Foxconn -Foxconn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Hon Hai Precision Industry Co. Ltd.
Hon Hai Technology Group (Foxconn)鴻海科技集團(富士康)
Tipo Pubblico
TWSE : 2317
LSE : HHPD
ISIN TW0002317005
Industria Elettronica
Fondato 20 febbraio 1974 ; 48 anni fa (come Hon Hai Precision Industry Co., Ltd.) ( 1974-02-20 )
Fondatore Terry Gou
Sede centrale
Zona servita
In tutto il mondo
Persone chiave
Young Liu
(Presidente e Presidente)
Prodotti Elettronica, componenti elettronici, PCB, componenti PCB, chip per computer.
Servizi Servizi di produzione elettronica
Reddito NT $ 5,99 trilioni (2021)
NT $ 193,57 miliardi (2021)
NT $ 139,32 miliardi (2021)
Totale attivo NT $ 3.908 trilioni (2021)
Equità totale NT $ 1.573 trilioni (2021)
Numero di dipendenti
Aumento1.290.000 (2020)
Controllate
Sito web www .honhai .com /it-it /
Foxconn
Cinese tradizionale 鴻海精密工業股份有限公司
Cinese semplificato 鸿海精密工业股份有限公司
Significato letterale Hon Hai Precision Industry Co., Ltd.
Denominazione commerciale
Cinese tradizionale 鴻海科技集團(富士康)
Cinese semplificato 鸿海科技集团(富士康)
Significato letterale Hon Hai Technology Group (Foxconn)

Hon Hai Precision Industry Co., Ltd. ( TWSE : 2317), operante come Hon Hai Technology Group a Taiwan, o Foxconn a livello internazionale, è una multinazionale taiwanese produttrice a contratto di elettronica con sede a Tucheng, New Taipei City, Taiwan, fondata nel 1974 Nel 2021, il fatturato annuo del Gruppo ha raggiunto 5,99 trilioni di NT$ e si è classificato al 22° posto nella classifica Fortune Global 500 del 2021. Ora è il più grande produttore di tecnologia e fornitore di servizi al mondo. Sebbene abbia sede a Taiwan, l'azienda è il più grande datore di lavoro privato nella Repubblica popolare cinese e uno dei maggiori datori di lavoro a livello mondiale. Terry Gou è il fondatore dell'azienda ed ex presidente.

Foxconn produce prodotti elettronici per le principali aziende americane, canadesi, cinesi, finlandesi e giapponesi. I prodotti degni di nota prodotti da Foxconn includono BlackBerry, iPad, iPhone, iPod, Kindle, tutti i sistemi di gioco Nintendo dal GameCube (eccetto i successivi modelli Nintendo DS ), dispositivi Nokia, dispositivi Sony (incluse le console di gioco PlayStation 3 e PlayStation 4 ), Dispositivi Pixel, dispositivi Xiaomi, tutti i successori della prima console Xbox di Microsoft e diversi socket CPU, incluso il socket CPU TR4 su alcune schede madri. Nel 2012, gli stabilimenti Foxconn hanno prodotto circa il 40% di tutta l'elettronica di consumo venduta in tutto il mondo.

Foxconn ha nominato Young Liu il suo nuovo presidente dopo il ritiro del fondatore Terry Gou, con effetto dal 1 luglio 2019. Young Liu era l'assistente speciale dell'ex presidente Terry Gou e il capo del gruppo aziendale S (semiconduttori). Gli analisti hanno affermato che il passaggio di consegne segnala la direzione futura dell'azienda, sottolineando l'importanza dei semiconduttori, insieme a tecnologie come l'intelligenza artificiale, la robotica e la guida autonoma, dopo che la tradizionale attività principale di assemblaggio di smartphone di Foxconn è maturata.

Il valore aziendale di Foxconn è "Creare esperienze di vita intelligenti complete per i clienti in tutto il mondo".

Storia

Etichetta della scatola del connettore Foxconn nel 2014

Terry Gou ha fondato Hon Hai Precision Industry Co., Ltd. come produttore di componenti elettrici nel 1974. Il primo stabilimento di produzione di Foxconn in Cina è stato aperto a Longhua Town, Shenzhen, nel 1988.

Una delle pietre miliari importanti per Foxconn si è verificata nel 2001, quando Intel ha scelto l'azienda per produrre le sue schede madri a marchio Intel invece di Asus . Entro novembre 2007, Foxconn si è ulteriormente ampliata con un piano annunciato per la costruzione di un nuovo stabilimento da 500 milioni di dollari a Huizhou, nella Cina meridionale.

Nel gennaio 2012, Foxconn ha nominato Tien Chong (Terry) Cheng amministratore delegato della sua controllata FIH Mobile Limited. Si è dimesso lo stesso anno, adducendo problemi di salute. In questo momento, Foxconn rappresentava circa il 40% della produzione mondiale di elettronica di consumo.

