Società Reale -Royal Society

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

La Royal Society di Londra per il miglioramento della conoscenza naturale
Schizzo dello stemma; fare riferimento al testo dell'articolo per la descrizione
Formazione 28 novembre 1660 ; 361 anni fa ( 1660-11-28 )
Sede centrale Londra, SW1
Regno Unito
Coordinate 51°30′22″N 00°07′56″W / 51.50611°N 0.13222°W / 51.50611; -0,13222 Coordinate: 51°30′22″N 00°07′56″W / 51.50611°N 0.13222°W / 51.50611; -0,13222
Adesione
  • ~ 1600 borsisti
  • ~ 140 membri stranieri
  • 6 Royal Fellow
Regina Elisabetta II
Presidente
Sir Adrian Smith
Segretaria straniera
Sir Robin William Grimes
Tesoriere
Sir Andrew Hopper
Organo principale
Consiglio
Personale
~225
Sito web società reale.org
Osservazioni Motto: Nullius in verba
("Non credere a nessuno")
Ingresso alla Royal Society al 6–9 Carlton House Terrace, Londra

La Royal Society, formalmente The Royal Society of London for Improving Natural Knowledge, è una società colta e l' Accademia nazionale delle scienze del Regno Unito . La società svolge una serie di ruoli: promuovere la scienza e i suoi benefici, riconoscere l'eccellenza nella scienza, sostenere la scienza eccezionale, fornire consulenza scientifica per le politiche, l'istruzione e l'impegno pubblico e promuovere la cooperazione internazionale e globale. Fondata il 28 novembre 1660, ricevette una carta reale dal re Carlo II come The Royal Society .

La società è governata dal suo Consiglio, che è presieduto dal Presidente della Società, secondo una serie di statuti e ordinanze permanenti. I membri del Consiglio e il Presidente sono eletti da e dai suoi Fellow, i membri di base della società, che sono essi stessi eletti dai Fellow esistenti. Nel 2020, ci sono circa 1.700 borsisti, autorizzati a utilizzare il titolo postnominale FRS ( Fellow of the Royal Society ), con un massimo di 52 nuovi borsisti nominati ogni anno. Ci sono anche membri reali, membri onorari e membri stranieri, gli ultimi dei quali possono usare il titolo postnominale ForMemRS (Membro straniero della Royal Society). Il presidente della Royal Society è Adrian Smith, che ha assunto l'incarico e ha iniziato il suo mandato di 5 anni il 30 novembre 2020, in sostituzione del precedente presidente Venki Ramakrishnan .

Dal 1967, la società ha sede al 6–9 Carlton House Terrace, un edificio di interesse storico culturale di I grado nel centro di Londra, precedentemente utilizzato dall'Ambasciata di Germania a Londra.

Storia

Fondamento e primi anni

L' Invisible College è stato descritto come un gruppo precursore della Royal Society of London, composto da un certo numero di filosofi naturali attorno a Robert Boyle . Il concetto di "collegio invisibile" è menzionato negli opuscoli rosacrociani tedeschi all'inizio del XVII secolo. Ben Jonson in Inghilterra ha fatto riferimento all'idea, correlata nel significato alla Casa di Salomone di Francis Bacon, in una maschera Le isole fortunate e la loro unione del 1624/5. Il termine maturava moneta negli scambi di corrispondenza all'interno della Repubblica delle Lettere .

Nelle lettere del 1646 e 1647, Boyle si riferisce al "nostro college invisibile" o al "nostro college filosofico". Il tema comune della società era acquisire conoscenze attraverso l'indagine sperimentale. Tre lettere datate sono le prove documentali di base: Boyle le inviò a Isaac Marcombes (l'ex tutore di Boyle e un ugonotto, che allora era a Ginevra ), Francis Tallents che a quel punto era un collega del Magdalene College, Cambridge, e Samuel, con sede a Londra Hartlib .

John Evelyn, che ha contribuito a fondare la Royal Society.

La Royal Society partì da gruppi di medici e filosofi naturali, incontrandosi in una varietà di luoghi, tra cui il Gresham College di Londra. Furono influenzati dalla " nuova scienza ", come promossa da Francis Bacon nella sua Nuova Atlantide, dal 1645 circa in poi. Un gruppo noto come " Philosophical Society of Oxford " era gestito secondo una serie di regole ancora mantenute dalla Bodleian Library . Dopo la restaurazione inglese, si tennero incontri regolari al Gresham College. È opinione diffusa che questi gruppi siano stati l'ispirazione per la fondazione della Royal Society.

