lontano dai campi e dai tifosi regolari. Sette club che hanno grandi aziende di hooligan organizzati sono AIK (Firman Boys), IFK Göteborg (Wisemen) Djurgårdens IF (DFG) Hammarby IF (KGB) Malmö FF (True Rockers) GAIS (Gärningsmännen) e Helsingborgs IF (Frontline), anche se molti altri club di calcio, bandy e hockey su ghiaccio hanno un seguito attivo di teppisti. Nel novembre 2002, 12 membri dei Wisemen sono stati processati per aver inflitto ferite mortali a un fan di Hammarby nel 2001.

Nell'agosto 2002, Tony Deogan, un membro dei Wisemen, è stato ucciso dopo un combattimento prestabilito contro i Firman Boys. Oltre a questa fatalità, ci sono stati diversi casi in cui aziende di teppisti hanno intimidito e minacciato i giocatori. L'ex giocatore dell'AIK Jesper Jansson ha ricevuto minacce di morte e la sua porta è stata dipinta di arancione (il colore dei Firman Boys) con il testo Judas, dopo essere partito per il club rivale Djurgårdens IF nel 1996. Anche Michael Hedström, ex capo della sicurezza dell'AIK è stato minacciato e ha ricevuto una mail bomba al suo indirizzo nel 1998. La seconda vittima si è verificata nel marzo 2014, quando un sostenitore del Djurgården di 43 anni è stato ucciso a Helsingborg in un assalto mentre si recava alla partita di apertura del Djurgården nell'Allsvenskan 2014 contro Helsingborg . Dopo che la morte dell'uomo è diventata nota, i tifosi del Djurgården hanno invaso il campo dopo 42 minuti di gioco, spingendo gli arbitri ad abbandonare la partita.

Svizzera

In Svizzera, gli incidenti di hooligan sono rari a causa del fatto che gli stadi sono piccoli.

Un incidente, soprannominato 2006 Basel Hooligan Incident, il 13 maggio 2006, si è verificato l'ultimo giorno della stagione 2005-2006, quando l'FC Zürich ha sconfitto l'FC Basel al St. Jakob Park vincendo il campionato svizzero con un gol dell'ultimo minuto. Dopo il fischio finale, i teppisti inferociti del Basilea hanno preso d'assalto il campo e hanno attaccato i giocatori dello Zurigo. La squadra di Zurigo è stata costretta a festeggiare sul ponte superiore delle tribune mentre i combattimenti continuavano. Ci furono combattimenti simili nelle strade quella notte.

Tacchino

Fenerbahçe Hooligans nel 1991

Secondo il Turkish Daily News, i gruppi di teppisti sono ben organizzati, hanno i loro "leader" e spesso sono costituiti da combattenti di strada organizzati . Questi gruppi hanno un "racon" (codice di condotta), che afferma che l'intenzione deve essere quella di ferire piuttosto che uccidere e che una pugnalata deve essere fatta sotto la vita. Altri teppisti hanno sparato armi da fuoco in aria per celebrare la vittoria della loro squadra, nota per aver ucciso accidentalmente persone innocenti che guardavano i festeggiamenti sui loro balconi.

Problemi sono sorti durante le partite tra i rivali di Istanbul Galatasaray e Fenerbahçe . Tuttavia, la Federcalcio turca ha rafforzato le misure di sicurezza per cercare di contenere il teppismo. Durante la finale della Coppa di Turchia del 2005 tra Galatasaray e Fenerbahçe, 8.000 poliziotti, steward e funzionari sono stati impiegati per prevenire la violenza. Nel 2006, la Federcalcio turca ha introdotto nuove misure per combattere la minaccia del teppismo e ha emanato nuovi regolamenti che consentono alla commissione disciplinare del calcio professionistico di multare i club fino a 250.000 YTL per il comportamento dei loro tifosi. I recidivi potrebbero essere multati fino a 500.000 YTL. Nonostante i rapporti della Federcalcio turca, la polizia turca ritiene che il teppismo calcistico non sia una grave minaccia e sia "incidenti isolati".

Prima della semifinale di Coppa UEFA del Galatasaray contro il Leeds United nel 2000, due tifosi del Leeds, Christopher Loftus e Kevin Speight, sono stati accoltellati a morte a Istanbul in seguito a combattimenti di strada tra teppisti turchi e britannici. La UEFA ha permesso al gioco di procedere e il Galatasaray ha vinto 2–0. Il Leeds si è lamentato perché i tifosi di casa hanno deriso mentre veniva letto un messaggio di cordoglio per le vittime. I giocatori del Galatasaray si sono rifiutati di indossare bracciali neri. L'allora presidente del Leeds, Peter Ridsdale, accusò il Galatasaray di "mostrare mancanza di rispetto". Ha anche rivelato che i giocatori della sua squadra avevano ricevuto minacce di morte prima della partita.

Ali Ümit Demir è stato arrestato e condannato a 15 anni di reclusione per l'accoltellamento, ma la pena è stata ridotta a 5 anni sulla base di pesanti provocazioni, mentre altri cinque sono stati condannati a pene inferiori a quattro mesi. Si dice che le famiglie degli accusati di aver aggredito con i coltelli abbiano difeso le loro azioni e approvato che i loro figli punissero il "maleducato popolo britannico". Ai fan del Galatasaray è stato vietato di recarsi alla partita di ritorno per cercare di evitare ulteriori scontri tra i fan, anche se ci sono state segnalazioni di attacchi da parte dei fan del Leeds alle troupe televisive turche e alla polizia. Tuttavia, il vice capo della polizia incaricato della polizia del gioco riteneva che il numero di arresti "non fosse peggiore di un normale gioco di alta categoria". Hakan Şükür è stato colpito dai proiettili dei tifosi del Leeds United e l'autobus della squadra del Galatasaray è stato lapidato dopo aver attraversato un sottopassaggio. La partita ha visto Emre Belözoğlu e Harry Kewell espulsi e il Galatasaray si è fatto strada verso la finale con un punteggio di 2–2.

Violenza si è verificata anche tra i tifosi dell'Arsenal (principalmente di The Herd ) e quelli del Galatasaray prima della finale di Coppa UEFA del 2000 a Copenaghen, in cui un tifoso del Galatasaray, un tifoso dell'Arsenal e un danese sarebbero stati accoltellati. Il Galatasaray ha poi vinto la partita dopo i calci di rigore.

Il 24 maggio 2001, 50 persone sono rimaste ferite quando sono scoppiati i combattimenti in una partita tra il club francese PSG e Galatasaray allo stadio Parc des Princes. Inizialmente il PSG ha ricevuto una multa record di $ 571.000, ma è stata ridotta in appello a $ 114.000. Il Galatasaray è stato inizialmente multato di $ 114.000 dalla UEFA, ma alla fine è stato ridotto a $ 28.500.[18] Nel maggio 2001, sei tifosi del PSG del Club dei tifosi, sono stati arrestati e accusati di aggressione, trasporto di armi, lancio di oggetti in campo e razzismo. I sei sarebbero entrati deliberatamente in una parte dello stadio Parc des Princes dove si trovavano i tifosi francesi di origine turca, per attaccarli. I sei sono stati banditi da tutti gli stadi di calcio per tutta la durata del processo.

Il 3 giugno 2011, dopo la partita Belgio-Turchia, si sono verificate diverse rivolte nel centro di Gand dopo un pareggio per 1–1. 30 persone sono rimaste ferite. Durante la stagione 2003-2004, una partita di Categoria A della Seconda Lega, partita tra Karşıyaka e Göztepe l'8 febbraio 2004, ha visto scontrarsi i rivali Karşıyaka e i tifosi del Göztepe e la partita è stata successivamente interrotta per 33 minuti. Ciò era dovuto al fatto che Karşıyaka era in vantaggio per 5–2 dopo essere tornato da uno svantaggio di 2–0. Dopo la partita, i fan del Göztepe si sono scontrati con la polizia, sette agenti di polizia sono rimasti feriti e quindici fan del Göztepe sono stati arrestati.

I tifosi del Bursaspor si sono scontrati con i poliziotti in una partita contro la partita del Samsunspor nella Süper Lig ad Adapazarı alla fine della stagione 2003-2004. La partita è stata giocata ad Adapazarı a causa di eventi in una precedente partita tra Bursaspor e Çaykur Rizespor. Il Bursaspor stava giocando per evitare la retrocessione. Il Bursaspor ha vinto 1–0 ma è stato retrocesso in Categoria A dopo che i rivali hanno vinto. Dopo la partita, i tifosi del Bursaspor si sono strappati e hanno gettato i posti allo stadio Sakarya Atatürk . Hanno anche combattuto con gli artigiani di Gölcük durante il loro viaggio ad Adapazarı. La partita Bursaspor-Diyarbakırspor nel marzo 2010 è stata sospesa al 17 'dopo che i tifosi del Diyarbakırspor hanno lanciato oggetti in campo. Un oggetto ha colpito e abbattuto un assistente arbitro.

