Khalifa bin Zayed Al Nahyan -Khalifa bin Zayed Al Nahyan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Khalifa bin Zayed Al Nahyan
Il Presidente, Sm. Pratibha Devisingh Patil con il Presidente degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahayan al ricevimento cerimoniale, al Palazzo Mushrif, ad Abu Dhabi il 22 novembre 2010 (ritagliato).jpg
Khalifa nel 2010
Presidente degli Emirati Arabi Uniti
In carica
dal 3 novembre 2004 al 13 maggio 2022
primo ministro Maktoum bin Rashid Al Maktoum (2004–2006)
Mohammed bin Rashid Al Maktoum (2006–2022)
Preceduto da Zayed bin Sultan Al Nahyan
seguito da Mohamed bin Zayed Al Nahyan
Sovrano di Abu Dhabi
In carica
dal 2 novembre 2004 al 13 maggio 2022
Preceduto da Zayed bin Sultan Al Nahyan
seguito da Mohamed bin Zayed Al Nahyan
Dati personali
Nato
Khalifa bin Zayed Al Nahyan

( 1948-09-07 )7 settembre 1948
Al Ain, Trucial States
(ora Emirati Arabi Uniti)
Morto 13 maggio 2022 (2022-05-13)(73 anni)
Luogo di riposo Cimitero di Al Bateen
Coniuge/i Shamsa bint Suhail Al Mazrouei
Bambini 8, compresi Sultan e Maometto
Genitori

Lo sceicco Khalifa bin Zayed bin Sultan Al Nahyan ( arabo :  خليفة بن زايد بن سلطان آل نهيان ‎; 7 settembre 1948 – 13 maggio 2022) è stato il secondo presidente degli Emirati Arabi Uniti e il sovrano di Abu Dhabi, in servizio dal novembre 2004 fino al suo morte nel maggio 2022.

Khalifa era il figlio maggiore di Zayed bin Sultan Al Nahyan, il primo presidente degli Emirati Arabi Uniti. In qualità di principe ereditario di Abu Dhabi, Khalifa ha svolto alcuni aspetti della presidenza in qualità di fatto dalla fine degli anni '90, quando suo padre ha dovuto affrontare problemi di salute. È succeduto a suo padre come sovrano di Abu Dhabi il 2 novembre 2004 e il giorno successivo il Consiglio Supremo Federale lo ha eletto presidente degli Emirati Arabi Uniti. In qualità di sovrano di Abu Dhabi, ha attirato centri culturali e accademici ad Abu Dhabi, aiutando a fondare il Louvre Abu Dhabi, la New York University Abu Dhabi e la Sorbonne University Abu Dhabi . Ha anche fondato Etihad Airways .

Durante la presidenza di Khalifa, gli Emirati Arabi Uniti sono diventati una potenza economica regionale e la loro economia non petrolifera è cresciuta. Khalifa era visto come un modernizzatore filo-occidentale il cui approccio discreto ha aiutato a guidare il paese attraverso un'era tesa nella politica regionale e ha stretto legami più stretti con gli Stati Uniti e Israele. In qualità di presidente durante la crisi finanziaria del 2007-2008, ha guidato gli sforzi per proteggere la federazione dirigendo il pagamento di miliardi di dollari in fondi di salvataggio di emergenza a Dubai . Il 4 gennaio 2010, la struttura artificiale più alta del mondo, originariamente conosciuta come Burj Dubai, è stata ribattezzata Burj Khalifa in suo onore.

Nel gennaio 2014, Khalifa ha avuto un ictus ed era in condizioni stabili dopo l'intervento chirurgico. Ha quindi assunto un profilo inferiore negli affari di stato, ma ha mantenuto i poteri presidenziali cerimoniali. Il suo fratellastro Mohamed bin Zayed Al Nahyan si occupava degli affari pubblici dello stato e del processo decisionale quotidiano dell'Emirato di Abu Dhabi. Nel 2018 Forbes ha inserito Khalifa nella sua lista delle persone più potenti del mondo . Dopo la sua morte nel 2022, Khalifa è stato sostituito da suo fratello Mohamed.

Vita e formazione

Khalifa è nato il 7 settembre 1948 a Qasr Al-Muwaiji, Al Ain, ad Abu Dhabi (allora parte degli Stati Trucial ), figlio maggiore di Hassa bint Mohammed Al Nahyan e Zayed bin Sultan Al Nahyan . Si era laureato alla Royal Military Academy Sandhurst .

Carriera politica

In qualità di rappresentante del sovrano e principe ereditario: 1966–1971

Quando suo padre, Zayed, divenne emiro di Abu Dhabi nel 1966, Khalifa fu nominato rappresentante del sovrano nella regione orientale di Abu Dhabi e capo del dipartimento dei tribunali ad Al Ain. Zayed era il rappresentante del sovrano nella regione orientale prima di diventare l'emiro di Abu Dhabi. Pochi mesi dopo l'incarico fu passato a Tahnoun bin Mohammed Al Nahyan .