Un'altra visione della fondazione, tenuta all'epoca, era che fosse dovuta all'influenza degli scienziati francesi e dell'Accademia di Montmor nel 1657, i cui rapporti furono rispediti in Inghilterra dagli scienziati inglesi presenti. Questa opinione era sostenuta da Jean-Baptiste du Hamel, Giovanni Domenico Cassini, Bernard le Bovier de Fontenelle e Melchisédech Thévenot all'epoca e ha qualche fondamento nel fatto che Henry Oldenburg, il primo segretario della società, aveva partecipato alla riunione dell'Accademia di Montmor. Robert Hooke, tuttavia, ha contestato questo, scrivendo che:

[Cassini] fa, dunque, il signor Oldenburg essere stato lo strumento, che ha ispirato gli inglesi a voler imitare i francesi, nell'avere circoli filosofici, o riunioni; e che questa fu l'occasione di fondare la Royal Society, e di fare dei francesi i primi. Non dirò che l'onorevole Oldenburg ha piuttosto ispirato i francesi a seguire gli inglesi o, almeno, li ha aiutati e ostacolato noi. Ma è ben noto chi furono i principali uomini che iniziarono e promossero quel disegno, sia in questa città che ad Oxford; e che molto tempo prima che il signor Oldenburg arrivasse in Inghilterra. E non solo questi incontri filosofici avvennero prima che il signor Oldenburg venisse da Parigi; ma la Società stessa fu iniziata prima che lui venisse qui; e coloro che allora conoscevano il signor Oldenburg, capirono abbastanza bene quanto poco egli stesso sapesse della materia filosofica.

Mazza concessa da Carlo II.

Il 28 novembre 1660, il comitato dei 12 del 1660 annunciò la formazione di un "Collegio per la promozione dell'apprendimento sperimentale fisico-matematico", che si sarebbe riunito settimanalmente per discutere di scienze e condurre esperimenti. Nella seconda riunione, Sir Robert Moray annunciò che il re approvava le riunioni e il 15 luglio 1662 fu firmato uno statuto reale che creò la "Royal Society of London", con Lord Brouncker in qualità di primo presidente. Un secondo statuto reale fu firmato il 23 aprile 1663, con il re annotato come fondatore e con il nome di "Royal Society of London for the Improvement of Natural Knowledge"; Robert Hooke è stato nominato curatore degli esperimenti a novembre. Questo iniziale favore reale è continuato e, da allora, ogni monarca è stato il patrono della società.

I primi incontri della società includevano esperimenti eseguiti prima da Hooke e poi da Denis Papin, nominato nel 1684. Questi esperimenti variavano nella loro area tematica ed erano sia importanti in alcuni casi che banali in altri. La società pubblicò anche una traduzione inglese di Essays of Natural Experiments Made in the Accademia del Cimento, sotto la protezione del Serenissimo Principe Leopoldo di Toscana nel 1684, un libro italiano che documenta gli esperimenti all'Accademia del Cimento . Sebbene si incontrasse al Gresham College, la Società si trasferì temporaneamente ad Arundel House nel 1666 dopo il Grande Incendio di Londra, che non danneggiò Gresham ma portò alla sua appropriazione da parte del Lord Mayor. La Società tornò a Gresham nel 1673.

C'era stato un tentativo nel 1667 di istituire un "collegio" permanente per la società. Michael Hunter sostiene che questo è stato influenzato da " Solomon's House " in Bacon's New Atlantis e, in misura minore, da Cristianopolis di JV Andreae, istituti di ricerca dedicati, piuttosto che dai college di Oxford e Cambridge, poiché i fondatori intendevano solo per il società per fungere da luogo di ricerca e discussione. La prima proposta fu data da John Evelyn a Robert Boyle in una lettera del 3 settembre 1659; ha suggerito uno schema più ampio, con appartamenti per i membri e un istituto di ricerca centrale. Schemi simili furono esposti da Bengt Skytte e successivamente da Abraham Cowley, che scrisse nella sua Proposition for the Advancement of Experimental Philosophy nel 1661 di un "'Philosophical College", con case, una biblioteca e una cappella. Le idee della società erano più semplici e includevano solo residenze per una manciata di personale, ma Hunter mantiene un'influenza dalle idee di Cowley e Skytte. Henry Oldenburg e Thomas Sprat presentarono piani nel 1667 e il co-segretario di Oldenburg, John Wilkins, si trasferì in una riunione del consiglio il 30 settembre 1667 per nominare un comitato "per raccogliere contributi tra i membri della società, al fine di costruire un college" . Questi piani stavano procedendo nel novembre 1667, ma non arrivarono mai a nulla, data la mancanza di contributi da parte dei membri e le aspirazioni "non realizzate, forse irrealistiche" della società.