L'espansione è stata ulteriormente perseguita dopo l'acquisizione nel marzo 2012 di una partecipazione del 10% nella società di elettronica giapponese Sharp Corporation per 806 milioni di dollari USA e per l'acquisto fino al 50% degli LCD prodotti nello stabilimento Sharp di Sakai, in Giappone . Tuttavia, l'accordo concordato è stato infranto poiché le azioni di Sharp hanno continuato a precipitare nei mesi successivi. Nel settembre 2012, Foxconn ha annunciato l'intenzione di investire 494 milioni di dollari nella costruzione di cinque nuovi stabilimenti a Itu, in Brasile, creando 10.000 posti di lavoro.

Nel 2014, la società ha acquistato Asia Pacific Telecom e ha vinto alcune licenze di spettro a un'asta, che le hanno permesso di gestire apparecchiature di telecomunicazioni 4G a Taiwan.

Il 25 febbraio 2016, Sharp ha accettato un'offerta pubblica di acquisto da 700 miliardi di yen (6,24 miliardi di dollari USA) da Foxconn per acquisire oltre il 66% delle azioni con diritto di voto di Sharp. Tuttavia, poiché Sharp aveva responsabilità segrete che sono state successivamente informate dal rappresentante legale di Sharp presso Foxconn, l'accordo è stato interrotto dal consiglio di amministrazione di Foxconn. Foxconn ha chiesto di annullare l'accordo, ma è stato preceduto dall'ex presidente di Sharp. Terry Gou durante la riunione, ha poi scritto una parola "義" che significa "rettitudine" sulla lavagna bianca, dicendo che Foxconn dovrebbe onorare l'accordo. Un mese dopo, il 30 marzo 2016, l'accordo è stato annunciato come finalizzato in un comunicato stampa congiunto, ma a un prezzo inferiore.

Nel 2016, Foxconn, insieme a Tencent e al rivenditore di auto di lusso Harmony New Energy Auto, ha fondato Future Mobility, una start up automobilistica che mira a vendere auto premium completamente elettriche completamente autonome entro il 2020. Un'unità Foxconn, Foxconn Interconnect Technology, ha acquisito Belkin Internazionale per $ 866 milioni il 26 marzo 2018.

Nel luglio 2019, Foxconn ha nominato Liu, Young-Way come nuovo presidente del Gruppo, che si è poi classificato al 25° posto tra le 100 migliori aziende digitali di Forbes. Subito dopo, la Foxconn guidata da Young Liu ha introdotto il suo “Modello 3+3 per la trasformazione, dando la priorità ai tre settori chiave: veicoli elettrici, salute digitale e robotica. Il Gruppo è inoltre impegnato nello sviluppo di intelligenza artificiale, semiconduttori e tecnologie di comunicazione di prossima generazione, elementi costitutivi della strategia tecnologica del Gruppo.

Nel 2020, Foxconn ha fondato "Hon Hai Research Institute", con cinque centri di ricerca ciascuno con una media di 40 professionisti di ricerca e sviluppo ad alta tecnologia, tutti focalizzati sulla ricerca e sviluppo di nuove tecnologie, sul rafforzamento della pipeline di innovazione tecnologica e di prodotto di Foxconn, gli sforzi per sostenere la trasformazione del Gruppo da “muscolo” a “cervello” e il rafforzamento della competitività della strategia “3+3” di Foxconn.

Le entrate di Foxconn nel 2020 sono state di NT $ 5,36 trilioni (US $ 193 miliardi). La rivista CIRCUITS ASSEMBLY ha nominato Foxconn la più grande azienda di servizi di produzione elettronica al mondo per il 14° anno consecutivo.

Il 5 febbraio 2020, Foxconn ha iniziato a produrre mascherine e indumenti medici nella sua fabbrica di Shenzhen in Cina, durante il capodanno cinese e il culmine della pandemia di COVID-19 . La società inizialmente ha affermato che le maschere che produce sarebbero state per l'uso interno dei dipendenti. Lo scoppio della malattia da coronavirus nel 2019 ha portato a un aumento mondiale della domanda di maschere, con conseguente carenza globale. In una lettera ai dipendenti, il presidente Young Liu ha dichiarato: "Ricordo chiaramente quanto sia stato toccante quando Longhua Park ha prodotto la nostra prima maschera alle 4:41 del 5 febbraio. Era il prodotto più semplice ma anche più importante che Foxconn abbia mai realizzato. Non solo ha soddisfatto il bisogno del gruppo per la prevenzione delle epidemie, ha anche contribuito al grande pubblico e ha sollevato il morale del gruppo. Tutto ciò è risultato dal duro lavoro dei nostri colleghi".