Il 7 maggio 2011, i tifosi del Bursaspor si sono scontrati con la polizia prima della partita della squadra con il rivale Beşiktaş. 25 agenti di polizia e 9 tifosi sono rimasti feriti nelle violenze. Durante la partita Fenerbahçe-Galatasaray alla fine della stagione 2011-2012, i fan del Fenerbahçe si sono scontrati con la polizia, causando danni per 2 milioni di dollari.

Il disastro dello stadio Kayseri Atatürk del 1967 è stato il peggior evento di teppismo nella storia della Turchia. Ha provocato 40 morti e 600 feriti. Le violenze sono iniziate in seguito alla provocazione dei tifosi del Kayserispor nell'intervallo, dopo che il Kayserispor era passato in vantaggio nel primo tempo. I tifosi delle due squadre, alcuni armati di mazze e coltelli, hanno iniziato a tirarsi sassi l'un l'altro e i tifosi in fuga dalle violenze hanno provocato una fuga precipitosa davanti alle uscite delle tribune. Gli eventi nello stadio sono stati seguiti da atti di vandalismo a Kayseri e giorni di rivolte a Sivas .

Il 13 maggio 2013, un tifoso del Fenerbahce è stato accoltellato a morte dopo il derby di Istanbul. Il tifoso del Fenerbahce stava tornando a casa dopo la partita tra Fenerbahçe e Galatasaray, quando è stato aggredito da un gruppo di tifosi del Galatasaray a una fermata dell'autobus ed è morto in ospedale in seguito.

Nel 2015, i pasticceri Ülker - in precedenza "uno dei più grandi sponsor del calcio turco" - hanno cessato il loro sostegno, secondo quanto riferito a causa della "bassa folla, della violenza e della cattiva atmosfera durante le partite".

Regno Unito

Ci sono registrazioni di teppismo calcistico nel Regno Unito dal 1880, e non più tardi degli anni '60 il Regno Unito ha avuto una reputazione mondiale per questo: il fenomeno è stato spesso soprannominato la malattia inglese . John Moynihan in The Soccer Syndrome descrive una passeggiata intorno a una linea laterale vuota di Goodison Park in una giornata estiva degli anni '60. "Camminando dietro la famigerata porta, dove hanno costruito una barriera per impedire agli oggetti di schiacciare i portieri ospiti, c'era una strana sensazione di ostilità come se i titolari non se ne fossero mai andati". Bob Pennington di The News of the World ha parlato della "folle marginale di supporto che si fissa su di loro ( Everton ), cercando l'identificazione in un porto multinazionale in cui è difficile stabilire le radici". Lo stesso giornale in seguito descrisse i sostenitori dell'Everton come "la marmaglia più rude e turbolenta che guarda il calcio britannico".

Dagli anni '70 sono nate molte aziende di hooligan organizzati, con la maggior parte dei club della Football League che avevano almeno un elemento noto di hooligan organizzato. Il teppismo era spesso al suo peggio quando i rivali locali si giocavano a vicenda. I tifosi di squadre tra cui Arsenal, Chelsea, Aston Villa, Leeds United, Millwall, Birmingham City, Tottenham Hotspur, Portsmouth, Sunderland AFC, Newcastle United, West Ham United, Leicester City, Bristol City, Wolverhampton Wanderers, Southend United e Cardiff City erano tra quelli più frequentemente legati al teppismo.

Il razzismo è diventato un fattore importante nel teppismo più o meno nello stesso periodo, poiché i giocatori di colore sono apparsi regolarmente nelle squadre del campionato inglese dagli anni '70. I giocatori neri venivano spesso presi di mira con canti di scimmia e venivano lanciate loro banane. Membri di gruppi di estrema destra, incluso il Fronte Nazionale, hanno anche spruzzato slogan razzisti e distribuito letteratura razzista durante le partite.

La violenza settaria è stata a lungo un fattore regolare di violenza della folla, così come canti offensivi, nelle partite in Scozia tra Celtic e Rangers .

A seguito del disastro dello stadio Heysel di Bruxelles , in Belgio, nel 1985 tra Juventus e Liverpool, dove i tifosi del Liverpool in rivolta portarono alla morte di 39 tifosi della Juventus, i club inglesi furono banditi da tutte le competizioni europee fino al 1990, con il Liverpool bandito per un ulteriore anno. Molte delle bande di teppisti del calcio nel Regno Unito hanno utilizzato il teppismo come copertura per forme di criminalità acquisitiva, in particolare furto e furto con scasso. Negli anni '80 e per buona parte degli anni '90 il governo del Regno Unito ha condotto un'importante repressione della violenza legata al calcio. Mentre il teppismo calcistico è stato una preoccupazione crescente in alcuni altri paesi europei negli ultimi anni, i tifosi britannici ora tendono ad avere una migliore reputazione all'estero. Sebbene i rapporti sul teppismo calcistico britannico emergano ancora, i casi ora tendono a verificarsi in luoghi prestabiliti, inclusi i pub, piuttosto che durante le partite stesse.

I club inglesi e gallesi che hanno fatto notizia per i casi peggiori e più frequenti di teppismo includono Birmingham City (il cui elemento di teppista multirazziale ha ottenuto il soprannome di "Zulus" a causa del canto che lo Studio ha pronunciato durante i preparativi per liti con altre aziende. Come spiegato nella biografia di Barrington Pattersons "One Eyed Baz's" ( ISBN 978-1-84358-811-5 ), a conferma che il soprannome dell'azienda non derivava da canti dispregiativi di altre aziende.), Chelsea (il cui allora presidente Ken Bates installò un recinzione allo stadio del club a metà degli anni '80 per combattere gli hooligan, ma gli è stato rifiutato il permesso di accenderlo durante le partite), Leeds United (che è stato bandito dalle competizioni europee a seguito di una rivolta dopo la finale di Coppa dei Campioni del 1975 contro il Bayern München), Liverpool ( 14 dei cui tifosi sono stati condannati dopo che una rivolta alla finale della Coppa dei Campioni del 1985 ha provocato la morte di 39 spettatori allo stadio Heysel in Belgio quando un muro è crollato, portando alla squalifica dei club inglesi dalle competizioni europee per 5 anni), Manchester United (che è stato espulso dalla Coppa delle Coppe nel 1977 dopo che i suoi fan si erano ribellati a una partita in Francia, anche se sono stati reintegrati nella competizione in appello), Millwall (il cui teppismo più famoso l'incidente è avvenuto nel 1985 quando i loro fan si sono ribellati in un pareggio di FA Cup a Luton ), il Tottenham Hotspur che ha guadagnato notorietà per i disordini della finale di Coppa UEFA del 1974 e di nuovo a Rotterdam nel 1983 (a cui una sezione di tifosi è stata bandita da tutti i campi di calcio in Inghilterra in 2008 per il loro abuso razziale e omofobo dell'ex giocatore Sol Campbell ), Wolves (che alla fine degli anni '80 ha avuto dozzine di fan condannati per incidenti che hanno coinvolto la ditta di hooligan dell'esercito della metropolitana in partite contro squadre tra cui Cardiff City e Scarborough quando erano nella quarta divisione ), e Cardiff City il cui elemento teppista, noto come Soul Crew, è una delle più famigerate società di teppisti di calcio.

Nel marzo 2002, i Seaburn Casuals (un'azienda del Sunderland AFC ) hanno combattuto con gli hooligan dei Newcastle Gremlins in uno scontro organizzato vicino al terminal dei traghetti di North Shields, in quelli che sono stati descritti come "alcuni dei peggiori combattimenti legati al calcio mai visti nel Regno Unito". I leader dei Gremlins e dei Casuals sono stati entrambi incarcerati per quattro anni per cospirazione, con altri 28 incarcerati per vari termini, sulla base delle prove acquisite dopo che la polizia ha esaminato i messaggi inviati tramite telefono cellulare tra i membri della banda quel giorno.

Nell'ultima giornata di UEFA Euro 2020, la finale tra Italia e Inghilterra è stata segnata dallo scoppio di rivolte all'ingresso dello stadio di Wembley e sia a Leicester Square che a Trafalgar Square. Quel giorno 86 persone sono state arrestate dalla polizia.