18mo secolo

Sir Isaac Newton FRS, Presidente della Royal Society, 1703–1727. Newton fu uno dei primi Fellow della Royal Society, eletto nel 1672.
Lord Hardwicke, leader dell '"Hardwicke Circle" che dominò la politica della società negli anni Cinquanta e Sessanta del Settecento

Nel corso del Settecento il gusto che aveva caratterizzato i primi anni della società svanì; con un numero esiguo di "grandi" scientifici rispetto ad altri periodi, si è fatto poco di rilievo. Nella seconda metà, divenne consuetudine per il governo di Sua Maestà sottoporre questioni scientifiche di grande importanza al consiglio della società per un consiglio, cosa che, nonostante la natura apartitica della società, si riversò in politica nel 1777 a causa dei parafulmini . Il parafulmine appuntito era stato inventato da Benjamin Franklin nel 1749, mentre Benjamin Wilson inventò quelli smussati. Durante la discussione che si è verificata per decidere quale usare, gli oppositori dell'invenzione di Franklin hanno accusato i sostenitori di essere alleati americani piuttosto che britannici, e il dibattito alla fine ha portato alle dimissioni del presidente della società, Sir John Pringle . Durante lo stesso periodo, divenne consuetudine nominare membri della società per far parte dei comitati governativi in ​​materia di scienza, cosa che continua ancora.

Il 18° secolo presentava rimedi a molti dei primi problemi della società. Il numero dei borsisti era aumentato da 110 a circa 300 nel 1739, la reputazione della società era aumentata sotto la presidenza di Sir Isaac Newton dal 1703 fino alla sua morte nel 1727 e le edizioni delle Philosophical Transactions della Royal Society apparivano regolarmente. Durante il suo periodo come presidente, Newton ha probabilmente abusato della sua autorità; in una disputa tra lui e Gottfried Leibniz sull'invenzione del calcolo infinitesimale, usò la sua posizione per nominare un comitato "imparziale" per deciderlo, pubblicando infine un rapporto scritto da lui stesso a nome del comitato. Nel 1705, la società fu informata che non poteva più affittare il Gresham College e iniziò la ricerca di nuovi locali. Dopo aver fatto domanda senza successo alla regina Anna per una nuova sede e aver chiesto agli amministratori di Cotton House se potevano incontrarsi lì, il 26 ottobre 1710 il consiglio acquistò due case a Crane Court, Fleet Street . Ciò includeva uffici, alloggi e una raccolta di curiosità . Sebbene la borsa di studio complessiva comprendesse pochi scienziati noti, la maggior parte del consiglio era molto apprezzata e includeva in varie occasioni John Hadley, William Jones e Hans Sloane . A causa del lassismo dei borsisti nel pagare gli abbonamenti, la società ha incontrato difficoltà finanziarie durante questo periodo; nel 1740, la società aveva un deficit di £ 240. Ciò continuò fino al 1741, a quel punto il tesoriere iniziò a trattare duramente con i compagni che non avevano pagato. L'attività della società in questo momento ha continuato a includere la dimostrazione di esperimenti e la lettura di documenti scientifici formali e importanti, insieme alla dimostrazione di nuovi dispositivi scientifici e domande su questioni scientifiche sia dalla Gran Bretagna che dall'Europa.

Alcune ricerche moderne hanno affermato che le affermazioni sul degrado della società durante il XVIII secolo sono false. Richard Sorrenson scrive che "lungi dall'essere 'andata ingloriosamente', la società ha vissuto un periodo di significativa produttività e crescita per tutto il diciottesimo secolo", sottolineando che molte delle fonti su cui si basano i resoconti critici sono in realtà scritte da coloro che hanno un'agenda . Mentre Charles Babbage ha scritto che la pratica della matematica pura in Gran Bretagna era debole, attribuendo la colpa alle porte della società, la pratica della matematica mista era forte e sebbene non ci fossero molti membri eminenti della società, alcuni hanno contribuito con grandi quantità - James Bradley, ad esempio, ha stabilito la nutazione dell'asse terrestre con 20 anni di astronomia dettagliata e meticolosa.

