Formica regina -Queen ant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Una formica regina (formalmente nota come ginestra ) è una formica femmina adulta che riproduce in una colonia di formiche ; generalmente sarà la madre di tutte le altre formiche di quella colonia. Alcune formiche femmine, come le Cataglyphis, non hanno bisogno di accoppiarsi per produrre prole, riproducendosi attraverso partenogenesi asessuata o clonazione, e tutte quelle prole saranno femmine. Altri, come quelli del genere Crematogaster, si accoppiano in un volo nuziale . Le formiche della prole regina si sviluppano da larve nutrite appositamente per diventare sessualmente maturetra la maggior parte delle specie. A seconda della specie, in alcune specie può esserci una singola regina madre o potenzialmente centinaia di regine fertili. Una regina di Lasius niger fu tenuta in cattività dall'entomologo tedesco Hermann Appel per 28 34 anni; anche un Pogonomyrmex owyheei ha una longevità massima stimata di 30 anni sul campo.

Ciclo vitale

Sviluppo

Le formiche attraversano quattro stadi di sviluppo: uovo, larva, pupa (a volte bozzolo, chiamato metamorfosi a seconda della specie) e adulto. Le larve non hanno zampe ma sono capaci di piccoli movimenti, come piegare la testa verso una fonte di cibo quando vengono nutrite. Durante questa fase, il livello di cura e nutrimento che le larve riceveranno determinerà la loro eventuale forma adulta. Quando le risorse sono scarse, tutte le larve si svilupperanno in formiche operaie; tuttavia, se il genitore di una colonia che si riproduce sessualmente ha un'abbondante scorta di cibo, alcune delle larve riceveranno un nutrimento migliore di altre e si svilupperanno in formiche femmine alate e sessualmente mature destinate a lasciare la colonia. In questa fase, le formiche alate sono talvolta conosciute come "formiche principessa".

Primi anni di vita

Formiche alate che brulicano dal nido in preparazione per il volo nuziale

Quando le condizioni sono calde e umide dopo la pioggia e c'è vento minimo, masse di formiche alate che si riproducono sessualmente o " formiche volanti " lasceranno il nido dei genitori e prenderanno il volo. I voli di accoppiamento si verificano simultaneamente in tutti i nidi di formiche della specie particolare. Le formiche femmine "regina" voleranno a lunga distanza, durante la quale si accoppieranno con almeno un maschio alato di un altro nido. Trasferisce lo sperma nel ricettacolo seminale della regina e poi muore. Una volta accoppiata, la "regina" cercherà di trovare un'area adatta per fondare una colonia e, una volta trovata, staccherà le sue ali.

Una colonia consolidata

Formica tagliafoglie ( Atta colombica ) regina con larve e operaie sul substrato

Una volta stabilita una colonia, le formiche operaie soddisfano i bisogni della regina come darle cibo e smaltire i suoi rifiuti. Poiché la struttura sociale delle formiche è molto complessa e le singole formiche sono relativamente semplici, una colonia di formiche può essere considerata come un singolo organismo e le singole formiche come cellule o arti dell'organismo, poiché gli individui raramente possono sopravvivere da soli. In una colonia, alcune formiche potrebbero non essere imparentate con le regine, come quando una covata viene catturata in un'incursione e allevata come propria della colonia.

Riproduzione

Una volta che la colonia si è stabilita, la formica regina deporrà le uova continuamente. Tra le specie che si riproducono sessualmente, la regina utilizza selettivamente gli spermatozoi trattenuti dal volo nuziale, deponendo uova fecondate o non fecondate a seconda delle esigenze cicliche della colonia; il sesso di ogni singola formica è determinato dal fatto che l'uovo sia fecondato o meno. Le uova fecondate diventano formiche operaie e le uova non fecondate si sviluppano come maschi; se le uova e le pupe fecondate sono ben nutrite, diventano potenzialmente regine.

Questo sistema di determinazione del sesso, aplodiploidia, è generalmente vero per tutti gli imenotteri : formiche, api e vespe. Tuttavia, alcune specie di formiche non si riproducono sessualmente e i membri di queste colonie clonali sono tutte femmine.

Regine longeve

I modelli di espressione dei geni coinvolti nella riparazione del danno al DNA o del danno proteico sono stati confrontati tra regine di pari età e operaie della formica Lasius niger . L'espressione di questi geni aumentava con l'età e all'età di 2 mesi questo aumento, sia nelle gambe che nel cervello, era significativamente maggiore nelle regine che nelle operaie. Questa differenza nell'espressione del gene di riparazione tra regine e operaie suggerisce che la maggiore longevità delle regine di L. niger è dovuta, in parte, a un maggiore investimento nella riparazione del DNA e delle proteine.

Guarda anche

Riferimenti

link esterno