Uccisione di Vincent Chin -Killing of Vincent Chin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Uccisione di Vincent Chin
Vincent Chin.jpg
Vincent Chin
Posizione Highland Park, Michigan, Stati Uniti
Data 19 giugno 1982 ; 40 anni fa ( 19-06-1982 )
Tipo di attacco
Omicidio, omicidio colposo
Vittima Vincent Jen Chin
Autori
Verdetto Accuse statali:
dichiarato colpevole di omicidio colposo
Entrambi gli autori sono stati condannati a tre anni di libertà vigilata e 3.780 dollari di multa
. Verdetti del processo federale:
Ebens colpevole di un conteggio di violazione dei diritti civili, ma il verdetto è stato annullato; sul nuovo processo : Ebens non colpevole di violazione dei diritti civili
Nitz non colpevole di violazione dei diritti civili
Spese Accuse statali: omicidio
colposo
Omicidio di secondo grado (caduto dopo patteggiamento )
Accuse federali:
violazione dei diritti civili (2 conteggi ciascuno) (dichiarato non colpevole)
Contenzioso Ebens condannato a pagare $ 1,5 milioni alla famiglia di Chin, Nitz condannato a pagare $ 50.000
Vincent Jen Chin
Cinese tradizionale 陳果仁
Cinese semplificato 陈果仁

Vincent Jen Chin ( cinese :陳果仁; 18 maggio 1955 - 23 giugno 1982) è stato un disegnatore cinese americano che è stato picchiato a morte in un crimine d'odio di matrice razziale da due uomini bianchi, il supervisore dello stabilimento Chrysler Ronald Ebens e il suo figliastro, fuori dall'automobilista Michael Nitz. Ebens e Nitz hanno aggredito Chin a seguito di una rissa avvenuta in uno strip club a Highland Park, nel Michigan, dove Chin aveva festeggiato il suo addio al celibato con gli amici prima del suo imminente matrimonio. Apparentemente presumevano che Chin fosse di origine giapponese e testimoni li descrissero usando insulti razzisti mentre lo attaccavano. Ebens e Nitz lo hanno accusato del successo dell'industria automobilistica giapponese .

Sebbene i conti varino, gli uomini hanno avuto un alterco fisico e di conseguenza sono stati rimossi dal club. Ebens e Nitz alla fine trovarono Chin davanti a un McDonald's di Highland Park. Lì, Nitz ha tenuto premuto Chin mentre Ebens lo ha colpito ripetutamente alla testa con una mazza da baseball. Chin è stato portato all'Henry Ford Hospital di Detroit, dove è morto per le ferite riportate quattro giorni dopo.

A quel tempo, Metro Detroit era una polveriera di animosità razziale verso gli asiatici americani, in particolare perché la penetrazione delle importazioni automobilistiche giapponesi nel mercato interno degli Stati Uniti accelerò il declino dei Tre Grandi di Detroit . I lavoratori risentiti hanno attribuito la colpa dei recenti licenziamenti alla concorrenza giapponese.

Ebens e Nitz si sono dichiarati colpevoli di omicidio colposo nel 1983, in un patteggiamento da un'accusa iniziale di omicidio di secondo grado . Sebbene Ebens e Nitz non abbiano mai negato la rissa, hanno affermato che la lotta non era motivata razzialmente e hanno affermato di non usare epiteti razziali.

Il giudice del tribunale della contea di Wayne, Charles Kaufman, ha condannato Ebens e Nitz a soli tre anni di libertà vigilata e una multa di $ 3.000 più le spese, ma senza il carcere. La motivazione del giudice Kaufman per la sua clemenza era che era Chin ad avviare l'alterco fisico, Ebens e Nitz non avevano precedenti condanne, Chin è sopravvissuto per quattro giorni in vita e il pubblico ministero non ha sostenuto una sentenza più severa. Il giudice Kaufman afferma inoltre che Ebens e Nitz "non erano il tipo di uomini che mandi in prigione ... Non rendi la punizione adatta al crimine; rendi la punizione adatta al criminale".

La sentenza clemente ha portato a una protesta da parte degli asiatici americani. Il presidente del Detroit Chinese Welfare Council ha affermato che ammontava a una "licenza di $ 3.000 per uccidere" i cinesi americani. Di conseguenza, il caso da allora è stato visto come un punto di svolta fondamentale per l'impegno per i diritti civili degli asiatici americani e un grido di battaglia per una legislazione federale più forte sui crimini ispirati dall'odio .

Primi anni di vita

Chin è nato il 18 maggio 1955 nella provincia del Guangdong, nella Cina continentale . Era l'unico figlio di Bing Hing "David" Chin (alias CW Hing) e Lily Chin ( nata Yee). Suo padre si guadagnò il diritto di portare una sposa cinese negli Stati Uniti grazie al suo servizio durante la seconda guerra mondiale . Dopo che Lily ha subito un aborto spontaneo nel 1949 e non è stata in grado di avere figli, la coppia ha adottato Vincent da un orfanotrofio cinese nel 1961.