Dopo quasi un anno di polemiche pubbliche sulla carenza di vaccini COVID-19 ; nel giugno 2021, Taiwan ha accettato di consentire al fondatore Terry Gou, attraverso il suo ente di beneficenza della Yongling Foundation, di unirsi al produttore di chip a contratto TSMC e di negoziare l'acquisto di vaccini COVID-19 per suo conto. Nel luglio 2021, l'agente di vendita cinese di BioNTech, Fosun Pharma, ha annunciato che Foxconn e TSMC avevano raggiunto un accordo per l'acquisto di 10 milioni di vaccini BioNTech COVID-19 dalla Germania per Taiwan. I due produttori di tecnologia si sono impegnati ad acquistare ciascuno cinque milioni di dosi per un massimo di 175 milioni di dollari, da donare al programma di vaccinazione di Taiwan.

Nel 2020, Foxconn ha avviato MIH Alliance per creare un ecosistema di veicoli elettrici aperto che promuove la collaborazione nel settore della mobilità, con oltre 2.200 aziende che hanno aderito allo standard aperto dal suo lancio. La società ha annunciato l'intenzione di diventare più coinvolta come assemblatore a contratto di veicoli elettrici. Nello stesso anno, Foxconn ha collaborato con Fiat Chrysler Automobiles NV, Yulon Group per un'incursione nel settore dei veicoli elettrici. Foxconn tiene l'evento Hon Hai Tech Day (HHTD) dal 2020 per mostrare i suoi ultimi risultati. In HHTD21, Foxconn ha introdotto per la prima volta 3 modelli EV auto-sviluppati: il veicolo ricreativo Model C, la berlina Model E e l'autobus elettrico Model T.

Nel gennaio 2021, Foxconn e Geely Holding Group hanno firmato un accordo di cooperazione strategica e costituiranno una società di joint venture per fornire OEM e servizi di consulenza personalizzati relativi a veicoli interi, parti, sistemi di trasmissione intelligenti, piattaforme dell'ecosistema automobilistico alle imprese automobilistiche globali e alle società di ridesharing . Nel febbraio 2021, ha annunciato un accordo con la startup di veicoli elettrici Fisker Inc. per la produzione congiunta di oltre 250.000 veicoli all'anno. Nel marzo 2021, Foxtron, la società in JV di Foxconn e Yulon, ha annunciato la cooperazione con Nidec per rafforzare il potere sullo sviluppo dei componenti chiave dei veicoli elettrici.

Nel luglio 2021, Foxconn ha collaborato con CTBC Financial Holding Co., Ltd per creare un nuovo fondo destinato agli investimenti in veicoli elettrici. Nel giugno 2021, Foxconn ha investito 995,2 milioni di dollari australiani (36 milioni di dollari) in Gigasolar Materials Corp per sviluppare materiali per batterie per veicoli elettrici. Nel settembre 2021, Foxconn ha collaborato con il fornitore di petrolio statale thailandese PTT Public Co. per investire 1-2 miliardi di dollari nel lancio di una joint venture di veicoli elettrici in Thailandia. Nello stesso mese, Foxconn e Gogoro hanno stretto una partnership tecnologica e produttiva strategica per introdurre nuovi livelli di capacità di produzione e scalabilità per le tecnologie di sostituzione delle batterie e gli Smartscooter Gogoro. Nell'ottobre 2021, ha accettato di acquistare un ex stabilimento automobilistico GM da Lordstown Motors e di acquistare 50 milioni di dollari di azioni ordinarie della società. In base all'accordo, Foxconn utilizzerà l'impianto per produrre il camioncino Endurance di Lordstown. Anche i veicoli Fisker sarebbero stati prodotti nello stesso stabilimento.

Nel gennaio 2022, Foxconn ha firmato un protocollo d'intesa con il Ministero degli investimenti indonesiano/BKPM, IBC, Indika e Gogoro per sviluppare congiuntamente un nuovo ecosistema energetico sostenibile in Indonesia incentrato su batterie elettriche, mobilità elettrica e industrie associate. A maggio. Nel 2022, Foxconn ha annunciato il completamento dell'acquisto della struttura Lordstown Motors e ha inoltre firmato un contratto di produzione a contratto e un accordo di joint venture con LMC per lo sviluppo del prodotto.