Politicamente all'interno della società, la metà del XVIII secolo ha caratterizzato una " supremazia Whig " poiché il cosiddetto "Circolo Hardwicke" di scienziati di tendenza Whig deteneva gli uffici principali della società. Prende il nome da Lord Hardwicke, i membri del gruppo includevano Daniel Wray e Thomas Birch ed era più importante negli anni '50 e '60 del Settecento. Il circolo fece eleggere Birch segretario e, in seguito alle dimissioni di Martin Folkes, il circolo aiutò a supervisionare una transizione graduale alla presidenza di Earl Macclesfield, che Hardwicke aiutò a eleggere. Sotto Macclesfield, il circolo raggiunse il suo "zenit", con membri come Lord Willoughby e Birch che servivano rispettivamente come vicepresidente e segretario. Il circolo influenzò anche le attività di altre società dotte, come la Society of Antiquaries of London . Dopo il ritiro di Macclesfield, il circolo fece eleggere Lord Morton nel 1764 e Sir John Pringle nel 1772. A questo punto, la precedente "maggioranza" Whig era stata ridotta a una "fazione", con Birch e Willoughby non più coinvolti, e il cerchio declinò nello stesso lasso di tempo in cui fece il partito politico nella politica britannica sotto Giorgio III, cadendo a pezzi negli anni '80 del Settecento.

Nel 1780, la società si trasferì di nuovo, questa volta a Somerset House . La proprietà fu offerta alla società dal governo di Sua Maestà e, non appena Sir Joseph Banks divenne presidente nel novembre 1778, iniziò a pianificare il trasferimento. Somerset House, sebbene più grande di Crane Court, non era soddisfacente per i compagni; lo spazio per riporre la biblioteca era troppo piccolo, l'alloggio era insufficiente e non c'era abbastanza spazio per riporre il museo. Di conseguenza, il museo fu ceduto al British Museum nel 1781 e la biblioteca fu ampliata a due stanze, una delle quali fu utilizzata per le riunioni del consiglio.

19esimo secolo

Burlington House, dove la Società ha avuto sede tra il 1873 e il 1967

L'inizio del XIX secolo è stato visto come un periodo di declino per la società; di 662 borsisti nel 1830, solo 104 avevano contribuito alle Transazioni filosofiche . Lo stesso anno, Charles Babbage pubblicò Reflections on the Decline of Science in England, and on Some of its Causes, che fu profondamente critico nei confronti della Società. I Fellow scientifici della Società furono spinti all'azione da questo, e alla fine James South istituì un Comitato per le Carte "al fine di ottenere una Carta supplementare dalla Corona", volto principalmente a cercare modi per limitare l'adesione. Il Comitato ha raccomandato che l'elezione dei borsisti avvenga un giorno all'anno, che i borsisti siano selezionati in base ai loro risultati scientifici e che il numero di borsisti eletti all'anno sia limitato a 15. Questo limite è stato aumentato a 17 nel 1930 e 20 nel 1937; attualmente sono 52. Ciò ha avuto una serie di effetti sulla Società: in primo luogo, i membri della Società sono diventati quasi interamente scientifici, con pochi membri politici o mecenati. In secondo luogo, il numero di Fellow è stato notevolmente ridotto: tra il 1700 e il 1850, il numero di Fellow è passato da circa 100 a circa 750. Da allora fino al 1941, il numero totale di Fellow è stato sempre compreso tra 400 e 500.

Il periodo portò ad alcune riforme degli statuti interni della Società, come nel 1823 e nel 1831. Il cambiamento più importante fu l'obbligo che il Tesoriere pubblicasse una relazione annuale, insieme a una copia delle entrate e delle spese totali della Società. Questi dovevano essere inviati ai Fellows almeno 14 giorni prima dell'assemblea generale, con l'intento di garantire l'elezione degli ufficiali competenti rendendo immediatamente evidente ciò che stavano facendo gli ufficiali esistenti. Questo è stato accompagnato da un elenco completo di Fellow che si candidavano per posizioni nel Consiglio, dove in precedenza i nomi erano stati annunciati solo un paio di giorni prima. Come con le altre riforme, ciò ha contribuito a garantire che i borsisti avessero la possibilità di esaminare e considerare adeguatamente i candidati.

Nel 1850 la Società accettò la responsabilità di amministrare una sovvenzione governativa a sostegno della ricerca scientifica di £ 1.000 all'anno; questo è stato integrato nell'anno finanziario 1876/1877 da un fondo governativo di £ 4.000 all'anno, con la Società che fungeva da organo di amministrazione di questi fondi, distribuendo sovvenzioni agli scienziati. Il Fondo governativo è scaduto dopo un periodo di cinque anni, dopodiché la sovvenzione del governo è stata aumentata a £ 4.000 in totale all'anno. Questa sovvenzione è ora cresciuta fino a superare i 47 milioni di sterline, di cui circa 37 milioni di sterline per sostenere circa 370 borse di studio e cattedre.

