Elenco delle divisioni britanniche nella seconda guerra mondiale -List of British divisions in World War II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Durante la seconda guerra mondiale, le divisioni britanniche erano comandate da generali maggiori . Qui il maggiore generale Charles Keightley (a destra), comandante della 78a divisione di fanteria, pianifica i prossimi passi della sua divisione durante la battaglia di Montecassino, in Italia, nell'aprile 1944.

Durante la seconda guerra mondiale, la formazione tattica di base utilizzata dalla maggior parte dei combattenti era la divisione . Era una formazione autonoma che possedeva tutte le forze necessarie per il combattimento, che era integrata dalla propria artiglieria, ingegneri, comunicazioni e unità di rifornimento . Il 3 settembre 1939, all'inizio della guerra, il Regno Unito disponeva di 2 divisioni corazzate, 24 di fanteria e 7 di contraerea . Le divisioni antiaeree non erano paragonabili nel ruolo alle formazioni destinate al combattimento come le divisioni di fanteria. A settembre, l' esercito britannicodichiarò che 55 divisioni (un misto di corazzate, fanteria e cavalleria ) sarebbero state sollevate per combattere la Germania . Il Regno Unito fornirebbe 32 di queste formazioni e il resto sarebbe sollevato dai Dominions e dall'India .

Nel 1941, questo obiettivo fu adeguato a 57 divisioni, con il Regno Unito a fornirne 36. Entro la fine del 1941, il Regno Unito aveva raggiunto la sua quota. Durante la guerra furono formate 85 formazioni divisionali ma non tutte esistevano contemporaneamente e non tutte erano formazioni da combattimento. Ad esempio, la 12a Divisione (SDF) è stata costituita per proteggere le linee di comunicazione dietro le formazioni combattenti. Diverse divisioni furono create quando una divisione di un tipo fu convertita in un altro, ad esempio la 42a divisione di fanteria (Lancashire orientale) fu convertita nella 42a divisione corazzata . Altri, come la 79a divisione corazzata, non erano destinati ad agire come formazione combattente. Invece, ha agito in veste amministrativa per le unità disperse che erano impegnate in combattimento. Le 85 formazioni divisionali includevano 2 aviotrasportate, 12 antiaeree, 11 corazzate, 1 di cavalleria, 10 divisioni di difesa costiera (note come divisioni di contea ) e 49 divisioni di fanteria. Alla fine della guerra, nel 1945, l'esercito britannico aveva 24 divisioni.

Sfondo

Durante il periodo tra le due guerre, l' esercito britannico fu diviso in due rami: l'esercito regolare, che contava 224.000 uomini con una riserva di 173.700 all'inizio della guerra, e l' esercito territoriale part-time che contava 438.100 con una riserva di circa 20.750 uomini. L'obiettivo principale dell'esercito regolare, in gran parte costruito attorno a formazioni delle dimensioni di un battaglione, era quello di sorvegliare e presidiare l' Impero britannico . La formazione tattica di base tra i maggiori eserciti era la divisione . Queste erano formazioni autonome che possedevano tutte le forze necessarie per il combattimento. Ciò includeva la propria artiglieria, ingegneri, comunicazioni e unità di rifornimento . La fornitura di un corpo di spedizione multi-divisione, per una guerra nel continente contro un avversario europeo, non fu presa in considerazione per gran parte del periodo tra le due guerre dal governo britannico, che riteneva improbabile che una simile guerra si verificasse.

Nel 1939, l'esercito regolare era composto da sette divisioni di fanteria e due corazzate. Due delle divisioni di fanteria erano state formate per la repressione della rivolta araba del 1936-1939 in Palestina . L'esercito territoriale doveva essere il metodo principale per espandere il numero di divisioni a disposizione dell'esercito. Durante il periodo tra le due guerre, il governo britannico ridusse i finanziamenti e le dimensioni dell'esercito territoriale. Nel 1936 avevano concluso che non poteva essere modernizzato o attrezzato per una guerra europea nei tre anni successivi e quindi ritardarono ulteriori finanziamenti. All'inizio del 1939, l'esercito territoriale aveva dodici divisioni di fanteria. Dopo l' occupazione tedesca dei resti dello stato cecoslovacco nel marzo 1939, all'esercito territoriale fu ordinato di raddoppiare le dimensioni a 24 divisioni. Allo scoppio della seconda guerra mondiale, nel settembre 1939, alcune di queste divisioni si erano formate mentre altre venivano create.

L'8 settembre 1939, l'esercito britannico annunciò che avrebbe costituito 55 divisioni da schierare in Francia, come parte della British Expeditionary Force (BEF), per il servizio contro la Germania . Trentadue di queste formazioni dovevano provenire dall'esercito britannico e riposare dagli eserciti dei domini britannici (ad esempio, l' esercito canadese ) e l' esercito indiano britannico . L'obiettivo era equipaggiare e schierare completamente 20 divisioni entro il primo anno di guerra e tutte le 55 divisioni entro due anni. Il contingente britannico doveva provenire dall'esercito territoriale ampliato e dalle divisioni dell'esercito regolare con sede nel Regno Unito. Nel maggio 1940, il BEF conteneva solo 13 divisioni. Durante le ultime fasi della campagna, la divisione Beauman è stata reclutata ad hoc dal personale di retroguardia. A seguito della sconfitta nella battaglia di Francia e del ritorno della BEF dopo l' evacuazione di Dunkerque, lo schieramento originale delle divisioni non fu realizzato. La 51a divisione di fanteria (Highland) fu persa durante la battaglia di Francia e fu successivamente riformata ribattezzando la 9a divisione di fanteria (Highland) . Dopo che la BEF tornò nel Regno Unito, quattro divisioni di fanteria furono sciolte per rafforzare altre formazioni. L'esercito britannico aumentò anche il reclutamento per i loro reggimenti in Africa (il Reggimento Nigeria, il Reggimento Gold Coast e i King's African Rifles ), il che portò alla formazione di due divisioni in Africa a metà del 1940.

L'obiettivo di 55 divisioni fu portato a 58 nel gennaio 1941, poi ridotto a 57 il 6 marzo; il Regno Unito doveva fornire 36 di questi. Nel 1941, la 2a divisione corazzata in Nord Africa fu invasa e il suo quartier generale catturato. Entro la fine dell'anno, l'esercito britannico aveva 37 divisioni attive (una aviotrasportata, nove corazzate e 27 di fanteria). Il 15 febbraio 1942, la 18a divisione di fanteria fu catturata dalle forze giapponesi dopo la battaglia di Singapore . La mancanza di equipaggiamento ha ostacolato la crescita e un numero crescente di divisioni con sede nel Regno Unito sono state ridotte di dimensioni per fornire uomini per le formazioni che combattono all'estero. Nel 1943 divenne necessario cannibalizzare le divisioni in prima linea per fornire rinforzi ad altre formazioni. Durante il 1943 si formarono tre nuove divisioni dopo l'ulteriore espansione dei reggimenti africani. Nel 1944, il Regno Unito aveva ancora 35 divisioni, di cui 18 per l'addestramento o da utilizzare come riserva per i rinforzi. Entro la metà del 1944, l'esercito non aveva abbastanza uomini per sostituire le perdite subite dalle unità di fanteria in prima linea. Trasferimenti di uomini dalla Royal Artillery e dalla Royal Air Force per essere riqualificati mentre la fanteria ebbe luogo e più formazioni furono sciolte per fornire i rinforzi richiesti. Entro la fine del 1944, l'esercito si era ridotto a 26 divisioni: 5 corazzate e 21 di fanteria (comprese quelle aviotrasportate). Nell'ultimo anno di guerra, il numero è sceso a 24 divisioni.

Aviotrasportato

Paracadutisti britannici durante l'addestramento nel 1944

Impressionato dalla forza aerea tedesca durante la battaglia di Francia del 1940, il primo ministro britannico, Winston Churchill, ordinò la creazione di una forza di paracadutisti di 5.000 uomini. Il successo qualificato dell'operazione Colossus, un raid di commando su piccola scala, ha spinto l'ulteriore espansione di questa forza e ha comportato un ulteriore requisito per la creazione di una forza di alianti di 10.000 uomini. Il reclutamento per le dimensioni di questa forza durò fino al 1943, momento in cui si erano formate due divisioni. La divisione aviotrasportata doveva comprendere tre brigate : due brigate di paracadutisti, ciascuna con tre battaglioni del reggimento paracadutisti, e una brigata di "atterraggio aereo" di tre battaglioni di fanteria trasportati in battaglia da alianti . I primi battaglioni di paracadutisti furono formati da volontari provenienti da tutta la Gran Bretagna militare. Con la crescita delle forze aviotrasportate, i battaglioni di fanteria furono selezionati per essere convertiti in battaglioni di paracadutisti. Gli uomini sono stati invitati a fare volontariato per il servizio di paracadute o assegnati a una nuova unità. I nuovi battaglioni furono quindi rafforzati da volontari di altre unità. I battaglioni di atterraggio provenivano da unità di fanteria esistenti che furono convertite in alianti e i soldati non avevano la possibilità di rinunciare.

