Théophile Thoré-Bürger -Théophile Thoré-Bürger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Théophile Thoré-Bürger fotografato da Nadar (1865 circa)

Étienne-Joseph-Théophile Thoré (meglio noto come Théophile Thoré-Bürger ) (23 giugno 1807-30 aprile 1869) è stato un giornalista e critico d'arte francese . Oggi è meglio conosciuto per aver riscoperto l'opera del pittore Johannes Vermeer .

Biografia

Thoré-Bürger è nato a La Flèche, Sarthe. La sua carriera di critico d'arte iniziò negli anni '30 dell'Ottocento, ma fu attivo anche come giornalista politico. Nel marzo 1848 fondò La Vraie République, che Louis-Eugène Cavaignac bandì presto. Un anno dopo, nel marzo 1849, fondò un altro giornale, Le Journal de la vraie République, che Cavaignac bandì anche. Di conseguenza, Thoré-Bürger andò in esilio a Bruxelles e continuò a pubblicare articoli come Willem Bürger. Tuttavia, tornò in Francia dopo l' amnistia del 1859, morendo a Parigi dieci anni dopo.

Oggi, Thoré-Bürger è meglio conosciuto per aver riscoperto il lavoro di Johannes Vermeer e molti altri importanti artisti olandesi, come Frans Hals (fu il primo a descrivere il ritratto di Malle Babbe ), Carel Fabritius e altri. L'interesse di Thoré-Bürger per Vermeer iniziò nel 1842 quando vide la Veduta di Delft al Mauritshuis dell'Aia . Il nome di Vermeer all'epoca era completamente dimenticato; Thoré-Bürger rimase così colpito dalla Veduta di Delft che trascorse gli anni prima del suo esilio alla ricerca di altre opere del pittore. Alla fine avrebbe pubblicato le descrizioni e un catalogo delle opere di Vermeer, anche se in seguito è stato dimostrato che molti dei dipinti che attribuiva al maestro erano stati eseguiti da altri.

Ha vissuto per più di un decennio con Apolline Lacroix, moglie del suo collaboratore Paul Lacroix, curatore della Bibliothèque de l'Arsenal . Alla morte di Thoré-Bürger, ereditò la sua preziosa collezione d'arte, gran parte della quale fu infine venduta.

Pubblicazioni selezionate

  • Dictionnaire de phrénologie et de physiognomonie, à l'usage des artistes, des gens du monde, des instituteurs, des pères de famille, des jurés, ecc., 1836 Disponibile online
  • La Vérité sur le parti démocratique, 1840 Disponibile online
  • Catalog de dessins des grands maîtres, provenant du cabinet de M. Villenave, 1842
  • Le Salon de 1844, précédé d'une lettre a Théodore Rousseau, 1844
  • Dessins de maîtres, Collection de feu M. Delbecq, de Gand, 1845 Disponibile online
  • Catalogue des estampes anciennes formant la collection de feu M. Delbecq, de Gand, 1845 Disponibile online
  • La ricerca della libertà, 1845
  • Le Salon de 1845, précédé d'une lettre à Béranger, 1845
  • Le Salon de 1846, précédé d'une Lettre à George Sand, 1846 Disponibile online
  • Le Salon de 1847, précédé d'une Lettre à Firmin Barrion, 1847 Disponibile online
  • Mémoires de Caussidière, ex-préfet de police et représentant du peuple, con Marc Caussidière, 2 vol., 1849 Disponibile online: 1, 2
  • La Restauration de l'autorité, ou l'Opération césarienne, 1852
  • Dans les bois, 1856
  • En Ardenne, par quatre Bohémiens. Namur, Dinant, Han, Saint-Hubert, Houffalize, La Roche, Durbuy, Nandrin, Comblain, Esneux, Tilf, Spa, in collaborazione con altri scrittori, 1856
  • Trésors d'art exposés à Manchester en 1857 et provenant des collections royales, des collections publiques et des collections particulières de la Grande-Bretagne, 1857
  • Amsterdam e La Haye. Studi sull'école olandese, 1858
  • Çà & là, 1858
  • Musées de la Hollande, 2 vol., 1858–1860
  • Études sur les peintres hollandais et flamands. Galerie d'Arenberg, à Bruxelles avec le catalog complet de la collection, 1859
  • Museo d'Anvers, 1862
  • Trésors d'art en Angleterre, 1862
  • Van der Meer (Vermeer) di Delft, 1866

Pubblicato postumo

  • Les Salons: studi di critica e di estetica, 3 vol., 1893
  • Thoré-Bürger peint par lui-même : lettres et notes intimes, 1900 Disponibile online

Riferimenti