Nel 1852, la congestione a Somerset House era aumentata grazie al numero crescente di Fellow. Pertanto, il Comitato della Biblioteca ha chiesto al Consiglio di presentare una petizione al governo di Sua Maestà per trovare nuove strutture, con il consiglio di riunire tutte le società scientifiche, come le società Linnea e geologica, sotto lo stesso tetto. Nell'agosto 1866, il governo annunciò l'intenzione di ristrutturare la Burlington House e di trasferirvi la Royal Academy e altre società. L'Accademia si trasferì nel 1867, mentre altre società si unirono quando furono costruite le loro strutture. La Royal Society vi si trasferì nel 1873, stabilendosi nell'ala est. L'ultimo piano era adibito ad alloggio del Sottosegretario, mentre la biblioteca era sparpagliata in ogni stanza e l'antico appartamento del custode era adibito ad uffici. Un difetto era la mancanza di spazio per il personale dell'ufficio, che allora era circa un'ottantina.

20 ° secolo

Il 22 marzo 1945, le prime donne Fellow furono elette nella Royal Society. Ciò faceva seguito a un emendamento statutario nel 1944 che diceva "Nulla di quanto contenuto renderà le donne non eleggibili come candidate", ed era contenuto nel Capitolo 1 dello Statuto 1. A causa della difficoltà di coordinare tutti i Fellow durante la seconda guerra mondiale, una votazione sull'apportare il cambiamento è stato condotto tramite posta, con 336 Fellow a sostegno del cambiamento e 37 contrari. Dopo l'approvazione del Consiglio, Marjory Stephenson e Kathleen Lonsdale sono state elette come prime Fellow donna.

Nel 1947, Mary Cartwright divenne la prima matematica donna eletta membro della Royal Society. Cartwright è stata anche la prima donna a far parte del Consiglio della Royal Society.

A causa del sovraffollamento a Burlington House, la Società si trasferì a Carlton House Terrace nel 1967.

21 ° secolo

Per mostrare sostegno ai vaccini contro il COVID-19, la Royal Society, sotto la guida del premio Nobel Venki Ramakrishnan e di Sir Adrian Frederick Melhuish Smith, ha aggiunto il suo potere di plasmare il discorso pubblico e ha proposto "legislazione e punizione di coloro che hanno prodotto e diffuso falsi informazioni" sugli interventi medici sperimentali. Ciò è stato portato alla ribalta nel gennaio 2020 da un giudice in pensione della Corte Suprema del Regno Unito, Lord Sumption, che nella sua bordata ha scritto "La scienza avanza affrontando argomenti contrari, non sopprimendoli". La proposta è stata elaborata dalla sociologa Melinda Mills e approvata dai suoi colleghi su "Science in Emergencies Tasking - COVID" in un rapporto dell'ottobre 2020 intitolato "Distribuzione del vaccino COVID-19: comportamento, etica, disinformazione e strategie politiche". Il comitato SET-C ha favorito la legislazione di Cina, Singapore e Corea del Sud e ha scoperto che "Singapore, ad esempio, ha il Protection from Online Falsehoods and Manipulation Act (POFMA), con quattro casi (criminali) importanti nei primi mesi del COVID -19. POFMA ha anche revocato qualsiasi esenzione per gli intermediari Internet che richiedevano legalmente alle società di social media come , Facebook, Twitter e Baidu di correggere immediatamente i casi di disinformazione sulle loro piattaforme".

Stemma

Lo stemma della Royal Society

Il blasone per lo scudo nello stemma della Royal Society è in un angolo più destro di uno scudo d'argento dei nostri tre leoni d'Inghilterra, e per stemma un elmo ornato con una corona tempestata di fiori, sormontata da un'aquila di colore proprio che regge in un piede uno scudo carico dei nostri leoni: sostenitori due cani bianchi rimpinzati di corone, con il motto di nullius in verba . John Evelyn, interessato alla prima struttura della società, aveva abbozzato almeno sei possibili progetti, ma nell'agosto 1662 Carlo II disse alla società che gli era permesso usare le armi dell'Inghilterra come parte del suo stemma e la società "ora deciso che le armi della Società dovrebbero essere, un campo d'Argento, con un cantone delle armi d'Inghilterra; i sostenitori due talbot d'argento ; Crest, un'aquila o che tiene uno scudo con le armi simili d'Inghilterra, vale a dire 3 leoni . Le parole Nullius in verba ”. Questo fu approvato da Charles, che chiese a Garter King of Arms di creare un diploma per esso, e quando il secondo statuto fu firmato il 22 aprile 1663 le armi furono concesse al presidente, al consiglio e ai membri della società insieme ai loro successori.