L' establishment bellico, la forza sulla carta, era fissato a 12.148 uomini, con un gran numero di armi automatiche assegnate alla divisione. L'establishment richiedeva 7.171 fucili Lee Enfield bolt-action, 6.504 mitragliatrici Sten, 966 mitragliatrici leggere Bren e 46 mitragliatrici medie Vickers . Ogni divisione doveva anche avere 392 armi anticarro PIAT, 525 mortai, 100 cannoni anticarro e ventisette obici da pacco M116 da 75 mm (3,0 pollici) . Per ogni divisione furono autorizzati poco più di 6.000 veicoli, principalmente jeep, motocicli e biciclette, ma inclusi anche 22 carri armati leggeri Tetrarch . Gli alianti hanno consegnato l'equipaggiamento più pesante.

Divisioni aviotrasportate
Nome della formazione Data formata La formazione della data ha cessato di esistere Insegne divisionali Località servite Campagne notevoli Appunti Fonti)
1a divisione aviotrasportata 1 novembre 1941 1945 Patch.svg della 6a divisione aviotrasportata del Regno Unito Regno Unito, Tunisia, Italia, Paesi Bassi, Norvegia Tunisino, italiano, Operazione Market Garden La divisione non raggiunse la piena forza fino all'aprile 1943. Dopo pesanti perdite nella battaglia di Arnhem, la divisione fu ridotta da tre a due brigate. Dopo la resa tedesca fu inviato in Norvegia per mantenere l'ordine . Tornò in Inghilterra nell'agosto del 1945, prima della fine della guerra.
6a divisione aviotrasportata 3 maggio 1943 N / A Patch.svg della 6a divisione aviotrasportata del Regno Unito Regno Unito, Francia, Germania Normandia, Operazione Varsity, Invasione della Germania da parte degli Alleati occidentali La divisione pose fine alla guerra in Germania.

Antiaereo

In un'area aperta un grosso cannone d'artiglieria punta al cielo
Una batteria di cannoni antiaerei pesanti da 3,7 pollici installata nel centro di Londra

Tra il 1935 e l'inizio della guerra, l'esercito britannico formò divisioni antiaeree . Queste formazioni facevano parte dell'esercito territoriale e non erano concepite per essere paragonabili ad altre formazioni come le divisioni di fanteria. Le divisioni antiaeree erano assegnate a un'area particolare, che poteva coprire centinaia o migliaia di miglia quadrate. Variavano notevolmente in termini di manodopera, numero di brigate controllate e numero di armi assegnate. Ad esempio, la 1a divisione antiaerea fu assegnata a difendere Londra, mentre la 3a divisione antiaerea fu assegnata a difendere sia la Scozia che l'Irlanda del Nord. Nel settembre 1939, le sette divisioni del comando antiaereo avevano un totale combinato di 695 cannoni antiaerei pesanti rispetto ai 2.232 previsti e 253 cannoni antiaerei leggeri su uno stabilimento di 1.200. Le divisioni avevano anche accesso a 2.700 proiettori, su un totale consigliato di 4.700. Nel 1941, le divisioni avevano 1.691 cannoni pesanti, 940 cannoni leggeri e 4.532 proiettori. All'inizio della guerra, le divisioni e la loro struttura di comando contavano un totale di 106.690 uomini; la forza lavoro aumentò a 157.319 nel luglio 1940 ea metà del 1941 era di oltre 300.000. Tutte le divisioni furono sciolte nell'ottobre 1942 nell'ambito di una riorganizzazione della struttura di comando antiaerea. Le divisioni furono sostituite da sette gruppi, che avevano lo scopo di ridurre il numero complessivo di formazioni, risparmiare manodopera ed essere più flessibili.

Divisioni antiaeree
Nome della formazione Formazione esistente o data di creazione La formazione della data ha cessato di esistere Insegne divisionali Località servite Campagne notevoli Fonti)
1a divisione antiaerea Esistente ottobre 1942 1AA Div.svg UK Battaglia d'Inghilterra, Il Blitz
2a divisione antiaerea Esistente ottobre 1942 2a div.svg AA UK Battaglia d'Inghilterra, Il Blitz
3a divisione antiaerea Esistente ottobre 1942 3a div AA.jpg UK Battaglia d'Inghilterra, Il Blitz
4a divisione antiaerea Esistente ottobre 1942 4a div AA (1).svg UK Battaglia d'Inghilterra, Il Blitz
5a divisione antiaerea Esistente ottobre 1942 5a div.svg AA UK Battaglia d'Inghilterra, Il Blitz
6a divisione antiaerea Esistente ottobre 1942 6a div.svg AA UK Battaglia d'Inghilterra, Il Blitz
7a divisione antiaerea Esistente ottobre 1942 7a div.svg AA UK Battaglia d'Inghilterra, Il Blitz
8a divisione antiaerea ottobre 1940 ottobre 1942 8° AA div.svg UK Il Blitz
9a divisione antiaerea ottobre 1940 ottobre 1942 9a div.svg AA UK Il Blitz
10a divisione antiaerea novembre 1940 ottobre 1942 10a div.svg AA UK Il Blitz
11a divisione antiaerea novembre 1940 ottobre 1942 11°AA div.jpg UK Il Blitz
12a divisione antiaerea novembre 1940 ottobre 1942 12a div.svg AA UK Il Blitz

corazzato

Un carro armato in primo piano, seguito da molti altri
Carro armato incrociatore Mk IV della 1a divisione corazzata in manovra, 1940

Tra il maggio 1939 e la fine della seconda guerra mondiale, la divisione corazzata subì nove modifiche organizzative. Nel 1939, era previsto che una divisione corazzata avrebbe avuto 110 carri armati leggeri, 217 carri armati incrociatori e 24 carri armati incrociatori dotati di obici per supporto ravvicinato, oltre a 2.500 altri veicoli, 9.442 uomini e 16 cannoni da campo . Nel 1940, lo stabilimento fu cambiato in due carri armati leggeri, 304 incrociatori e 36 carri armati di supporto ravvicinato, con 2.600 veicoli e 10.750 uomini. Le prime formazioni corazzate non hanno raggiunto questi punti di forza dei carri armati proposti. Ad esempio, la 1a Divisione Corazzata sbarcò in Francia, nel 1940, con 114 carri armati leggeri e 143 incrociatori. La 2a divisione corazzata, prima di essere schierata in Medio Oriente alla fine del 1940, raggiunse il picco di una forza di 256 carri armati leggeri e 54 incrociatori. Nel 1942, una divisione doveva essere composta da 13.235 uomini con 230 carri armati, di cui 183 sarebbero stati incrociatori e il resto sarebbe stato di supporto, insieme a circa 3.000 altri veicoli e 48 cannoni da campo. Per gli ultimi due anni di guerra, lo stabilimento era fissato a 14.964 uomini, 246 carri armati medi, 63 carri armati leggeri, 27 carri armati semoventi antiaerei Crusader, 27 carri armati che erano attrezzati come posti di osservazione dell'artiglieria, 24 cannoni da campo, 24 cannoni da campo semoventi, 54 cannoni anticarro e 24 cannoni anticarro semoventi . Nel luglio 1944, ad esempio, le Guardie, la 7a e l' 11a divisione corazzata avevano tutte una media di 250 carri armati medi. Le Guardie avevano 15.600 uomini, il 7° 15.100 e l'11° 14.400.