A metà del 2021, Foxconn ha annunciato che la società entrerà in una maggiore produzione di semiconduttori e si espanderà nella fornitura di chip per veicoli elettrici (EV) e apparecchiature elettroniche utilizzate per l'assistenza sanitaria. A maggio. Nel 2021, Foxconn e Yageo Group hanno stipulato un accordo di joint venture per formare XSemi Corporation ("XSemi") per estendere le attività all'industria dei semiconduttori, compreso lo sviluppo e le vendite dei prodotti. Con sede a Hsinchu, Taiwan, XSemi mira a consolidare i punti di forza e le risorse dei due leader di mercato, oltre alle imminenti collaborazioni sfaccettate con le principali aziende di semiconduttori nella progettazione del prodotto, nella pianificazione dei processi e delle capacità e nel canale di vendita. Nell'agosto 2021, Foxconn ha acquisito un Wafer Fab Macronix da 6 pollici per 90,8 milioni di dollari. Nel febbraio 2022, Foxconn ha costituito una joint venture con Vedanta, uno dei principali gruppi multinazionali indiani, per la produzione di semiconduttori in India. Nell'aprile 2022, è stato annunciato che Foxconn aveva acquisito la società di telecomunicazioni wireless, arQana Technologies, con la nuova organizzazione rinominata "iCana". Foxconn ha anche annunciato una fusione con la società di progettazione di circuiti integrati AchernarTek per un importo non divulgato. L'acquisizione e il consolidamento aiuterà Foxconn a sviluppare semiconduttori per il settore automobilistico e l'infrastruttura 5G.

Operazioni internazionali

Foxconn ha 137 campus e uffici in 24 paesi e aree in tutto il mondo. La maggior parte degli stabilimenti Foxconn si trova nell'Asia orientale, con altri in Brasile, India, Europa e Messico.

Cina

Uno dei piani di produzione della fabbrica Foxconn a Shenzhen

Foxconn ha 12 stabilimenti in nove città cinesi, più che in qualsiasi altro paese.

La più grande fabbrica Foxconn si trova a Longhua Town, Shenzhen, dove centinaia di migliaia di lavoratori (conteggi variabili includono 230.000, 300.000 e 450.000) sono impiegati presso il Longhua Science & Technology Park, un campus murato a volte indicato come "Foxconn City" .

Coprendo circa 3 km 2 (1,2 miglia quadrate), il parco comprende 15 fabbriche, dormitori per lavoratori, 4 piscine, vigili del fuoco, una propria rete televisiva (Foxconn TV) e un centro città con un negozio di alimentari, banca, ristoranti, libreria e ospedale. Mentre alcuni lavoratori vivono nelle città e nei villaggi circostanti, altri vivono e lavorano all'interno del complesso; un quarto dei dipendenti vive nei dormitori.

Un'altra "città" della fabbrica Foxconn si trova presso il Zhengzhou Technology Park a Zhengzhou, nella provincia di Henan, dove nel 2012 sono impiegati circa 120.000 lavoratori. Il parco produce la maggior parte della linea di iPhone di Apple ed è talvolta indicato come "iPhone City".

La futura espansione di Foxconn include siti a Wuhan nella provincia di Hubei, Haizhow, Kunshan nella provincia di Jiangsu, Tianjin, Pechino e Guangzhou nella provincia di Guangdong, in Cina. Una filiale Foxconn che produce principalmente prodotti Apple è Hongfujin .

Il 25 maggio 2016, la BBC ha riferito che Foxconn ha sostituito 60.000 dipendenti perché aveva automatizzato "molte delle attività di produzione associate alle loro operazioni". L'organizzazione ha successivamente confermato tali affermazioni.

Nel luglio 2021, la più grande inondazione degli ultimi 1000 anni ha colpito il più grande impianto di assemblaggio di Apple iPhone del mondo a Zhengzhou, ma la produzione non è stata influenzata.

Brasile

Tutte le strutture dell'azienda in Sud America si trovano in Brasile, tra cui fabbriche di telefoni cellulari a Manaus e Indaiatuba, nonché basi di produzione a Jundiaí, Sorocaba e Santa Rita do Sapucaí . La società sta valutando ulteriori investimenti in Brasile.

Europa

Foxconn ha stabilimenti in Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca . Nel 2011 è stato il secondo esportatore della Repubblica Ceca.

India

A metà del 2015, Foxconn era in trattative per la produzione dell'iPhone di Apple in India . Nel 2015, Foxconn ha annunciato che avrebbe aperto dodici stabilimenti in India e avrebbe creato circa un milione di posti di lavoro. Ha anche discusso la sua intenzione di lavorare con il Gruppo Adani per l'espansione nel Paese. Nell'agosto 2015, Foxconn ha investito in Snapdeal . Hanno anche firmato un memorandum d'intesa con il governo statale del Maharashtra per creare un impianto di produzione di elettronica nel Maharashtra con un investimento di 5 miliardi di dollari entro un periodo di 5 anni. Nel settembre 2016 Foxconn ha iniziato a produrre prodotti con Gionee . Nell'aprile 2019 Foxconn ha riferito di essere pronta a produrre in serie i nuovi iPhone in India. Il suo presidente Terry Gou ha detto che la produzione avrà luogo nella città meridionale di Chennai .