L'elmo delle armi non è stato specificato nella carta, ma l'incisore ha abbozzato un elmo da pari (elmo barrato) sul disegno finale, che viene utilizzato. Ciò è contrario alle regole araldiche, poiché una società o una società normalmente ha un elmo da scudiero (elmo chiuso); si pensa che o l'incisore ignorasse questa regola, che non fu rigorosamente rispettata fino al 1615 circa, o che usasse l'elmo del pari come complimento a Lord Brouncker, un pari e primo presidente della Royal Society.

Motto

Il motto della società, Nullius in verba, è latino per "prendere parola di nessuno". È stato adottato per indicare la determinazione dei compagni di stabilire fatti tramite esperimenti e deriva dalle epistole di Orazio, dove si confronta con un gladiatore che, ritiratosi, è libero dal controllo.

Fellow della Royal Society (FRS)

JJ Thomson fu eletto Fellow della Royal Society nel 1884.

I membri principali della società sono i borsisti: scienziati e ingegneri del Regno Unito e del Commonwealth selezionati in base all'aver dato "un contributo sostanziale al miglioramento delle conoscenze naturali, comprese la matematica, le scienze ingegneristiche e le scienze mediche". I borsisti sono eletti a vita e ottengono il diritto di utilizzare il postnominale Fellow della Royal Society (FRS). I diritti e le responsabilità dei borsisti includono anche il dovere di contribuire finanziariamente alla società, il diritto di candidarsi alle cariche del consiglio e il diritto di eleggere nuovi borsisti. Ogni anno vengono eletti fino a 52 borsisti e nel 2014 c'erano in totale circa 1.450 membri viventi. L'elezione per la borsa di studio è decisa da dieci comitati di sezione (ciascuno che copre un'area disciplinare o un insieme di aree tematiche) che consistono in borsisti esistenti.

La società elegge anche membri reali, membri onorari e membri stranieri. I membri reali sono quei membri della famiglia reale britannica, che rappresentano il ruolo della monarchia britannica nella promozione e nel sostegno della società, che sono raccomandati dal consiglio della società ed eletti tramite voto postale. Attualmente ci sono quattro membri reali: il principe di Galles, il duca di Kent, la principessa reale e il duca di Cambridge . I borsisti onorari sono persone che non sono eleggibili per essere elette come borsisti ma che tuttavia hanno "reso un servizio di segnalazione alla causa della scienza, o la cui elezione trarrebbe un beneficio significativo dalla Società dalla loro grande esperienza in altri ceti sociali". Finora sono stati eletti sei borsisti onorari, tra cui la baronessa O'Neill di Bengarve . I membri stranieri sono scienziati di nazioni non del Commonwealth "eminenti per le loro scoperte e conquiste scientifiche". Otto sono eletti ogni anno dalla società e mantengono anche la loro appartenenza a vita. I membri stranieri possono utilizzare il ForMemRS post-nominale (Membro straniero della Royal Society) e ad agosto 2020 sono circa 185.

Stephen Hawking è stato eletto membro della Royal Society nel 1974.

La nomina dei borsisti fu autorizzata per la prima volta nel secondo statuto, emanato il 22 aprile 1663, che consentiva al presidente e al consiglio, nei due mesi successivi alla firma, di nominare borsisti chiunque ritenesse opportuno. Ciò ha visto la nomina di 94 borsisti il ​​20 maggio e 4 il 22 giugno; questi 98 sono conosciuti come gli "Original Fellow". Dopo la scadenza di questo periodo di due mesi, le nomine sarebbero state fatte dal presidente, dal consiglio e dai borsisti esistenti. Molti dei primi compagni non erano scienziati o intellettuali particolarmente eminenti; era chiaro che la società primitiva non poteva fare affidamento sull'assistenza finanziaria del re e i compagni scientificamente formati erano pochi e rari. Era, quindi, necessario assicurarsi il favore di individui ricchi o importanti per la sopravvivenza della società. Mentre la quota d'ingresso di £ 4 e la tariffa di abbonamento di uno scellino a settimana avrebbero dovuto produrre £ 600 all'anno per la società, molti borsisti non pagavano né regolarmente né in tempo. Due terzi dei borsisti nel 1663 non erano scienziati; questo salì al 71,6% nel 1800 prima di scendere al 47,4% nel 1860 quando la sicurezza finanziaria della società divenne più certa. Nel maggio 1846, un comitato raccomandò di limitare l'assunzione annuale di membri a 15 e di insistere sull'eminenza scientifica; questo è stato implementato, con il risultato che la società ora è composta esclusivamente da borsisti scientifici.

Struttura e governo

La società è governata dal suo consiglio, che è presieduto dal presidente della società , secondo una serie di statuti e ordinanze permanenti. I membri del consiglio, il presidente e gli altri funzionari sono eletti da e dalla sua borsa di studio.