La prima organizzazione delle divisioni corazzate comprendeva due brigate corazzate (con sei reggimenti corazzati ) e un gruppo di supporto di due battaglioni di fanteria, ingegneri da combattimento e artiglieria. L'intento della divisione era quello di sfruttare le lacune nella linea del fronte avversaria create dalle divisioni di fanteria. Le divisioni corazzate erano considerate "pesanti di carri armati", a causa della mancanza di supporto di fanteria a guardia dei carri armati. Ci sono volute ripetute battute d'arresto durante la campagna del deserto occidentale prima che si verificasse un'importante riorganizzazione. Nel 1942, la divisione si era evoluta per essere basata su una brigata corazzata contenente tre reggimenti corazzati e un battaglione di fanteria motorizzata, il gruppo di supporto fu sostituito da una brigata di fanteria di tre battaglioni e armi di supporto aggiuntive furono assegnate come risorse della divisione. Tuttavia, la dottrina imponeva ancora all'artiglieria, alla fanteria e ai carri armati di combattere battaglie separate. L'artiglieria ingaggerebbe cannoni anticarro avversari; la fanteria si sarebbe assicurata il terreno catturato o avrebbe fornito protezione sui fianchi in un terreno ristretto; ei carri armati sarebbero andati avanti per distruggere i carri armati nemici e interrompere le linee di comunicazione opposte . La divisione, invece di sfruttare le lacune, si ritroverebbe ad essere sempre più utilizzata come ariete per sfondare la prima linea nemica. Le divisioni corazzate differivano nel modo in cui erano organizzate tra quelle schierate nell'Europa nord-occidentale nel giugno 1944 e quelle operanti in Italia. In Italia, i reggimenti di ricognizione della divisione erano equipaggiati con autoblindo, mentre i reggimenti di ricognizione di quelli assegnati a combattere nell'Europa nord-occidentale erano equipaggiati principalmente con carri armati Cromwell . In Italia, a partire dal giugno 1944, la componente di fanteria fu ampliata con una seconda brigata di fanteria che veniva integrata o assegnata a seconda delle necessità. Le divisioni assegnate all'Europa nordoccidentale non avevano questo aumento di fanteria e ci vollero ulteriori battute d'arresto prima che i pianificatori militari decidessero che i carri armati e la fanteria dovevano lavorare più strettamente insieme. A partire dal luglio 1944, un reggimento corazzato (compreso il reggimento di ricognizione) fu accoppiato con uno dei battaglioni di fanteria della divisione (tre della brigata di fanteria e un battaglione di fanteria motorizzata assegnato alla brigata corazzata) per attuare questo cambiamento, sebbene sulla carta essi mantenuto la struttura di brigata separata esistente.

Divisioni corazzate
Nome della formazione Formazione esistente o data di creazione La formazione della data ha cessato di esistere Insegne divisionali Località servite Campagne notevoli Appunti Fonti)
Divisione corazzata delle guardie 17 giugno 1941 12 giugno 1945 Guardie blindate.svg Regno Unito, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania Normandia, avanzata alleata da Parigi al Reno, operazione Market Garden, invasione della Germania da parte degli alleati occidentali La divisione fu riorganizzata come Divisione delle Guardie il 12 giugno 1945.
1a divisione corazzata Esistente 11 gennaio 1945 1a Div.svg corazzata Regno Unito, Francia, Egitto, Italo-Libia, Tunisia, Italia Battaglia di Francia, deserto occidentale, tunisino, italiano Il 5 aprile 1943, la divisione fu ribattezzata 1a divisione corazzata britannica, per distinguerla dalla sua controparte americana . Il 26 ottobre 1944, la divisione cessò di essere una formazione operativa prima di essere sciolta l'11 gennaio 1945.
2a divisione corazzata 15 dicembre 1939 10 maggio 1941 2a divisione corazzata britannica.svg Regno Unito, Egitto, Italo-Libia deserto occidentale L'8 aprile 1941, il quartier generale della divisione fu catturato durante un'offensiva dell'Asse . Le unità sopravvissute furono riassegnate e la divisione fu ufficialmente sciolta il 10 maggio 1941.
6a divisione corazzata 12 settembre 1940 N / A 6a divisione corazzata flash.svg Regno Unito, Tunisia, Italia, Austria tunisino, italiano La divisione pose fine alla guerra in Austria.
7a divisione corazzata Esistente N / A 7a armata div (3).svg Egitto, Italia-Libia, Tunisia, Italia, Regno Unito, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania Deserto occidentale, tunisino, italiano, Normandia, Avanzata alleata da Parigi al Reno, Invasione alleata occidentale della Germania Allo scoppio della seconda guerra mondiale, la divisione fu ribattezzata Divisione Mobile in Divisione Corazzata (Egitto); il 16 febbraio 1940 divenne la 7a divisione corazzata. Si è conclusa la guerra in Germania. Vengono mostrate le insegne della divisione utilizzate durante gli ultimi due anni di guerra.
8a divisione corazzata 4 novembre 1940 1 gennaio 1943 8ArmDiv.png Regno Unito, Egitto Non vedeva il combattimento come una divisione Dopo l'arrivo in Egitto, la divisione non ha mai operato come un'unica entità. Il quartier generale della divisione e gli elementi delle truppe della divisione presero parte alla seconda battaglia di El Alamein . La divisione fu sciolta il 1 gennaio 1943 in Egitto, in modo che le sue forze potessero essere disperse in altre formazioni per assicurarsi che rimanessero in forze.
9a divisione corazzata 1 dicembre 1940 31 luglio 1944 9armd div.jpg UK Non ho visto il combattimento La divisione fu sciolta il 31 luglio 1944.
10a divisione corazzata 1 agosto 1941 15 giugno 1944 10a divisione corazzata (2).svg Palestina, Egitto, Siria deserto occidentale La divisione è stata formata dalla ridenominazione e riorganizzazione della 1a divisione di cavalleria . Fu sciolto in Egitto il 15 giugno 1944.
11a divisione corazzata 9 marzo 1941 N / A 11a divisione corazzata (Regno Unito) Insignia.svg Regno Unito, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania Normandia, avanzata alleata da Parigi al Reno, invasione alleata occidentale della Germania La divisione pose fine alla guerra in Germania.
42a divisione corazzata 1 novembre 1941 17 ottobre 1943 42nf inf (armd) divisione WW2.svg UK Non ho visto il combattimento La divisione è stata formata dalla riorganizzazione della 42a divisione di fanteria (East Lancashire) . Fu sciolto il 17 ottobre 1943.
79a divisione corazzata 14 agosto 1942 N / A 79a divisione corazzata badge.jpg Regno Unito, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania Non doveva agire come un'unica entità. Le unità della divisione hanno assistito al combattimento nell'operazione Overlord e nell'invasione della Germania da parte degli alleati occidentali . Nell'aprile 1943, la divisione fu incaricata dello sviluppo di carri armati specializzati (" Hobart's Funnies ") e del loro utilizzo. La divisione si schierò in Francia come parte dell'operazione Overlord, dove le sue unità furono assegnate ad altre formazioni secondo necessità mentre la divisione mantenne il comando e il controllo amministrativo. Si è conclusa la guerra in Germania.

Cavalleria

Elementi della divisione di pattuglia, 1941

Prima dello scoppio della guerra, l'esercito britannico ha promesso alle loro controparti francesi che il BEF avrebbe contenuto almeno una divisione di cavalleria che sarebbe stata inviata entro sei mesi dallo scoppio della guerra. La divisione sarebbe stata formata dopo l'inizio delle ostilità, da reggimenti dell'esercito territoriale che si sarebbero coalizzati. L'establishment bellico era fissato a 11.097 uomini, 6.081 cavalli e 1.815 veicoli distribuiti tra tre brigate, ciascuna contenente tre reggimenti di cavalleria. La divisione era principalmente equipaggiata con fucili e supportata da 203 mitragliatrici leggere, 36 mitragliatrici medie e 48 cannoni da campo. Per la protezione anticarro, lo stabilimento ha richiesto 247 fucili anticarro . Essendo l'unico tipo di divisione a includere i cavalli, era necessario disporre di tre sezioni mobili del Royal Army Veterinary Corps . La dottrina prevedeva che la divisione fosse fanteria a cavallo: spostandosi da un posto all'altro a cavallo, e poi smontando per ingaggiare le forze avversarie.

Divisioni di cavalleria
Nome della formazione Data formata La formazione della data ha cessato di esistere Insegne divisionali Località servite Campagne notevoli Appunti Fonti)
1a divisione di cavalleria 31 ottobre 1939 1 agosto 1941 N / A Regno Unito, Francia, Palestina, Transgiordania, Iraq, Siria Non vedeva il combattimento come una divisione Il 1 ° agosto 1941, la divisione fu ribattezzata e riorganizzata come 10a divisione corazzata .

contea

Un soldato in piedi accanto alla guerra spinata si affaccia sul mare
Un fante, in piedi tra il filo spinato delle difese della spiaggia, si affaccia sul Canale della Manica .

