Autogol -Own goal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Un autogol, chiamato anche autogol, è il punto in cui un giocatore esegue azioni che portano lui o la sua squadra a segnare un gol su se stesso, spesso risultando in un punto per la squadra avversaria, come quando un calciatore calcia un pallone nella propria rete o goal, assegnando un punto all'altra squadra.

In alcune parti del mondo, il termine è diventato una metafora per qualsiasi azione che si ritorce contro la persona o il gruppo che la intraprende, portando talvolta anche un senso di " giustizia poetica ". Durante The Troubles, ad esempio, acquisì uno specifico significato metaforico a Belfast, riferendosi a un IED ( ordigno esplosivo improvvisato ) che esplose prematuramente, uccidendo la persona che fabbricava o maneggiava la bomba con l'intento di nuocere ad altri.

Un giocatore che tenta di lanciare una partita potrebbe tentare deliberatamente un autogol. Tali giocatori corrono il rischio di essere sanzionati o banditi dal gioco.

Associazione calcistica

Nel calcio associativo, si verifica un autogol quando un giocatore fa entrare la palla nella porta della propria squadra, facendo segnare un gol per gli avversari. I difensori spesso "girano dietro" palloni pericolosi nell'area di rigore, in particolare cross, calciando o dirigendo il pallone fuori gioco dietro la loro linea di porta. In questo modo, l'obiettivo del difensore è quello di concedere un calcio d'angolo piuttosto che dare occasioni da rete agli attaccanti. Di conseguenza, il difensore può giudicare male e inavvertitamente trasformare la palla nella propria porta, in particolare se è sotto pressione da giocatori attaccanti che altrimenti potrebbero segnare. Mentre il giocatore in difesa che ha segnato l'autogol è personalmente "accreditato" con il gol come parte dell'estratto statistico della partita (con l'annotazione "(og)" per indicarne la natura), gli autogol non vengono aggiunti alla stagione di un giocatore o il totale dei gol segnati in carriera.

Le Regole del Gioco attualmente stabiliscono che un autogol non può essere segnato direttamente dalla maggior parte dei metodi di ripresa del gioco; invece, viene assegnato un calcio d'angolo alla squadra in attacco. Questo è il caso di calcio d'inizio, calcio di rinvio, rimessa laterale (dal 2012), rimessa in gioco, calcio d'angolo e calcio di punizione ( indiretto e diretto ).

Le Regole non prevedono regole o procedure per l'accredito dei goal ai giocatori, e in effetti tali record non sono una parte obbligatoria del gioco. Nel 1997 la FIFA ha emesso linee guida dettagliate per l'accredito degli autogol, riconoscendo la crescente importanza commerciale di statistiche come i premi capocannoniere e il fantacalcio . Le linee guida stabiliscono che il merito del punteggio è deciso dall'arbitro o dal commissario di gara se presente; e "[un] intervento del difensore deve essere deliberato affinché venga registrato un autogol contro di lui". Per quanto riguarda un tiro che devia o rimbalza in porta di un difensore, alcune fonti attribuiscono il punteggio all'attaccante; altri li considerano come autogol; per altri dipende dal fatto che il tiro originale fosse fuori bersaglio; altri sono più sfumati. Ci sono state polemiche nel 2013 quando la FA Premier League ha accreditato a Tim Howard un autogol quando un tiro è uscito dal palo, lo ha colpito alla schiena ed è entrato.

Le principali competizioni possono avere revisioni video che possono alterare l'accreditamento, come il Dubious Goals Committee della FA Premier League. Nella Coppa del Mondo FIFA 2002, uno degli otto gol di Ronaldo nella vittoria della Scarpa d'Oro è stato inizialmente accreditato come autogol ma riassegnato in appello dal Brasile. La procedura di revisione della UEFA è stata ufficializzata nel 2008. A partire dal 2006, la English Football League ha consentito al club che ha segnato di nominare il marcatore, cosa che The Guardian ha criticato con un esempio del 2002: "ogni singolo quotidiano nazionale, agenzia e factbook sul calcio ha convenuto che il Coventry City Il difensore Calum Davenport aveva segnato un autogol contro il Burnley . I Clarets, invece, hanno dato il gol a Gareth Taylor ".

L'autogol più famigerato è stato forse quello del colombiano Andrés Escobar nella Coppa del Mondo FIFA 1994 che ha perso la partita contro gli Stati Uniti e ha eliminato la Colombia; una settimana dopo, Escobar è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in Colombia da un membro di una banda di narcotrafficanti il ​​cui capo aveva perso le scommesse sulla partita.