Ucraina

Il teppismo calcistico in Ucraina è iniziato negli anni '80. La prima grande rissa (più di 800 persone) che coinvolse teppisti di calcio avvenne nel settembre 1987 tra i tifosi della Dynamo Kyiv e dello Spartak Mosca nel centro di Kiev . Gli anni '90 sono passati in un relativo silenzio, poiché non ci sono state grandi lotte tra teppisti. Il 5 settembre 1998 si è giocata un'importante partita tra le nazionali di calcio ucraine e russe . I teppisti ucraini hanno iniziato a unirsi in "equipaggi nazionali" per resistere ai fan russi. Tuttavia, il sindacato di massa non ha avuto luogo a causa dell'intervento della polizia ed era composto principalmente da tifosi ucraini di Kiev e Dnipropetrovsk . Nel marzo 2001, diverse squadre si sono unite e hanno attaccato 80 tifosi bielorussi dopo la partita tra le squadre nazionali di calcio ucraine e bielorusse . In quel preciso momento hooligan e ultras erano separati, a causa dei cambiamenti di opinioni sul movimento di supporto. Il 15 aprile 2002 circa 50 tifosi della Dynamo di destra hanno attaccato il quartiere ebraico di Kiev, prendendo di mira le imprese locali, la sinagoga e i fedeli ebrei.

Dal 2005 gli scontri tra hooligan sono avvenuti per lo più fuori città a causa di una maggiore presenza della polizia. Durante Euro 2012 diversi leader dei teppisti del calcio sono stati sottoposti alle pressioni del governo. Durante la Rivoluzione della Dignità è stata annunciata l'unificazione di tutti i fan ed è stato imposto il divieto di qualsiasi provocazione, come attributi brucianti, combattimenti o canzoni offensive. Durante la guerra nell'Ucraina orientale molti teppisti e ultras sono andati in difesa dello stato.

Anche gli hooligan ucraini sono stati coinvolti in incidenti con club stranieri. Dopo la partita tra FC Dnipro e Saint Etienne a Kiev, diversi tifosi francesi sono stati ricoverati in ospedale per accoltellamenti. Il 20 agosto 2015 c'è stata una grande rissa nell'Hydropark tra gli hooligan di Legia Warsaw e gli hooligan di Dynamo e Zorya . Il più grande scontro dall'unificazione si è verificato a Kiev, il 6 dicembre 2016 tra Dynamo e Besiktas hooligans. Pochi giorni prima di Kiev arrivarono da Istanbul circa 7.000 tifosi . Due giorni prima della partita, diverse parti della capitale ucraina hanno assistito allo scoppio di numerosi conflitti nelle strade.

In genere i più grandi scontri che coinvolgono teppisti ucraini si verificano nelle competizioni nazionali. Gli scontri più famosi sono il derby di Klasychne, il derby del sud e il derby del sud-ovest tra FC Karpaty Lviv e Shakhtar Donetsk, nonché i derby locali come il derby di Donetsk e il derby di Kiev .

Sud America

Argentina

1920

Il primo omicidio legato al calcio argentino avvenne il 21 settembre 1922 a Rosario, durante la seconda metà di una partita casalinga di Tiro Federal Argentino e Newell's Old Boys per la Copa Estímulo della prima divisione locale. In una discussione tra due tifosi, Enrique Battcock, un ferroviere e sostenitore del club di casa (anche ex calciatore ed ex membro della direzione del club) stava interrogando Francisco Campá (tifoso dei Newell's Old Boys e membro della direzione del club) sul suo comportamento. Ciò si è concluso quando Battcock ha colpito Cambá in faccia. Cambá si ritirò dallo stadio, tornò dopo poco, estrasse una pistola e gli sparò, provocando la morte di Battcock.

Un altro omicidio avvenne a Montevideo il 2 novembre 1924 quando il sostenitore del Boca Juniors José Lázaro Rodríguez sparò e uccise il tifoso uruguaiano Pedro Demby dopo la partita finale del campionato sudamericano tra Argentina e Uruguay, vinta dall'Uruguay.

1930

Il 14 maggio 1939 allo stadio di Lanús (nella Grande Buenos Aires ), in una partita tra le serie minori della squadra di casa e il Boca Juniors, entrambe le squadre iniziarono a combattere dopo un fallo commesso da un giocatore di Lanús. Vedendo questo, i tifosi del Boca Juniors hanno tentato di abbattere la recinzione e invadere il campo, spingendo la polizia a sparare colpi per disperderli, uccidendo due spettatori: Luis López e Oscar Munitoli (un bambino di 9 anni).

1940

Le violenze non sono state solo tra tifosi, calciatori e polizia, ma anche contro gli arbitri. Il 27 ottobre 1946, durante una partita tra Newell's Old Boys e San Lorenzo de Almagro allo stadio Newell's Old Boys (nella città di Rosario ), i tifosi locali tentarono di strangolare l'arbitro Osvaldo Cossio. La partita è stata pareggiata 2-2 quando Cossio ha annullato un gol di Newell e il San Lorenzo de Almagro ha segnato nella giocata successiva, aggravando i tifosi di Newell. 89 minuti dall'inizio della partita, diversi fan dei Newell's Old Boys sono entrati in campo, hanno colpito l'arbitro e hanno cercato di impiccarlo con la propria cintura.

anni '50

Sebbene la violenza nel calcio argentino fosse già presente fin dall'inizio, gruppi organizzati chiamati barras bravas iniziarono ad apparire negli anni '50 (ad esempio, Independiente, San Lorenzo de Almagro, Lanús, Rosario Central, Vélez Sarsfield, Racing) e negli anni '60 (ad esempio, Belgrano, Boca Juniors, River Plate) e ha continuato a crescere nei decenni a venire. Con il tempo, ogni squadra di calcio in Argentina ha iniziato ad avere la propria barra brava di tifosi violenti. Gli hooligan argentini sono noti per essere i gruppi di sostenitori organizzati più pericolosi al mondo, e i più potenti di loro sono i barras bravas di Independiente ( La barra del Rojo ), Boca Juniors e Newell's Old Boys .

Il giornalista Amílcar Romero fissa il 1958 come l'inizio dell'attuale barras bravas (sebbene alcune esistessero già da alcuni anni), con l'omicidio casuale da parte della polizia di Mario Alberto Linker (tifoso del Boca Juniors -non identificato come tale- che, circostanzialmente stava guardando una partita tra Vélez Sársfield e River Plate allo stadio José Amalfitani ). Linker si trovava nella tribuna dei tifosi del River Plate quando alcuni di loro hanno iniziato una rissa e la polizia ha lanciato granate lacrimogene. Una granata colpì Linker al petto provocandone la morte. Prima dell'emergere di questi gruppi, le squadre ospiti sono state molestate dai fan rivali. Ciò ha spinto l'organizzazione della barras bravas in risposta a quella pressione:

Nel calcio argentino era ormai assodato che se giocavi come squadra ospite, eri inesorabilmente in una situazione difficile. Anche se non erano barras bravas come li conosciamo oggi, i fan locali farebbero pressioni su di te e la polizia, quando non guarda dall'altra parte, farebbe pressioni anche su di te. Ciò doveva essere compensato da una dottrina che nel decennio successivo divenne moneta comune: l'unico mezzo con cui neutralizzare qualsiasi gruppo efficace con reputazione e capacità di violenza, è con un altro gruppo più affiatato con altrettanta, o maggiore, fama di violenza.

—  Amilcar Romero

In questo modo, ogni club ha iniziato ad avere la propria barra brava finanziata dai dirigenti dell'istituzione. A questi gruppi sono stati dati i biglietti e le gite pagate allo stadio. Perché la barra brava fosse prestigiosa, doveva essere violenta, quindi iniziarono ad aumentare il livello di violenza.

Dopo la morte di Linker, il calcio argentino ha iniziato una fase segnata dall'"assuefazione" alla violenza della barras bravas e dall'aumento del numero dei morti. Secondo Amílcar Romero, tra il 1958 e il 1985, in Argentina si sono verificati 103 decessi legati alla violenza calcistica, una media di uno ogni tre mesi. Tuttavia, l'origine di tali morti non è sempre il confronto nello stadio, e vanno dallo scontro premeditato tra barras bravas fuori dagli impianti sportivi, alla repressione della polizia contro il disordine, alle lotte intestine in una barra brava o "incidenti".

anni '60

Nel 1964 più di 300 tifosi di calcio morirono e altri 500 rimasero feriti a Lima, in Perù, in una rivolta durante una partita di qualificazione olimpica tra Argentina e Perù il 24 maggio. L'11 aprile 1967 in Argentina, prima di una partita tra Huracán e Racing de Avellaneda, un tifoso di 15 anni del Racing fu assassinato dalla barra brava Huracán allo stadio Tomás Adolfo Ducó . Oltre 70 tifosi del Boca Juniors morirono nel 1968 quando la folla che assisteva a un Superclásico a Buenos Aires si precipitò dopo che i giovani avevano lanciato carta bruciata sulle terrazze e l'uscita era chiusa a chiave.

anni '80

Dagli anni '80 in poi, i nuclei dei più grandi barras bravas iniziarono ad assistere alle partite di Coppa del Mondo della nazionale di calcio argentina . Ciò ha causato lotte contro sostenitori di altri paesi (a volte erano teppisti o ultras ) e tra gli stessi barras bravas argentini. Inoltre, negli anni '80 e '90 sono stati registrati i livelli di violenza più alti nella storia del calcio argentino e si è verificato un nuovo fenomeno: la frammentazione interna della barras bravas. È stato prodotto dall'emergere di sottogruppi con i propri nomi all'interno dei barras bravas. A volte questi sottogruppi combattevano tra loro per avere il potere all'interno della barra brava a cui appartenevano.