Per la maggior parte degli anni '60, Chin è cresciuto a Highland Park . Nel 1971, dopo che l'anziano Hing fu aggredito, la famiglia si trasferì a Oak Park, nel Michigan . Vincent Chin si è diplomato alla Oak Park High School nel 1973, per poi studiare al Control Data Institute e alla Lawrence Tech . Al momento della sua morte, era impiegato come disegnatore industriale presso Efficient Engineering, un fornitore di automobili, e nei fine settimana di lavoro come cameriere presso l'ex ristorante Golden Star a Ferndale, nel Michigan . Era fidanzato e la data del matrimonio era fissata per il 28 giugno 1982.

Omicidio

La lotta che avrebbe portato all'uccisione di Vincent Chin iniziò al The Fancy Pants Club il 19 giugno 1982, quando Chin si indignò per un'osservazione che Ebens fece a una spogliarellista che aveva appena finito di ballare al tavolo di Chin (Chin stava avendo uno scapolo festa, dato che si sarebbe sposato otto giorni dopo). Secondo un'intervista del documentarista americano Michael Moore per la Detroit Free Press, dopo che Chin ha dato al ballerino una generosa mancia, Ebens ha gridato: "Ehi, piccoli figli di puttana!" e disse alla spogliarellista: "Non prestare attenzione a quei piccoli stronzi, non riconoscerebbero un bravo ballerino se ne avessero visto uno".

Ebens ha affermato che Chin si è avvicinato a Ebens e Michael Nitz e ha tirato un pugno alla mascella di Ebens senza provocazione, anche se i testimoni del processo successivo hanno testimoniato che anche Ebens si è alzato e ha detto: "È grazie a voi piccoli figli di puttana che siamo fuori lavoro", riferendosi all'industria automobilistica giapponese, in particolare all'aumento delle vendite di Chrysler di modelli Mitsubishi importati in cattività ribattezzati e venduti con i marchi Dodge e Plymouth, ora defunti, e il licenziamento di Nitz da Chrysler nel 1979, nonostante il fatto che Chin fosse di origine cinese, non giapponese. È controverso se Ebens abbia pronunciato altri insulti razziali.

La lotta si intensificò quando Nitz spinse Chin in difesa del suo patrigno, e Chin contrattaccò. Nitz ha subito un taglio alla testa da una sedia che Ebens aveva intenzione di usare per colpire Chin. Chin ei suoi amici hanno lasciato la stanza, mentre un buttafuori ha condotto Ebens e Nitz in bagno per ripulire la ferita. Mentre erano lì, Robert Siroskey, uno degli amici di Chin, tornò dentro per usare il bagno. Si è scusato con il gruppo, affermando che Chin ha bevuto qualche drink a causa del suo addio al celibato. Anche Ebens e Nitz avevano bevuto quella notte, sebbene non al club, che non serviva alcolici. Anche Jimmy Choi è rientrato nel club per cercare Siroskey.

Quando Ebens e Nitz lasciarono il club, incontrarono Chin ei suoi amici che stavano aspettando Siroskey fuori. Chin ha definito Ebens una "merda di pollo", a quel punto Nitz ha recuperato una mazza da baseball dalla sua macchina e Chin ei suoi amici sono corsi per la strada.

Ebens e Nitz hanno perquisito il quartiere per 20-30 minuti e hanno persino pagato un altro uomo 20 dollari per aiutarlo a cercare Chin, prima di trovarlo in un ristorante McDonald's . Chin ha cercato di scappare ma è stato trattenuto da Nitz mentre Ebens ha picchiato ripetutamente Chin con una mazza da baseball fino a quando la testa di Chin non si è spaccata. Un poliziotto che ha assistito al pestaggio ha detto che Ebens stava facendo oscillare la mazza come se stesse oscillando "per un fuoricampo". Fu immediatamente portato d'urgenza all'Henry Ford Hospital . Chin era privo di sensi quando arrivò; non riprese mai conoscenza e morì il 23 giugno 1982, dopo essere rimasto in coma per quattro giorni. Ebens è stato arrestato per l'assalto iniziale. Dopo la morte di Chin, Ebens e Nitz furono accusati di omicidio di secondo grado.

Storia giuridica

Inazione da parte del governo e dei gruppi di difesa

A quel tempo, funzionari governativi, politici e diverse importanti organizzazioni legali generalmente respingevano la teoria secondo cui le leggi sui diritti civili dovrebbero essere applicate al pestaggio di Vincent Chin. I capitoli di Detroit dell'American Civil Liberties Union e della National Lawyers Guild non hanno considerato l'uccisione di Chin una violazione dei suoi diritti civili.