Nel 1940, dopo la battaglia di Francia, il Regno Unito si preparò per una potenziale invasione dell'Asse . Con il passare dell'anno, le dimensioni dell'esercito aumentò rapidamente. I battaglioni di fanteria di nuova formazione furono raggruppati per creare le divisioni di contea . Queste formazioni erano forti di circa 10.000 uomini e furono assegnate alla difesa delle coste dei settori minacciati del paese e all'artiglieria costiera . Queste divisioni erano in gran parte immobili e mancavano di risorse divisionali come artiglieria, ingegneri e forze di ricognizione . Ciò ha consentito alle divisioni di fanteria di essere liberate da tali doveri e di formare una riserva nell'entroterra per contrattaccare le forze nemiche.

Queste formazioni mantennero il loro ruolo di difesa costiera, anche dopo l' invasione tedesca dell'Unione Sovietica nel giugno 1941; I pianificatori militari britannici hanno riconosciuto che se l'Unione Sovietica crollasse, la Germania potrebbe facilmente trasferire forze sostanziali a ovest. Questa minaccia percepita si placò alla fine del 1941, con l'arrivo del clima autunnale e invernale e insieme alla produzione di nuove attrezzature per l'esercito britannico. Quest'ultimo ha permesso al War Office di adottare misure per bilanciare meglio l'esercito, con la creazione di armature aggiuntive e unità di forze speciali. Di conseguenza, le divisioni di contea furono sciolte o rinominate.

Divisioni di contea
Nome della formazione Data formata La formazione della data ha cessato di esistere Insegne divisionali Località servite Campagne notevoli Appunti Fonti)
Divisione della contea di Devon e Cornovaglia 28 febbraio 1941 1 dicembre 1941 Insegne della divisione della contea della Cornovaglia vector.svg UK Non ho visto il combattimento Il 1 ° dicembre 1941, la divisione fu ribattezzata 77a divisione di fanteria .
Divisione della contea di Dorset 24 febbraio 1941 31 dicembre 1941 Insignia.svg della divisione della contea di Dorset UK Non ho visto il combattimento La divisione prese per la prima volta il comando delle unità il 24 aprile 1941, cessò di funzionare il 24 novembre 1941 e fu sciolta il 31 dicembre 1941.
Divisione della contea di Durham e North Riding 12 marzo 1941 1 dicembre 1941 Divisione della contea di Durham - vector.svg UK Non ho visto il combattimento La divisione fu ribattezzata Durham e North Riding Coastal Area il 1 ° dicembre 1941 e cessò di agire come divisione.
Divisione della contea di Essex 18 febbraio 1941 7 ottobre 1941 Divisione della contea di Essex - vector.svg UK Non ho visto il combattimento Formata dalla ridenominazione della divisione della contea del West Sussex, la divisione fu sciolta il 7 ottobre 1941.
Divisione della contea dell'Hampshire 28 febbraio 1941 31 dicembre 1941 Insegne della divisione della contea dell'Hampshire.jpg UK Non ho visto il combattimento La divisione è stata formata dalla ridenominazione del comando dell'area dell'Hampshire, ha cessato di funzionare come divisione il 25 novembre 1941 ed è stata sciolta il 31 dicembre 1941.
Divisione della contea di Lincolnshire 24 febbraio 1941 31 dicembre 1941 Lincolnshire County Division Insignia.jpg UK Non ho visto il combattimento La divisione divenne operativa il 27 marzo 1941, cessò di funzionare come divisione il 25 novembre 1941 e fu sciolta il 31 dicembre 1941.
Divisione della contea di Norfolk 24 dicembre 1940 18 novembre 1941 N / A UK Non ho visto il combattimento La divisione fu ribattezzata 76a divisione di fanteria il 18 novembre 1941. Non è noto se la divisione avesse un'insegna o se usasse le insegne indossate dopo essere diventata la 76a divisione di fanteria.
Divisione della contea di Northumberland 24 febbraio 1941 21 dicembre 1941 Divisione della contea della Northumbria -vector.svg UK Non ho visto il combattimento La divisione cessò di funzionare come divisione il 1 ° dicembre 1941 e fu sciolta il 21 dicembre 1941.
Divisione della contea del Sussex occidentale 9 novembre 1940 18 febbraio 1941 Contea di Westsussex.svg UK Non ho visto il combattimento La divisione si formò quando " Brocforce ", una formazione ad hoc basata su un battaglione di fanteria e armi di supporto, fu ribattezzata. La divisione fu ribattezzata Essex County Division il 18 febbraio 1941.
Divisione della contea dello Yorkshire 24 febbraio 1941 1 dicembre 1941 Divisione della contea dello Yorkshire - vector.svg UK Non ho visto il combattimento La divisione divenne operativa il 19 marzo 1941, fu ribattezzata East Riding District il 1 ° dicembre 1941 e cessò di funzionare come divisione.

Fanteria

Fanteria britannica in movimento, insieme alle Universal Carriers, 1945

La fanteria era la spina dorsale dell'esercito britannico e doveva essere mobile e con un'artiglieria integrata sufficiente per essere in grado di superare le forze avversarie. All'inizio della guerra, la fanteria era divisa in due classi: divisioni di fanteria e divisioni motorie. Ogni divisione di fanteria aveva tre brigate di fanteria e tre reggimenti di artiglieria. Nel 1939, queste divisioni avevano uno stabilimento di 13.863 uomini, 72 cannoni da campo e 2.993 veicoli. La divisione motori aveva due brigate di fanteria motorizzata e due reggimenti di artiglieria, con una struttura di 10.136 uomini, 48 cannoni da campo e 2.326 veicoli. L'uso offensivo previsto della divisione di fanteria era quello di penetrare la linea difensiva del nemico, con il supporto di carri armati di fanteria di brigate di carri armati indipendenti. Qualsiasi divario creato sarebbe quindi sfruttato dalle divisioni corazzate e il successivo territorio catturato sarebbe stato assicurato dalle divisioni motorie più veloci e mobili. La divisione motori, pur essendo in grado di trasportare tutta la sua fanteria, era più debole della divisione di fanteria a causa della ridotta quantità di manodopera e potenza di fuoco. Dopo la battaglia di Francia, l'esercito britannico ha implementato le lezioni apprese dalla campagna in Francia, che includeva la decisione di basare la divisione standard su tre brigate e l'abbandono del concetto di divisione motoria. Questo cambiamento vide lo scioglimento di quattro divisioni di fanteria per riassegnare le truppe alle precedenti divisioni motorie.

L'esercito era diviso in due rami: la forza professionale a tempo pieno dei regolari e l'esercito territoriale part-time. Entrambi i rami hanno mantenuto le divisioni. Nel 1939, il ruolo previsto dell'esercito territoriale doveva essere l'unico metodo per espandere le dimensioni dell'esercito (in contrasto con la creazione dell'esercito di Kitchener durante la prima guerra mondiale ). Tutti i membri dell'esercito territoriale dovevano assumersi l'obbligo di servizio generale: se il governo britannico avesse deciso, i soldati territoriali avrebbero potuto essere schierati all'estero per il combattimento. Ciò ha evitato le complicazioni della Forza territoriale dell'era della prima guerra mondiale, i cui membri inizialmente non erano tenuti a lasciare la Gran Bretagna a meno che non si fossero offerti volontari per il servizio all'estero. Le divisioni dell'esercito territoriale prebellico erano chiamate "la prima linea". Prima dello scoppio della seconda guerra mondiale, alle formazioni di prima linea fu ordinato di creare nuove formazioni in un processo chiamato "duplicazione"; le nuove formazioni furono chiamate "la seconda linea". I pianificatori intendevano che le formazioni di prima linea reclutassero nei loro stabilimenti (aiutati da un aumento della paga, dall'eliminazione delle restrizioni alla promozione che avevano ostacolato il reclutamento precedente, dalla costruzione di baracche di migliore qualità e da un aumento delle razioni di cena ) e quindi formassero la seconda -formazioni di linea da quadri attorno alle quali le divisioni potrebbero essere ampliate.