Un esempio delle violenze di questi anni è stata la morte di Roberto Basile. Prima dell'inizio di una partita tra Boca Juniors e Racing nel 1983 allo stadio Bombonera, questo tifoso del Racing morì dopo essere stato trafitto al collo da un bagliore lanciato dalla tribuna del Boca Juniors.

anni '90

Nel 1997 un membro della Guardia Imperiale (barra brava del Racing de Avellaneda ) fu assassinato da un sostenitore dell'Independiente.

anni 2000

Nel 2001 un altro sostenitore del Racing è stato ucciso e la barra brava dell'Independiente era il principale sospettato. Independiente e Racing (entrambi della città di Avellaneda, nella Grande Buenos Aires ) hanno un'enorme rivalità, la seconda più importante in Argentina ma forse la più feroce (in particolare, i loro stadi sono a soli 300 metri di distanza).

L'anno successivo, un tifoso è stato ucciso e 12 persone ferite, inclusi sei agenti di polizia, quando i fan del Racing Club de Avellaneda e del Club Atlético Independiente si sono scontrati nel febbraio 2002.

Un tifoso dell'Independiente è stato ucciso a colpi di arma da fuoco e un altro tifoso è stato colpito alla schiena e ricoverato in ospedale quando circa 400 tifosi rivali hanno combattuto fuori dall'Estadio Juan Domingo Perón del Racing Club ad Avellaneda prima della partita. Di conseguenza, sono state arrestate tra le 70 e le 80 persone. La partita è iniziata tardi quando i tifosi dell'Independiente hanno lanciato un fumogeno contro il portiere del Racing Club, Gustavo Campagnuolo. Nello stesso fine settimana, 30 persone sono state arrestate e 10 agenti di polizia sono stati feriti durante uno scontro tra Estudiantes de La Plata e Club de Gimnasia y Esgrima La Plata a La Plata .

Un'indagine del 2002 sul teppismo calcistico in Argentina ha affermato che la violenza nel calcio era diventata una crisi nazionale, con circa 40 persone uccise durante le partite di calcio nei dieci anni precedenti. Nella stagione 2002, ci sono stati cinque morti e dozzine di vittime di coltelli e fucili da caccia . Ad un certo punto la stagione è stata sospesa e nel Paese c'era un diffuso disordine sociale. La prima morte nel 2002 avvenne in una partita tra i feroci rivali Boca Juniors e River Plate . La partita è stata abbandonata e un tifoso del Boca Juniors è stato ucciso a colpi di arma da fuoco. Il Boca Juniors, uno dei club più grandi dell'Argentina, potrebbe avere l'elemento barra brava più grande del paese (è simile ai barras bravas dell'Independiente e del River Plate), con il loro sedicente leader, Rafael Di Zeo, che ha affermato nel 2002 che avevano oltre 2.000 membri (tuttavia ci sono dubbi sull'affidabilità di queste informazioni). Nel 2004, mentre guidavano fino a Rosario per vedere la loro squadra giocare a Rosario Central, Los Borrachos del Tablón (Barra Bravas del fiume) ha affrontato un autobus della ditta di Newell (una delle grandi aziende rivali) sull'autostrada 9, in una battaglia che ha ucciso due Newell's fan. Fino ad oggi, alcuni membri di Los Borrachos sono ancora accusati di morte.

Nel 2005 un calciatore, Carlos Azcurra, è stato colpito a colpi di arma da fuoco e gravemente ferito da un agente di polizia, quando i fan rivali si sono ribellati durante una partita della Primera B Nacional tra i rivali locali di Mendoza (ma non un derby) San Martín de Mendoza e Godoy Cruz Antonio Tomba .

Durante la Coppa del Mondo FIFA 2006 in Germania, c'è stato uno scontro tra 6 membri della barra brava dell'Independiente e 16 membri della barras bravas di Boca Juniors e Defensa y Justicia (entrambi erano insieme) nella Repubblica Ceca (il paese in cui il furono ospitate tre barras bravas). A causa della rissa, un tifoso del Boca Juniors ha dovuto essere ricoverato in ospedale.

Nel 2007, durante una partita dei playoff promozione/retrocessione della stagione 2006-2007 tra Nueva Chicago e Tigre (nello stadio di Nueva Chicago), è scoppiata una rissa tra i barras bravas di entrambe le squadre. Quando un rigore è stato inflitto a Tigre (che stava vincendo la partita 2-1, risultato che ha relegato la Nueva Chicago in Seconda divisione) al 92', la barra brava della Nueva Chicago ha invaso il campo ed è corso in direzione della stand occupato dai sostenitori del Tigre per attaccarli. Dopo questo, ci sono stati gravi disordini vicino allo stadio (causati non solo dalla barras bravas, ma anche dai tifosi abituali) e di conseguenza è morto un tifoso del Tigre.

anni 2010

Il 19 marzo 2010 in un bar di Rosario è stato colpito a morte l'ex leader dei Newell's Old Boys barra brava (Roberto "Pimpi" Camino). Camino e il suo sottogruppo hanno guidato la barra brava dal 2002 al 2009, quando ne sono stati espulsi a causa della sconfitta per mano di un altro sottogruppo, che attualmente domina La Hinchada Más Popular, la barra brava degli Old Boys di Newell. Alcuni membri dell'ormai principale sottogruppo sono i sospettati dell'omicidio e si sospetta che i proprietari del bar li abbiano aiutati.

La mattina presto del 4 luglio 2010 (il giorno successivo della partita tra Argentina e Germania per i quarti di finale della Coppa del Mondo FIFA 2010 ) a Cape Town, in Sud Africa, c'è stata una rissa tra alcuni membri della barras bravas dell'Independiente e Boca Juniors. Durante la rissa, un membro della barra brava del Boca Juniors ha perso conoscenza dopo essere stato brutalmente picchiato dai fanatici dell'Independiente. Fu ricoverato in un ospedale della città e vi morì il 5 luglio.

Dal 1924 al 2010 ci sono stati 245 morti legati al calcio argentino, esclusi i 300 morti in Perù nel 1964.

Il 14 maggio 2015, nella gara di ritorno degli ottavi di finale della Copa Libertadores 2015 tra River Plate e Boca Juniors a La Bombonera, gli hooligan hanno spruzzato una sostanza che irritava gli occhi dei giocatori del River Plate e il gioco è stato sospeso. Il CONMEBOL ha aperto un procedimento disciplinare contro il Boca Juniors sull'incidente ed è stato successivamente squalificato dal torneo due giorni dopo. Il River Plate sarebbe poi passato ai quarti di finale e alla fine avrebbe vinto il torneo.

Brasile

I fan in Brasile si uniscono a gruppi organizzati noti come torcidas organizadas ("sostenitori organizzati") spesso considerati organizzazioni criminali che differiscono per molti aspetti dai teppisti europei. Agiscono come i principali sostenitori di ogni club e spesso vendono prodotti e persino biglietti. Hanno fino a 60.000 membri e sono spesso coinvolti in attività criminali diverse da risse come spaccio di droga e minacce ai giocatori. Questi tifosi stabiliscono alleanze con altre "torcidas organizadas" come vengono chiamate come l'alleanza tra Torcida Mancha Azul ( Avaí Futebol Clube ), Força Jovem Vasco ( CR Vasco da Gama ), Galoucura ( Atlético Mineiro ) e Mancha Verde ( SE Palmeiras )., l'alleanza tra Torcida Independente ( São Paulo FC ), Torcida Jovem ( CR Flamengo ), Máfia Azul ( Cruzeiro Esporte Clube ) e Leões da TUF ( Fortaleza Esporte Clube ) e alcune altre alleanze. Le "torcidas organizadas" sono generalmente più grandi e più impegnate nello spettacolo negli stadi rispetto ai tifosi teppisti inglesi, ma spesso programmano combattimenti contro gruppi rivali in cui molti vengono feriti e uccisi.

I fan dei rivali locali TJP – Torcida Jovem Ponte Preta ( Associação Atlética Ponte Preta ) e TFI-Torcida Fúria Independente ( Guarani Futebol Clube ) si sono scontrati e si sono ribellati in una partita a Campinas nel 2002. Era prevista violenza e, poco prima del calcio d'inizio, i fan hanno iniziato a combattere. La polizia ha cercato di intervenire ma è stata colpita da sassi. Mentre i combattimenti continuavano all'interno dello stadio, una ringhiera è crollata e numerosi fan sono caduti per oltre 13 piedi (quattro metri) in una fossa tra le tribune e il campo. Oltre 30 persone sono rimaste ferite.

