Lewis Carroll -Lewis Carroll

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Lewis Carroll
ritratto fotografico monocromatico colorato di 3/4 di lunghezza di un Lewis Carroll seduto con in mano un libro
Carroll nel giugno 1857
Nato Charles Lutwidge Dodgson 27 gennaio 1832 Daresbury, Cheshire, Inghilterra
( 1832-01-27 )
Morto 14 gennaio 1898 (1898-01-14)(65 anni)
Guildford, Surrey, Inghilterra
Occupazione
  • Autore
  • illustratore
  • poeta
  • matematico
  • fotografo
  • insegnante
  • inventore
Formazione scolastica
Genere
Parenti
Firma CL Dodgson [alias "Lewis Carroll"]

Charles Lutwidge Dodgson ( / ˈ l ʌ t w ɪ ˈ d ɒ s ən / ; 27 gennaio 1832 - 14 gennaio 1898), meglio conosciuto con il suo pseudonimo Lewis Carroll, è stato un autore, poeta e matematico inglese. Le sue opere più importanti sono Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie (1865) e il suo seguito Attraverso lo specchio (1871). Era noto per la sua facilità con i giochi di parole, la logica e la fantasia. Le sue poesie Jabberwocky (1871) e The Hunting of the Snark (1876) sono classificate nel genere disciocchezze letterarie .

Carroll proveniva da una famiglia di anglicani di alta chiesa e sviluppò una lunga relazione con Christ Church, Oxford, dove visse per la maggior parte della sua vita come studioso e insegnante. Alice Liddell, la figlia del decano di Christ Church, Henry Liddell, è ampiamente identificata come l'ispirazione originale per Alice nel Paese delle Meraviglie, sebbene Carroll lo abbia sempre negato.

Un appassionato rompicapo, Carroll creò la parola puzzle a scala (che poi chiamò "Doublets"), che fu pubblicata nella sua rubrica settimanale per la rivista Vanity Fair tra il 1879 e il 1881. Nel 1982, una lapide commemorativa di Carroll fu svelata all'angolo dei poeti nell'Abbazia di Westminster . Esistono società in molte parti del mondo dedite alla fruizione e alla promozione delle sue opere.

Primi anni di vita

La famiglia di Dodgson era prevalentemente inglese settentrionale, conservatrice e anglicana di alta chiesa . La maggior parte dei suoi antenati maschi erano ufficiali dell'esercito o ecclesiastici anglicani. Il suo bisnonno, Charles Dodgson, aveva scalato i ranghi della chiesa fino a diventare il vescovo di Elphin nell'Irlanda rurale. Suo nonno paterno, un altro Carlo, era stato un capitano dell'esercito, ucciso in azione in Irlanda nel 1803, quando i suoi due figli erano poco più che bambini. Il maggiore di questi figli, ancora un altro Charles Dodgson, era il padre di Carroll. Andò alla Westminster School e poi alla Christ Church, Oxford . Ritornò all'altra tradizione di famiglia e prese gli ordini sacri . Era matematicamente dotato e vinse un doppio primo grado, che avrebbe potuto essere il preludio di una brillante carriera accademica. Invece, sposò la sua cugina di primo grado Frances Jane Lutwidge nel 1830 e divenne parroco di campagna .

Dodgson nacque il 27 gennaio 1832 a All Saints' Vicarage a Daresbury, Cheshire, il maschio più grande e il terzo di 11 figli. Quando aveva 11 anni, suo padre ricevette da vivere a Croft-on-Tees, nello Yorkshire, e l'intera famiglia si trasferì nella spaziosa canonica. Questa rimase la loro casa per i successivi 25 anni. Il padre di Carlo era un religioso attivo e altamente conservatore della Chiesa d'Inghilterra, che in seguito divenne l' arcidiacono di Richmond e si impegnò, a volte in modo influente, nelle intense controversie religiose che dividevano la chiesa. Era di alta chiesa, incline all'anglo-cattolicesimo, un ammiratore di John Henry Newman e del movimento Tractarian, e fece del suo meglio per instillare tali opinioni nei suoi figli. Tuttavia, Carlo sviluppò un rapporto ambivalente con i valori di suo padre e con la Chiesa d'Inghilterra nel suo insieme.

Durante la sua prima giovinezza, Dodgson fu educato a casa. Le sue "liste di lettura" conservate negli archivi di famiglia testimoniano un intelletto precoce: all'età di sette anni leggeva libri come Il cammino del pellegrino . Parlava anche con una balbuzie – una condizione condivisa dalla maggior parte dei suoi fratelli – che spesso ha inibito la sua vita sociale nel corso dei suoi anni. All'età di dodici anni fu mandato alla Richmond Grammar School (ora parte della Richmond School ) a Richmond, nel North Yorkshire .

Ritratto fotografico di Charles Lutwidge Dodgson (Lewis Carroll), seduto e con in mano un libro
Autoritratto di Lewis Carroll c. 1856, all'età di 24 anni a quel tempo

Nel 1846 Dodgson entrò nella Rugby School, dove era evidentemente infelice, come scrisse alcuni anni dopo aver lasciato: "Non posso dire... che qualsiasi considerazione terrena mi indurrebbe a rivivere i miei tre anni... Posso onestamente dire che se avessi potuto essere... al sicuro dal fastidio notturno, le difficoltà della vita quotidiana sarebbero state sciocchezze comparative da sopportare." Non ha affermato di soffrire di bullismo, ma ha citato i ragazzini come i principali bersagli dei bulli più anziani al Rugby. Stuart Dodgson Collingwood, nipote di Dodgson, scrisse che "anche se è difficile crederci per coloro che lo hanno conosciuto solo come il don gentile e riservato, è tuttavia vero che molto tempo dopo aver lasciato la scuola, il suo nome è stato ricordato come quello di un ragazzo che sapeva bene usare i pugni in difesa di una giusta causa", che è la protezione dei ragazzi più piccoli.

Scolasticamente, però, eccelleva con apparente facilità. "Non ho avuto un ragazzo più promettente alla sua età da quando sono arrivato al Rugby", ha osservato il maestro di matematica RB Mayor. L'assistente del tutor di Francis Walkingame ; Essendo un compendio di aritmetica - il libro di testo di matematica che usava il giovane Dodgson - sopravvive ancora e conteneva un'iscrizione in latino, che si traduce in: "Questo libro appartiene a Charles Lutwidge Dodgson: togli le mani!" Alcune pagine includevano anche annotazioni come quella che si trova a p. 129, dove accanto a una domanda scriveva "Domanda non giusta in decimali".