Il 1 ° febbraio 1969 Khalifa è stato nominato principe ereditario di Abu Dhabi e il giorno successivo è stato nominato capo del dipartimento della difesa di Abu Dhabi. In quel posto, ha supervisionato la costruzione della Forza di difesa di Abu Dhabi, che dopo il 1971 è diventata il nucleo delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti .

Come Vice Primo Ministro

Dopo l'istituzione degli Emirati Arabi Uniti nel 1971, Khalifa ha assunto diverse posizioni ad Abu Dhabi come capo del Gabinetto di Abu Dhabi . Dopo la ricostruzione del Gabinetto degli Emirati Arabi Uniti, il Gabinetto di Abu Dhabi è stato sostituito dal Consiglio Esecutivo di Abu Dhabi e Khalifa è diventato il 2° Vice Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti (23 dicembre 1973) e Presidente del Consiglio Esecutivo di Abu Dhabi (20 gennaio 1974).

Nel maggio 1976 è diventato vice comandante delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti, sotto il presidente. Divenne anche capo del Supreme Petroleum Council alla fine degli anni '80. Il posto gli ha conferito ampi poteri in materia di energia. È stato anche presidente dell'Agenzia per la ricerca ambientale e lo sviluppo della fauna selvatica.

In qualità di presidente: 2004–2022

È succeduto alle cariche di emiro di Abu Dhabi e presidente degli Emirati Arabi Uniti (UAE) il 3 novembre 2004, in sostituzione del padre Zayed bin Sultan Al Nahyan, morto il giorno prima. Era stato presidente ad interim da quando suo padre si ammalò prima della sua morte.

Il 1° dicembre 2005 il presidente ha annunciato che la metà dei membri del Consiglio nazionale federale (FNC), un'assemblea che fornisce consulenza al presidente, sarebbe stata eletta indirettamente. La metà dei membri del consiglio era ancora nominata dai leader degli emirati.

Nel 2009 Khalifa è stato rieletto presidente per un secondo mandato di cinque anni.

Khalifa e il presidente degli Stati Uniti George W. Bush all'aeroporto internazionale di Abu Dhabi, 13 gennaio 2008

Nel 2010, Khalifa è stato descritto in un cablogramma di WikiLeaks firmato dall'allora  ambasciatore degli Stati Uniti Richard G. Olson  come un "personaggio lontano e poco carismatico". Il cablogramma diceva che Khalifa aveva messo a rischio la sua reputazione e il futuro degli Emirati Arabi Uniti dal 1990, quando ha descritto gli Stati Uniti come disposti a versare sangue per mantenere l'ordine internazionale e la stabilità nel Golfo .

Nel marzo 2011, Khalifa ha inviato l' aviazione degli Emirati Arabi Uniti per supportare l' intervento militare in Libia contro Muammar Gheddafi, insieme alle forze della NATO, del Qatar, della Svezia e della Giordania.

Khalifa ha promesso il pieno sostegno degli Emirati Arabi Uniti al Bahrain di fronte alla rivolta pro-democrazia nel 2011 .

Nello stesso anno Khalifa fu classificato come il quarto monarca più ricco del mondo, con una fortuna stimata in 15 miliardi di dollari. Nel 2013 ha commissionato Azzam, lo yacht a motore più lungo mai costruito con una lunghezza di 590 piedi (180 m), con costi compresi tra 400 e 600 milioni di dollari.

Nel gennaio 2014, Khalifa ha avuto un ictus ed è stato riferito che era in condizioni stabili dopo aver subito un'operazione.

Durante la sua presidenza nel febbraio 2022, gli Emirati Arabi Uniti hanno firmato accordi di partenariato con Israele in materia di turismo e assistenza sanitaria.

Vita privata

Lo sceicco Khalifa con suo padre lo sceicco Zayed Al Nahyan

Khalifa era il figlio maggiore di Zayed bin Sultan Al Nahyan e Hassa bint Mohammed bin Khalifa Al Nahyan .

Era sposato con Shamsa bint Suhail Al Mazrouei e aveva otto figli: Sultan, Mohammed, Shamma, Salama, Osha, Sheikha, Lateefa e Mouza.

Investimenti e aiuti esteri

I registri del governo delle Seychelles mostrano che dal 1995 lo sceicco Khalifa ha speso 2 milioni di dollari per acquistare più di 66 acri di terra sull'isola principale delle Seychelles, Mahé, dove viene costruito quello che doveva essere il suo palazzo. Il governo delle Seychelles ha ricevuto ingenti pacchetti di aiuti dagli Emirati Arabi Uniti, in particolare un'iniezione di 130 milioni di dollari che è stata utilizzata nei servizi sociali e negli aiuti militari, che ha finanziato motovedette per gli sforzi antipirateria delle Seychelles. Nel 2008, gli Emirati Arabi Uniti sono venuti in aiuto del governo indebitato delle Seychelles, con un'iniezione di 30 milioni di dollari.