Uruguay

Dopo una vittoria per 5-0 contro i rivali storici del Nacional nell'aprile 2014, Peñarol ha adottato un atteggiamento sempre più violento nel Clasico uruguaiano. Pur perdendo una partita di spareggio di campionato contro il Nacional nel giugno 2015, i fan di Peñarol hanno iniziato una rivolta che ha ritardato la partita di 15 minuti prima che fosse annullata. Nel marzo 2016, Pablo Montiel - un sostenitore del Nacional - è stato ucciso a colpi di arma da fuoco dai fan del Peñarol mentre camminava nello stesso quartiere del nuovo stadio del Peñarol. Ignacio Ruglio, un membro del consiglio di Peñarol che ha apertamente diffuso bugie sul Nacional, è stato interrogato dalla polizia in seguito all'omicidio di Montiel. Nel novembre 2016, il Clasico uruguaiano è stato cancellato prima del calcio d'inizio dopo che i sostenitori di Peñarol hanno iniziato una rivolta all'Estadio Centenario : un tifoso è stato arrestato con in mano una pistola, con l'obiettivo di abbattere i giocatori del Nacional dalla tribuna di Amsterdam. Dopo aver vinto un Clasico per Peñarol nel settembre 2017, il capitano della squadra Cristian Rodríguez ha apertamente chiesto di aver ucciso i fan del Nacional mentre celebrava la vittoria.

Nord America

El Salvador

La guerra del calcio (in spagnolo: La guerra del fútbol ), conosciuta anche come Guerra del calcio o Guerra delle 100 ore, fu una breve guerra combattuta da El Salvador e Honduras nel 1969. Fu causata da conflitti politici tra honduregni e salvadoregni, in particolare questioni riguardanti immigrazione da El Salvador all'Honduras . Queste tensioni esistenti tra i due paesi hanno coinciso con gli accesi disordini durante il secondo turno di qualificazione nordamericano della Coppa del Mondo FIFA 1970 . Honduras ed El Salvador si sono incontrati nel secondo turno di qualificazione nordamericano per la Coppa del Mondo FIFA 1970 . Ci furono combattimenti tra i tifosi alla prima partita nella capitale honduregna di Tegucigalpa l'8 giugno 1969, che l'Honduras vinse 1–0. La seconda partita, il 15 giugno 1969 nella capitale salvadoregna di San Salvador, vinta 3-0 da El Salvador, fu seguita da una violenza ancora maggiore. Una partita di spareggio si è svolta a Città del Messico il 26 giugno 1969. El Salvador ha vinto 3–2 ai tempi supplementari .

La guerra iniziò il 14 luglio 1969, quando l'esercito salvadoregno lanciò un attacco contro l'Honduras. L' Organizzazione degli Stati americani ha negoziato un cessate il fuoco la notte del 18 luglio (da qui "Guerra delle 100 ore"), entrato in vigore il 20 luglio. Le truppe salvadoregne furono ritirate all'inizio di agosto. El Salvador ha sciolto tutti i legami con l'Honduras, affermando che "il governo dell'Honduras non ha adottato alcuna misura efficace per punire questi crimini che costituiscono genocidio, né ha fornito assicurazioni di indennizzo o risarcimenti per i danni causati ai salvadoregni". Ciò ha portato a scontri di confine tra le due nazioni.

Messico

Il teppismo calcistico in Messico sembra essere di basso profilo, ma ci sono stati alcuni incidenti, come combattimenti su piccola scala tra i fan di Monterrey e Morelia in una partita di Primera División a Monterrey nel 2003. Nel giugno 1998, un uomo è morto e diverse persone sono rimaste infortunato quando i tifosi di calcio messicani si sono ribellati dopo che il Messico ha perso contro la Germania nella Coppa del Mondo . Dopo la partita, centinaia di poliziotti antisommossa sono stati chiamati a ristabilire l'ordine perché i fan stavano saccheggiando e ribellando. I fan si sono poi scontrati con la polizia e molti fan sono rimasti feriti o arrestati. Nel marzo 2014 decine di sostenitori del Chivas si sono scontrati con la polizia durante il derby con Atlas. Diversi poliziotti sono stati ricoverati in ospedale. Di conseguenza, il Chivas ha bandito tutti i suoi sostenitori per il Clasico contro il Club America.

Alla Gold Cup 2015, gli hooligan messicani hanno lanciato spazzatura e bevande in partite separate contro Trinidad e Tobago e Panama .

Il 5 marzo 2022 è scoppiata una rivolta durante una partita tra Querétaro FC e Atlas FC .

stati Uniti

Mentre il calcio è tradizionalmente visto negli Stati Uniti come un evento adatto alle famiglie, giocato dai bambini e sostenuto dai genitori, si verificano ancora alcune violenze. Il 20 luglio 2008, in una partita amichevole tra la squadra della Major League Soccer Columbus Crew e il club della Premier League inglese West Ham United, a Columbus, Ohio, è scoppiata una rissa tra i fan rivali. La polizia ha stimato che fossero coinvolte più di 100 persone. Nel 2009 si è verificato un incontro indisciplinato tra i tifosi del Toronto FC, sconvolti da una sconfitta nella Trillium Cup, e i tifosi del Columbus Crew . Un fan di Toronto è stato preso di mira dalla polizia di Columbus.

Nello stesso fine settimana, una rivolta è stata evitata per un soffio in un gremito Giants Stadium quando i membri del club dei tifosi dei Red Bulls di New York, l' Empire Supporters Club (ESC), e i membri delle forze di sicurezza della New Jersey Sports and Exposition Authority si sono scontrati su ciò che l'ESC ha affermato è stato maltrattamento ingiusto e ripetuto. Dopo la partita si sono verificati scontri anche nell'area di parcheggio intorno allo stadio, che hanno coinvolto membri della North Jersey Firm (NJF) già espulsi a vita, e la polizia di stato del New Jersey è stata chiamata per sedare la situazione. Ci sono stati diversi arresti, per lo più di noti teppisti della NJF. Un raro momento di violenza è scoppiato a Seattle nel marzo 2010 dopo una vittoria pre-campionato dei Portland Timbers a Seattle, quando tre fan dei Sounders hanno attaccato un tifoso dei Timbers, soffocandolo e trascinandolo con la sciarpa della sua squadra. Il 21 aprile 2013 a Portland, un sostenitore dei Portland Timbers è stato aggredito da un gruppo di sostenitori dei San Jose Earthquakes . Mentre era seduto nella sua macchina, aveva deriso la sua sciarpa a un gruppo di sostenitori di San Jose, uno dei quali è corso verso di lui e lo ha attaccato attraverso il finestrino della sua macchina, rompendogli il parabrezza dell'auto e aggredendolo. Gli Ultras del 1906 di San Jose furono successivamente banditi dal club dal viaggiare per le partite in trasferta. Dopo un lungo dibattito, il divieto è stato revocato. Il 10 agosto 2015, i fan dei New York Red Bulls e del New York City FC si sono scontrati in una rissa fuori da un pub lanciando spazzatura e scambiandosi colpi. Il 23 maggio 2016, i fan di entrambi i NYCFC si sono ribellati fuori dallo Yankee Stadium in risposta alla sconfitta per 7-0 del NYC FC contro i New York Red Bulls.

Tuttavia, il calcio (calcio) e altri sport di teppismo in generale sono rari negli Stati Uniti, in parte a causa di sanzioni legali più severe per atti di vandalismo e violenza fisica, mercati dei club che hanno il proprio territorio di tifosi, sedi che vietano le armi, maggiore sicurezza durante le partite e un tabù più forti su politica, classe, razza e religione nella cultura sportiva americana. Sebbene si verifichino risse isolate tra ubriachi alle partite, raramente si intensificano fino a grandi risse paragonabili all'Europa e all'America Latina .

Asia orientale

Cina

Il teppismo calcistico in Cina è spesso collegato ad accuse di arbitraggio corrotto, con il calcio cinese afflitto da accuse di partite truccate all'inizio degli anni 2000. Dopo una partita nel 2000 tra Shaanxi National Power e Chengdu FC a Xi'an, i tifosi di calcio si sono scontrati con la polizia che ha usato gas lacrimogeni e cannoni ad acqua per disperdere la folla. Otto persone sono state arrestate ma poi rilasciate. Nel marzo 2002 centinaia di tifosi di calcio si sono ribellati a una partita a Xi'an tra Shaanxi National Power e Qingdao Etsong Hainiu, a causa dei sospetti dei tifosi di partite truccate.