Giappone

Foxconn e Sharp Corporation gestiscono congiuntamente due stabilimenti di produzione specializzati in televisori a grande schermo a Sakai, Osaka . Nell'agosto 2012, è stato riferito che Sharp, mentre stava effettuando la ristrutturazione e il ridimensionamento aziendale, stava valutando la possibilità di vendere gli impianti a Foxconn. Si credeva che la società fosse ricettiva al piano. L'acquisizione è stata completata con un accordo da 3,8 miliardi di dollari nell'agosto 2016.

Malaysia

Stabilimento Foxconn Technology Malaysia a Kulai, Malesia

Nel 2011, Foxconn aveva almeno sette stabilimenti nello stato di Johor, a Kulai, dove sta sviluppando un parco industriale che comprende quattro stabilimenti che comprendono linee di assemblaggio completamente automatizzate e linee di confezionamento completamente automatizzate.

Messico

Foxconn ha una struttura a San Jerónimo, Chihuahua, che assembla computer, e due strutture a Juárez : un'ex base di produzione Motorola che produce telefoni cellulari e una fabbrica di set-top box acquisita da Cisco Systems . Anche i televisori LCD sono prodotti nel paese di Tijuana in uno stabilimento acquisito da Sony.

Il 2 giugno 2022, Foxconn ha annunciato che il suo impianto di produzione con sede in Messico era stato colpito da un attacco ransomware a fine maggio, interrompendo la produzione. La struttura colpita si trovava a Baja, California, a Tijuana ed è specializzata nella produzione di elettronica di consumo, dispositivi medici e prodotti industriali.

Corea del Sud

La società ha investito 377 milioni di dollari nel giugno 2014 per acquisire una partecipazione del 4,9% in un fornitore di servizi IT sudcoreano, SK C&C .

stati Uniti

Foxconn ha annunciato il 26 luglio 2017 che avrebbe costruito un impianto di produzione televisiva da 10 miliardi di dollari nel sud-est del Wisconsin e avrebbe inizialmente impiegato 3.000 lavoratori (che aumenteranno a 13.000). Come parte dell'accordo, Foxconn avrebbe dovuto ricevere sussidi che andavano da $ 3 miliardi a $ 4,8 miliardi (pagati con incrementi se Foxconn avesse raggiunto determinati obiettivi), che sarebbero stati di gran lunga il più grande sussidio mai concesso a un'azienda straniera nella storia degli Stati Uniti. Alcuni stimano che Foxconn dovrebbe contribuire con $ 51,5 miliardi al PIL del Wisconsin nei prossimi 15 anni, che è di $ 3,4 miliardi all'anno. Tuttavia, numerosi economisti hanno anche espresso scetticismo sul fatto che i benefici supererebbero i costi dell'accordo. Altri hanno notato che Foxconn ha fatto affermazioni simili sulla creazione di posti di lavoro in passato che non sono state realizzate.

Foxconn è stato anche esentato dal governatore Scott Walker dal presentare una dichiarazione di impatto ambientale, suscitando critiche da parte degli ambientalisti. Si stima che l'impianto contribuisca in modo significativo all'inquinamento atmosferico nella regione. Gli ambientalisti hanno criticato la decisione di consentire a Foxconn di prelevare 26.000 metri cubi (7 × 10 6 US gal) di acqua al giorno dal lago Michigan . Date le preoccupazioni sull'acqua, Foxconn sta spendendo 30 milioni di dollari per la tecnologia di scarico di liquidi zero. Foxconn è inoltre tenuta a sostituire le zone umide con un rapporto più elevato rispetto ad altre società; Foxconn deve ripristinare 2 acri di zona umida per ogni 1 acro disturbato invece del rapporto di 1,2 a 1 per le altre società. ^

A partire dal 4 ottobre 2017, Foxconn ha accettato di localizzare il proprio stabilimento a Mount Pleasant, nel Wisconsin, e ha aperto la strada per lo stabilimento il 28 giugno 2018. Il presidente Trump era presente per promuovere la produzione americana.

Nel gennaio 2019, Foxconn ha dichiarato che stava riconsiderando i suoi piani iniziali per la produzione di schermi LCD nello stabilimento del Wisconsin, citando gli elevati costi di manodopera negli Stati Uniti.

In base a un nuovo accordo annunciato nell'aprile 2021, Foxconn ridurrà l'investimento previsto a 672 milioni di dollari con 1.454 nuovi posti di lavoro. I crediti d'imposta disponibili per il progetto sono stati ridotti a $ 8 milioni.

Nell'ottobre 2021, Lordstown Motors ha annunciato un accordo da 250 milioni di dollari per vendere un ex stabilimento GM a Foxconn, che sarebbe diventato un assemblatore a contratto per il camioncino Endurance dell'azienda. L'accordo è stato completato nel maggio 2022 per un prezzo finale di $ 230 milioni. È stato annunciato che Foxconn avrebbe anche investito $ 50 milioni nella società attraverso l'acquisto di azioni ordinarie.