Si ritiene che l'autogol più veloce della storia sia stato segnato dal difensore del Torquay United Pat Kruse, otto secondi dopo l'inizio di una partita contro il Cambridge United nel gennaio 1977.

Un altro notevole autogol è stato segnato in una partita della Coppa dei Caraibi del 1994 tra Barbados e Grenada. Per avanzare nella competizione, le Barbados dovevano vincere con un margine di 2 o più goal. Poiché stavano vincendo per un solo gol mentre la partita era quasi finita, hanno deliberatamente segnato un autogol per portare la partita ai tempi supplementari per darsi l'opportunità di segnare un gol nei tempi supplementari. A causa delle regole insolite del torneo, questo non solo vincerebbe la partita, ma varrebbe anche 2 goal consentendo loro di avanzare per differenza reti.

Hockey su ghiaccio

Se un gol viene segnato da un giocatore della squadra in difesa, il merito del gol va all'ultimo giocatore dell'altra squadra ad aver toccato il disco ; questo perché gli autogol nell'hockey sono in genere casi in cui il giocatore così accreditato ha deviato il tiro, ma questa convenzione viene utilizzata anche quando non è il caso. Occasionalmente, viene anche accreditato al giocatore più vicino alla porta dell'altra squadra se è determinato a far sì che il giocatore avversario lo abbia tirato nella rete sbagliata. Gli assist non vengono assegnati su autogol perché la squadra in difesa ha il possesso del disco tra qualsiasi passaggio e la porta stessa. Occasionalmente nella NHL, i giocatori hanno diretto il disco nella propria porta vuota, sia a fine partita che a causa di una chiamata di rigore ritardata . Questa è stata la situazione che ha portato Billy Smith dei New York Islanders a diventare il primo portiere a ricevere crediti per un gol nella NHL . In alcune parti del Canada, un autogol viene chiamato limoges . Si ritiene che il termine abbia avuto origine nel New Brunswick (circa 1970) e sia diventato più comune nella grande regione di Toronto a partire dagli anni '90.

Hockey su prato

Il trattamento degli "autogol" nell'hockey su prato è variato negli ultimi anni. Nel 2013 la International Hockey Federation (FIH) ha implementato un "esperimento obbligatorio" tale che una deviazione di un tiro da fuori area di tiro di un difensore sarebbe equivalente a un tocco di un attaccante, e quindi se il tiro continuava in porta il il punteggio verrebbe conteggiato. Questo si è rivelato impopolare e il cambiamento è stato annullato.

Attualmente la regola 8.1 afferma che "Un gol è segnato quando la palla è giocata all'interno del cerchio da un attaccante e non viaggia fuori dal cerchio prima di aver superato completamente la linea di fondo e sotto la traversa". Aggiunto chiarimento: "La palla può essere giocata da un difensore o toccarne il corpo prima o dopo essere stata giocata in cerchio da un attaccante". Pertanto, può verificarsi un "autogol", ma in tali situazioni il gol sarà probabilmente accreditato all'attaccante il cui gioco iniziale nel cerchio era necessario affinché l'obiettivo fosse valido.

Pallacanestro

Quando si segna accidentalmente nel canestro di una squadra avversaria (l'equivalente del basket di un "autogol"), il gol viene accreditato a un attaccante. Uno scenario tipico dell'autogol si verifica quando un giocatore tenta di bloccare un tiro in porta ma finisce per mandare la palla in porta.

Nel basket NFHS, i due punti sono semplicemente elencati per la squadra che ha segnato, come nota a piè di pagina.

Nel basket NCAA, le regole affermano: "Quando un giocatore segna un canestro su azione nel canestro dell'avversario, conterà due punti per l'avversario indipendentemente dalla posizione sul campo di gioco da cui è stato rilasciato. Tale canestro non deve essere accreditato a un giocatore nel tabellone segnapunti, ma deve essere indicato con una nota a piè di pagina".

Nelle regole NBA, il gol è accreditato al giocatore della squadra che ha segnato il punteggio più vicino al tiratore difensivo ed è menzionato in una nota a piè di pagina.

Secondo le regole FIBA, il giocatore designato capitano viene accreditato con il canestro.