Lasciò il rugby alla fine del 1849 e si iscrisse all'Università di Oxford nel maggio 1850 come membro del vecchio college di suo padre, Christ Church . Dopo aver atteso che le stanze del college diventassero disponibili, andò in residenza nel gennaio 1851. Era a Oxford solo da due giorni quando ricevette una convocazione a casa. Sua madre era morta per "infiammazione cerebrale" - forse meningite o ictus - all'età di 47 anni.

La sua prima carriera accademica virò tra alte promesse e irresistibili distrazioni. Non sempre lavorava sodo, ma era eccezionalmente dotato e i risultati gli arrivavano facilmente. Nel 1852 ottenne la lode di prima classe in Moderazioni di matematica e subito dopo fu nominato a una borsa di studio dal vecchio amico di suo padre, il canonico Edward Pusey . Nel 1854 ottenne la lode di prima classe alla Scuola di Matematica con lode, classificandosi primo nella lista, e quindi si laureò come Bachelor of Arts. Rimase alla Christ Church a studiare e insegnare, ma l'anno successivo fallì un importante esame di borsa di studio a causa della sua dichiarata incapacità di applicarsi allo studio. Anche così, il suo talento di matematico gli valse la Christ Church Mathematical Lectureship nel 1855, che continuò a tenere per i successivi 26 anni. Nonostante la prima infelicità, Dodgson rimase a Christ Church, a vario titolo, fino alla sua morte, inclusa quella di Sub-bibliotecario della biblioteca di Christ Church, dove il suo ufficio era vicino al Deanery, dove visse Alice Liddell.

Carattere e aspetto

Problemi di salute

Fotografia del 1863 di Carroll di Oscar G. Rejlander

Il giovane adulto Charles Dodgson era alto circa 6 piedi (1,83 m) e snello, aveva capelli castani ricci e occhi blu o grigi (a seconda dell'account). In seguito fu descritto come alquanto asimmetrico e con un comportamento piuttosto rigido e goffo, sebbene ciò potesse essere a causa di un infortunio al ginocchio subito durante la mezza età. Da bambino ha sofferto di una febbre che lo ha lasciato sordo da un orecchio. All'età di 17 anni, ha subito un grave attacco di pertosse, che probabilmente è stato responsabile del suo torace cronicamente debole in età avanzata. Nella prima infanzia acquisì una balbuzie, che definì la sua "esitazione"; rimase per tutta la vita.

La balbuzie è sempre stata una parte significativa dell'immagine di Dodgson. Mentre una storia apocrifa dice che balbettava solo in compagnia di adulti ed era libero e fluente con i bambini, non ci sono prove a sostegno di questa idea. Molti bambini di sua conoscenza ricordavano la balbuzie, mentre molti adulti non se ne accorgevano. Lo stesso Dodgson sembra esserne stato molto più acutamente consapevole della maggior parte delle persone che ha incontrato; si dice che si sia autocaricato come il Dodo in Alice's Adventures in Wonderland, riferendosi alla sua difficoltà nel pronunciare il suo cognome, ma questo è uno dei tanti presunti fatti spesso ripetuti per i quali non rimangono prove di prima mano. In effetti si riferiva a se stesso come al dodo, ma se questo riferimento fosse o meno alla sua balbuzie è semplicemente una speculazione.

La balbuzie di Dodgson lo ha turbato, ma non è mai stato così debilitante da impedirgli di applicare le sue altre qualità personali per fare bene nella società. Visse in un'epoca in cui le persone comunemente escogitavano i propri divertimenti e quando il canto e la recitazione erano richieste abilità sociali, e il giovane Dodgson era ben attrezzato per essere un intrattenitore coinvolgente. Secondo quanto riferito, poteva cantare a un livello accettabile e non aveva paura di farlo davanti a un pubblico. Era anche abile nel mimetismo e nella narrazione, e si dice che fosse abbastanza bravo nelle sciarade .

Connessioni sociali

Nel frattempo tra i suoi primi scritti pubblicati e il successo dei libri di Alice, Dodgson iniziò a muoversi nella cerchia sociale preraffaellita . Incontrò per la prima volta John Ruskin nel 1857 e divenne amico di lui. Intorno al 1863 sviluppò uno stretto rapporto con Dante Gabriel Rossetti e la sua famiglia. Scattava spesso foto della famiglia nel giardino della casa dei Rossetti a Chelsea, Londra. Conosceva anche William Holman Hunt, John Everett Millais e Arthur Hughes, tra gli altri artisti. Conosceva bene l'autore di fiabe George MacDonald : è stata l'accoglienza entusiasta di Alice da parte dei giovani bambini MacDonald che lo ha convinto a presentare il lavoro per la pubblicazione.

Politica, religione e filosofia

In termini generali, Dodgson è stato tradizionalmente considerato un conservatore politicamente, religiosamente e personalmente. Martin Gardner etichetta Dodgson come un conservatore che era " timito dai lord e incline a essere snob nei confronti degli inferiori". Il reverendo W. Tuckwell, nelle sue Reminiscenze di Oxford (1900), lo considerava "austero, timido, preciso, assorto in fantasticherie matematiche, vigile tenace della sua dignità, rigidamente conservatore nella teoria politica, teologica, sociale, la sua vita tracciata in piazze come il paesaggio di Alice". Dodgson fu ordinato diacono nella Chiesa d'Inghilterra il 22 dicembre 1861. In The Life and Letters of Lewis Carroll, l'editore afferma che "il suo diario è pieno di tali modesti deprezzamenti di se stesso e del suo lavoro, inframmezzati da fervente preghiere (troppo sacre e privato da riprodurre qui) che Dio gli avrebbe perdonato il passato e l'avrebbe aiutato a compiere la sua santa volontà in futuro". Quando un amico gli ha chiesto delle sue opinioni religiose, Dodgson ha scritto in risposta che era un membro della Chiesa d'Inghilterra, ma "dubito [ndr] se fosse completamente un 'alto ecclesiastico'". Ha aggiunto:

Credo che quando tu ed io verremo a sdraiarci per l'ultima volta, se solo potessimo mantenere salde le grandi verità che Cristo ci ha insegnato: la nostra assoluta inutilità e il Suo infinito valore; e che ci ha ricondotti al nostro unico Padre, e ci ha resi suoi fratelli, e così fratelli gli uni degli altri, avremo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per guidarci attraverso le ombre. Sicuramente accetto pienamente le dottrine a cui ti riferisci: che Cristo è morto per salvarci, che non abbiamo altra via di salvezza aperta per noi se non attraverso la sua morte, e che è per fede in Lui e per nessun merito di nostro, che siamo riconciliati con Dio; e con tutta sicurezza posso dire cordialmente: "Devo tutto a colui che mi ha amato e che è morto sulla croce del Calvario".