All'inizio, un nuovo gruppo chiamato American Citizens for Justice (ACJ) è stato l'unico gruppo che ha sostenuto la teoria secondo cui le leggi esistenti sui diritti civili dovrebbero essere applicate agli asiatici americani . Alla fine, l'organismo nazionale della National Lawyers Guild ha approvato i suoi sforzi.

Accuse penali di Stato

Ebens è stato arrestato e preso in custodia sulla scena del crimine da due agenti di polizia fuori servizio che avevano assistito al pestaggio. Ebens e Nitz sono stati condannati in un tribunale di contea dal giudice del circuito della contea di Wayne Charles Kaufman per omicidio colposo, dopo che un patteggiamento ha fatto cadere le accuse di omicidio di secondo grado . Non hanno scontato la pena detentiva e sono stati concessi tre anni di libertà vigilata, multati di $ 3.000 e condannati a pagare $ 780 di spese processuali. In una lettera di risposta alle proteste di American Citizens for Justice, Kaufman ha detto: "Questi non erano il tipo di uomini che mandi in prigione ... Non rendi la punizione adatta al crimine; rendi la punizione adatta al criminale. "

Accuse federali sui diritti civili

Il verdetto ha fatto arrabbiare le comunità asiatiche americane nell'area di Detroit e in tutto il Paese. La giornalista Helen Zia e l'avvocato Liza Chan ( cinese tradizionale :陳綽薇; cinese semplificato :陈绰薇; pinyin : Chén Chuòwēi ) hanno guidato la lotta per le accuse federali, che ha portato i due assassini ad essere accusati di due capi di imputazione per aver violato i diritti civili di Chin, ai sensi della sezione 245 del titolo 18 del Codice degli Stati Uniti. Per queste accuse, non era sufficiente che Ebens avesse ucciso Chin, ma che "un fattore motivante sostanziale per le azioni degli imputati era la razza, il colore o l'origine nazionale del signor Chin, e perché il signor Chin si stava godendo un luogo di intrattenimento che serve il pubblico». A causa di possibili fattori attenuanti che potrebbero portare a ragionevoli dubbi, come l' intossicazione che porta all'incapacità dell'imputato di formare l'intento specifico, l'accusa semplicemente provando le prove di insulti razziali pronunciati non sarebbe, di per sé, sufficiente per la condanna. Inoltre, la difesa ha ritenuto che Racine Colwell, il testimone che ha sentito l'osservazione "È a causa di voi figli di puttana che siamo senza lavoro", abbia ricevuto una certa clemenza su una condanna al carcere per un'accusa di prostituzione, il che ha suggerito che il governo potrebbe aver ha cercato di fare un accordo per la sua testimonianza.

La causa federale del 1984 per i diritti civili contro gli uomini ha ritenuto Ebens colpevole del secondo conteggio e lo ha condannato a 25 anni di prigione ; Nitz è stato assolto da entrambi i capi di imputazione. Dopo un appello, la condanna di Ebens è stata annullata nel 1986: una corte d'appello federale ha ritenuto che un avvocato avesse istruito in modo improprio i testimoni dell'accusa .

Dopo un nuovo processo che è stato spostato a Cincinnati, Ohio, a causa della pubblicità che il caso aveva ricevuto a Detroit, una giuria ha scagionato Ebens da tutte le accuse nel 1987.

Cause civili

Una causa civile per la morte illegale di Vincent Chin è stata risolta in via extragiudiziale il 23 marzo 1987. Michael Nitz è stato condannato a pagare $ 50.000. Ronald Ebens è stato condannato a pagare $ 1,5 milioni, a $ 200 al mese per i primi due anni e il 25% del suo reddito o $ 200 al mese in seguito, a seconda di quale fosse maggiore. Ciò rappresentava la prevista perdita di reddito dalla posizione di ingegnere di Vincent Chin, così come la perdita di Lily Chin dei servizi di Vincent come manovale e autista. Tuttavia, la proprietà di Chin non sarebbe autorizzata a garantire la previdenza sociale, l'invalidità o la pensione di Ebens da Chrysler, né la proprietà potrebbe costituire un pegno sulla casa di Ebens.

Nel novembre 1989, Ebens è riapparso in tribunale per l'udienza di un creditore, dove ha dettagliato le sue finanze e, secondo quanto riferito, si è impegnato a saldare il suo debito con la tenuta di Chin. Tuttavia, nel 1997, la tenuta Chin è stata costretta a rinnovare la causa civile, come era consentito fare ogni dieci anni. Con gli interessi maturati e altri oneri, il totale rettificato è diventato $ 4.683.653,89. Ebens ha cercato nel 2015 di far sgomberare il pegno risultante contro la sua casa.