Nel 1941, le divisioni furono divise tra l'essere elencate come formazioni di stabilimento superiore e quelle di stabilimento inferiore. I primi erano destinati al dispiegamento all'estero e al combattimento, mentre i secondi erano limitati alla difesa domestica in un ruolo statico e di dimensioni ridotte. Nel 1941, una divisione doveva avere 17.298 uomini, equipaggiati principalmente con fucili. Dovevano essere integrati da 451 mitragliatrici, 768 mitragliatrici leggere, 48 mitragliatrici medie, 218 mortai, 72 cannoni da campo, 48 cannoni anticarro, 48 cannoni antiaerei e 4.166 veicoli. Nel 1944, lo stabilimento fu aumentato di 18.347 uomini, 6.525 mitragliatrici, 1.162 mitragliatrici leggere, 359 mortai, 436 armi anticarro PIAT, 72 cannoni da campo, 110 cannoni anticarro e 4.330 veicoli. Sul totale complessivo degli uomini all'interno della divisione, circa 7.000 erano fanteria in prima linea e il resto assegnato alle varie armi e servizi di supporto della divisione. La forza complessiva di una divisione potrebbe variare considerevolmente. Ad esempio, durante l' assedio di Tobruk nel 1941, la 70a divisione di fanteria era forte di 28.000 uomini; nel giugno 1944, la forza totale combinata delle restanti cinque divisioni di stabilimento inferiore era di 17.845 uomini; e nel luglio 1944, la 15a divisione di fanteria (scozzese) di istituzione superiore era composta da 16.970 uomini.

Nel 1942, l'esercito britannico sperimentò il formato delle loro formazioni di fanteria. Molti furono convertiti in "divisioni miste" tramite la rimozione di una brigata di fanteria e al loro posto fu assegnata una brigata di carri armati. Il concetto è stato ritenuto non riuscito e abbandonato l'anno successivo. Durante il 1943, il Ministero della Guerra intendeva fornire all'esercito otto brigate di carri armati (dotati di carri armati di fanteria). Si tratterebbe di una risorsa a livello di corpo che potrebbe quindi essere assegnata alle divisioni di fanteria secondo necessità. A causa della mancanza di produzione di carri armati di fanteria, erano disponibili solo tre di queste brigate. Tuttavia, furono formate diverse brigate corazzate indipendenti (equipaggiate con il carro medio Sherman M4 ). Le brigate corazzate indipendenti furono utilizzate allo stesso modo delle brigate di carri armati. Nell'Europa nord-occidentale, le divisioni di fanteria avevano accesso a carri armati specializzati della 79a divisione corazzata. Queste formazioni di carri armati sarebbero state attaccate alla divisione di fanteria secondo necessità.

