Giovanni Leone -John Leo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Giovanni Leone
Nato ( 1935-06-16 )16 giugno 1935
Hoboken, New Jersey, Stati Uniti
Morto 9 maggio 2022 (2022-05-09)(86 anni)
Il Bronx, New York City, Stati Uniti
Formazione scolastica Università di Toronto
Occupazione Giornalista
Coniuge/i Stephanie Wolf (divorziata)
( m. 1978 )
Bambini 3

John Patrick Leo (16 giugno 1935-9 maggio 2022) è stato uno scrittore e giornalista americano. È stato notato per aver scritto colonne nel National Catholic Reporter e negli Stati Uniti News & World Report, nonché per i suoi reportage con il New York Times e la rivista Time . In seguito è diventato caporedattore di "Minding the Campus", un sito web conservatore-libertario incentrato sui college e le università americane. Dopo il ritiro dal giornalismo, è entrato a far parte del Manhattan Institute come senior fellow nel 2007.

Primi anni di vita

Leo è nato a Hoboken, New Jersey, il 16 giugno 1935. Suo padre, Maurice, era un progettista di cucine e attrezzature ospedaliere; sua madre, Mary (Trincellita), era una casalinga. Leo è cresciuto a Teaneck, nel New Jersey, e ha frequentato la Regis High School di New York City con una borsa di studio, laureandosi nel 1952. Ha poi studiato filosofia e inglese all'Università di Toronto, dove è stato anche editore del giornale studentesco. Dopo la laurea nel 1957, è tornato nel suo stato d'origine e ha coperto i tribunali penali per il Bergen Record di Hackensack, nel New Jersey, per tre anni. Successivamente ha lavorato come editore del Catholic Messenger, pubblicato dalla diocesi di Davenport, Iowa, nel 1960.

Carriera

Leo divenne editore associato di Commonweal a New York, una rivista cattolica indipendente, nel 1963. Nella sua rubrica settimanale per il National Catholic Reporter, intitolata "Thinking It Over", ha spinto con forza per la libertà di parola e una maggiore apertura nella chiesa. In questa campagna ha attirato molte critiche ed è stato più volte disinvitato come oratore e bandito nella diocesi di Allentown. Quando Daniel Berrigan, uno sgargiante gesuita contro la guerra del Vietnam, fu esiliato in America Latina e sottoposto a un voto di silenzio, Leo raccontò la storia nella sua colonna. Berrigan fu presto riportato a casa.

Il New York Times ha assunto Leo nel 1967 come primo giornalista a coprire il mondo intellettuale. Dopo aver lasciato il Times, è stato nominato assistente amministratore presso l'Amministrazione per la protezione ambientale di New York City. Tornò al giornalismo e inaugurò la rubrica Press Clips su The Village Voice e fu redattore di libri della rivista di sociologia Society . Leo ha lavorato al Time dal 1974 al 1987, scrivendo la sezione sul comportamento che copriva la psicologia, la psichiatria, il femminismo e le tendenze intellettuali. Ha anche scritto saggi e umorismo, inclusi i dialoghi di Ralph e Wanda tra una femminista liberale e il suo burbero marito.

Dal 1988 al 2006, la rubrica settimanale di Leo per US News & World Report è stata sindacata a 140 giornali da Universal Press Syndicate . La rubrica si è concentrata principalmente su questioni sociali e culturali, più comunemente politically correct, ma anche pubblicità, film, lingua, mezzi di informazione, istruzione superiore, psicologia pop e movimento dell'autostima. La sua colonna del 1995 su Time-Warner, definendolo il "principale inquinatore culturale d'America", ha innescato la campagna che ha portato alla decisione di Time-Warner di svendere la sua quota del 50 percento in Interscope Records, un pesante produttore di gangsta rap.

Video esterno
icona video Intervista Booknotes con Leo su Two Steps Ahead of the Thought Police, 28 agosto 1994, C-SPAN
icona video Presentazione di Leo sui pensieri scorretti, 19 marzo 2001

Leo ha fatto parte del consiglio di amministrazione della Columbia Journalism Review per un decennio e del comitato chiesa-stato dell'American Civil Liberties Union per due anni. Ha insegnato giornalismo alla St. Ambrose University di Davenport e saggistica al Southampton College di Long Island. È stato visiting scholar al Ralston College durante i suoi ultimi anni. Leo ha scritto che i ricercatori non dovrebbero preoccuparsi degli effetti delle loro scoperte, osservando: "Dovresti solo dire ai tuoi colleghi cosa hai trovato. Non mi aspetto che gli accademici si preoccupino di queste questioni", in merito a uno studio che mostra che la diversità diminuisce il capitale sociale di una comunità.

Il libro dell'umorismo di Leo, How the Russians Invented Baseball and Other Essays of Enlightenment ( ISBN 978-0-385-29758-5 ), è stato pubblicato nel 1989. Gli altri suoi libri sono Two Steps Ahead of the Thought Police ( ISBN 978-0- 7658-0400-6, 1994) e Pensieri scorretti ( ISBN 978-0-7658-0038-1, 2001).

Vita privata

Il primo matrimonio di Leo fu con Stephanie Wolf. Insieme, hanno avuto due figli, Kristin e Karen. Alla fine hanno divorziato. Successivamente ha sposato Jacqueline Leo nel 1978. Era l'ex redattore capo di The Fiscal Times, Reader's Digest e altre pubblicazioni, e sono rimasti sposati fino alla sua morte. Hanno avuto un figlio insieme di nome Alex.

Leo è morto il 9 maggio 2022 in un ospedale del Bronx all'età di 86 anni. Aveva il morbo di Parkinson ed è stato ricoverato in ospedale per COVID-19 prima della sua morte. All'11 maggio, la causa della morte non è stata determinata.

Riferimenti

link esterno