Conseguenze

La madre di Chin, Lily

Chin fu sepolto nel cimitero di Forest Lawn di Detroit.

Nel settembre 1987, la madre di Chin, Lily, si trasferì da Oak Park alla sua città natale di Guangzhou, in Cina, per evitare che le venisse ricordata la morte di suo figlio. È tornata negli Stati Uniti per cure mediche alla fine del 2001 ed è morta il 9 giugno 2002. Prima della sua morte, Lily Chin ha istituito una borsa di studio in memoria di Vincent, che sarà amministrata da American Citizens for Justice.

Eredità

L'attacco è stato considerato da molti un crimine d'odio, ma è anteriore all'approvazione delle leggi sui crimini d'odio negli Stati Uniti . L'ACJ ha rapidamente ottenuto il sostegno di diversi gruppi etnici e religiosi, organizzazioni di difesa e politici come il presidente del Consiglio comunale di Detroit e membro del Congresso John Conyers .

Dopo che l'omicidio di Chin è stato sollevato durante un'audizione della Camera dei rappresentanti del 1998 sull'Hate Crimes Prevention Act del 1997, Conyers ha scambiato Chin per un giapponese-americano e ha sostenuto che il caso di Chin non era di ingiustizia razziale ma piuttosto politico, sull'industria automobilistica. Conyers ha successivamente introdotto molteplici progetti di legge sui crimini ispirati dall'odio dal 1999 al 2009 .

Il caso di Chin è stato citato da alcuni americani asiatici a sostegno dell'idea che siano considerati " stranieri perpetui " in contrasto con i "veri" americani che sono considerati cittadini a pieno titolo. Lily Chin ha dichiarato: "Che tipo di legge è questa? Che tipo di giustizia? Questo è successo perché mio figlio è cinese. Se due cinesi hanno ucciso un bianco, devono andare in prigione, forse per tutta la vita... Qualcosa non va con questo Paese».

Nel 2010, la città di Ferndale, Michigan, ha eretto una pietra miliare legale all'incrocio tra Woodward Avenue e 9 Mile Road che commemora l'uccisione di Chin.

Nei media

Documentari

Nella cultura popolare

  • Perché pensavano che fosse... è una scultura di Consuelo Echeverria. È una rappresentazione a grandezza naturale dell'incidente realizzata con parti di automobili in acciaio forgiato.
  • Nel 1998, un'opera teatrale basata sul caso, Carry the Tiger to the Mountain di Cherylene Lee, è stata rappresentata al Contemporary American Theatre Festival a Shepherdstown, West Virginia . Il West End Theatre di Manhattan ha eseguito lo spettacolo nel giugno 2007 come parte del primo National Asian American Theatre Festival.
  • Chin è citato nella canzone dei Blue Scholars "Morning of America".
  • Il mento è citato nella canzone dei The Dead Milkmen "Anthropology Days".
  • Il 30 gennaio 2013, il giudice Denny Chin, insieme a docenti e professori dell'Università della California, l'Hastings College of the Law, ha eseguito una rievocazione del processo Vincent Chin.
  • Citato in The Twilight Zone, stagione 1, episodio 21, intitolato " Wong's Lost and Found Emporium " (in onda il 22 novembre 1985), come motivo centrale per cui il protagonista ha perso la sua compassione.
  • La storia dell'uccisione di Vincent Chin raccontata dal suo amico d'infanzia, è l'argomento principale della terza sezione, intitolata Jade, del libro di Peter Ho Davies del 2016 The Fortunes .
  • Chin è menzionato nell'episodio del 7 giugno 2021 di Last Week Tonight with John Oliver sugli asiatici americani .
  • Il mento è citato nella poesia "Oriental Rat Flea" di Bryan Thao Worra .
  • Il 19 maggio 2022, un episodio di Grey's Anatomy ha elencato il nome di Chin durante una discussione sui crimini d'odio commessi contro gli asiatici americani.

Altro

  • Nel 1983, Lily Chin è apparsa al The Phil Donahue Show per attirare l'attenzione del pubblico sul caso.
  • Il libro del 2001 A Day for Vincent Chin and Me di Jacqueline Turner Banks ( ISBN 978-0-618-54879-8 ) parla degli sforzi di un bambino giapponese-americano per rallentare il traffico in una strada residenziale del Kentucky, mentre i suoi genitori montano una protesta locale a sostegno del caso Chin.
  • Nel 2018, Annie Tan, la cugina di primo grado di Chin una volta rimossa, ha raccontato la storia della sua scoperta del suo legame con Chin durante la riproduzione come parte di The Moth Radio Hour .

Guarda anche

Riferimenti

Ulteriori letture

link esterno