Due anni prima, a seguito di problemi di folla in una partita anche a Xi'an, il governo ha chiesto più azioni per sradicare il teppismo calcistico.

Nel giugno 2002, le rivolte a Fuzhou, nel Fujian, dovettero essere represse dalla polizia paramilitare pesantemente armata. Il disordine è iniziato quando i fan non sono stati in grado di guardare la partita della Coppa del Mondo tra Cina e Brasile in una trasmissione esterna. Il 4 luglio 2004 i tifosi si sono ribellati a Pechino quando la Cina ha perso 3-1 contro il Giappone nella finale della Coppa d' Asia AFC . Le bandiere giapponesi sono state bruciate e l'auto di un funzionario dell'ambasciata giapponese è stata vandalizzata. I fan giapponesi hanno dovuto essere protetti dalla polizia e portati in salvo. La rivolta è stata attribuita al rancore nei confronti del Giappone per le atrocità commesse prima e durante la seconda guerra mondiale.

Corea del nord

Ci sono stati brevi disordini tra i fan nordcoreani in una partita internazionale contro l' Iran in Corea del Nord nel 2005, quando un giocatore nordcoreano ha litigato con l' arbitro siriano .

Asia del sud

Bangladesh

Il teppismo calcistico in Bangladesh non sembra essere un grosso problema. Tuttavia, nell'agosto 2001, 100 persone sono rimaste ferite quando migliaia di tifosi di calcio si sono scatenati in una partita di B-League tra il Mohammedan Sporting Club e il Rahmatganj Sporting Club nello stadio nazionale di Bangabandhu, Dhaka . Quando l' arbitro ha annullato un rigore, i tifosi maomettani hanno invaso il campo, lanciando pietre contro la polizia, che ha dovuto sparare gas lacrimogeni contro i tifosi per cercare di ristabilire l'ordine. Fuori dallo stadio decine di auto e autobus sono stati danneggiati e dati alle fiamme.

Nepal

I tifosi nepalesi al Dasarath Stadium tendono ad agire in modo violento durante le partite internazionali. Telefoni cellulari e altri oggetti sono stati lanciati durante una partita contro il Bangladesh e le monete sono state lanciate contro i giocatori durante una partita contro la Palestina.

India

Il 16 agosto 1980, i sostenitori delle squadre di Calcutta Mohunbagan e del Bengala orientale si sono impegnati in uno scontro violento che ha ucciso 16 persone e ferito oltre 100. La polizia di Calcutta ha dovuto intervenire e usare la forza per prendere il controllo della situazione.

Sud-est asiatico

Indonesia

Il teppismo calcistico in Indonesia risale alla fine degli anni '80, derivante dalle rivalità tra i fan di Persija Jakarta e Persib Bandung, che si estende anche ad altre squadre come l' Arema FC con sede a Surabaya .

Tra il 1995 e il 2018 ci sono state 70 morti nel calcio indonesiano, 21 delle quali avvenute per mano di una folla. Il teppismo calcistico in Indonesia ha spesso causato danni alle proprietà degli stadi.

Malaysia

Il teppismo calcistico in Malesia si è verificato frequentemente nelle partite di campionato o internazionali dal 1980 e spesso è associato ai sostenitori degli hooligan di club come Kedah FA, Kelantan FA, Johor Darul Takzim FC, Pahang FA, Sarawak FA, Selangor FA e Terengganu FA . Durante il campionato AFF 2014, dopo che la Malesia ha perso 1–2 contro il Vietnam, alcuni tifosi malesi si sono precipitati nell'area dei tifosi vietnamiti e hanno iniziato ad attaccare i tifosi vietnamiti, provocando infortuni. Dopo una serie di indagini, un certo numero di tifosi teppisti è risultato appartenere all'"Inter Johor Firm", uno dei tifosi del Johor Darul Takzim FC e da allora gli è stato vietato di assistere a qualsiasi partita. All'inizio del 17 maggio 2015, durante la finale di FA Cup, i giocatori del Singapore LionsXII ei loro fan sono rimasti bloccati allo stadio Sultan Mizan Zainal Abidin per circa cinque ore, dopo che i fan del Terengganu sono diventati violenti per la mancata qualificazione della loro squadra alla finale della FA Cup malese. Sempre nello stesso anno, l'8 settembre 2015, la partita di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA tra Malesia e Arabia Saudita è stata abbandonata dopo che i tifosi malesi degli hooligan hanno interrotto la partita e hanno attaccato i tifosi sauditi. I tifosi malesi sono stati trattenuti per una rivolta, attaccando i sauditi. Il punteggio prima dell'abbandono della partita era di 1–2 a favore dell'Arabia Saudita. Un altro incidente durante i Giochi del sud-est asiatico del 2017 ospitati dalla Malesia si è verificato il 21 agosto, quando due tifosi del Myanmar sono stati aggrediti da un gruppo di aggressori non identificati dopo la fine della partita del girone di calcio maschile tra Malesia e Myanmar . Il 24 novembre 2018, è stato riferito che circa 20 tifosi del Myanmar, comprese le ragazze, che stavano aspettando l'autobus a Kuala Lumpur sono stati aggrediti da circa 30 malesi che hanno aggredito fisicamente e verbalmente i tifosi dopo la fine di una partita del girone tra Malesia e Myanmar a Kuala Lumpur il Campionato AFF 2018 . Secondo i fan del Myanmar, gli aggressori hanno gridato loro "babi" (maiali) mentre alcuni di loro sono scappati dalla scena con quelli rimasti feriti nell'attacco e sono stati portati al vicino ospedale con l'aiuto di un ente di beneficenza locale organizzazione. Le ragazze tra i tifosi del Myanmar sono state prese a calci, tre di loro hanno riportato ferite gravi e anche i loro telefoni cellulari sono stati afferrati dagli aggressori. Il 19 novembre 2019, un gruppo di tifosi malesi ha lanciato bombe fumogene e bagliori contro i fan indonesiani durante la partita di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA tra la nazionale di calcio della Malesia e dell'Indonesia e i tifosi rivali hanno iniziato a lanciare proiettili durante la partita, che si è conclusa con una vittoria per 2-0 per il squadra di casa. Funzionari della sicurezza hanno arrestato 27 tifosi dalla Malesia e 14 dall'Indonesia dopo una partita di qualificazione ai Mondiali tra Malesia e Indonesia a Kuala Lumpur dopo essersi lanciati a vicenda razzi e bottiglie.

Birmania

Il teppismo alle partite di calcio del Myanmar è comune. Il 1 ° ottobre 2011, la FIFA ha annunciato che il Myanmar sarebbe stato bandito dalle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2018 dopo che un pareggio casalingo contro l' Oman doveva essere interrotto quando la folla ha colpito gli avversari con bottiglie e sassi. Tuttavia, il divieto è stato revocato il 7 novembre 2011 dopo che la FIFA ha riconsiderato l'appello presentato dalla Federcalcio del Myanmar (MFF). Durante i Giochi del sud-est asiatico del 2013 ospitati dal Myanmar, l'improvvisa sconfitta della squadra di calcio del Myanmar contro l' Indonesia nella partita del girone che ha impedito loro di qualificarsi alle semifinali ha portato i tifosi del teppista del Myanmar a strappare sedili, scagliare pietre contro gli ufficiali e bruciare il sud-est Cimeli dei giochi asiatici e altri cartelloni pubblicitari.

Tailandia

Il teppismo ha iniziato a lanciare un incantesimo oscuro sul calcio thailandese, soprattutto a partire dagli anni 2010, con diverse partite di club o internazionali segnate da violenze. Durante la Thai Premier League 2014, la vittoria per 3-1 del Muangthong United FC contro il Singtarua FC ha scatenato violenze tra i tifosi dei due club. Un altro incidente che ha coinvolto i sostenitori thailandesi dopo la vittoria della Thailandia contro il Vietnam nel Campionato giovanile AFF U-19 2015 ospitato dal Laos è iniziato quando hanno fatto esplodere razzi di segnalazione, facendo sparare alla polizia un colpo di avvertimento dopo che sono entrati in tribuna per sedare i disordini e sono stati accolti con una risposta violenta. Anche dopo la vittoria nel campionato AFF 2016, la Federcalcio thailandese (FAT) è stata multata di 30.000 U$ per non aver impedito ai tifosi degli hooligan nel proprio stadio di far esplodere i razzi. Nonostante la sua collaborazione con la polizia per trovare e arrestare i teppisti, la Thailandia è stata avvertita che sarà data una severa punizione se dovesse accadere di nuovo in qualsiasi futura partita della FIFA o dell'AFC.