Grandi clienti

L'elenco seguente è costituito dai principali clienti presenti o passati di Foxconn. L'elenco è fornito in ordine alfabetico.

Il loro paese di origine o base operativa è tra parentesi.

Nord America

Asia

Europa

Controllate

Internet industriale Foxconn (Fii)

Foxconn Industrial Internet (Fii), quotata alla Borsa di Shanghai, è un fornitore globale di servizi di progettazione e produzione di reti di comunicazione, servizi cloud, strumenti di precisione e robot industriali.

L'azienda è impegnata nella progettazione, ricerca e sviluppo, produzione e vendita di vari prodotti di apparecchiature elettroniche. Si affida a Industrial Internet per fornire soluzioni di produzione e servizi tecnologici intelligenti a clienti di fama mondiale. I principali prodotti di Fii comprendono apparecchiature per reti di comunicazione, apparecchiature per servizi cloud, strumenti di precisione e robot industriali. I prodotti correlati sono utilizzati in smartphone, reti a banda larga e wireless, infrastrutture di operatori di servizi multimediali, infrastrutture di operatori di telecomunicazioni, prodotti terminali richiesti da fornitori di servizi Internet a valore aggiunto, infrastrutture di reti aziendali e data center e la produzione automatica di core di precisione componenti.

Tecnologia di interconnessione Foxconn (FIT)

Foxconn Interconnect Technology (FIT), quotata alla borsa di Hong Kong, si concentra sulla progettazione e produzione di prodotti di connettività precisi. L'azienda è un fornitore globale di componenti di precisione con uffici e siti di produzione ubicati in Asia, nelle Americhe e in Europa.

Negli ultimi anni, FIT ha ampliato e sviluppato nuove aree di business nel 5G AIoT, nella mobilità dei veicoli elettrici e nell'industria audio, nonché nei marchi di consumo. I marchi che appartengono a FIT includono Belkin, Wemo e Phyn.

FIH Mobile

FIH Mobile, quotata alla Borsa di Hong Kong, offre servizi di progettazione, sviluppo e produzione end-to-end verticalmente integrati che comprendono telefoni, dispositivi di comunicazione mobili e wireless e prodotti di elettronica di consumo.

Il 18 maggio 2016, FIH Mobile ha annunciato l'acquisto del business dei feature phone di Microsoft Mobile . Microsoft Mobile Vietnam fa anche parte della vendita a FIH Mobile, che consiste nello stabilimento di produzione di Hanoi, Vietnam . Il resto dell'attività è stato venduto a una nuova società finlandese HMD Global, che ha iniziato a sviluppare e vendere nuovi dispositivi a marchio Nokia dall'inizio del 2017. La vendita totale a entrambe le società è stata di 350 milioni di dollari.

Negli ultimi anni, FIH Moble è entrata nei campi 5G, AI, IoT e IoV (Internet of Vehicle), costruendo un ecosistema Internet e mobile.

Foxtron

鴻華先進科技 Foxtron è una joint venture di Foxconn e Yulon Group fondata nel 2020 per la ricerca, lo sviluppo e la produzione di veicoli elettrici. Foxtron combina la piattaforma di sviluppo dei veicoli di Yulon e la gestione della catena di approvvigionamento del mercato globale di Foxconn, la produzione di componenti chiave, l'ingegneria meccanica e le capacità di integrazione dei sistemi, offrendo un modello di business e una soluzione a piattaforma aperta ai clienti globali.

In occasione dell'Hon Hai Tech Day 2021 (HHTD21), Foxtron ha presentato per la prima volta tre veicoli elettrici sviluppati autonomamente: il veicolo ricreativo Model C, la berlina Model E e l'autobus elettrico Model T.

Polemiche

Foxconn è stata coinvolta in diverse controversie relative a reclami o trattamenti dei dipendenti. Foxconn ha più di un milione di dipendenti. In Cina, nel 2011 ha impiegato più persone di qualsiasi altra azienda privata.

Condizioni di lavoro

In diverse occasioni sono state avanzate denunce di cattive condizioni di lavoro. Le notizie mettono in evidenza i lunghi orari di lavoro e la mancanza di rapporti di lavoro in azienda. Sebbene Foxconn sia stato ritenuto conforme nella maggior parte delle aree quando Apple Inc. ha verificato il produttore dei suoi iPod e iPhone nel 2007, l'audit ha confermato molte delle accuse. Nel maggio 2010, Shanghaiist ha riferito che le guardie di sicurezza erano state sorprese a picchiare gli operai.