Divisioni di fanteria
Nome della formazione Esistente o data di creazione La formazione della data ha cessato di esistere Insegne divisionali Località servite Campagne notevoli Ramo Appunti Fonti)
Divisione Guardie 12 giugno 1945 N / A Guardie blindate.svg Europa nord-occidentale Non ho visto il combattimento Esercito regolare La divisione si è formata in Germania a seguito della riorganizzazione della Divisione Corazzata delle Guardie .
1a divisione di fanteria Esistente N / A 1a divisione di fanteria segno WW2.svg Regno Unito, Francia, Belgio, Tunisia, Italia, Palestina Battaglia di Francia, tunisino, italiano Esercito regolare La divisione pose fine alla guerra in Palestina. Viene mostrata la prima insegna della divisione.
1a divisione (africana). 24 luglio 1940
20 agosto 1941
24 novembre 1940
23 novembre 1941
11a (Africa) division.svg Kenya britannico, Somaliland italiano, Abissinia Non ho visto il combattimento Esercito regolare La divisione è stata sollevata da uomini reclutati in Nigeria e nelle colonie britanniche dell'Africa orientale. La divisione fu ribattezzata 11a divisione (africana) il 24 novembre 1940. Fu riformata in Kenya il 20 agosto 1941 e sciolta nuovamente il 23 novembre 1941.
1a divisione londinese Esistente N / A 56 inf div -vector.svg Regno Unito, Iraq, Palestina, Tunisia, Italia, Egitto, Italo-Libia tunisino, italiano Esercito territoriale di prima linea All'inizio della guerra, la divisione era una divisione motori. Divenne una divisione di fanteria nel luglio 1940 e fu ribattezzata 56a divisione di fanteria (Londra) il 16 novembre 1940. pose fine alla guerra in Italia.
2a divisione di fanteria Esistente N / A 2a divisione di fanteria britannica.svg Regno Unito, Francia, Belgio, India britannica, Birmania Battaglia di Francia, Battaglia di Kohima, Campagna di Birmania 1944–45 Esercito regolare La divisione pose fine alla guerra in India.
2a divisione (africana). 19 luglio 1940 24 novembre 1940 12° africano.svg Africa orientale, Somalia italiana, Abissinia Non ho visto il combattimento Esercito regolare La divisione è stata sollevata da uomini reclutati nella Gold Coast e nelle colonie britanniche dell'Africa orientale. La divisione fu ribattezzata 12a divisione (africana) il 24 novembre 1940.
2a divisione londinese Esistente N / A 47a div.svg UK Non ho visto il combattimento Esercito territoriale di seconda linea La divisione è stata costituita come il duplicato della 1a divisione londinese . All'inizio della guerra era una divisione motori. Divenne una divisione di fanteria nel giugno 1940 e fu ribattezzata 47a divisione di fanteria (Londra) il 21 novembre 1940. Nel dicembre 1941 divenne una divisione di stabilimento inferiore. Fu sciolto il 31 agosto 1944 e riformato il 1 settembre come 47a divisione di fanteria (riserva), una formazione di addestramento.
3a divisione di fanteria Esistente N / A 3a divisione di fanteria britannica2.svg Regno Unito, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania Battaglia di Francia, Normandia, avanzata alleata da Parigi al Reno, invasione della Germania da parte degli alleati occidentali Esercito regolare La divisione pose fine alla guerra in Germania.
4a divisione di fanteria Esistente N / A 4a div (1).svg Regno Unito, Francia, Belgio, Tunisia, Egitto, Italia, Grecia Battaglia di Francia, tunisina, italiana, guerra civile greca Esercito regolare Viene mostrata la prima insegna della divisione. La divisione pose fine alla guerra in Grecia.
5a divisione di fanteria Esistente N / A 5 inf div -vector.svg Regno Unito, Francia, Belgio, India britannica, Iraq, Iran, Siria, Egitto, Italia, Palestina, Germania Battaglia di Francia, invasione alleata della Sicilia, italiana, invasione alleata occidentale della Germania Esercito regolare La divisione pose fine alla guerra in Germania.
6a divisione di fanteria 3 novembre 1939
17 febbraio 1941
17 giugno 1940
10 ottobre 1941
6a divisione di fanteria britannica della seconda guerra mondiale.svg Egitto, Palestina, Grecia, Siria, Italo-Libia Battaglia di Creta, Siria-Libano, Assedio di Tobruk Esercito regolare La divisione fu formata dalla ridenominazione della 7a divisione di fanteria . Cessò di esistere il 17 giugno 1940 e fu poi riformata il 17 febbraio 1941. La divisione fu ribattezzata 70a divisione di fanteria il 10 ottobre 1941.
7a divisione di fanteria Esistente 3 novembre 1939 N / A Palestina, Egitto Non ho visto il combattimento Esercito regolare La divisione fu ribattezzata 6a divisione di fanteria il 3 novembre 1939.
8a divisione di fanteria Esistente
il 2 giugno 1942
3 novembre 1939
31 ottobre 1943
8a divisione di fanteria WW2.svg Palestina, Siria Non ho visto il combattimento Esercito regolare La divisione esistente fu sciolta il 28 febbraio 1940. Una nuova 8a divisione, soprannominata "8a divisione (Siria)", fu costituita il 2 giugno 1942. Era una formazione di sicurezza interna ed era composta principalmente da personale amministrativo. La divisione riformata fu sciolta il 31 ottobre 1943
9a divisione di fanteria (Highland). Esistente 7 agosto 1940 9a Divisione ww1.jpg UK Non ho visto il combattimento Esercito territoriale di seconda linea La divisione è stata costituita come il duplicato della 51a divisione di fanteria (Highland) . Il 7 agosto 1940, la divisione fu ribattezzata 51a divisione di fanteria (Highland).
11a divisione (africana). 24 novembre 1940 26 luglio 1941 11a (Africa) division.svg Kenya britannico, Somaliland italiano, Abissinia Africa orientale Esercito regolare La divisione si è formata quando la 1a divisione (africana) è stata rinominata
11a divisione (Africa orientale). 15 febbraio 1943 N / A 11a divisione EA (1).svg Africa orientale, Ceylon, Birmania, India britannica Birmania Esercito regolare La divisione era formata da uomini reclutati in Kenya, Rhodesia del Nord, Nyasaland, Tanganica e Uganda . Viene mostrata la prima insegna della divisione. La divisione pose fine alla guerra in India
12a divisione (africana). 24 novembre 1940 18 aprile 1943 12° africano.svg Africa orientale, Somalia italiana, Abissinia Africa orientale Esercito regolare La divisione fu costituita quando la 2a divisione (africana) fu rinominata e fu sciolta il 18 aprile 1943.
12a divisione di fanteria (orientale). 10 ottobre 1939 11 luglio 1940 12a divisione di fanteria britannica WW2.svg Regno Unito, Francia Battaglia di Francia Esercito territoriale di seconda linea Duplicato della 44a divisione di fanteria (contee nazionali), la divisione fu sciolta l'11 luglio 1940, dopo essere tornata nel Regno Unito.
12a Divisione (SDF) 11 luglio 1942 12 gennaio 1945 12a divisione di fanteria britannica WW2.svg Italo-Libia Non ho visto il combattimento Esercito regolare La divisione è stata formata dalla ridenominazione della 1a Brigata delle Forze di Difesa del Sudan e ha servito come forza di sicurezza sulle linee di comunicazione dietro l' Ottava Armata . Il 12 gennaio 1945, la formazione perse il titolo di divisione quando fu ribattezzata Sudan Defense Force Group (Nord Africa). Un diamante bianco è stato utilizzato come insegna della divisione ed è stato potenzialmente indossato insieme alle insegne delle forze di difesa del Sudan .
15a divisione di fanteria (scozzese). Esistente N / A 15 inf div.jpg Regno Unito, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania Normandia, avanzata alleata da Parigi al Reno, invasione alleata occidentale della Germania Esercito territoriale di seconda linea La divisione si formò come duplicato della 52a divisione di fanteria (di pianura) e pose fine alla guerra in Germania.
18a divisione di fanteria 30 settembre 1939 15 febbraio 1942 18 inf div -vector.svg Regno Unito, India britannica, Malesia, Singapore Battaglia di Singapore Esercito territoriale di seconda linea La divisione è stata costituita come il duplicato della 54a divisione di fanteria (East Anglian) . Il 15 febbraio 1942, dopo la battaglia di Singapore, e il suo personale furono fatti prigionieri .
23a Divisione (Northumbra). 2 ottobre 1939 30 giugno 1940 23a (Northumbrian) Divisione di formazione sign.svg Regno Unito, Francia Battaglia di Francia Esercito territoriale di seconda linea La divisione fu formata come duplicato della 50a divisione di fanteria (northumbra) e fu sciolta il 30 giugno 1940 dopo il suo ritorno nel Regno Unito.
36a divisione di fanteria 1 settembre 1944 N / A 36 inf div -vector.svg Birmania, India britannica Birmania Esercito regolare La divisione è stata formata dalla ridesignazione della 36a divisione di fanteria indiana e ha posto fine alla guerra in India.
38a divisione di fanteria (gallese). 18 settembre 1939
1 settembre 1944
15 agosto 1944
N/A
38 inf div -vector.svg UK Non ho visto il combattimento Esercito territoriale di seconda linea La divisione fu formata come duplicato della 53a divisione di fanteria (gallese) . La divisione fu collocata in uno stabilimento inferiore il 1 ° dicembre 1941 e fu sciolta il 15 agosto 1944. Fu riformata come 38a divisione di fanteria (riserva), una formazione di addestramento per sostituire la sciolta 80a divisione di fanteria (riserva), il 1 settembre 1944 .
42a divisione di fanteria (Lancashire orientale). Esistente 1 novembre 1941 42nf inf (armd) divisione WW2.svg Regno Unito, Francia, Belgio Battaglia di Francia Esercito territoriale di prima linea Il 1 ° novembre 1941, la divisione fu ribattezzata e riorganizzata come 42a divisione corazzata .
43a divisione di fanteria (Wessex). Esistente N / A 43 inf div -vector.svg Regno Unito, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania Normandia, avanzata alleata da Parigi al Reno, operazione Market Garden, invasione della Germania da parte degli alleati occidentali Esercito territoriale di prima linea La divisione pose fine alla guerra in Germania.