Lo sceicco Khalifa ha pagato $ 500.000 per il sito di 29,8 acri del suo palazzo nel 2005, secondo il documento di vendita. Un'autorità di pianificazione delle Seychelles inizialmente respinse i piani di costruzione del palazzo, decisione annullata dal gabinetto del presidente James Michel . Un mese dopo l'inizio della costruzione del palazzo, la società di servizi pubblici nazionali ha avvertito che i piani del sito rappresentavano una minaccia per l'approvvigionamento idrico. Joel Morgan, ministro dell'ambiente delle Seychelles, ha affermato che il governo non ha offerto la terra perché voleva che andasse allo sceicco Khalifa. Morgan ha detto che "la lettera della legge" potrebbe non essere stata seguita nella vendita della terra.

Nel febbraio 2010, la rete fognaria messa a punto da Ascon, la società che costruisce il palazzo, per gli operai edili del sito è esondata, mandando fiumi di rifiuti attraverso la regione, che ospita oltre 8000 residenti. Le agenzie del governo locale e i funzionari dell'ufficio di Khalifa hanno risposto rapidamente al problema, inviando esperti tecnici e ingegneri. Funzionari del governo hanno concluso che Ascon ha ignorato le norme sanitarie e edilizie per i propri lavoratori e ha multato l'azienda di $ 81.000. Ascon ha accusato l'incidente di "condizioni meteorologiche impreviste". L'ufficio presidenziale di Khalifa si è offerto di pagare 15 milioni di dollari per sostituire il sistema di tubazioni dell'acqua per il versante della montagna, e rappresentanti del governo e residenti delle Seychelles affermano che Ascon si è offerto di pagare circa 8.000 dollari a ciascuna delle 360 ​​famiglie colpite dall'inquinamento.

Attraverso la Fondazione Khalifa bin Zayed Al Nahyan, gli Emirati Arabi Uniti hanno sostenuto il popolo yemenita nell'agosto 2015 con 3.000 tonnellate di cibo e aiuti. Entro il 19 agosto 2015, la fondazione aveva inviato allo Yemen 7.800 tonnellate di cibo, medicine e forniture mediche.

Nell'aprile 2016, lo sceicco Khalifa è stato nominato nei Panama Papers dall'International Consortium of Investigative Journalists ; secondo quanto riferito possedeva proprietà di lusso a Londra per un valore di oltre 1,7 miliardi di dollari tramite società di comodo che Mossack Fonseca ha creato e amministra per lui nelle Isole Vergini britanniche .

Morte

Lo sceicco Khalifa è morto il 13 maggio 2022 all'età di 73 anni. È stato sepolto nel cimitero di Al Bateen ad Abu Dhabi . Il suo fratellastro Mohamed gli successe come sovrano di Abu Dhabi alla sua morte e il giorno successivo fu eletto presidente degli Emirati Arabi Uniti.

Il Ministero degli Affari Presidenziali ha annunciato un lutto nazionale di 40 giorni con bandiere a metà del personale insieme a una sospensione di tre giorni del lavoro nelle aziende private e negli enti ufficiali a livello federale e locale delle istituzioni. Il lutto di stato è stato annunciato anche in molte altre nazioni della Lega Araba . Bahrain, Libano, Oman, Mauritania e Qatar hanno dichiarato lutto ufficiale e bandiere a mezz'asta per tre giorni. In Giordania il lutto è stato dichiarato per 40 giorni mentre le bandiere sventoleranno a mezz'asta in Kuwait. Il Pakistan ha annunciato un lutto di tre giorni e le bandiere sono state alzate a mezz'asta. Anche l'India ha dichiarato un periodo di lutto nazionale con bandiere a metà personale per un giorno a partire dal 14 maggio 2022.

Onori

Stili del
Presidente degli Emirati Arabi Uniti
Emblema di Abu Dhabi.svg
Stile di riferimento Sua altezza
Stile parlato Vostra altezza
Stile alternativo Ra'is

Ascendenza

Guarda anche

Riferimenti

link esterno

Khalifa bin Zayed Al Nahyan
Nato: 25 gennaio 1948 Morto: 13 maggio 2022
Titoli del regno
Preceduto da Sovrano di Abu Dhabi
dal 2 novembre 2004 al 13 maggio 2022
seguito da
Uffici politici
Preceduto da Presidente degli Emirati Arabi Uniti
dal 3 novembre 2004 al 13 maggio 2022
seguito da