Vietnam

Poco dopo la fine della semifinale del campionato AFF 2016 di ritorno ad Hanoi tra Indonesia e Vietnam, la squadra indonesiana mentre tornava al proprio ostello è stata improvvisamente attaccata da tifosi vietnamiti arrabbiati in sella a motociclette che hanno lanciato due grossi sassi nel loro autobus in seguito alla mancata qualificazione per la finale da parte della nazionale vietnamita, provocando lievi ferite a un allenatore dei portieri indonesiani e al medico della loro squadra. Un autobus sostitutivo è stato infine inviato con la massima sicurezza dalle autorità vietnamite in seguito agli attacchi. La Federcalcio del Vietnam (VFF) e altri tifosi vietnamiti si sono scusati per l'incidente.

Asia occidentale

Israele

Negli anni 2000, le tensioni attorno al conflitto arabo-israeliano si sono estese a sporadiche rivolte tra tifosi di calcio ebrei e arabi israeliani. Nel dicembre 2000 è stato riferito che ogni club in Israele aveva un ultimo avvertimento a seguito dell'escalation di violenze e intimidazioni durante le partite.

Numerosi incidenti hanno coinvolto il Beitar Jerusalem, inclusi abusi razzisti contro giocatori d'oltremare, canti anti-arabi, uso di fumogeni e fuochi d'artificio e rivolte. Beitar ha un'azienda di teppisti, La Familia, i cui membri considerano gli arabi israeliani un loro nemico. Nel novembre 2007 la Federcalcio israeliana (IFA) ha ordinato al Beitar di giocare a porte chiuse contro il club arabo Bnei Sakhnin dopo che i fan del Beitar, guidati da La Familia, hanno rotto un minuto di silenzio per l'ex primo ministro israeliano, Yitzhak Rabin e hanno cantato canti in lode del suo assassino, Yigal Amir. Dopo un'invasione di campo guidata da La Familia il 13 aprile 2008, quando Beitar era in testa al Maccabi Herzliya, 1–0, e stava per vincere la Premier League israeliana, la partita è stata abbandonata e i punti sono stati assegnati agli avversari. Beitar è stato fermato di due punti e ha dovuto giocare le restanti partite casalinghe a porte chiuse.

Giordania

Le rivolte calcistiche in Giordania sono generalmente considerate un'espressione della tensione tra il gruppo etnico palestinese del paese e coloro che si considerano etnicamente giordani, essendo i due gruppi di dimensioni più o meno uguali.

Nel dicembre 2010 sono scoppiati disordini a seguito di una partita tra i club rivali di Amman Al-Wehdat e Al-Faisaly . Alcuni fan di Al-Faisali hanno lanciato bottiglie contro i giocatori di Al-Wehdat e i loro fan. Circa 250 persone sono rimaste ferite, 243 delle quali fan di Al-Wehdat, secondo alti funzionari degli ospedali. Secondo Al Jazeera, i sostenitori di Al-Wehdat sono generalmente di origine palestinese, mentre i fan di Faisaly sono di origine giordana. Una rivolta simile si è verificata nel 2009.

Siria

Il 12 marzo 2004 una rissa tra i sostenitori arabi e curdi delle squadre di calcio siriane rivali in una partita a Qamishli, 450 miglia (720 km) a nord-est di Damasco, si è trasformata in rivolte su vasta scala che hanno provocato 25 morti e centinaia di feriti.

Africa

Repubblica Democratica del Congo

Quattro sono morti quando le truppe hanno aperto il fuoco in un derby tra AS Vita Club e DC Motema Pembe allo Stade des Martyrs di Kinshasa nel novembre 1998. Nell'aprile 2001, 14 persone sono morte a seguito di una fuga precipitosa in un derby tra TP Mazembe e FC Saint Eloi Lupo . Quando i fan hanno invaso il campo dopo che Mazembe aveva pareggiato, e i fan rivali hanno iniziato a lanciarsi missili l'uno contro l'altro, la polizia ha sparato gas lacrimogeni e i fan si sono precipitati per sfuggire agli effetti dei gas lacrimogeni. Nella fuga precipitosa risultante, 14 persone sono morte. Si presume che i fan dei due club abbiano una storia di odio e violenza l'uno verso l'altro.

Egitto

Nel gennaio 2006 la polizia antisommossa ha attaccato i tifosi libici allo stadio internazionale del Cairo dopo aver lanciato missili contro i tifosi egiziani del livello superiore durante una partita tra la nazionale di calcio egiziana e la nazionale marocchina . I tifosi libici erano rimasti a guardare la partita dopo aver visto la Libia perdere 2-1 contro la Costa d'Avorio e aver iniziato a schernire i tifosi di casa. I tifosi egiziani hanno risposto chiedendo loro di lasciare lo stadio e attaccandoli verbalmente all'intervallo, e quando, nonostante la richiesta di fermarsi, è proseguito nel secondo tempo, è stata chiamata la polizia antisommossa. La Federcalcio libica è stata multata di $ 7.000 da la commissione disciplinare della Confederation of African Football .

Il 1 ° febbraio 2012 è scoppiata una mischia, dopo che i fan dell'Al-Masry, la squadra di casa a Port Said, hanno preso d'assalto il campo dopo una rara vittoria per 3-1 contro l'Al-Ahly, la migliore squadra egiziana. I sostenitori di Al-Masry hanno attaccato i giocatori di Al-Ahly ei loro fan con coltelli, spade, mazze, pietre, bottiglie e fuochi d'artificio. Almeno 79 persone sono state uccise e oltre 1.000 sono rimaste ferite da entrambe le parti nella città portuale del Mediterraneo. Il 26 gennaio 2013 sono scoppiati disordini a Port Said in risposta all'annuncio di condanne a morte per 21 persone coinvolte nei disordini del febbraio 2012. Una folla di sostenitori di Al-Masry ha tentato di prendere d'assalto la prigione in cui erano detenuti i condannati; nei successivi disordini sono state uccise 74 persone, inclusi due agenti di polizia, e oltre 500 sono rimaste ferite.

Guinea Equatoriale

Alla Coppa d'Africa 2015, alle semifinali tra il paese ospitante Guinea Equatoriale e Ghana, gli hooligan hanno invaso il campo e hanno lanciato bottiglie e missili contro i giocatori del Ghana.

Gambia

Enormi rivolte si sono verificate durante e dopo una partita di qualificazione alla Coppa delle Nazioni Africane tra i vicini rivali del Senegal e del Gambia allo stadio Leopold Sedar Senghor di Dakar, in Senegal, nel giugno 2003. I sostenitori del Gambia hanno lanciato missili contro i fan senegalesi e successivamente sono stati accusati dai soldati. Dopo la partita, violenti scontri sono stati segnalati sia in Gambia che in Senegal. In Gambia si sono verificati diversi gravi pestaggi di cittadini senegalesi, che hanno portato oltre 200 senegalesi a cercare rifugio presso la loro ambasciata. In Senegal un giornalista gambiano della BBC è stato aggredito e derubato da un gruppo di giovani. Le rivolte alla fine portarono alla chiusura del confine tra Gambia e Senegal fino al ripristino dell'ordine.

Ghana

Fino a 125 persone sono morte e centinaia sono rimaste ferite quando i tifosi di calcio sono fuggiti a una partita ad Accra nel 2001. Accra Hearts era in vantaggio per 2-1 contro Asante Kotoko a cinque minuti dalla fine della partita quando alcuni tifosi hanno iniziato a lanciare bottiglie e sedie in campo. La polizia ha poi sparato gas lacrimogeni sulla folla, scatenando il panico. I fan si sono precipitati a sfuggire al gas e nella calca che ne è seguita sono state uccise fino a 125 persone.

Asante Kotoko è stato squalificato dopo che i fan hanno aggredito l'arbitro in una partita della CAF Confederation Cup contro l' Étoile Sportive du Sahel della Tunisia .

Costa d'Avorio

I combattimenti tra i fan in una partita del 6 maggio 2001 hanno portato a un morto e 39 feriti.

Kenia

In Kenya, la rivalità più combattuta è il derby di Nairobi tra AFC Leopards e Gor Mahia, entrambi i cui tifosi sono regolarmente associati al teppismo. Il 18 marzo 2012, una partita del derby è stata sospesa per oltre 26 minuti quando è scoppiata una rivolta, che ha portato alla distruzione di proprietà e a diversi infortuni, dopo che il centrocampista di Gor Mahia Ali Abondo è stato espulso per un contrasto pericoloso sul difensore dei Leopards Amon Muchiri. Al Gor Mahia è stato vietato dal consiglio di amministrazione degli Sports Stadia di giocare nelle loro strutture per il resto della stagione 2012, il che significa che il club non avrebbe potuto giocare né allo stadio nazionale di Nyayo né al Moi International Sports Center . Il Board della KPL non ha ancora annunciato ulteriori misure disciplinari nei confronti del club.