—  Carroll (1897)

Dodgson ha anche espresso interesse in altri campi. Fu uno dei primi membri della Society for Psychical Research e una delle sue lettere suggerisce che accettasse come reale quella che allora veniva chiamata "lettura del pensiero". Dodgson ha scritto alcuni studi su vari argomenti filosofici. Nel 1895 sviluppò un regressus-argomentazione filosofica sul ragionamento deduttivo nel suo articolo " Ciò che la tartaruga disse ad Achille ", apparso in uno dei primi volumi di Mind . L'articolo è stato ristampato nella stessa rivista cento anni dopo, nel 1995, con un successivo articolo di Simon Blackburn intitolato "Practical Tortoise Raising".

Attività artistiche

Testa e spalle disegno di una ragazza (Alice) in possesso di una chiave
Una delle illustrazioni di Carroll

Letteratura

Fin da giovane, Dodgson scrisse poesie e racconti, contribuendo pesantemente alla rivista di famiglia Mischmasch e successivamente inviandoli a varie riviste, riscuotendo un discreto successo. Tra il 1854 e il 1856, il suo lavoro apparve nelle pubblicazioni nazionali The Comic Times e The Train, oltre a riviste minori come la Whitby Gazette e l' Oxford Critic . La maggior parte di questa produzione era umoristica, a volte satirica, ma i suoi standard e le sue ambizioni erano esigenti. "Non credo di aver ancora scritto nulla degno di una vera pubblicazione (in cui non includo la Whitby Gazette o l' Oxonian Advertiser ), ma non dispero di farlo un giorno", scrisse nel luglio 1855. Qualche tempo dopo il 1850, scrisse commedie di burattini per l'intrattenimento dei suoi fratelli, di cui uno è sopravvissuto: La Guida di Bragia .

Nel marzo 1856 pubblicò la sua prima opera con il nome che lo avrebbe reso famoso. Una poesia romantica chiamata "Solitude" è apparsa in The Train sotto la paternità di "Lewis Carroll". Questo pseudonimo era un gioco sul suo vero nome: Lewis era la forma anglicizzata di Ludovico, che era il latino per Lutwidge, e Carroll un cognome irlandese simile al nome latino Carolus, da cui deriva il nome Charles . La transizione è avvenuta come segue: "Charles Lutwidge" tradotto in latino come "Carolus Ludovico". Questo è stato poi tradotto di nuovo in inglese come "Carroll Lewis" e poi invertito per creare "Lewis Carroll". Questo pseudonimo è stato scelto dall'editore Edmund Yates da un elenco di quattro presentati da Dodgson, gli altri sono Edgar Cuthwellis, Edgar UC Westhill e Louis Carroll.

Libri di Alice

Illustrazione di Alice che tiene un fenicottero, in piedi con un piede su un riccio rannicchiato con un altro riccio che si allontana
"La principale difficoltà che Alice trovò all'inizio fu nel gestire il suo fenicottero". Illustrazione di John Tenniel, 1865.
Illustrazione di un bambino con una spada di fronte a un temibile drago alato in una foresta
The Jabberwock, come illustrato da John Tenniel per Through the Looking-Glass di Lewis Carroll, inclusa la poesia " Jabberwocky ".

Nel 1856, il decano Henry Liddell arrivò a Christ Church, portando con sé la sua giovane famiglia, che avrebbe avuto tutti un ruolo importante nella vita di Dodgson negli anni successivi e avrebbe influenzato notevolmente la sua carriera di scrittore. Dodgson divenne amico intimo della moglie di Liddell, Lorina, e dei loro figli, in particolare delle tre sorelle Lorina, Edith e Alice Liddell. Per molti anni è stato ampiamente ritenuto che avesse derivato la sua "Alice" da Alice Liddell ; il poema acrostico alla fine di Through the Looking-Glass esplicita il suo nome per intero, e ci sono anche molti riferimenti superficiali a lei nascosti nel testo di entrambi i libri. È stato notato che lo stesso Dodgson negò ripetutamente in età avanzata che la sua "piccola eroina" fosse basata su un bambino reale, e spesso dedicò le sue opere alle ragazze di sua conoscenza, aggiungendo i loro nomi in poesie acrostiche all'inizio del testo. Il nome di Gertrude Chataway appare in questa forma all'inizio di The Hunting of the Snark e non è suggerito che questo significhi che nessuno dei personaggi della narrazione sia basato su di lei.

Le informazioni sono scarse (mancano i diari di Dodgson per gli anni 1858-1862), ma sembra chiaro che la sua amicizia con la famiglia Liddell fosse una parte importante della sua vita alla fine degli anni '50 dell'Ottocento e prese l'abitudine di accogliere i bambini viaggi in canottaggio (prima il ragazzo Harry, e poi le tre ragazze) accompagnati da un amico adulto nella vicina Nuneham Courtenay o Godstow .

Fu durante una di queste spedizioni il 4 luglio 1862 che Dodgson inventò lo schema della storia che alla fine divenne il suo primo e più grande successo commerciale. Raccontò la storia ad Alice Liddell e lei lo pregò di scriverla, e alla fine Dodgson (dopo molto ritardo) le presentò un manoscritto illustrato e scritto a mano intitolato Alice's Adventures Under Ground nel novembre 1864.