Football americano

Quando un portatore di palla viene placcato o esce dal campo di gioco all'interno della end zone difesa dalla sua squadra, il risultato è una safety e alla squadra avversaria vengono assegnati due punti e riceve la palla dopo un calcio di punizione effettuato alle venti yarde linea. (Ciò non si applica se il portatore di palla si assicura il possesso della palla nella end zone a seguito di un intercetto o di un calcio; in tal caso, non vengono assegnati punti e il gioco è considerato un touchback .) Nel football canadese, se uno scrimmage kick (punt o tentativo di field goal mancato) viene calciato nella end zone e l'avversario non lo fa avanzare, alla squadra che calcia viene assegnato un singolo, del valore di un punto.

Un vero "autogol", in cui la squadra piazza calci o drop calci attraverso i propri pali (cosa che non è mai accaduta a nessun livello nella storia del calcio e richiederebbe un forte vento contrario o un deliberato atto di sabotaggio), viene trattato come qualsiasi altro calcio all'indietro nei regolamenti della maggior parte dei campionati. I calci all'indietro sono trattati come fumble e, in quanto tali, un calcio all'indietro attraverso la parte posteriore della end zone, compresi i pali della porta, viene segnato come sicurezza. Ciò è avvenuto in una partita del 2012 tra due scuole superiori del Texas; uno scommettitore ha calciato contro un forte vento che ha spinto la palla all'indietro nella end zone, dove la difesa ne ha preso il controllo.

In due occasioni, i giocatori disorientati dopo aver recuperato un fumble hanno riportato la palla nella end zone della propria squadra, credendo di aver segnato un touchdown solo per vedere l'altra squadra ricevere una safety. Roy Riegels portò una palla a 69 yard (più della metà della lunghezza del campo) nella propria end zone durante il Rose Bowl del 1929 mentre giocava per l' Università della California, e nel 1964 il guardalinee difensivo dei Minnesota Vikings Jim Marshall andò per 66 yard inseguito da i suoi stessi compagni di squadra nel tentativo di impedirgli di segnare 2 punti per i San Francisco 49ers . Entrambi gli uomini sono stati ricordati per quegli errori nonostante le carriere compiute altrimenti.

Negli ultimi minuti di una partita, una squadra può prendere una sicura deliberata per ottenere il calcio di punizione, piuttosto che punti dalla end zone. Nel 2003, i New England Patriots tornarono a vincere una partita dopo aver dato una safety che li portava dietro di tre punti. Allo stesso modo, i Baltimore Ravens hanno preso una safety a dodici secondi dalla fine del Super Bowl XLVII invece di puntare fuori dalla end zone, tagliando il loro vantaggio a tre punti ma vincendo la partita poiché sono stati in grado di bruciare otto secondi dal cronometro con la safety play, e i San Francisco 49ers avversari non sono stati in grado di segnare sul calcio di punizione che ne è seguito.

Calcio canadese

Nella Grey Cup 2017, i Calgary Stampeders hanno preso deliberatamente una safety quando il loro punter Rob Maver, avendo perso il controllo di uno snap alto, ha dovuto affrontare la perdita di down nel profondo del suo stesso territorio. Ha intenzionalmente calciato la palla all'indietro attraverso la parte posteriore della sua stessa end zone per sicurezza.

calcio gaelico

I calciatori gaelici possono giocare la palla con le mani; pertanto, hanno un grado molto maggiore di controllo sulla palla e quindi gli autogol sono molto più rari di quanto non lo siano nel calcio associativo. Si verificano e due sono stati segnati da Mayo nella finale dell'All-Ireland SFC 2016 estratta .

Come un autogol viene segnato quando la palla va sotto la traversa, così viene segnato un "autopunto" (come qualsiasi altro punto) quando la palla passa sopra la traversa. Tuttavia, quando un tiro in porta viene deviato oltre la traversa dalla squadra in difesa, il punto viene accreditato all'attaccante che ha tirato e non considerato un "autopunto". Esempi genuini di punti propri sono molto rari; uno è stato segnato da Stefan Connolly nel campionato Cavan nel 2015, mentre Seanie Malone ha segnato un punto nella finale del Clare Senior Football Championship 2019 .

L'Australia regola il football

Come gioco difensivo legittimo, un difensore di football australiano può concedere un "proprio punteggio". Un tale punteggio, indicato come un rushed behind e statisticamente accreditato a nessun giocatore (i fogli dei punteggi includono semplicemente il conteggio dei rushed behind), fa sì che la squadra avversaria segna un punto. Un giocatore in difesa può scegliere di subire un ribasso quando il rischio che l'avversario segni un gol (del valore di sei punti) è alto. È impossibile per una squadra subire un autogol da sei punti.

Note a piè di pagina

Riferimenti