Libia

Otto tifosi sono morti e 39 sono rimasti feriti quando le truppe hanno aperto il fuoco per fermare i sentimenti pro e anti Muammar al-Gheddafi espressi in uno stadio di Tripoli durante una partita tra Al Ahli e Al Ittihad nel dicembre 1996.

Mali

Dopo una partita di qualificazione alla Coppa del Mondo tra Mali e Togo il 27 marzo 2005, che il Togo ha vinto 2-1, i fan del Mali si sono ribellati e sono andati in preda alla distruzione e alla violenza. I guai sono iniziati quando il Togo ha segnato il gol della vittoria. La polizia ha sparato gas lacrimogeni contro i fan del Mali che avevano invaso il campo. La partita è stata sospesa e la vittoria è stata assegnata al Togo. Il risultato ha innescato un'ondata di violenza nella capitale del Mali, Bamako . Migliaia di fan del Mali a Bamako hanno iniziato a gridare minacce contro i giocatori del Mali, le auto sono state date alle fiamme, i negozi sono stati saccheggiati, le proprietà e i monumenti sono stati distrutti e un edificio che ospitava il comitato olimpico locale è stato bruciato.

Maurizio

Nel maggio 1999, sette persone sono morte quando i tifosi di calcio in rivolta hanno lanciato bombe a benzina in un casinò, a seguito di una partita a Port Louis tra i campioni della Mauritian League, lo Scouts Club e i vigili del fuoco SC. L'incidente divenne noto come L'affaire L'Amicale . Dopo la partita vinta dai vigili del fuoco SC, centinaia di fan degli Scout si sono scatenati, attaccando i veicoli della polizia e incendiando i campi di canna da zucchero.

Mozambico

Il governo del Mozambico ha dovuto scusarsi per il comportamento violento dei tifosi del Mozambico, prima, durante e dopo una partita tra il club mozambicano Clube Ferroviário de Maputo e il club dello Zimbabwe Dynamos il 10 maggio 1998. I tifosi del Ferroviário hanno attaccato i giocatori della Dynamo e l'arbitro, veicoli lapidati e combattuto battaglie in corsa con la polizia antisommossa fuori dallo stadio. Quindici persone, tra cui quattro operatori della Croce Rossa, hanno avuto bisogno di cure ospedaliere.

Sud Africa

A Johannesburg, in Sud Africa, il 14 gennaio 1991, quaranta persone morirono quando i fan si precipitarono verso un'uscita bloccata per sfuggire ai fan rivali che litigavano in una partita a sud-ovest di Johannesburg.

L'11 febbraio 2017, una partita tra Mamelodi Sundowns FC e Orlando Pirates FC al Loftus Versfeld Stadium è stata sospesa per quasi un'ora quando i tifosi dei Pirates hanno invaso il campo e si sono scontrati con i tifosi dei Sundowns dopo che i Sundowns hanno segnato il loro sesto gol.

Tali atti hanno comportato la perdita del valore patrimoniale netto rispetto al ' valore di libro ' - o svalutazione - di vari asset dello stadio, secondo quanto previsto dallo IAS 36 .

Zimbabwe

Nel luglio 2000 dodici persone sono morte a seguito di una fuga precipitosa in una partita di qualificazione alla Coppa del Mondo tra Zimbabwe e Sud Africa ad Harare . La polizia ha sparato gas lacrimogeni quando la folla ha iniziato a lanciare missili sul campo, dopo che il Sudafrica aveva preso un vantaggio di due gol. Dopo che Delron Buckley ha segnato, le bottiglie del secondo gol del Sud Africa hanno iniziato a volare in campo. La polizia ha quindi sparato gas lacrimogeni sulla folla di 60.000 persone, che ha iniziato a correre verso le uscite per sfuggire agli effetti dei gas lacrimogeni. La partita ha dovuto essere sospesa poiché i giocatori di entrambe le parti hanno subito gli effetti dei gas lacrimogeni e hanno dovuto ricevere cure mediche. La polizia è stata condannata per aver sparato gas lacrimogeni. Nel luglio 2002, due fan sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco quando la polizia ha aperto il fuoco sui fan in rivolta durante una partita a Bulawayo . Sette agenti di polizia sono rimasti feriti e cinque veicoli gravemente danneggiati.

Oceania

Australia

Dalla formazione della A-League nel 2004 e dalla caduta della National Soccer League, il teppismo calcistico si è estinto nelle competizioni e gli incidenti sono diventati eventi rari.

L'incidente con più notorietà in Australia è la rivolta di Pratten Park nel 1985, dove centinaia di fan hanno preso d'assalto il campo a metà di una partita Olimpica di Sydney contro Sydney City . In una partita tra Melbourne Heart e Melbourne Victory nel febbraio 2013, 17 sedili di plastica sono stati distrutti e sono stati sparati razzi. In una partita tra Sydney FC e Melbourne Victory nel novembre 2013, un tifoso itinerante del Melbourne Victory è stato ricoverato in ospedale con una coltellata da un civile di sedici anni. Nel dicembre 2013, una rivolta tra Melbourne Victory e Western Sydney Wanderers è scoppiata in un pub prima della partita più tardi quel giorno. In un'amichevole internazionale di calcio tra Australia e Serbia a Melbourne nel giugno 2011, i fan hanno acceso razzi sia all'interno che all'esterno dello stadio e nelle strade cittadine. Sono stati esposti striscioni a sostegno di Ratko Mladić, il capo militare serbo accusato di crimini di guerra dalla Corte internazionale di giustizia, ed è stato visto in uso un puntatore laser. Nel febbraio 2011, la polizia del Victoria ha dichiarato di essere riluttante a coprire le partite del Melbourne Victory a causa del comportamento inaccettabile dei fan. I problemi includevano la violenza, il comportamento antisociale e l'accensione di razzi.

Sebbene la A-League sia relativamente giovane, avendo solo 12 anni, ci sono hooligan e gruppi casuali all'interno delle basi di tifosi attivi dei club. Sebbene non assomigli al teppismo calcistico in Europa, occasionalmente si verificano eventi antisociali. Un esempio principale potrebbe essere la rissa di Bourke Street tra Melbourne Victory e i fan dei Western Sydney Wanderers, che si sono riuniti in numero prima di una partita alla fine del 2013 e hanno avuto una rissa a Melbourne, causando preoccupazione tra le autorità calcistiche in Australia. Ci sono piccoli hooligan e gruppi casuali in Australia, i più importanti sono i più grandi fan della Lega, Melbourne Victory, Sydney FC e Western Sydney Wanderers, sebbene altri esistano all'interno di altri gruppi di tifosi.

Nel 2021, la polizia ha arrestato tre uomini per aver partecipato a una rivolta a una partita di calcio della National Premier League a Sydney .

Rappresentazione mediatica

Il teppismo calcistico è stato rappresentato in film come ID, The Firm, Cass, The Football Factory, Green Street, Rise of the Footsoldier e Awaydays . Ci sono anche molti libri sul teppismo, come The Football Factory e Among the Thugs . Alcuni critici sostengono che queste rappresentazioni dei media rendono glamour la violenza e lo stile di vita da teppista. Il teppismo calcistico è stato descritto anche in You Don't Have to Live Like a Referee, un episodio di The Simpsons .

Guarda anche

Riferimenti

Ulteriori letture

  • Dunning, Eric (2000), "Towards a Sociological Understanding of Football Hooliganism as a World Phenomenon", European Journal on Criminal Policy and Research, 8 (2): 141–162, doi : 10.1023/A:1008773923878, S2CID 56252068
  • Dunning, Eric. Tifosi in lotta: il teppismo calcistico come fenomeno mondiale (Univ College Dublin Pr, 2002).
  • Dunning, Eric, Patrick J. Murphy e John Williams. Le radici del teppismo calcistico: uno studio storico e sociologico (Routledge, 2014), un libro ampiamente citato
  • Frosdick, Steve e Peter Marsh. Teppismo calcistico (Routledge, 2013), introduzione di base.
  • Horak, romano. "Le cose cambiano: tendenze nel teppismo calcistico austriaco dal 1977 al 19901". Revisione sociologica 39.3 (1991): 531–548.
  • Ingham, Roger, ed. Teppismo calcistico: il contesto più ampio (1978), saggi di esperti
  • Stott, Clifford John T. e Geoffrey Michael Pearson, a cura di. Il "teppismo" calcistico: polizia e guerra alla "malattia inglese" (Pennant Books, 2007).
  • Spaai, Ramón. "Il teppismo calcistico come fenomeno transnazionale: analisi del passato e del presente: una critica: più specificità e meno generalità". Giornale internazionale di storia dello sport 24.4 (2007): 411–431.
  • Spaai, Ramón. Capire il teppismo calcistico: un confronto tra sei paesi dell'Europa occidentale (Vossiuspers UvA, 2006); concentrarsi su Regno Unito, Paesi Bassi e Spagna,

link esterno