Persone Kven -Kven people

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Kven
kvääni ( Kven )
kvener ( norvegese )
kveanat ( Sami settentrionale )
kveeni ( Kven )
Bandiera del popolo Kven.svg
Bandiera ufficiale del popolo Kven
Nils Bergslien-Kven er størst måtru.jpg
Dipinto di persone Kven di Nils Bergslien
Popolazione totale
10.000–15.000
0,2% della popolazione norvegese
Regioni con popolazioni significative
Norvegia ( Finnmark, Troms, Troms og Finnmark ( Norvegia settentrionale ))
Le lingue
Kven ( finlandese ), Sami, norvegese
Religione
Luteranesimo, compreso il Lestadianesimo
Gruppi etnici correlati
Finlandesi, Sami e Tornedaliani

I Kvens ( Kven : kvääni ; finlandese : kveeni ; norvegese : kvenar, kvener ; svedese : kväner ; Sami settentrionale : kveanat ) sono una minoranza etnica balto-finnica in Norvegia . Discendono da contadini e pescatori finlandesi emigrati dalle parti settentrionali della Finlandia e della Svezia nella Norvegia settentrionale nel XVIII e XIX secolo. Nel 1996, ai kven è stato concesso lo status di minoranza in Norvegia e nel 2005 la lingua kven è stata riconosciuta come lingua minoritaria in Norvegia.

Nome

L' origine del termine Kven è controversa. Non ci sono prove che i Kven moderni siano discendenti dei Kven menzionati in alcune antiche fonti norvegesi e islandesi. A seguito della firma da parte della Norvegia della Convenzione quadro per la protezione delle minoranze nazionali nel 1999, il termine Kven è diventato per la prima volta un nome ufficiale, il nome dei discendenti finlandesi con una lunga storia in Norvegia che si considerano membri di quel particolare gruppo etnico minoritario di origine finlandese.

C'è una teoria tra alcuni gruppi accademici secondo cui a causa della discriminazione e della soppressione da parte delle autorità norvegesi il termine Kven divenne dispregiativo alla fine del XIX secolo. Pertanto, molti Kven preferirono essere chiamati "kainulaiset". Ma con la rivitalizzazione della cultura Kven negli anni '70, gli stessi Kvens iniziarono a usare il termine. Tuttavia, anche negli anni '90 si è discusso se utilizzare invece i termini norvegesi finne, finsk o finskætted (rispettivamente finlandese, finlandese e di origine finlandese). Tuttavia, oggi il termine Kven è accettato e utilizzato, ad esempio, nel nome dell'organizzazione Kven in Norvegia (Norske Kveners Forbund).

Demografia

I Kven furono registrati come un gruppo separato nei censimenti norvegesi nel periodo dal 1845 al 1930. Dal 18° secolo i Kven iniziarono a costituire una parte significativa della popolazione nella Norvegia settentrionale. Nel 1845 il 13,3% della popolazione di Finnmark e il 3,2% di Troms si consideravano Kvens. Nel 1854 i numeri aumentarono rispettivamente al 19,9% e al 7,0%. Il picco fu nel 1875, con rispettivamente il 24,2% e il 7,7%. I rapporti furono ridotti rispettivamente al 20,2% e al 3,7%, nel 1890, e al 13,8% e 2,0% nel 1900 (tutti i numeri da). Nel censimento del 1930 c'erano 8.215 Kven registrati a Troms e Finnmark. Nel 1950, 1.439 persone riferirono di aver usato la lingua finlandese a Troms (58 persone) e Finnmark (1.381 persone).

Nel 2001, il numero di Kven è stato stimato tra 10.000 e 15.000 in un'indagine parlamentare sulle minoranze nazionali in Norvegia. Tuttavia, stimare il numero di Kven è difficile poiché non esiste una definizione ufficiale di Kven. Pertanto, altri studi hanno stimato che il numero di Kven sia di circa 50.000-60.000, in base ai criteri secondo cui almeno un nonno parlava Kven . Ma molti di questi possono considerarsi norvegesi o sami o una combinazione.

Storia

I registri fiscali danesi / norvegesi del XVI secolo elencano già alcuni Kven che vivono nel nord della Norvegia . Inoltre, la famosa mappa della Scandinavia di Olaus Magnus del 1539 mostra un possibile insediamento Kven all'incirca tra le odierne Tromsø e Lofoten chiamato "Berkara Qvenar". I Kven di questo periodo sono spesso collegati all'organizzazione Birkarl nel nord della Svezia. In alcuni primi documenti i Kvens sono anche raggruppati insieme al popolo Sami, che è il popolo indigeno della Norvegia centrale e settentrionale.