In reazione a un'ondata di stampa negativa, in particolare quella che ha coinvolto i suicidi dei lavoratori in cui 14 persone sono morte da gennaio a maggio 2010, Steve Jobs ha difeso il rapporto di Apple con l'azienda nel giugno 2010, citando che il suo partner cinese è "piuttosto carino" ed è " non un laboratorio di sfruttamento". Nel frattempo, tuttavia, un rapporto prodotto congiuntamente da 20 università di Hong Kong, Taiwan e Cina continentale ha descritto le fabbriche Foxconn come campi di lavoro con diffusi abusi sui lavoratori e straordinari illegali.

Le preoccupazioni sono aumentate all'inizio del 2012 da un articolo pubblicato sul New York Times nell'ottobre 2011. Ha riportato prove che hanno confermato alcune delle critiche. L'audit del 2012 commissionato da Apple Inc. ed eseguito dalla Fair Labor Association ha rilevato che i lavoratori sono stati regolarmente sottoposti a periodi disumani di straordinari fino a 34 ore senza aumento della retribuzione e ha suggerito che incidenti sul lavoro e suicidi debilitanti potrebbero essere comuni. Un'organizzazione senza scopo di lucro di Hong Kong, Students and Scholars Against Corporate Misbehavior, ha scritto numerosi rapporti negativi sul trattamento riservato da Foxconn ai suoi dipendenti, come nel 2010 e nel 2011. Questi in genere trovano condizioni molto peggiori rispetto all'audit della Fair Labor Association del 2012, ma fanno affidamento su un numero molto inferiore di informatori dei dipendenti, da circa 100 a 170. L'audit della Fair Labor Association nel 2012 ha utilizzato interviste con 35.000 dipendenti Foxconn.

Nel gennaio 2012, circa 150 dipendenti Foxconn hanno minacciato di suicidarsi in massa per protestare contro le loro condizioni di lavoro. Un lavoratore ha affermato che la protesta è il risultato del trasferimento di 600 lavoratori in una nuova sede "insopportabile" della fabbrica. Nel settembre 2012, una rissa nei dormitori dei lavoratori a Taiyuan, nello Shanxi, dove una guardia avrebbe picchiato un lavoratore, è sfociata in una rivolta che ha coinvolto 2.000 persone ed è stata repressa dalla sicurezza.

Nell'ottobre 2012, l'azienda ha ammesso che i ragazzi di 14 anni avevano lavorato per un breve periodo in una struttura a Yantai, nella provincia di Shandong, nell'ambito di un programma di tirocinio, in violazione del limite di età di 16 anni per i lavoratori legali. Foxconn ha affermato che i lavoratori erano stati coinvolti per aiutare a far fronte a una carenza di manodopera e Xinhua ha citato un funzionario che affermava che 56 tirocinanti minorenni sarebbero stati riportati nelle loro scuole. Reuters ha citato Foxconn affermando che il 2,7% della sua forza lavoro in Cina erano stagisti a lungo oa breve termine. In risposta al controllo, Foxconn ha affermato che avrebbe ridotto gli straordinari dalle attuali 20 ore settimanali a meno di nove ore settimanali.

Sempre nell'ottobre 2012 si è verificata una crisi che ha riguardato il 26enne operaio di fabbrica Zhang Tingzhen, gravemente ferito in un incidente sul lavoro un anno prima, caduto dopo aver subito una scossa elettrica. I suoi medici hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere parte del suo cervello, dopo di che "ha perso la memoria e non può né parlare [né] camminare". Quando suo padre ha tentato di ottenere un risarcimento nel 2012, Reuters ha riferito che Foxconn aveva detto alla famiglia di trasportarlo e sottoporlo a una valutazione della disabilità a Huizhou, a 70 km di distanza, o avrebbe tagliato i fondi per il suo trattamento. I suoi medici hanno protestato contro la mossa per paura di un'emorragia cerebrale durante il viaggio e la società ha dichiarato che stava agendo nel rispetto delle leggi sul lavoro. La sua famiglia ha successivamente citato in giudizio Foxconn nel 2012 e ha sostenuto in tribunale che Tingzhen era stato convocato nella città sbagliata. Nel 2014, un tribunale ha stabilito che doveva essere valutato a Huizhou per ricevere un risarcimento, con Foxconn che ha offerto un accordo affinché il padre ritrattasse le sue critiche, cosa che è stata rifiutata.

Nel febbraio 2015, Beijing News ha riferito che un funzionario della All China Federation of Trade Union (ACFTU), Guo Jun, ha affermato che Foxconn avrebbe costretto i dipendenti a fare gli straordinari, provocando la morte occasionale per karōshi o suicidio . Jun ha anche affermato che gli straordinari illegali sono il risultato della mancanza di indagini e di punizioni leggere. Foxconn in cambio ha rilasciato una dichiarazione in cui metteva in dubbio le accuse di Guo, sostenendo che i lavoratori volevano fare gli straordinari per guadagnare più soldi.