Prima di questo, la famiglia dell'amico e mentore George MacDonald lesse il manoscritto incompleto di Dodgson e l'entusiasmo dei bambini MacDonald incoraggiò Dodgson a cercare la pubblicazione. Nel 1863 aveva portato il manoscritto incompiuto all'editore Macmillan, al quale piacque subito. Dopo che i possibili titoli alternativi furono rifiutati - Alice Among the Fairies e Alice's Golden Hour - l'opera fu finalmente pubblicata come Alice's Adventures in Wonderland nel 1865 con lo pseudonimo di Lewis Carroll, che Dodgson aveva usato per la prima volta circa nove anni prima. Le illustrazioni questa volta erano di Sir John Tenniel ; Evidentemente Dodgson pensava che un libro pubblicato avrebbe bisogno delle capacità di un artista professionista. Le versioni annotate forniscono informazioni su molte delle idee e dei significati nascosti che sono prevalenti in questi libri. La letteratura critica ha spesso proposto interpretazioni freudiane del libro come "una discesa nel mondo oscuro del subconscio ", oltre a vederlo come una satira sui progressi matematici contemporanei.

Il travolgente successo commerciale del primo libro di Alice ha cambiato la vita di Dodgson in molti modi. La fama del suo alter ego "Lewis Carroll" si diffuse presto in tutto il mondo. È stato inondato di lettere di fan e di attenzioni a volte indesiderate. In effetti, secondo una storia popolare, la stessa regina Vittoria ha goduto così tanto di Alice nel paese delle meraviglie che ha ordinato che le dedicasse il suo prossimo libro, e di conseguenza le è stato presentato il suo prossimo lavoro, un volume accademico di matematica intitolato An Elementary Treatise on Determinants . Lo stesso Dodgson ha negato con veemenza questa storia, commentando "... È completamente falso in ogni particolare: non è successo nulla che le somigliasse"; ed è improbabile per altri motivi. Come commenta TB Strong in un articolo del Times, "Sarebbe stato contrario a tutta la sua pratica identificare [l'autore] di Alice con l'autore delle sue opere matematiche". Iniziò anche a guadagnare somme di denaro piuttosto consistenti, ma continuò con il suo incarico apparentemente antipatico alla Christ Church.

Verso la fine del 1871 pubblicò il sequel Through the Looking-Glass e What Alice Found There . (Il frontespizio della prima edizione indica erroneamente "1872" come data di pubblicazione.) Il suo stato d'animo un po' più cupo probabilmente riflette i cambiamenti nella vita di Dodgson. La morte del padre nel 1868 lo fece precipitare in una depressione che durò alcuni anni.

La caccia allo snark

Nel 1876, Dodgson produsse la sua prossima grande opera, The Hunting of the Snark, una fantastica poesia "senza senso", con illustrazioni di Henry Holiday, che esplora le avventure di un bizzarro equipaggio di nove commercianti e un castoro, che partì per trovare lo snark . Ha ricevuto recensioni in gran parte contrastanti dai revisori contemporanei di Carroll, ma è stato enormemente popolare tra il pubblico, essendo stato ristampato diciassette volte tra il 1876 e il 1908, e ha visto vari adattamenti in musical, opera, teatro, opere teatrali e musica. Si dice che il pittore Dante Gabriel Rossetti si convinse che la poesia parlasse di lui.

Silvia e Bruno

Nel 1895, 30 anni dopo la pubblicazione dei suoi capolavori, Carroll tentò un ritorno, producendo una fiaba in due volumi delle fiabe Sylvie e Bruno . Carroll intreccia due trame ambientate in due mondi alternativi, uno ambientato nell'Inghilterra rurale e l'altro nei regni fiabeschi di Elfland, Outland e altri. Il mondo delle favole fa satira sulla società inglese, e più specificamente sul mondo accademico. Sylvie e Bruno uscì in due volumi ed è considerata un'opera minore, sebbene sia rimasta in stampa per oltre un secolo.

Fotografia (1856–1880)

Foto di Alice Liddell scattata da Lewis Carroll (1858)

Nel 1856, Dodgson intraprese la nuova forma d'arte della fotografia sotto l'influenza prima di suo zio Skeffington Lutwidge, e poi del suo amico di Oxford Reginald Southey . Ben presto eccelleva nell'arte e divenne un noto fotografo-gentiluomo, e sembra persino aver giocato con l'idea di guadagnarsi da vivere nei suoi primi anni.

Uno studio di Roger Taylor e Edward Wakeling elenca in modo esauriente tutte le stampe sopravvissute e Taylor calcola che poco più della metà del suo lavoro sopravvissuto ritrae ragazze, sebbene circa il 60% del suo portfolio fotografico originale sia ora scomparso. Dodgson fece anche molti studi su uomini, donne, ragazzi e paesaggi; i suoi soggetti includono anche scheletri, bambole, cani, statue, dipinti e alberi. Le sue foto di bambini sono state scattate con un genitore presente e molte delle foto sono state scattate nel giardino di Liddell perché la luce solare naturale era necessaria per una buona esposizione.

Ha anche trovato la fotografia un utile antipasto nei circoli sociali più elevati. Durante la parte più produttiva della sua carriera, ha realizzato ritratti di personaggi famosi come John Everett Millais, Ellen Terry, Dante Gabriel Rossetti, Julia Margaret Cameron, Michael Faraday, Lord Salisbury e Alfred Tennyson .

Quando Dodgson cessò bruscamente la fotografia (1880, in 24 anni), aveva stabilito il suo studio sul tetto di Tom Quad, creato circa 3.000 immagini ed era un maestro dilettante del mezzo, anche se sono sopravvissute meno di 1.000 immagini tempo e distruzione deliberata. Ha smesso di scattare fotografie perché far funzionare il suo studio richiedeva troppo tempo. Ha usato il processo al collodio umido ; i fotografi commerciali che hanno iniziato a utilizzare il processo a lastra asciutta negli anni '70 dell'Ottocento hanno scattato foto più rapidamente. Il gusto popolare cambiò con l'avvento del Modernismo, interessando i tipi di fotografie che produsse.