Consiglio

Il consiglio è un corpo di 21 borsisti, inclusi gli ufficiali (il presidente, il tesoriere, due segretari - uno delle scienze fisiche, uno delle scienze della vita - e il segretario agli esteri), un borsista per rappresentare ogni comitato sezionale e altri sette borsisti . Il consiglio ha il compito di dirigere la politica generale della società, gestire tutte le attività relative alla società, modificare, emanare o abrogare gli ordini permanenti della società e agire come fiduciari per i possedimenti e le proprietà della società. I membri sono eletti ogni anno tramite scrutinio postale e gli attuali ordini permanenti significano che almeno dieci seggi devono passare di mano ogni anno. Il consiglio può istituire (ed è assistito da) una varietà di comitati, che possono includere non solo borsisti ma anche scienziati esterni. Secondo lo statuto, il presidente, due segretari e il tesoriere sono collettivamente gli ufficiali della società. Gli attuali ufficiali sono:

Presidente

Il presidente della Royal Society è a capo sia della società che del consiglio. I dettagli per la presidenza erano stabiliti nel secondo statuto e inizialmente non avevano limiti alla durata del mandato di un presidente; secondo l'attuale statuto sociale, la durata è di cinque anni.

L'attuale presidente è Adrian Smith, subentrato a Venki Ramakrishnan il 30 novembre 2020. Storicamente, i doveri del presidente sono stati sia formali che sociali. Il Cruelty to Animals Act del 1876 lasciò il presidente come uno dei pochi individui in grado di certificare che un particolare esperimento su un animale era giustificato. Inoltre, il presidente fungerà da consigliere capo (sebbene informale) del governo in materia scientifica. Ancora un altro compito è quello di intrattenere illustri ospiti stranieri e scienziati.

Personale permanente

La società è assistita da un certo numero di personale retribuito a tempo pieno. La carta originale prevedeva "due o più operatori di esperimenti e due o più impiegati"; man mano che il numero di libri nella collezione della società cresceva, divenne anche necessario assumere un curatore. Il personale è cresciuto con il miglioramento della posizione finanziaria della società, composta principalmente da estranei, insieme a un piccolo numero di scienziati a cui è stato chiesto di dimettersi dalla borsa di studio per lavoro. L'attuale Direttore Esecutivo è la Dott.ssa Julie Maxton CBE .

Funzioni e attività

Le collezioni della Royal Society alla Giornata della storia dell'Università di Londra, 2019.

La società ha una varietà di funzioni e attività. Supporta la scienza moderna erogando quasi 42 milioni di sterline per finanziare circa 600 borse di ricerca per scienziati all'inizio e alla fine della carriera, insieme a sovvenzioni per l'innovazione, la mobilità e la capacità di ricerca. I suoi premi, conferenze e medaglie sono tutti dotati di premi in denaro destinati a finanziare la ricerca e fornisce comunicazioni sovvenzionate e corsi di abilità sui media per ricercatori. Gran parte di questa attività è supportata da una borsa di studio del Dipartimento per le Imprese, l'Innovazione e le Competenze, la maggior parte della quale è convogliata alle Borse di ricerca universitarie (URF) . Nel 2008 la società ha aperto il Royal Society Enterprise Fund, destinato a investire in nuove società scientifiche ed essere autosufficiente, finanziato (dopo una prima serie di donazioni nel 350° anniversario della società) dai proventi dei suoi investimenti.

Attraverso il suo Science Policy Centre, la società funge da consulente del governo del Regno Unito, della Commissione europea e delle Nazioni Unite in materia di scienza. Pubblica diversi rapporti all'anno e funge da Accademia delle scienze del Regno Unito. Dalla metà del 18° secolo, i problemi di governo che coinvolgono la scienza sono stati trasferiti irregolarmente alla Società e nel 1800 è stato fatto regolarmente.

Terrazza della casa di Carlton

L'attuale sede della Royal Society, 6–9 Carlton House Terrace, Londra (solo le prime quattro proprietà)

I locali al 6–9 Carlton House Terrace sono un edificio di interesse storico culturale di I grado e l'attuale sede della Royal Society, che vi si era trasferita dalla Burlington House nel 1967. Il piano terra e il seminterrato sono utilizzati per cerimonie, eventi sociali e pubblicitari, il il primo piano ospita strutture per Fellow e Officers of the Society, e il secondo e il terzo piano sono divisi tra uffici e alloggi per il Presidente, il Segretario Esecutivo e Fellow.

La prima Carlton House prese il nome dal barone Carleton e fu venduta a Lord Chesterfield nel 1732, che la tenne in affidamento per Frederick, principe di Galles . Federico vi tenne la sua corte fino alla sua morte nel 1751, dopodiché fu occupata dalla sua vedova fino alla sua morte nel 1772. Nel 1783, l'allora principe di Galles George acquistò la casa, incaricando il suo architetto Henry Holland di ristrutturarla completamente.