Nel novembre 2017, il Financial Times ha riferito di aver trovato diversi studenti che lavoravano 11 ore al giorno nello stabilimento di iPhone X nella provincia di Henan, in violazione del mandato di 40 ore settimanali per i bambini. In risposta, Foxconn ha annunciato di aver interrotto il lavoro straordinario illegale degli stagisti nella fabbrica in cui a settembre erano stati assunti 3.000 studenti.

Dal 2016, Foxconn ha sostituito la sua forza lavoro con robot, che hanno sostituito il 50% della forza lavoro di Foxconn entro il 2016, e ci sono piani per automatizzare completamente le fabbriche.

Nel 2019, Taiwan News ha pubblicato un rapporto in cui si affermava che alcuni dei manager di Foxconn avevano utilizzato in modo fraudolento parti rifiutate per costruire iPhone.

Suicidi

I suicidi tra i lavoratori della Foxconn hanno attirato l'attenzione dei media. Tra i primi casi ad attirare l'attenzione della stampa c'è stata la morte di Sun Danyong, un uomo di 25 anni che si è suicidato nel luglio 2009 dopo aver denunciato la perdita di un prototipo di iPhone 4 in suo possesso. Secondo The Telegraph, Sun Danyong era stato picchiato dalle guardie di sicurezza.

C'è stata anche una serie di suicidi che erano speculativamente collegati a una bassa retribuzione nel 2010, sebbene i dipendenti abbiano anche notato che Foxconn pagava salari più alti rispetto a lavori simili. In reazione a un'ondata di suicidi di lavoratori in cui 14 persone sono morte nel 2010, Foxconn ha installato reti di prevenzione del suicidio alla base degli edifici in alcune strutture e ha promesso di offrire salari sostanzialmente più alti nelle sue basi di produzione di Shenzhen. Nel 2011, Foxconn ha anche assunto la società di pubbliche relazioni Burson-Marsteller per aiutare ad affrontare la pubblicità negativa dei suicidi. Quell'anno, le reti sembravano aiutare ad abbassare il tasso di mortalità, anche se almeno quattro dipendenti morirono gettandosi dagli edifici.

Nel gennaio 2012 c'è stata una protesta dei lavoratori per le condizioni a Wuhan, con 150 lavoratori che hanno minacciato di suicidarsi di massa se le condizioni della fabbrica non fossero state migliorate. Nel 2012 e nel 2013, tre giovani dipendenti Foxconn sarebbero morti saltando dagli edifici. Nel gennaio 2018, un operaio ha denunciato un altro suicidio, dopo che il 31enne Li Ming è saltato a morte da un edificio a Zhengzhou, dove veniva prodotto l' iPhone X.

Il progetto della valle del Wisconsin

Il progetto originariamente si impegnava nel 2017 a investire 10 miliardi di dollari e impiegare fino a 13.000 lavoratori, ma ora è sceso a 672 milioni di dollari con 1.454 posti di lavoro.

Avvelenamento del cibo

Il 15 dicembre 2021, 256 lavoratori della fabbrica di Sriperumbudur di Foxconn hanno sviluppato una malattia diarroica acuta a causa di un'intossicazione alimentare, dopo aver mangiato cibo presso l'ostello fornito dall'azienda, a seguito della quale 159 lavoratori sono stati ricoverati in ospedale. Ai lavoratori non sono state fornite informazioni al riguardo, con il risultato che è iniziata a diffondersi una voce tra i lavoratori tramite WhatsApp sulla morte di due lavoratori. Entro il 17 dicembre ci sono state proteste di sit-in nei dormitori dei lavoratori; entro le 22:00 lo stesso giorno migliaia di lavoratrici della fabbrica hanno organizzato proteste sull'autostrada nazionale Chennai-Bengaluru. Ciò è stato accolto dalla detenzione da parte della polizia di 67 manifestanti e dall'arresto di una giornalista, con molte di loro rilasciate il giorno dopo. A seguito delle proteste, la fabbrica è stata chiusa per una settimana, mentre il governo statale e l'amministrazione distrettuale hanno indagato sulle condizioni dei lavoratori. Il 22 dicembre il dipartimento per la sicurezza alimentare ha sigillato la cucina del dormitorio trovando topi e scarso drenaggio. Le stanze fornite ai lavoratori erano sovraffollate con loro costretti a dormire sul pavimento, alcuni addirittura privi di servizi igienici con acqua corrente. In seguito alla rivelazione di condizioni di vita scadenti, il 29 dicembre Apple ha messo in libertà vigilata lo stabilimento Foxconn, con Apple e Foxconn che hanno rilasciato dichiarazioni sulle condizioni del dormitorio e della sala da pranzo. A gennaio 2022, dopo aver implementato una serie di azioni correttive, la fabbrica ha ripreso a funzionare.

Guarda anche

Riferimenti

Ulteriori letture