Invenzioni

Per promuovere la scrittura di lettere, Dodgson inventò "The Wonderland Postage-Stamp Case" nel 1889. Si trattava di una cartella con il dorso di stoffa con dodici scomparti, due contrassegnati per l'inserimento del francobollo più comunemente usato e uno ciascuno per le altre denominazioni attuali fino a uno scellino. La cartella è stata poi riposta in un cofanetto decorato con un'immagine di Alice sul davanti e il gatto del Cheshire sul retro. Intendeva organizzare i francobolli ovunque si riponessero i propri utensili per scrivere; Carroll nota espressamente in Eight or Nine Wise Words about Letter-Writing che non è destinato a essere portato in tasca o in borsa, poiché i singoli francobolli più comuni potrebbero essere facilmente trasportati da soli. Il pacchetto includeva una copia di una versione opuscolo di questa conferenza.

Nictografo ricostruito, con scala evidenziata da un centesimo di euro 5.

Un'altra invenzione era una tavoletta da scrittura chiamata nyctograph che permetteva di prendere appunti al buio, eliminando così la necessità di alzarsi dal letto e accendere una luce quando ci si sveglia con un'idea. Il dispositivo consisteva in una scheda a griglia con sedici quadrati e un sistema di simboli che rappresentavano un alfabeto del design di Dodgson, utilizzando forme di lettere simili al sistema di scrittura Graffiti su un dispositivo Palm .

Ha anche ideato una serie di giochi, inclusa una prima versione di quello che oggi è noto come Scrabble . Ideato nel 1878, inventò il "farsetto" (vedi parola scala ), una forma di rompicapo che è ancora popolare oggi, cambiando una parola in un'altra alterando una lettera alla volta, ogni cambiamento successivo risulta sempre in un parola genuina. Ad esempio, CAT viene trasformato in DOG dai seguenti passaggi: CAT, COT, DOT, DOG. Apparve per la prima volta nel numero del 29 marzo 1879 di Vanity Fair, con Carroll che scriveva una rubrica settimanale per la rivista per due anni; l'ultima colonna datata 9 aprile 1881. I giochi e gli enigmi di Lewis Carroll sono stati oggetto della colonna sui giochi matematici del marzo 1960 di Martin Gardner su Scientific American .

Altri elementi includono una regola per trovare il giorno della settimana per qualsiasi data; un mezzo per giustificare i margini di destra su una macchina da scrivere; un dispositivo di guida per un velociam (un tipo di triciclo); regole di eliminazione più eque per i tornei di tennis; un nuovo tipo di vaglia postale; regole per calcolare l'affrancatura; regole per una vittoria nelle scommesse; regole per dividere un numero per vari divisori; una bilancia di cartone per la Senior Common Room di Christ Church che, tenuta vicino a un bicchiere, assicurava la giusta quantità di liquore per il prezzo pagato; una striscia adesiva biadesivo per fissare buste o montare oggetti nei libri; un dispositivo per aiutare un invalido costretto a letto a leggere da un libro posto di lato; e almeno due cifrari per la crittografia .

Ha anche proposto sistemi alternativi di rappresentanza parlamentare. Propose il cosiddetto metodo di Dodgson, utilizzando il metodo Condorcet . Nel 1884 propose un sistema di rappresentanza proporzionale basato su distretti multi-membro, ogni elettore esprimeva un solo voto, quote come requisiti minimi per prendere seggi e voti trasferibili dai candidati attraverso quella che oggi viene chiamata democrazia liquida .

Lavoro matematico

Un ritratto postumo di Lewis Carroll di Hubert von Herkomer, basato su fotografie. Questo dipinto è ora appeso nella Great Hall of Christ Church di Oxford .

All'interno della disciplina accademica della matematica, Dodgson lavorò principalmente nei campi della geometria, dell'algebra lineare e delle matrici, della logica matematica e della matematica ricreativa, producendo quasi una dozzina di libri con il suo vero nome. Dodgson sviluppò anche nuove idee sull'algebra lineare (es. la prima dimostrazione stampata del teorema di Kronecker-Capelli ), sulla probabilità e sullo studio delle elezioni (es. il metodo di Dodgson ) e sui comitati ; alcuni di questi lavori non furono pubblicati fino a molto tempo dopo la sua morte. La sua occupazione come docente di matematica alla Christ Church gli diede una certa sicurezza finanziaria.

Logica matematica

Il suo lavoro nel campo della logica matematica ha suscitato un rinnovato interesse alla fine del XX secolo. Il libro di Martin Gardner sulle macchine logiche e i diagrammi e la pubblicazione postuma della seconda parte del libro di logica simbolica di Dodgson da parte di William Warren Bartley hanno innescato una rivalutazione dei contributi di Dodgson alla logica simbolica. È noto che nella sua Logica simbolica Parte II, Dodgson ha introdotto il Metodo degli alberi, il primo uso moderno di un albero della verità .

Algebra

L'indagine di Robbins e Rumsey sulla condensazione di Dodgson, un metodo per valutare i determinanti, li ha portati alla congettura della matrice dei segni alternati, ora un teorema.

Matematica ricreativa

La scoperta negli anni '90 di cifrari aggiuntivi che Dodgson aveva costruito, oltre alla sua "Memoria Technica", ha mostrato che aveva impiegato sofisticate idee matematiche nella loro creazione.

Corrispondenza

Dodgson ha scritto e ricevuto fino a 98.721 lettere, secondo uno speciale registro delle lettere da lui ideato. Ha documentato i suoi consigli su come scrivere lettere più soddisfacenti in una missiva intitolata " Otto o nove parole sagge sulla scrittura di lettere ".

Anni dopo

Lewis Carroll in età avanzata

L'esistenza di Dodgson è rimasta poco cambiata negli ultimi vent'anni della sua vita, nonostante la sua crescente ricchezza e fama. Continuò a insegnare alla Christ Church fino al 1881 e vi rimase fino alla morte. Le apparizioni pubbliche includevano la partecipazione al musical del West End Alice nel paese delle meraviglie (la prima grande produzione dal vivo dei suoi libri di Alice ) al Prince of Wales Theatre il 30 dicembre 1886. I due volumi del suo ultimo romanzo, Sylvie e Bruno, furono pubblicati nel 1889 e 1893, ma la complessità di questo lavoro apparentemente non fu apprezzata dai lettori contemporanei; non ha ottenuto nulla come il successo dei libri di Alice, con recensioni deludenti e vendite di sole 13.000 copie.