44a divisione di fanteria (contee di origine). Esistente 31 gennaio 1943 44InfDiv.png Regno Unito, Francia, Egitto Battaglia di Francia, seconda battaglia di El Alamein Esercito territoriale di prima linea La divisione fu sciolta in Egitto, in modo che le sue forze potessero essere disperse in altre formazioni per assicurarsi che rimanessero in forze.
45a divisione di fanteria Esistente N / A 45 inf div -vector.svg UK Non ho visto il combattimento Esercito territoriale di seconda linea La divisione fu costituita come duplicato della 43a divisione di fanteria (Wessex) . Fu collocata nell'establishment inferiore nel dicembre 1941 e fu sciolta il 30 agosto 1944. Fu riformata come 45a divisione (Holding) il 1 settembre, per sostituire la 77a divisione (Holding) e fu ribattezzata 45a divisione su 1 dicembre 1944.
46a divisione di fanteria 2 ottobre 1939 N / A 46 inf div -vector.svg Regno Unito, Francia, Tunisia, Italia, Egitto, Palestina, Grecia, Austria Battaglia di Francia, tunisina, italiana, guerra civile greca Esercito territoriale di seconda linea La divisione fu costituita come duplicato della 49a divisione di fanteria (West Riding) e pose fine alla guerra in Austria.
48a divisione di fanteria (South Midland). Esistente N / A 48 inf div -vector.svg Regno Unito, Francia, Belgio Battaglia di Francia Esercito territoriale di prima linea La divisione fu collocata nello stabilimento inferiore nel novembre 1941. Il 20 dicembre 1942 fu ribattezzata 48a divisione di fanteria (riserva), una formazione di addestramento.
49a divisione di fanteria (West Riding). Esistente N / A 49a divisione di fanteria 3a pattern.svg Regno Unito, Islanda, Francia, Belgio, Paesi Bassi Normandia, avanzata alleata da Parigi al Reno, invasione alleata occidentale della Germania Esercito territoriale di prima linea La divisione divenne "Alabastro Force", per l' occupazione dell'Islanda . Al ritorno nel Regno Unito, nel 1942, fu riformata come 49a divisione di fanteria (West Riding). Si è conclusa la guerra nei Paesi Bassi, sotto il comando canadese .
50a divisione di fanteria (nordumbra). Esistente N / A 50 inf div -vector.svg Regno Unito, Francia, Belgio, Egitto, Cipro, Iraq, Siria, Italo-Libia, Tunisia, Italia, Norvegia Battaglia di Francia, Deserto occidentale, Tunisia, Invasione alleata della Sicilia, Normandia, Invasione alleata occidentale della Germania Esercito territoriale di prima linea La divisione iniziò la guerra come divisione automobilistica e fu riorganizzata come divisione di fanteria nel giugno 1940. Il 16 dicembre 1944, dopo essere stata ritirata dall'Europa, la divisione fu ribattezzata 50a divisione di fanteria (riserva), una formazione di addestramento. Il 1 ° agosto 1945, il quartier generale della divisione si trasferì in Norvegia e divenne British Land Forces Norway.
51a divisione di fanteria (Highland). Esistente
7 agosto 1940
N / A 51 inf div -vector.svg Regno Unito, Francia, Belgio, Egitto, Italia-Libia, Tunisia, Italia, Paesi Bassi, Germania Battaglia di Francia, Deserto occidentale, Tunisino, Invasione alleata della Sicilia, Italiano, Normandia, Avanzata alleata da Parigi al Reno, Invasione alleata occidentale della Germania Esercito territoriale di prima linea La divisione fu catturata in Francia nel 1940 e poi riformata il 7 agosto 1940 dalla ridenominazione della 9a divisione di fanteria (Highland) nel Regno Unito. La divisione pose fine alla guerra in Germania.
52a divisione di fanteria (di pianura). Esistente N / A 52 inf div -vector.svg Regno Unito, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania Avanzata alleata da Parigi al Reno, invasione alleata occidentale della Germania Esercito territoriale di prima linea La divisione fu schierata in Francia per sette giorni, nel giugno 1940, in seguito all'evacuazione di Dunkerque . Al ritorno nel Regno Unito, la divisione si è riqualificata come divisione di montagna e poi riqualificata per le operazioni di atterraggio. La divisione non operava in nessuno dei due ruoli e fu schierata nell'ottobre 1944 come divisione di fanteria. Si è conclusa la guerra in Germania.
53a divisione di fanteria (gallese). Esistente N / A 53 inf div -vector.svg Regno Unito, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Germania Normandia, avanzata alleata da Parigi al Reno, invasione alleata occidentale della Germania Esercito territoriale di prima linea La divisione pose fine alla guerra in Germania.
54a divisione di fanteria (Anglia orientale). Esistente 14 dicembre 1943 54 inf div -vector.svg UK Non ho visto il combattimento Esercito territoriale di prima linea La divisione fu collocata nell'establishment inferiore nel gennaio 1942 e fu sciolta il 14 dicembre 1943.
55a divisione di fanteria (West Lancashire). Esistente N / A 55 inf div -vector2.svg UK Non ho visto il combattimento Esercito territoriale di prima linea La divisione era una divisione motori all'inizio della guerra e fu riorganizzata come formazione di fanteria nel giugno 1940. Fu collocata nell'establishment inferiore nel gennaio 1942 e innalzata allo stabilimento superiore nel maggio 1944. La divisione fu successivamente prosciugata di manodopera fino a quando non esisteva più, ma il nome fu mantenuto a scopo di inganno .
59a divisione di fanteria (Staffordshire). 15 settembre 1939 19 ottobre 1944 59 inf div -vector.svg Regno Unito, Francia Normandia Esercito territoriale di seconda linea La divisione è stata costituita come un duplicato della 55a divisione di fanteria (West Lancashire) . Iniziò la guerra come divisione motori, e fu riorganizzata come divisione di fanteria nel giugno 1940. Alla fine della campagna di Normandia, la divisione fu smembrata per fornire rinforzi ad altre formazioni. Il quartier generale della divisione fu posto in "animazione sospesa" il 19 ottobre 1944 e non fu mai riformato.
61a divisione di fanteria Esistente N / A 61 inf div -vector.svg UK Non ho visto il combattimento Esercito territoriale di seconda linea La divisione è stata costituita come il duplicato della 48a divisione di fanteria (South Midland) . Il quartier generale della divisione fu schierato in Norvegia, durante la campagna norvegese, sebbene la divisione stessa non fosse stata schierata. Nell'agosto 1945 la divisione fu riorganizzata come Divisione Leggera .
66a divisione di fanteria 27 settembre 1939 23 giugno 1940 66 inf div.svg UK Non ho visto il combattimento Esercito territoriale di seconda linea La divisione fu costituita come duplicato della 42a divisione di fanteria (East Lancashire) e fu sciolta il 23 giugno 1940.
70a divisione di fanteria 10 ottobre 1941 24 novembre 1943 6a divisione di fanteria britannica della seconda guerra mondiale.svg Italo-Libia, Egitto, India britannica Assedio di Tobruk Esercito regolare La divisione fu formata dalla ridenominazione della 6a divisione di fanteria . Nel settembre 1943, la divisione fu assegnata ai Chindit e iniziò a riorganizzare le sue forze in unità di penetrazione a lungo raggio. La divisione cessò di funzionare il 24 ottobre e fu sciolta il 24 novembre 1943.
76a divisione di fanteria 18 novembre 1941 1 settembre 1944 76a fanteria vector2.svg UK Non ho visto il combattimento Esercito regolare La divisione è stata formata come una formazione di stabilimento inferiore, dalla ridenominazione della divisione della contea di Norfolk . Il 20 dicembre 1942 fu ribattezzata 76a divisione di fanteria (riserva), una formazione di addestramento. Il 1 settembre 1944 la divisione fu sciolta.
77a divisione di fanteria 1 dicembre 1941 1 settembre 1944 77 inf div -vector.svg UK Non ho visto il combattimento Esercito regolare La divisione si è formata come una formazione di stabilimento inferiore, dalla ridenominazione della divisione della contea di Devon e Cornwall . Il 20 dicembre 1942 fu ribattezzata 77a divisione di fanteria (riserva), una formazione di addestramento. Il 1 ° dicembre 1943 fu ribattezzata 77a divisione di detenzione, un'organizzazione per trattenere, riqualificare e smistare temporaneamente il personale. La divisione fu sciolta il 1 settembre 1944.
78a divisione di fanteria 25 maggio 1942 N / A 78 inf div -vector.svg Regno Unito, Tunisia, Italia, Austria Tunisino, invasione alleata della Sicilia, italiano Esercito regolare La divisione pose fine alla guerra in Austria.
80a divisione di fanteria (riserva). 1 gennaio 1943 1 settembre 1944 British 80th Infantry (Riserva) Badge.svg UK Non ho visto il combattimento Esercito regolare La divisione si formò come formazione di formazione e fu sciolta il 1 settembre 1944.
81a divisione (Africa occidentale). 1 marzo 1943 N / A 81a Divisione WA.svg Nigeria, India britannica, Birmania Birmania Esercito regolare La divisione era formata da uomini reclutati in Nigeria, Gold Coast e Sierra Leone . Il nome originale della divisione, che durò tre giorni, era la 1a divisione (dell'Africa occidentale). La divisione pose fine alla guerra in India.
82a divisione (Africa occidentale). 1 agosto 1943 N / A 82a WA div.svg Nigeria, India britannica, Birmania Birmania Esercito regolare La divisione era formata da uomini reclutati in Nigeria, Gold Coast e Sierra Leone. La divisione pose fine alla guerra in Birmania.
Divisione Beauman 29 maggio 1940 giugno 1940 N / A Francia Battaglia di Francia Esercito regolare Divisione improvvisata formata dalle truppe disponibili per difendere Rouen e Dieppe e mancava dei consueti elementi di supporto divisionale. La divisione fu sciolta in seguito alla sua evacuazione dalla Francia, il 17 giugno 1940.
Divisione Royal Marines Agosto 1940 aprile 1943 116a brigata di fanteria RM.svg UK Non vedeva il combattimento come una divisione Royal Marines La divisione fu sciolta nell'aprile 1943 e gli uomini furono addestrati per equipaggiare mezzi da sbarco o si unirono ai Commandos e aiutarono a formare sei nuove unità della Royal Marine .
Divisione Y Febbraio 1943 16 marzo 1943 N / A Tunisia tunisino Esercito regolare Una formazione ad hoc si formò durante la campagna di Tunisia e si sciolse il 16 marzo 1943.