La principale immigrazione di Kvens in Norvegia può essere divisa in due periodi. La prima immigrazione avvenne dal 1720 al 1820 circa, quando persone di lingua finlandese dalla Finlandia settentrionale e dalla valle del fiume Torne si trasferirono nei bacini fluviali e alle estremità dei fiordi a Troms e nelle parti occidentali del Finnmark, in luoghi come Polmak, Karasjok, Porsanger, Alta e Lyngen .

La seconda immigrazione avvenne dopo il 1820 fino al 1890 circa nelle aree costiere del Finnmark orientale, motivata dal boom dell'industria della pesca nella Norvegia settentrionale. Inoltre, è stato anche più facile raggiungere l'America da lì che dalla Finlandia settentrionale e molti si sono trasferiti nel Finnmark prima di proseguire oltre l'Atlantico. La migrazione si è conclusa a causa di problemi nel settore della pesca, pressione demografica, migrazione in America e crescenti problemi per Kven nell'acquisto di terreni e nell'ottenimento della cittadinanza norvegese.

Lingua

La lingua Kven è una lingua finlandese . Da un punto di vista linguistico, il kven è un dialetto del finlandese mutuamente intelligibile, ma per ragioni politiche e storiche ha ricevuto nel 2005 lo status di lingua minoritaria legale in Norvegia, nel quadro della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie .

Kven differisce dal finlandese poiché la popolazione Kven era in effetti isolata dalle altre persone di lingua finlandese. La lingua Kven è arrivata a incorporare molti prestiti linguistici norvegesi e vengono ancora utilizzate parole finlandesi che non sono più utilizzate in Finlandia. In un rapporto del governo del 2005, il numero di persone che parlano Kven in Norvegia è stimato tra 2.000 e 8.000, a seconda dei criteri utilizzati.

Polemiche etniche

Negli anni '90 ci fu un dibattito tra i Kvens se dovessero essere considerati un gruppo etnico a parte o se fossero norvegesi finlandesi. Inoltre, durante il processo di riconoscimento legale della lingua Kven, si è discusso se dovesse essere considerata una lingua reale o semplicemente un dialetto del finlandese e se la lingua Kven o il dialetto Kven del finlandese dovesse essere insegnata nelle scuole .

Le persone Kven e Sami condividono una storia comune di norvegesizzazione . Tuttavia, le politiche post-norvegesi li hanno trattati in modo diverso. Il popolo Sami è stato riconosciuto come il popolo indigeno della Norvegia settentrionale. Hanno le loro scuole e il loro parlamento ed eleggono tre dei sei membri per il consiglio di Finnmark Estate (l'organizzazione che possiede circa il 95% del terreno nella contea di Finnmark). Alcuni Kven credono che la distribuzione dei diritti e dei fondi pubblici abbia favorito troppo il popolo Sami, mentre dalla parte Sami ci sono persone che pensano che la politica delle minoranze norvegesi e i finanziamenti pubblici dovrebbero concentrarsi principalmente sul popolo Sami.

Ultimamente, l' Organizzazione Kven norvegese ha tentato di far riconoscere i Kven, in modo simile al popolo Sami, come popolo indigeno in Norvegia. Ciò ha reso importante per alcuni Kvens mostrare che la loro storia si estende più indietro nel tempo di quanto comunemente si creda. C'è stata una recente adozione non ufficiale della parola "Kainu" come nuovo nome per "Kven", secondo le ipotesi avanzate dagli storici finlandesi Jouko Vahtola e Kyösti Julku . Vahtola ha ipotizzato che le parole "Kven" e "Kainu(u)" siano intercambiabili .

Nel 2018, The Storting ha incaricato la Commissione per la verità e la riconciliazione di gettare le basi per il riconoscimento delle esperienze dei Kven soggette alla norvegializzazione e delle successive conseguenze.

Riconoscimento moderno

La bandiera del Kvenland è stata issata al municipio di Kiruna in Svezia il 16 marzo 2013, alle 11:00, in occasione della celebrazione e dell'onore della prima Giornata annuale dei Kvens. D'ora in poi, quella data è destinata ad essere riconosciuta più ampia nelle comunità Kven del nord e anche da altre.