L'unica occasione nota in cui viaggiò all'estero fu un viaggio in Russia nel 1867 come ecclesiastico, insieme al reverendo Henry Liddon . Racconta il viaggio nel suo "Russian Journal", che fu pubblicato per la prima volta in commercio nel 1935. Sulla strada per la Russia e ritorno, vide anche diverse città in Belgio, Germania, Polonia divisa e Francia.

Morte

La tomba di Lewis Carroll al Mount Cemetery di Guildford

Dodgson morì di polmonite in seguito all'influenza il 14 gennaio 1898 a casa delle sue sorelle, "The Chestnuts", a Guildford nella contea del Surrey, appena quattro giorni prima della morte di Henry Liddell. Gli mancavano due settimane per compiere 66 anni. Il suo funerale si tenne presso la vicina Chiesa di Santa Maria . Il suo corpo fu sepolto al Mount Cemetery di Guildford.

È commemorato nella Chiesa di Tutti i Santi, a Daresbury, nelle sue vetrate colorate raffiguranti personaggi di Alice's Adventures in Wonderland .

Polemiche e misteri

Sessualità

Alcuni biografi della fine del ventesimo secolo hanno suggerito che l'interesse di Dodgson per i bambini avesse un elemento erotico, tra cui Morton N. Cohen nel suo Lewis Carroll: A Biography (1995), Donald Thomas nel suo Lewis Carroll: A Portrait with Background (1995) e Michael Bakewell nel suo Lewis Carroll: A Biography (1996). Cohen, in particolare, ipotizza che le "energie sessuali di Dodgson cercassero sbocchi non convenzionali" e scrive inoltre:

Non possiamo sapere fino a che punto gli impulsi sessuali stiano dietro la preferenza di Charles per il disegno e la fotografia di bambini nudi. Ha sostenuto che la preferenza era del tutto estetica. Ma dato il suo attaccamento emotivo ai bambini e il suo apprezzamento estetico delle loro forme, la sua affermazione che il suo interesse fosse strettamente artistico è ingenua. Probabilmente si sentiva più di quanto osava riconoscere, anche a se stesso.

Lewis Carroll ritratto di Beatrice Hatch

Cohen continua osservando che Dodgson "apparentemente ha convinto molti dei suoi amici che il suo attaccamento alla forma femminile nuda era privo di qualsiasi erotismo ", ma aggiunge che "le generazioni successive guardano sotto la superficie" (p. 229). Sostiene che Dodgson potrebbe aver voluto sposare l'undicenne Alice Liddell e che questa fu la causa dell'inspiegabile "rottura" con la famiglia nel giugno 1863, evento per il quale vengono offerte altre spiegazioni. I biografi Derek Hudson e Roger Lancelyn Green evitano di identificare Dodgson come un pedofilo (Green ha anche curato i diari e le carte di Dodgson), ma concordano sul fatto che avesse una passione per le bambine e quasi nessun interesse per il mondo degli adulti. Catherine Robson si riferisce a Carroll come "l'amante delle ragazze più famosa (o famigerata) dell'era vittoriana".

Diversi altri scrittori e studiosi hanno contestato la base probatoria delle opinioni di Cohen e di altri sugli interessi sessuali di Dodgson. Hugues Lebailly ha cercato di inserire la fotografia del bambino di Dodgson all'interno del "culto del bambino vittoriano", che percepiva la nudità del bambino come essenzialmente un'espressione di innocenza. Lebailly afferma che gli studi sui nudi di bambini erano mainstream e alla moda ai tempi di Dodgson e che la maggior parte dei fotografi li realizzava come una cosa ovvia, inclusi Oscar Gustave Rejlander e Julia Margaret Cameron . Lebailly continua che i nudi di bambini apparivano persino sulle cartoline di Natale vittoriane, il che implica una valutazione sociale ed estetica molto diversa di tale materiale. Lebailly conclude che è stato un errore dei biografi di Dodgson vedere la sua fotografia di bambino con occhi del 20° o 21° secolo, e di averla presentata come una qualche forma di idiosincrasia personale, quando era una risposta a un movimento estetico e filosofico prevalente del tempo.

La rivalutazione di Dodgson da parte di Karoline Leach si è concentrata in particolare sulla sua controversa sessualità. Sostiene che le accuse di pedofilia sono nate inizialmente da un malinteso della morale vittoriana, nonché dall'idea sbagliata - promossa dai vari biografi di Dodgson - che non avesse alcun interesse per le donne adulte. Ha definito l'immagine tradizionale di Dodgson "il mito di Carroll". Ha attirato l'attenzione sulla grande quantità di prove nei suoi diari e lettere che era anche profondamente interessato alle donne adulte, sposate e single, e godeva di diversi rapporti con loro che sarebbero stati considerati scandalosi dagli standard sociali del suo tempo. Ha anche sottolineato il fatto che molte di quelle che ha descritto come "amici dei bambini" erano ragazze tra la tarda adolescenza e persino i vent'anni. Sostiene che i suggerimenti di pedofilia sono emersi solo molti anni dopo la sua morte, quando la sua famiglia ben intenzionata aveva soppresso ogni prova dei suoi rapporti con le donne nel tentativo di preservare la sua reputazione, dando così una falsa impressione di un uomo interessato solo alle bambine . Allo stesso modo, Leach indica una biografia del 1932 di Langford Reed come la fonte della dubbia affermazione che molte delle amicizie femminili di Carroll finirono quando le ragazze raggiunsero l'età di 14 anni.

Oltre alle opere biografiche che hanno discusso della sessualità di Dodgson, ci sono anche interpretazioni artistiche moderne della sua vita e del suo lavoro – in particolare, Dennis Potter nella sua commedia Alice e la sua sceneggiatura per il film Dreamchild, e Robert Wilson in il suo musical Alice .

Ordinazione

Dodgson era stato preparato per il ministero ordinato nella Chiesa d'Inghilterra sin dalla tenera età e avrebbe dovuto essere ordinato entro quattro anni dal conseguimento del suo master, come condizione per la sua residenza presso la Christ Church. Ritardò il processo per qualche tempo, ma alla fine fu ordinato diacono il 22 dicembre 1861. Ma quando un anno dopo venne il momento di essere ordinato sacerdote, Dodgson fece appello al decano per chiedere il permesso di non procedere. Questo era contro le regole del college e, inizialmente, il preside Liddell gli disse che avrebbe dovuto consultare l'organo direttivo del college, il che quasi certamente avrebbe portato alla sua espulsione. Per ragioni sconosciute, Liddell ha cambiato idea durante la notte e gli ha permesso di rimanere al college in violazione delle regole. Dodgson non è mai diventato un prete, unico tra gli studenti senior del suo tempo.