Guarda anche

Appunti

Note a piè di pagina

Citazioni

Riferimenti

  • Allport, Alan (2015). Browned Off e sanguinario: il soldato britannico va in guerra 1939–1945 . New Haven: Yale University Press. ISBN 978-0-30017-075-7.
  • Buckley, John (2006) [2004]. Armatura britannica nella campagna di Normandia 1944 . Londra: Taylor & Francis. ISBN 978-0-41540-773-1.
  • Maggiordomo, JRM (1957). Grande strategia: settembre 1939 - giugno 1941 . Storia della seconda guerra mondiale. vol. II. Londra: Ufficio di cancelleria di Sua Maestà. OCLC 1035320124 .
  • Ciambellano, Pietro; Ellis, Chris (1981) [1969]. Carri armati britannici e americani della seconda guerra mondiale: la storia illustrata completa di carri armati britannici, americani e del Commonwealth, carrozze a motore e veicoli per scopi speciali, 1939–1945 . New York: Arco Publishing Company. ISBN 978-0-85368-033-8.
  • Ciliegia, Niall (1999). Berretti rossi e croci rosse: la storia dei servizi medici nella 1a divisione aviotrasportata nella seconda guerra mondiale . Renkum, Paesi Bassi: RN Sigmond. ISBN 978-9-08047-181-8.
  • Churchill, Winston (2001). Gilbert, Martin (a cura di). I documenti di guerra di Churchill: la guerra in continua espansione . vol. 3. New York: WW Norton & Company. ISBN 978-0-39301-959-9.
  • Cole, Howard N. (1950). Heraldry in War: Formation Badges, 1939–1945 (3a ed.). Aldershot: Wellington Press. OCLC 224096091 .
  • Corvo, Duncan (1972). Formazioni corazzate britanniche e del Commonwealth (1919–46) . Serie AFV/armi. Windsor: Profile Publications Limited. ISBN 978-0-853-83081-8.
  • Daniell, David Scott (1957). Storia del reggimento del Surrey orientale . vol. IV. Londra: Ernest Benn. OCLC 220713666 .
  • Caro, Ian ; Piede, Michael Richard Daniell (2001). L'Oxford Companion alla seconda guerra mondiale . Oxford/New York: Oxford University Press. ISBN 978-0-19860-446-4.
  • Doherty, Richard (1993). Clear the Way!: Una storia della 38a brigata (irlandese), 1941–1947 . Blackrock, contea di Dublino: Irish Academic Press. ISBN 978-0-71652-542-4.
  • Ellis, Lionel F. (1954). Butler, JRM (a cura di). La guerra in Francia e nelle Fiandre 1939–1940 . Storia della seconda guerra mondiale, serie militare britannica. Londra: Ufficio di cancelleria di Sua Maestà. OCLC 1087882503 .
  • Ellis, Lionel F .; Allen, GRG; Warhurst, AE; Robb, James (2004) [1962]. Butler, JRM (a cura di). La vittoria in Occidente: la battaglia di Normandia . Storia della seconda guerra mondiale, serie militare britannica. vol. I. Londra: stampa navale e militare. ISBN 978-1-84574-058-0.
  • Flint, Keith (2004). Armatura aviotrasportata: tetrarca, locusta, Amilcare e il 6 ° reggimento di ricognizione corazzata aviotrasportata 1938–1950 . Solihull: Helion. ISBN 978-1-87462-237-6.
  • Quaranta, Giorgio (2013) [1998]. Compagno dell'esercito britannico 1939–1945 (ePub ed.). Stroud, Gloucestershire: Spellmount. ISBN 978-0-75095-139-5.
  • Fraser, David (1999) [1983]. E li scioccheremo: l'esercito britannico nella seconda guerra mondiale . Londra: Cassell militare. ISBN 978-0-30435-233-3.
  • Francese, David (2001) [2000]. Alzare l'esercito di Churchill: l'esercito britannico e la guerra contro la Germania 1919–1945 . Oxford: Oxford University Press. ISBN 978-0-19924-630-4.
  • Gibbs, NH (1976). Grande Strategia . Storia della seconda guerra mondiale. vol. I. Londra: Ufficio di cancelleria di Sua Maestà. ISBN 978-0-11630-181-9.
  • Goldstein, Erik; McKercher, Brian, eds. (2003). Potenza e stabilità: politica estera britannica, 1865–1965 . Diplomazia e artigianato. Londra: Routledge. ISBN 978-0-71468-442-0.
  • Harclerode, Peter (2006). Wings Of War - Guerra aviotrasportata 1918–1945 . Londra: Cassell. ISBN 978-0-30436-730-6.
  • Hart, Stephen Ashley (2007) [2000]. Crepe colossali: 21 ° gruppo dell'esercito di Montgomery nell'Europa nord-occidentale, 1944–45 . Mechanicsburg, Pennsylvania: Stackpole Books. ISBN 978-0-81173-383-0.
  • Holborn, Andrew (2010). La 56a brigata di fanteria e il D-Day: una brigata di fanteria indipendente e la campagna nell'Europa nord-occidentale 1944–1945 . Londra: Continuum International Publishing Group. ISBN 978-1-441-11908-7.
  • Holt, Taddeo (2004). Gli ingannatori: l'inganno militare alleato nella seconda guerra mondiale . New York: Scribner. ISBN 978-0-74325-042-9.
  • Jackson, GS (2006) [1945]. Operazioni dell'ottavo corpo d'armata: resoconto delle operazioni dalla Normandia al fiume Reno . Personale, 8 Corpo (MLRS ed.). Londra: St. Clements Press. ISBN 978-1-905696-25-3.
  • Jackson, William ; Gleave, TP (2004) [1986]. Butler, JRM (a cura di). Il Mediterraneo e il Medio Oriente: la vittoria nel Mediterraneo Parte II: da giugno a ottobre 1944 . Storia della serie militare del Regno Unito della seconda guerra mondiale. vol. VI. Londra: stampa navale e militare. ISBN 978-1-845-74071-9.
  • Joslen, HF (2003) [1990]. Ordini di battaglia: seconda guerra mondiale, 1939–1945 . Uckfield, East Sussex: stampa navale e militare. ISBN 978-1-84342-474-1.
  • Karslake, B. (1979). 1940 L'ultimo atto: la storia delle forze britanniche in Francia dopo Dunkerque . Londra: Leo Cooper. ISBN 978-0-85052-240-2.
  • Levy, James P. (2006). Appeasement e riarmo: Gran Bretagna, 1936–1939 . Lanham, Maryland: Rowman e Littlefield. ISBN 978-0-742-54537-3.
  • Lungo, Gavin Merrick (1953). Grecia, Creta e Siria . L'Australia nella guerra del 1939-1945, Serie 1 - Esercito. vol. II. Canberra: Australian War Memorial. OCLC 3134080 .
  • Signore, scogliera; Watson, Graham (2003). Il Royal Corps of Signals: Unit Histories of the Corps (1920–2001) e i suoi antecedenti . Midlands occidentali: Helion. ISBN 978-1-874622-07-9.
  • Messaggero, Carlo (1991). I commando: 1940–1946 . Londra: Grafton Books. ISBN 978-0-58621-034-5.
  • Messaggero, Carlo (1994). Per amore del reggimento 1915–1994 . Una storia della fanteria britannica. vol. II. Londra: libri di penna e spada. ISBN 978-0-850-52422-2.
  • Molony, CJC; Flynn, FC; Davies, HL; Gleave, TP; Jackson, William (2004) [1984]. Butler, JRM (a cura di). Il Mediterraneo e il Medio Oriente: la vittoria nel Mediterraneo Parte I: dal 1 aprile al 4 giugno 1944 . Storia della serie militare del Regno Unito della seconda guerra mondiale. vol. VI. Londra: stampa navale e militare. ISBN 978-1-84574-070-2.
  • Newbold, David John (1988). Pianificazione britannica e preparativi per resistere all'invasione terrestre, settembre 1939 - settembre 1940 (PDF) (tesi di dottorato). Londra: King's College di Londra. OCLC 556820697 .
  • Otway, TBH (1990). La seconda guerra mondiale 1939–1945 Esercito - Forze aviotrasportate . Londra: Museo Imperiale della Guerra. ISBN 978-0-90162-757-5.
  • Perry, Frederick William (1988). Gli eserciti del Commonwealth: forza lavoro e organizzazione in due guerre mondiali . Guerra, forze armate e società. Manchester: Manchester University Press. ISBN 978-0-7190-2595-2.
  • Parco giochi, ISO ; et al. (2004) [1954]. Butler, JRM (a cura di). Il Mediterraneo e il Medio Oriente: i primi successi contro l'Italia (fino a maggio 1941) . Storia della serie militare del Regno Unito della seconda guerra mondiale. vol. I. Londra: stampa navale e militare. ISBN 978-1-84574-065-8.
  • Parco giochi, ISO ; et al. (2004) [1956]. Butler, JRM (a cura di). Il Mediterraneo e il Medio Oriente: i tedeschi vengono in aiuto del loro alleato (1941) . Storia della serie militare del Regno Unito della seconda guerra mondiale. vol. II. Londra: stampa navale e militare. ISBN 978-1-84574-066-5– tramite Hyperwar Foundation (versione 1956).
  • Parco giochi, ISO ; et al. (2004) [1960]. Butler, JRM (a cura di). Il Mediterraneo e il Medio Oriente: le fortune britanniche raggiungono il loro riflusso più basso (settembre 1941-settembre 1942) . Storia della serie militare del Regno Unito della seconda guerra mondiale. vol. III. Londra: stampa navale e militare. ISBN 978-1-84574-067-2.
  • Parco giochi, ISO ; Molony, CJC; Flynn, FC & Gleave, TP (2004) [1966]. Butler, JRM (a cura di). Il Mediterraneo e il Medio Oriente: la distruzione delle forze dell'Asse in Africa . Storia della serie militare del Regno Unito della seconda guerra mondiale. vol. IV. Londra: stampa navale e militare. ISBN 978-1-845-74068-9.
  • Simkins, Peter (2007) [1988]. L'esercito di Kitchener: l'innalzamento dei nuovi eserciti 1914–1916 . Barnsley: militare con penna e spada. ISBN 978-1-844-15585-9.
  • Speller, Ian (2001) [2000]. Il ruolo della guerra anfibia nella politica di difesa britannica . Basingstoke, Hampshire: Palgrave. ISBN 978-1-34942-088-9.
  • Tugwell, Maurice (1971). Airborne to Battle: A History of Airborne Warfare, 1918–1971 . Londra: William Kimber. ISBN 978-0-71830-262-7.

Ulteriori letture

  • Movimentazione tattica delle divisioni corazzate nella ME . Egitto: esercito britannico. 1942. OCLC 551184856 .

link esterno

  • "Addestramento del carro armato" . La Vickers MG Collection & Research Association . 4 luglio 2017 . Estratto il 20 settembre 2021 .Vari materiali di addestramento contemporanei riguardanti le forze armate britanniche, comprese le divisioni