La data per l'occasione è stata scelta dalla firma nel XIV secolo di un trattato statale tra Svezia e Kvenland, noto come Carta di Tälje ("Tälje stadga" in svedese). In quel trattato, il re di Svezia garantiva ai Kvens (" Birkarls ") i diritti commerciali nel nord (traduzione dal latino stampata l'ultima volta nel 1995, Wallerström, pagina 48).

In passato, la lingua Kven parlata in Norvegia era considerata un dialetto della lingua finlandese, proprio come la lingua finlandese Meänkieli parlata nel nord della Svezia. Oggi, entrambe sono lingue minoritarie ufficialmente riconosciute nelle aree in cui si parlano le lingue. Il finlandese, il meänkieli e il sami sono tutte lingue minoritarie ufficialmente riconosciute nel comune di Kiruna in Svezia.

Cultura e media

Ruijan Kaiku

Ruijan Kaiku è un giornale bilingue ( Kven / finlandese e norvegese ) pubblicato a Tromsø, Norvegia . Attualmente viene pubblicato un numero ogni mese. Il giornale scrive principalmente sui problemi di Kven e sul lavoro di rafforzamento della lingua e della cultura finlandese in Norvegia. Inoltre, il documento contiene storie su altre organizzazioni finlandesi in Norvegia e su altre minoranze finlandesi nei paesi nordici e circostanti. Il caporedattore del giornale è Liisa Koivulehto.

Festa di Baaski

Baaski è un festival della cultura Kven che si tiene a Nordreisa . Il primo festival è stato nel giugno 2007, ma è destinato a essere un evento annuale. L'organizzatore responsabile è il comune di Nordreisa e il primo direttore del festival è stato Johanne Gaup.

Costume Kven

Alla fine degli anni '90 è stato disegnato un costume Kven. Non è una ricostruzione di un vecchio costume, ma piuttosto un nuovo design basato su immagini e altre fonti sugli abiti e i gioielli usati da Kvens tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. Lo scopo della creazione del costume era unificare e rafforzare l'identità di Kven.

Kadonu Loru

Kadonu Loru è l'unico singolo di musica pop mai registrato in lingua Kven. Si basa su una vecchia filastrocca Kven sulla preparazione delle salsicce. Gli artisti sono Karine Jacobsen e Kine Johansen rispettivamente di Børselv e Lakselv . Il singolo è stato pubblicato da Iđut .

Organizzazioni e istituzioni

L'organizzazione norvegese Kven

L'organizzazione norvegese Kven ( Ruijan Kveeniliitto in Kven/finlandese e Norske Kveners Forbund in norvegese) è stata fondata nel 1987 e conta attualmente circa 700 membri. L'organizzazione ha sedi locali a: Skibotn, Børselv, Nord-Varanger, Tana, Lakselv, Alta, Troms settentrionale, Tromsø e Østlandet .

I compiti dell'organizzazione includono il lavoro per un rapporto del governo sulla storia e i diritti della popolazione Kven, migliorando la copertura mediatica delle questioni Kven e affinché il governo norvegese istituisca un segretario ( statssekretær ) per le questioni Kven. Inoltre, lezioni di lettura e scrittura dal livello principiante al livello avanzato, la creazione di un asilo nido Kven e l'integrazione della lingua Kven in tutti i livelli di istruzione in Norvegia. Inoltre, per stabilire un fondo per la cultura Kven, strade e altri segnali in Kven, nomi Kven nelle mappe ufficiali e musei e centri per la lingua e la cultura Kven.

L'istituto Kven

L'istituto Kven ( Kainun institutti in Kven/finlandese e Kvensk institutt in norvegese) è un centro per la cultura e la lingua Kven situato a Børselv nel comune di Porsangi (Porsanger) in Norvegia .

Consiglio linguistico Kven

Il Kven Language Board, istituito nell'aprile 2007. È composto dalla leader Irene Andreassen, Terje Aronsen, Prof. Anna Riitta Lindgren, Assoc. Prof. Eira Söderholm e Pia Lane. Il primo compito è creare uno standard per il linguaggio Kven scritto.

Halti kvenkulturenter

Halti kvenkultursenter si trova nel comune di Nordreisa .

Museo Ruija Kven

Il Museo Ruija Kven si trova a Vadsø .

Notevoli persone di discendenza Kven

Guarda anche

Riferimenti

link esterno