Al momento non ci sono prove conclusive sul motivo per cui Dodgson ha rifiutato il sacerdozio. Alcuni hanno suggerito che la sua balbuzie lo rendesse riluttante a fare il passo perché aveva paura di dover predicare. Wilson cita lettere di Dodgson che descrivono difficoltà nel leggere lezioni e preghiere piuttosto che predicare con parole sue. Ma Dodgson predicò davvero in età avanzata, anche se non per ordine del sacerdote, quindi sembra improbabile che il suo impedimento sia stato un fattore importante che ha influenzato la sua scelta. Wilson sottolinea anche che il vescovo di Oxford, Samuel Wilberforce, che ordinò Dodgson, aveva forti opinioni contro il clero che andava a teatro, uno dei grandi interessi di Dodgson. Si interessò alle forme minoritarie del cristianesimo (era un ammiratore di FD Maurice ) e alle religioni "alternative" ( teosofia ). Dodgson divenne profondamente turbato da un inspiegabile senso di peccato e colpa in questo momento (l'inizio degli anni '60 dell'Ottocento) e spesso espresse nei suoi diari l'opinione di essere un peccatore "vile e senza valore", indegno del sacerdozio e di questo senso di peccato e indegnità potrebbe aver influito sulla sua decisione di abbandonare l'ordinazione sacerdotale.

Diari scomparsi

Dai 13 diari di Dodgson mancano almeno quattro volumi completi e circa sette pagine di testo. La perdita dei volumi rimane inspiegabile; le pagine sono state rimosse da una mano sconosciuta. La maggior parte degli studiosi presume che il materiale del diario sia stato rimosso dai membri della famiglia nell'interesse di preservare il cognome, ma ciò non è stato dimostrato. Fatta eccezione per una pagina, manca materiale dai suoi diari per il periodo tra il 1853 e il 1863 (quando Dodgson aveva 21-31 anni). Durante questo periodo, Dodgson iniziò a provare una grande angoscia mentale e spirituale e a confessare un senso opprimente del proprio peccato. Questo è stato anche il periodo in cui ha composto la sua vasta poesia d'amore, portando a ipotizzare che le poesie potessero essere autobiografiche.

Molte teorie sono state avanzate per spiegare il materiale mancante. Una spiegazione popolare per una pagina mancante (27 giugno 1863) è che potrebbe essere stata strappata per nascondere una proposta di matrimonio in quel giorno da Dodgson all'undicenne Alice Liddell. Tuttavia, non ci sono mai state prove che suggeriscano che fosse così, e un documento offre alcune prove del contrario che sono state scoperte da Karoline Leach nell'archivio della famiglia Dodgson nel 1996.

Il documento "pagine tagliate nel diario", nell'archivio della famiglia Dodgson a Woking

Questo documento è noto come il documento delle "pagine tagliate nel diario" ed è stato compilato da vari membri della famiglia di Carroll dopo la sua morte. Parte di esso potrebbe essere stato scritto nel momento in cui le pagine furono distrutte, anche se questo non è chiaro. Il documento offre un breve riassunto di due pagine di diario che mancano, inclusa quella del 27 giugno 1863. Il riassunto di questa pagina afferma che la signora Liddell disse a Dodgson che circolavano pettegolezzi su di lui e sulla governante della famiglia Liddell, oltre a sulla sua relazione con "Ina", presumibilmente la sorella maggiore di Alice, Lorina Liddell. La "rottura" con la famiglia Liddell avvenuta subito dopo è stata presumibilmente in risposta a questo pettegolezzo. Un'interpretazione alternativa è stata fatta per quanto riguarda il presunto coinvolgimento di Carroll con "Ina": Lorina era anche il nome della madre di Alice Liddell. Ciò che è ritenuto più cruciale e sorprendente è che il documento sembra implicare che la rottura di Dodgson con la famiglia non fosse affatto collegata ad Alice; fino a quando non verrà scoperta una fonte primaria, gli eventi del 27 giugno 1863 rimarranno in dubbio.

Emicrania ed epilessia

Nel suo diario del 1880, Dodgson registrò il suo primo episodio di emicrania con aura, descrivendo in modo molto accurato il processo di "spostamento delle fortificazioni" che sono una manifestazione dello stadio dell'aura della sindrome. Sfortunatamente, non ci sono prove chiare per dimostrare se questa sia stata la sua prima esperienza di emicrania in sé, o se potrebbe aver avuto in precedenza la forma molto più comune di emicrania senza aura, sebbene quest'ultima sembri molto probabile, dato il fatto che l'emicrania più si sviluppa comunemente nell'adolescenza o nella prima età adulta. Un'altra forma di aura emicranica chiamata sindrome di Alice nel Paese delle Meraviglie prende il nome dalla piccola eroina di Dodgson perché la sua manifestazione può assomigliare agli improvvisi cambiamenti di dimensione nel libro. È anche noto come micropsia e macropsia, una condizione cerebrale che influenza il modo in cui gli oggetti vengono percepiti dalla mente. Ad esempio, una persona afflitta può guardare un oggetto più grande come un pallone da basket e percepirlo come se avesse le dimensioni di una pallina da golf. Alcuni autori hanno suggerito che Dodgson potrebbe aver sperimentato questo tipo di aura e averlo usato come ispirazione nel suo lavoro, ma non ci sono prove che lo abbia fatto.

Dodgson ha avuto anche due attacchi in cui ha perso conoscenza. Gli è stato diagnosticato dal dottor Morshead, dal dottor Brooks e dal dottor Stedman, e credevano che l'attacco e il conseguente attacco fosse un attacco "epilettiforme" (inizialmente si pensava che fosse svenimento, ma Brooks ha cambiato idea). Alcuni ne hanno dedotto che avesse questa condizione per tutta la vita, ma non ci sono prove di ciò nei suoi diari oltre alla diagnosi dei due attacchi già citati. Alcuni autori, in particolare Sadi Ranson, hanno suggerito che Carroll potrebbe aver avuto un'epilessia del lobo temporale in cui la coscienza non è sempre completamente persa ma alterata e in cui i sintomi imitano molte delle stesse esperienze di Alice nel Paese delle Meraviglie. Carroll ha avuto almeno un incidente in cui ha subito la completa perdita di conoscenza e si è svegliato con il naso sanguinante, che ha registrato nel suo diario e ha notato che l'episodio lo ha lasciato non sentirsi per "un po' di tempo dopo". Questo attacco fu diagnosticato come possibilmente "epilettiforme" e lo stesso Carroll scrisse in seguito delle sue "crisi" nello stesso diario.