Quando George divenne re, autorizzò la demolizione di Carlton House, con la richiesta che la sostituzione fosse una zona residenziale. John Nash alla fine completò un progetto che vide la Carlton House trasformata in due blocchi di case, con uno spazio tra di loro. L'edificio è ancora di proprietà dei Crown Estates e affittato dalla Società; ha subito un'importante ristrutturazione dal 2001 al 2004 al costo di 9,8 milioni di sterline ed è stato riaperto dal Principe di Galles il 7 luglio 2004.

Carlton House Terrace ha subito una serie di lavori di ristrutturazione tra il 1999 e il novembre 2003 per migliorare e standardizzare la proprietà. Nella casa al n.7 sono state realizzate nuove sale d'attesa, espositive e di ricevimento, utilizzando il marmo Magna Boschi presente al n.8, e in altre aree è stato utilizzato il marmo Statuario Venato grigio verdastro per uniformare il design. Si è anche cercato di rendere più agevole la disposizione degli edifici, consolidando tutti gli uffici su un piano, le Fellows' Rooms su un altro e tutti gli alloggi su un terzo.

Kavli Royal Society International Center

Nel 2009 Chicheley Hall, un edificio di interesse storico culturale di I grado situato vicino a Milton Keynes, è stato acquistato dalla Royal Society per 6,5 milioni di sterline, finanziato in parte dalla Kavli Foundation . La Royal Society ha speso diversi milioni in lavori di ristrutturazione per adattarlo a diventare il Kavli Royal Society International Center, una sede per seminari scientifici residenziali. Il centro ha tenuto la sua prima riunione scientifica il 1 giugno 2010 ed è stato ufficialmente inaugurato il 21 giugno 2010. Il Centro è stato chiuso definitivamente il 18 giugno 2020 e l'edificio è stato venduto nel 2021.

Editoria

Frontespizio della prima edizione delle Philosophical Transactions della Royal Society pubblicata nel 1665

Attraverso la Royal Society Publishing, la società pubblica le seguenti riviste:

La società ha introdotto la prima rivista al mondo esclusivamente dedicata alla scienza nel 1665, Philosophical Transactions, e così facendo ha dato origine al processo di revisione tra pari ora diffuso nelle riviste scientifiche. Il suo editore fondatore era Henry Oldenburg, il primo segretario della società. Rimane la rivista scientifica più antica e longeva al mondo. Oggi pubblica numeri tematici su argomenti specifici e, dal 1886, è diviso in due parti; A, che si occupa di matematica e scienze fisiche, e B, che si occupa di scienze biologiche.

Gli atti della Royal Society sono costituiti da articoli di ricerca presentati gratuitamente ed è allo stesso modo diviso in due parti. Biology Letters pubblica brevi articoli di ricerca e articoli di opinione su tutte le aree della biologia ed è stato lanciato nel 2005. Il Journal of the Royal Society Interface pubblica ricerche interdisciplinari al confine tra le scienze fisiche e quelle della vita, mentre Interface Focus pubblica un numero a tema nel stesse aree. Notes and Records è il giornale della Società di storia della scienza. Memorie biografiche viene pubblicato due volte all'anno e contiene necrologi estesi di borsisti deceduti. Open Biology è una rivista ad accesso aperto che copre la biologia a livello molecolare e cellulare . Royal Society Open Science è una rivista ad accesso aperto che pubblica ricerche originali di alta qualità sull'intera gamma della scienza sulla base di una revisione obiettiva tra pari. Tutti i giornali della società sono sottoposti a revisione paritaria .

Nel maggio 2021, la Società ha annunciato l'intenzione di trasferire le sue quattro riviste di ricerca ibride all'accesso aperto

Onori

La Royal Society presenta numerosi premi, conferenze e medaglie per riconoscere i risultati scientifici. La più antica è la Croonian Lecture, creata nel 1701 su richiesta della vedova di William Croone, uno dei membri fondatori della Royal Society. La Croonian Lecture viene tuttora assegnata su base annuale ed è considerata il più importante premio della Royal Society per le scienze biologiche. Sebbene la Croonian Lecture sia stata creata nel 1701, fu assegnata per la prima volta nel 1738, sette anni dopo la Medaglia Copley . La Medaglia Copley è la più antica medaglia della Royal Society ancora in uso e viene assegnata per "risultati eccezionali nella ricerca in qualsiasi ramo della scienza".

Guarda anche

Riferimenti

Bibliografia

link esterno