La maggior parte dei test diagnostici standard di oggi non erano disponibili nel diciannovesimo secolo. Yvonne Hart, neurologa consulente presso il John Radcliffe Hospital di Oxford, ha considerato i sintomi di Dodgson. La sua conclusione, citata in The Mystery of Lewis Carroll di Jenny Woolf del 2010, è che Dodgson molto probabilmente aveva l'emicrania e potrebbe aver avuto l'epilessia, ma sottolinea che avrebbe notevoli dubbi sul fare una diagnosi di epilessia senza ulteriori informazioni.

Eredità

Finestra commemorativa di Lewis Carroll (nella foto il Cappellaio Matto e la Lepre Marzolina) nella Chiesa di Tutti i Santi, Daresbury, Cheshire

Ci sono società in molte parti del mondo dedite al godimento e alla promozione delle sue opere e all'indagine della sua vita.

Copenhagen Street a Islington, a nord di Londra, è la sede della Lewis Carroll Children's Library.

Nel 1982, suo pronipote gli ha svelato una lapide commemorativa nell'angolo dei poeti, nell'Abbazia di Westminster . Nel gennaio 1994 fu scoperto un asteroide, 6984 Lewiscarroll, che prese il nome da Carroll. Il Lewis Carroll Centenary Wood vicino alla sua città natale a Daresbury è stato aperto nel 2000.

Nato a All Saints' Vicarage, Daresbury, Cheshire, nel 1832, Lewis Carroll è commemorato nella Chiesa di Tutti i Santi, Daresbury, nelle sue vetrate raffiguranti personaggi di Alice's Adventures in Wonderland . Nel marzo 2012 è stato aperto il Lewis Carroll Centre, annesso alla chiesa.

Lavori

Lavori letterari

Opere matematiche

  • Un programma di geometria algebrica piana (1860)
  • Il quinto libro di Euclide trattato algebricamente (1858 e 1868)
  • Un trattato elementare sui determinanti, con la loro applicazione alle equazioni lineari simultanee e alle equazioni algebriche
  • Euclide e i suoi rivali moderni (1879), sia in stile letterario che matematico
  • Logica simbolica parte I
  • Logica simbolica Parte II (pubblicata postuma)
  • Il cifrario dell'alfabeto (1868)
  • Il gioco della logica (1887)
  • Curiosa Matematica I (1888)
  • Curiosa Matematica II (1892)
  • Una discussione sui vari metodi di svolgimento delle elezioni (1873), Suggerimenti sul metodo migliore per prendere voti, in cui devono essere votate più di due questioni (1874), Un metodo per prendere voti su più di due questioni ( 1876), raccolto come The Theory of Committees and Elections, curato, analizzato e pubblicato nel 1958 da Duncan Black

Altre opere

Guarda anche

Riferimenti

Bibliografia

Ulteriori letture

  • Nero, Duncan (1958). Le circostanze in cui il Rev. CL Dodgson (Lewis Carroll) ha scritto i suoi tre opuscoli e l'appendice: testo dei tre opuscoli di Dodgson e di "The Cyclostyled Sheet" in The Theory of Committees and Elections, Cambridge: Cambridge University Press
  • Bowman, Isa (1899). La storia di Lewis Carroll: raccontata ai giovani dalla vera Alice nel paese delle meraviglie, Miss Isa Bowman . Londra: JM Dent & Co.
  • Carroll, Lewis: The Annotated Alice: 150th Anniversary Deluxe Edition. Illustrato da John Tenniel. A cura di Martin Gardner e Mark Burstein. WW Norton. 2015. ISBN 978-0-393-24543-1
  • Dodgson, Charles L.: Euclide e i suoi rivali moderni . Macmillan. 1879.

  • Dodgson, Charles L.: Gli opuscoli di Lewis Carroll
  • Douglas-Fairhurst, Robert (2016). La storia di Alice: Lewis Carroll e la storia segreta del paese delle meraviglie. Stampa dell'Università di Harvard. ISBN 9780674970762.
  • Goodacre, Selwyn (2006). Tutti gli snark: le edizioni illustrate della caccia allo snark . Oxford: Inky Parrot Press.
  • Graham Smith, Darien (2005). Contestualizzare Carroll, Università del Galles, Bangor. Tesi di dottorato.
  • Huxley, Francis : Il corvo e la scrivania . 1976. ISBN 0-06-012113-0 .
  • Kelly, Richard: Lewis Carroll . 1990. Boston: editori Twayne.
  • Kelly, Richard (a cura di): Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie . 2000. Peterborough, Ontario: Broadviewpress.
  • Lovett, Charlie: Lewis Carroll tra i suoi libri: un catalogo descrittivo della biblioteca privata di Charles L. Dodgson. 2005. ISBN 0-7864-2105-3
  • Waggoner, Diane (2020). Fotografia di Lewis Carroll e infanzia moderna . Princeton: Princeton University Press. ISBN 978-0-691-19318-2.
  • Wakeling, Edward (2015). Le fotografie di Lewis Carroll: un catalogo ragionato . Austin: University of Texas Press. ISBN 978-0-292-76743-0.
  • Wullschläger, Jackie: Inventing Wonderland . ISBN 0-7432-2892-8 . - Guarda anche Edward Lear (dei versi "nonsense"), JM Barrie ( Peter Pan ), Kenneth Grahame ( Il vento tra i salici ) e AA Milne ( Winnie-the-Pooh ).
  • NN: Sognare per immagini: la fotografia di Lewis Carroll . Yale University Press e SFMOMA, 2004. (Posiziona Carroll saldamente nella tradizione della fotografia artistica .)

link esterno

Collezioni digitali
Collezioni fisiche
Informazioni biografiche e borsa di studio
Altri collegamenti